Trasporto regionale

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
cf
**
**
Messaggi: 2078
Iscritto il: lun 01 mag 2006 11:18
Località: Berna - Ticino (Svizzera)
Contatta:

Re: Trasporto regionale

#301 Messaggio da cf » ven 02 mar 2018 11:49

Ne se parlerà lunedì in Parlamento (Consiglio nazionale) all'Ora delle domande
L'altro dì andando a Cevi...

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#302 Messaggio da Ae 4/7 » ven 02 mar 2018 12:47

Qui le domande dell'on. Regazzi: https://www.parlament.ch/it/ratsbetrieb ... d=20185053
(Alle quali aggiungerei: per la NLM la LTV non vale?)
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#303 Messaggio da Ae 4/7 » ven 02 mar 2018 20:26

GAMBAROGNO02.03.2018 - 11:40 | LETTO 6'164 AGGIORNAMENTO 14:57
«I nostri battelli sono pronti»: l'Italia dà la colpa alla Svizzera
Sul Verbano trasporti ancora fermi. Ventuno persone senza lavoro. Da Arona il direttore della Navigazione Lago Maggiore si dichiara "innocente". Intanto, per oggi è prevista una protesta simbolica

PATRICK MANCINI

GAMBAROGNO – Ancora niente battelli sul Verbano. La data dello spartiacque doveva essere quella del primo marzo. Ma il nuovo consorzio italo-svizzero non decolla. Una situazione drammatica per una regione, quella del Gambarogno, che vive di turismo e che conta diversi pendolari verso Locarno. Intanto, ventuno dipendenti della navigazione sono ancora senza lavoro. E nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì, alcuni cittadini, in primis Paolo Pedroni, si ritroveranno al debarcadero di Magadino per una manifestazione simbolica. «Aspetteremo un battello che non arriverà – dice Pedroni –. La nostra non è una polemica. Vogliamo solo manifestare il disagio che i gambarognesi stanno vivendo. Ormai da mesi».

Mancano gli accordi – Cosa succederà al consorzio? Da una parte la Navigazione Lago di Lugano. Dall'altra la Società Navigazione Lago Maggiore. Due entità che sembrano non avere ancora trovato il giusto equilibrio. E lo si intuisce anche dalle parole di Davide Bartolini, portavoce della Navigazione luganese. «Ci sono ancora alcune questioni da risolvere». Si parla di aspetti burocratici ed economici. «Si sta lavorando per trovare delle soluzioni», taglia corto Bartolini.

La reazione italiana – Da Arona, sede della Società Navigazione Lago Maggiore, il direttore Gian Luca Mantegazza fa rimbalzare le responsabilità dall'altra parte del confine. «Noi i battelli li abbiamo qui, pronti all'uso. Rappresentiamo la parte tecnica, esecutiva. Aspettiamo che qualcuno ci dica qualcosa. Mi dispiace, perché ci vanno di mezzo i cittadini, dal momento che viene a mancare un servizio importante. Noi sappiamo che dal 25 marzo riprenderemo i servizi internazionali. Per il resto dei trasporti non so che dire. C'è molta confusione».

La Confederazione non sborserà un soldo – Confusione, sì. È la parola giusta. Mentre nella giornata di oggi è previsto un importante incontro sulla questione a Lucerna, l'Ufficio federale dei trasporti ha fatto sapere che la Confederazione non intende investire finanziariamente nella trattativa.

Un servizio prioritario – Intanto, nel Gambarogno si resta in attesa. «Siamo preoccupati – conclude Pedroni –. Ci sono studenti e lavoratori che necessitano di questo servizio. E anche i turisti che ci renderanno visita. Per noi non è importante sapere di chi è la colpa. Per noi la priorità è che il servizio riprenda al più presto».
https://www.tio.ch/ticino/attualita/124 ... a-svizzera
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#304 Messaggio da Ae 4/7 » lun 05 mar 2018 19:15

BERNA / CANTONE05.03.2018 - 16:33
Navigazione sul Verbano: «Nessuna alternativa, serve un consorzio»
Lo ha affermato la consigliera federale Doris Leuthard durante l'Ora delle domande

BERNA / LOCARNO - La navigazione sul bacino svizzero del Verbano riprendere solo dopo che sarà trovato un accordo che permetta la costituzione di un consorzio ad hoc tra la Gestione governativa navigazione laghi (GGNL) e la Società navigazione del lago di Lugano (SNL). Altre vie non sono percorribili. Lo ha detto la consigliera federale Doris Leuthard durante la tradizionale "Ora delle domande" al Consiglio nazionale.

Dopo aver precisato che non rientra tra le responsabilità della Confederazione garantire la navigazione sul Verbano e salvaguardare i relativi posti di lavoro, la ministra dei trasporti ha affermato che Berna «tiene a migliorare la navigazione turistica sui laghi ticinesi in generale e sul Lago Maggiore in particolare».

Leuthard ha ricordato il memorandum d'intesa del 31 maggio 2016 stipulato tra il Ministero italiano e il Consiglio federale che dovrebbe permettere di risolvere la situazione. Gli atti di costituzione del consorzio tra GGNL e SNL devono però essere firmati da entrambe le parti, ha ricordato la consigliera federale.

«Per la Confederazione - ha aggiunto - è inoltre importante trovare una soluzione che sia sostenibile anche per la SNL, in quanto gestore del servizio di navigazione". Un piano B senza la cooperazione con la GGNL è per Leuthard "impraticabile».

Secondo la Convenzione tra la Svizzera e l'Italia, ha ricordato la ministra dei trasporti, la concessione per il lago Maggiore è rilasciata a una sola impresa italiana e per il lago di Lugano a una sole impresa svizzera. Sul Verbano, la Svizzera non dispone del resto di battelli adatti né della relativa infrastruttura per la manutenzione.

E a tal proposito, si apprende oggi dal quotidiano La Stampa che cinque battelli della Navigazione Lago Maggiore sono ad Arona (I) pronti per salpare alla volta delle acque svizzere del Verbano. Si attende insomma solo l'accordo per la costituzione del consorzio. Accordo che potrebbe slittare visto che nella vicina Penisola è imminente un cambio di compagine governativa. Attualmente non ci sono garanzie: "non sappiamo se in futuro questa via sarà seguita" anche dal nuovo esecutivo italiano, ha detto Leuthard.
https://www.tio.ch/ticino/politica/1245 ... consorzio-

A parte che il MoU non pare valere neppure la carta sulla quale è scritto (almeno a sentire le prospettive al Radiogiornale); la concessione rilasciata è così farlocca da non poter essere ritirata in caso di non effettuazione del servizio?

Quanto ai battelli che non ci sarebbero, giova ricordare che a suo tempo le FRT fecero arrivare il Freccia Bianca attraverso il passo del Ceneri (e che la stessa GGNL ha più volte spostato natanti da un lago all'altro, ad es. il recentemente smantellato Stendhal)...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#305 Messaggio da Ae 4/7 » mer 14 mar 2018 7:59

Navigazione sui Laghi Maggiore e di Lugano: firmato l’atto costitutivo per il nuovo Consorzio dei Laghi

Berna, 13.03.2018 - Durante la riunione del 13 marzo 2018 del gruppo di lavoro per la navigazione sul Lago di Lugano e sul Lago Maggiore è stato firmato l’atto di costituzione del Consorzio dei Laghi e deciso che la navigazione nel bacino svizzero del Lago Maggiore potrà riprendere entro il 25 marzo 2018 in tempo per l’inizio della stagione turistica.

Nella giornata odierna il gruppo di lavoro per la navigazione sui due laghi si è riunito nuovamente a Milano. In quest'occasione la Gestione Governativa Navigazione Laghi (GGNL) e la Società Navigazione del Lago di Lugano (SNL) hanno firmato i principali atti necessari per la costituzione del consorzio direzionale che permetterà la ripresa della navigazione nel bacino svizzero del Lago Maggiore e la riassunzione degli ex impiegati della GGNL.

Nel gruppo di lavoro, oltre alla GGNL e alla SNL sono rappresentati il Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) e il Cantone Ticino.
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniz ... 70096.html

Interessante l'affermazione in TV dell'on. Bertoli secondo il quale certe tratte dovrebbero venir assimilate a quelle degli autobus (https://www.rsi.ch/play/tv/il-quotidian ... d=10181780 , a 4:55), il che significa che ci si potrà finalmente viaggiare con l'AG!
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#306 Messaggio da Ae 4/7 » lun 26 mar 2018 15:35

Navigazione Verbano: avvistato il Cicogna ormeggiato al molo "periferico" di Locarno. Insegne adesive della SNLL (sul Verbano, soprassediamo...) sulla timoneria e sulle fiancate; a poppa sempre la bandiera della Marina mercantile italiana; nessuna bandiera di cortesia né di bompresso.
Un affisso nello scalo dice che sono validi i titoli di trasporto della CTA, quindi suppongo anche l'AG. Gli orari, che non si trovano in rete, paiono essere gli stessi della stagione invernale:
http://www.navigazionelaghi.it/m_downlo ... v17_18.pdf
http://www.navigazionelaghi.it/m_downlo ... _17_18.pdf
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#307 Messaggio da Ae 4/7 » sab 07 apr 2018 20:54

Per la prima volta oggi è stata avvistata la veneranda M/N Torino in servizio sotto le insegne del Consorzio (e con la bandiera di cortesia correttamente issata, come d'uso sul Verbano :D ), purtroppo su una rotta riservata all'aristocrazia borghese:

Immagine

Uno dei famosi "privati" che tanto hanno piagnucolato, ben guardandosi tuttavia dall'offrire un servizio di linea? ::-?:

Immagine
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#308 Messaggio da Ae 4/7 » gio 21 giu 2018 18:35

A quale prezzo? ::-?:
LOCARNO21.06.2018 - 06:00 | LETTO 491 AGGIORNAMENTO 06:57
Tutti a bordo con l’apero restaurant boat!
Ogni venerdì e sabato crociera serale a Locarno con bar e ristorante a bordo

LOCARNO - Si chiama “aperò restaurant boat” ma lo si legge come un unicum denso di contenuti. Si parte con la possibilità di accedere dai seguenti pontili: Locarno (dalle 19.00), Gerra, Ascona, Brissago e ritorno a Locarno entro le 21.30.

A bordo apertivo e/o 4 piatti a scelta, proposta con sapienza dallo staff di cuochi.

Questa iniziativa è dedicata a tutti gli amanti delle emozioni e serate romantiche, perché è noto che l’estate è la stagione in cui anche i sogni più remoti possono realizzarsi, e perché no se ciò fosse a bordo di un battello?

Bene ecco la proposta della Società di Navigazione, che propone un ricco programma di crociere, sul lago a Locarno fino al 25 agosto. La formula proposta dallo staff è ed è già di per se vincente.

Vi attende uno spettacolare e suggestivo panorama della regione del Lago di Locarno e naturalmente una proposta gastronomica molto invitante, un mix che promette di non dimenticare le notti stellate Locarnesi!

Per info e Riservazioni: www.lakelocarno.ch +41 91 222 11 11 – sales@lakelugano.ch

Redazione Travel
https://www.tio.ch/newsblog/fashionchan ... rant-boat-

(Accessoriamente, adesso la Torino gira, diversamente da quanto scritto nel messaggio precedente, con la bandiera di cortesia anche sul bompresso... :roll: )
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

ssb
**
**
Messaggi: 2633
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Trasporto regionale

#309 Messaggio da ssb » gio 21 giu 2018 18:54

Magari vale l’AG :lol:

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#310 Messaggio da Ae 4/7 » gio 21 giu 2018 19:00

Di tanto in tanto pranzo sull'Airone o sul Cicogna; nulla si oppone a farci anche l'aperitivo (basta comprare delle pommes chips e un cartone di Tavernello alla Coop :mrgreen: ).
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#311 Messaggio da Ae 4/7 » mar 26 giu 2018 8:07

Trasporti pubblici regionali perlopiù di buona qualità
Berna, 25.06.2018 - Nei trasporti pubblici regionali si rileva un livello di qualità globalmente elevato. Nel settore delle autolinee vengono valutate molto positivamente la gentilezza e la competenza del personale viaggiante, nelle ferrovie l'ordine e l'assenza di danni sui treni. Ricevono invece un punteggio parzialmente insufficiente la pulizia, le fermate e l'informazione alla clientela, quale ad esempio gli annunci a bordo dei veicoli. Questi i risultati del nuovo sistema di misurazione della qualità nel traffico regionale viaggiatori dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) che, per la prima volta, si riferiscono a un intero anno d'esercizio (2017). Le differenze fra le varie imprese sono, in parte, notevoli.

Due anni fa l'UFT ha avviato lo sviluppo di un sistema di rilevamento della qualità del traffico regionale viaggiatori (SRQ TRV CH), allo scopo di realizzare uno strumento di controllo e confronto per Confederazione e Cantoni, committenti e finanziatori dei servizi delle imprese di trasporto. I dati del 2017 che, per la prima volta, forniscono risultati riferiti a un intero anno d'esercizio, indicano che la maggior parte degli ambiti del TRV sono di buona qualità.

Vi sono tuttavia considerevoli differenze tra le diverse imprese: il 41 per cento di esse, per esempio, non adempie gli standard minimi nell'ambito «fermata» e deve pertanto aumentarne la qualità. Margini di miglioramento si riscontrano tra l'altro per il livello di pulizia delle cabine di attesa o dei contenitori per rifiuti nonché per la disponibilità dei piani delle linee. Nel settore delle autolinee si registra un 13 per cento di insufficienze, in quello ferroviario queste ammontano al 23 per cento. Del primo si critica la mancanza di annunci, all'interno del veicolo, riguardo alla fermata successiva o la pulizia dei finestrini, nel secondo la valutazione negativa è riconducibile innanzitutto all'insufficiente pulizia di servizi igienici, pavimenti e finestrini.

Le differenze di qualità non sono correlate alle dimensioni delle imprese, né presentano correlazioni significative con le regioni, eccezion fatta per la Svizzera centrale, le cui imprese di trasporto hanno ottenuto ottimi risultati in molti ambiti.

Valori di riferimento

Il SRQ TRV è uno strumento di controllo che consente a Confederazione e Cantoni di valutare le prestazioni delle imprese di trasporto da loro incaricate. Il rilevamento della qualità, effettuato alle fermate e a bordo dei veicoli del TRV, avviene a cura di clienti civetta di un'azienda esterna sulla base di criteri prestabiliti. Nel 2017 sono stati condotti 46 941 rilevamenti in totale presso 88 imprese ferroviarie e di bus.

I valori di riferimento sono stati fissati dall'UFT, con il coinvolgimento dei Cantoni, sulla base dei valori effettivi del 2016. Se un'impresa non raggiunge tali valori ha l'obbligo di prendere misure per migliorare la situazione. La Confederazione e i Cantoni, in qualità di committenti, possono ordinare alle imprese di definire appositi provvedimenti nelle convenzioni sugli obiettivi. Se sul lungo termine non si registrano miglioramenti, è ipotizzabile una messa a concorso delle linee o combinazioni di linee interessate. È inoltre previsto il rilevamento della puntualità. Il relativo SRQ, i cui dati sono forniti direttamente dalle imprese, è ancora in fase di elaborazione.

[...]

Links

Sistema di rilevamento della qualità nel traffico regionale viaggiatori (SRQ TRV): Rapporto 2017
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniz ... 71272.html
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#312 Messaggio da Ae 4/7 » dom 05 ago 2018 19:00

Ae 4/7 ha scritto:
gio 21 giu 2018 18:35
A quale prezzo? ::-?:
Sembra che il biglietto costi "solo" 10 Fr. (non è però chiaro se siano obbligatorie delle consumazioni): https://docs.wixstatic.com/ugd/2a25a2_0 ... 5e6961.pdf (notare la sagoma del bastimento atta a passare sotto al ponte-diga...)
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#313 Messaggio da Ae 4/7 » mar 27 nov 2018 21:37

Cresce l’utilizzo del trasporto pubblico ma aumentano anche le code di auto: come mai?
Con Antonio Bolzani

martedì 27/11/18 11:05
CONDIVIDI

Cresce l’utilizzo del trasporto pubblico ma aumentano anche le code di auto: come mai?

Il trasporto pubblico in Ticino viaggia che è un piacere…! Potremmo sintetizzare così il tema della trasmissione odierna nella quale desideriamo fare il punto sia sull’aumento di coloro che scelgono un mezzo pubblico sia sulle code… ancora presenti sulle nostre strade, nonostante vi sia stata una leggera diminuzione del traffico automobilistico. Nel 2017, in effetti, nonostante l’aumento della popolazione e del numero di frontalieri, l’incremento del traffico veicolare ha subito una lieve contrazione, mentre l’uso del trasporto pubblico evidenzia un rilevante passo in avanti. Sono questi i dati principali che emergono dal rapporto “La mobilità in Ticino nel 2017” pubblicato dal Dipartimento del territorio.

Questa pubblicazione ci fornisce uno sguardo completo sulla mobilità cantonale, offrendo un’analisi dell’evoluzione dei trasporti pubblici su ferro e su gomma, del traffico individuale motorizzato e di quello ciclabile. L’edizione del 2017 è stata arricchita da confronti tra l’evoluzione del traffico e alcuni indicatori demografici e socio-economici (popolazione, parco e numero dei veicoli e frontalieri). L’aumento del traffico stradale, rivelatosi costante tra il 2005 e il 2015 (circa +12%), a partire dal 2016 ha registrato un leggero allentamento. Nonostante l’aumento di fattori che notoriamente condizionano il traffico (popolazione, frontalieri e numero di automobili in circolazione), sulle strade cantonali del Luganese si è osservata una lieve flessione generalizzata. Rispetto al 2005, il servizio TILO ha registrato una crescita del 123%, con 14,6 milioni di passeggeri. Anche per quanto riguarda il trasporto pubblico su gomma si sono potuti osservare dei considerevoli incrementi dell’utenza: dal 2005 i chilometri percorsi a bordo di un autobus in Ticino sono aumentati del 40% e nel 2017 sono stati trasportati 31,1 milioni di passeggeri (+7,5% rispetto al 2016).

Dai dati presentati si può pertanto presumere che negli ultimi due anni l’aumento della mobilità, derivante dal maggior numero delle persone in movimento sul territorio, sia stato assorbito dal trasporto pubblico e da altre forme di mobilità alternative all’automobile che sono parte integrante della strategia del Dipartimento del territorio sulla mobilità. Di questo rapporto e delle scelte individuali di come spostarsi sul territorio e di quale mezzo utilizzare ci occupiamo nel programma odierno.

Ospiti:
Roman Zai, capo dell’Ufficio dei trasporti pubblici
Mattias Schmidt, membro di comitato dell’ASTUTI (Associazione utenti trasporti pubblici Sezione Ticino)
https://www.rsi.ch/rete-uno/programmi/i ... 52501.html

Dato che le uniche ferrovie (malgrado il nome) a quanto sembra (minuto 2:33) sono il TiLo e la FLP, proporrei un nuovo slogan per l'Ente turistico Locarno e Valli: "plaga negletta sin dal 1515"... :sofa:

Qui il rapporto di cui si parla: https://m4.ti.ch/fileadmin/DT/temi/cont ... o_2017.pdf
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

ssb
**
**
Messaggi: 2633
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Trasporto regionale

#314 Messaggio da ssb » mer 28 nov 2018 8:26

D’altra parte lo dico sempre: il crollo del ponte della Torretta ha fatto male al Locarnese ...e soprattutto ha fatto male ai locarnesi... :lol:

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 17035
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Trasporto regionale

#315 Messaggio da Ae 4/7 » mer 28 nov 2018 19:13

...e la cacciata dei Riformati!
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti