Ex stazioni di confine

Immagine Gli aggiornamenti della rete ferroviaria italiana dai volumi di Ennio Morando.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
friedrichstrasse
*
*
Messaggi: 111
Iscritto il: ven 19 set 2008 0:32

Re: Ex stazioni di confine

#16 Messaggio da friedrichstrasse » dom 01 lug 2018 9:45

Interessante!
Viva il tram moderno

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#17 Messaggio da merlotrento » mar 03 lug 2018 18:44

andiamo avanti .. sempre fra Italia e Austria, la citata convenzione del 2 ottobre1879 (e non 2 febbraio come erroneamente da me scritto in precedenza), per la linea Gorizia Udine stabiliva che
les Services d'exploitation et de frontière continueront à s'effectuer conformément aux disposition prises par les deux Administrations des chemins de fer et aux règlements actuellement en vigeur c'est-à-dire que la gare frontière de Cormons continuerà à fonctionner comme gare commune pour l'exploitation : i servizi d'esercizio e di frontiera continueranno ad operare secondo le disposizioni delle due amministrazioni ferroviarie e le normative attualmente in vigore, ovvero la stazione di confine di Cormons continuerà a funzionare come stazione ferroviaria comune per l'esercizio
ma
le service des Douanes, ….., sera exercé séparement, savoir, pour l'Autriche à Gorice, et pour l'Italie à Udine.l servizio doganale, ..... sarà esercitato separatamente, vale a dire per l'Austria a Gorizia e per l'Italia a Udine.

E per la nuova linea Tarvisio Udine
Sur la ligne de Tarvis à Udine il sera établi aussi près que possible de la frontière deux gares distinctes, l'une sur le territoire autrichien à Pontafel, l'autre sur le territoire italien à Pontebba et le service international sera effectué dans ces deux gares sur le pied d'une parfaite réciprocité.: Sulla linea che collega Tarvisio a Udine, verranno stabilite due stazioni ferroviarie distinte il più vicino possibile alla frontiera, una sul territorio austriaco a Pontafel, l'altra sul territorio italiano a Pontebba, e il servizio internazionale sarà effettuato in queste due stazioni. su di un piano perfetta reciprocità.

Per entrambe le linee mantenevano valore gli art 10 e 11 della predetta convenzione, direi con minori problemi, visto le limitate estensioni dei tratti interessati, privi di stazioni intermedie. SFAI (poi e quindi FS) gestivano quindi l'esercizio fra il Confine e la stazione comune di Cormons ( Km 2,213) mentre il tratto (in origine a semplice binario e poi raddoppiato) di soli 850m fra Pontafel e Pontebba era gestito in comune da SFAI/RA/FS e kkStB( e non SB come detto erroneamente a lungo nelle relazioni ministeriali italiane a partire dal 1880..)
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#18 Messaggio da merlotrento » mar 03 lug 2018 21:31

Nel 1897 con l'apertura del tratto San Giorgio di Nogaro Cervignano. viene completata la Portogruaro Cervignano Monfalcone concessa alla SV (Società Veneta) fino all'allora confine italo/austriaco e, in territorio allora austriaco, esercita dalle kkStB su incarico della concessionaria Società per la Ferrovia locale del Friuli.
La convenzione per l'esercizio del tratto di confine è del 24 gennnaio 1900... Cervignano (stazione kkStB) è la stazione comune ma, rispetto a quanto previsto dalla precedente convenzione, per qs linea notiamo significative particolarità:
Sur la ligne de jonction Cervignano — S. Giorgio de Nogaro seront deux gares frontières distinctes, l'une à Cervignano sur le territoire autrichien, l'autre à S. Giorgio de Nogaro sur le territoire italien. Le service d'exploitation entre ces deux gares sera réglé de sorte que l'entretien et la surveillance des deux troncons aboutissant à la frontiére incomberont dans les territoires respectifs aux administrations des chemins de fer nationales, et que le service de traction entre les deux gares frontières sera confìé à l'administration italienne. Conformément aux dispositions contenues dans l'art. 2, seront admis sur le troncon entre la frontière et la station de Cervignano les règlements des signaux et du service du pays voisin. Dans la dite station le personnel italien sera tenu de respecter les réglements des signaux et de service en vigeur sur le territoire autrichien. Le personnel chargé de l'entretien et de la surveillance du troncon situé entre la station frontière de Cervignano et la frontière sera nommé par l'adminisiration autrichienne. Par contro, le choix du personnel attaché au service des trains circulant entre les deux stations frontières sera réservé à l'administration italienne.
Sulla linea di confine Cervignano - S. Giorgio di Nogaro vi saranno due stazioni di confine separate, una a Cervignano sul territorio austriaco, l'altra a S. Giorgio di Nogaro sul territorio italiano. Il servizio operativo tra queste due stazioni sarà regolato in modo che la manutenzione e la supervisione dei due tronchi che portano al confine verrà assegnato alla amministrazione ferroviaria nazionali competente per territorio mentre il servizio di trazione tra le due stazioni sarà affidato all'amministrazione italiana........... In conformità con le disposizioni contenute nell'art. 2, saranno in vigore tra il confine e la stazione di Cervignano il regolamento dei segnali e di servizio del paese limitrofo (cioè italiani) . Nella suddetta stazione il personale italiano sarà tenuto al rispetto delle normative relative ai segnali e al servizio in vigore sul territorio austriaco.Il personale responsabile della manutenzione e sorveglianza del tronco tra la stazione di frontiera di Cervignano e il confine sarà nominato dall'amministrazione austriaca.Per contro, la scelta del personale dei treni tra le due stazioni di confine sarà riservata all'amministrazione italiana.
https://archive.org/details/trattatieconvenz16ital
Il tratto fra il confine e la stazione di Cervignano esercito dalla SV era di Km 3,580
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#19 Messaggio da merlotrento » mar 03 lug 2018 22:09

Analoga, ma a parti invertite, la situazione creatasi, nel 1910, con l'apertura della Bassano Primolano e della Primolano-confine-Tezze di Grigno: Tratto italiano concesso alla SIFV(Soc Italiana Ferrovia Valsugana controllata dalla SV) ed austriaco esercito da kkStB; stazione comune Primolano (SIFV), treni con trazione e personale kkStB da Tezze a Primolano percorrenti anche il tratto di Km2 fra il confine e quest'ultima. La convenzione è del 26 nov 1910 https://archive.org/details/trattatieconvenz21ital
Sur la ligne de jonction Primolano-Tezze seront établies deux gares frontières distinctes, l'une à Tezze et l'autre à Primolano. Le changement du service de l'exploitation sur la ligne de jonction à construire se fera dans la station de Primolano, dont l'installation, conforme aux besoins effectifs du trafìc, dépendra de la décision, que les commissaires techniques auront à prendre selon les projets à tracer. Le Services d'exploitation entre les deux gares frontières sera réglé de sorte, que l'entretien et la surveil lance des deux troncons aboutissant à la frontière incomberont dans les territoires respectifs aux administrations des chemins de fer indigènes, tandis que le service d'exploitation entre les deux gares frontières (a l'exception du service de l'entretien et de la surveillance de la voie) sera confié exclusivement à l'administration du chemin de fer autrichien.
Conformément aux dispositions conte nues dans l'article 2, seront admis sur le troncon entre la frontière et la station de Primolano, situè sur le territoire italien, les règlements du service et des si- gnaux en viguer sur la ligne de jonction au delà de la frontière.
Dans la station de Primolano méme, le personnel de l'administration du chemin de fer autrichien sera tenu de respecter les règlements du service et des signaux en vigueur sur le territoire italien.

Sulla linea di congiunzione Primolano-Tezze verranno istituite due distinte stazioni di confine, una a Tezze e una a Primolano. Stazione comune sarà Primolano, che verrà dimensionata in base alle conseguenti reali esigenze di traffico. L'esercizio tra le due stazioni di confine verrà impostato in modo che la manutenzione e sorveglianza delle due sezioni che conducono al confine sia competenza delle amministrazioni ferroviarie competenti per territorio , mentre la gestione della circplazione tra le due stazioni di frontiera (ad eccezione, come visto, del servizio di manutenzione e supervisione della via) sarà conferito esclusivamente l'amministrazione della ferrovia austriaca.
Conformemente alle disposizioni di cui all'articolo 2, sono ammessi i regolamenti del servizio e dei segnali in vigore sulla linea di collegamento oltre la linea di confine tra la frontiera e la stazione di Primolano sul territorio italiano.(cioè i tegolamenti austriaci) ….Nella stazione di Primolano , il personale dell'amministrazione ferroviaria austriaca sarà tenuto al rispetto delle norme del servizio e dei segnali in vigore sul territorio italiano.

Nel 1912 alla SIFV subentrarono le FS ….e per il confine Italo Austriaco ante 1918 direi abbiamo finito
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#20 Messaggio da merlotrento » mar 03 lug 2018 22:25

https://www.dropbox.com/s/gxmbpjbza0jck ... .jpeg?dl=0
estratto di carta ferroviaria dell'impero AU del 1911, in cui sono visibili i transiti di confine col Regno d'Italia....in rosso le linee kkStB (ir ferrovie Statali) ed in blu le linee SB (Meridionale/ Déli Vasút)
tali carte (Artaria's, Prohaska le più note) venivano pubblicate, aggiornate, ogni anno uscirono anche nel 1917 e 18 e la loro pubblicazione ricominciò negli anni 20.....se ne trovano parecchie digitalizzate in rete più utilizzabili(dipende dal peso della scansione)
pietro
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#21 Messaggio da merlotrento » mer 04 lug 2018 10:45

moltissime carte consultabili qui in più che buona definizione
http://www.oldmapsonline.org/en/Italy#b ... &scale_to=
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#22 Messaggio da merlotrento » mer 04 lug 2018 22:42

ed anche qui non si scherza!!!
https://maps.hungaricana.hu/en/
Serbidiola

sorry
*
*
Messaggi: 831
Iscritto il: lun 28 set 2009 17:03

Re: Ex stazioni di confine

#23 Messaggio da sorry » dom 08 lug 2018 22:16

Quante informazioni interessanti!
Grazie!
Non posso parlare quando voglio: appartengo a FS, che è come l'esercito. [ing.X, FS]

Cari forumisti: caratteri cubitali, maiuscolo, colori vivaci nella firma è come urlare in una conversazione: sinonimo di maleducazione.

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#24 Messaggio da merlotrento » lun 09 lug 2018 17:42

Dovere! Con la speranza che anche altri facciano ricerca e ne condividano i risultati!☺
Serbidiola

Avatar utente
merlotrento
*
*
Messaggi: 599
Iscritto il: mer 17 mag 2006 22:33
Località: trento

Re: Ex stazioni di confine

#25 Messaggio da merlotrento » mar 23 ott 2018 22:56

speranza delusa
Serbidiola

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti