[ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
spiff
**
**
Messaggi: 2209
Iscritto il: mar 29 lug 2008 15:59
Località: Milano

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4681 Messaggio da spiff » gio 17 mag 2018 16:38

si certo, diciamo che si è tornati almeno come numero di servizi veloci a quel livello anche se i rv non vanno a milano come un tempo, o sbaglio? in più si è avuto un miglioramento nei regionali lenti che sono passati da uno ogni due ore a uno ogni ora. in generale resta assurdo l'arco di servizio da ventimiglia e da savona verso genova (quest'ultimo davvero inconcepibile, spero che ci sia almeno qualche altro mezzo pubblico che faccia savona - genova dopo le 21:30) a cui fa da contraltare un'offerta serale quasi eccessiva in senso opposto con i due intercity e il rv milano - albenga che si susseguono a breve distanza uno dall'altro. (ma anche qui con i lenti genova savona c'è un buco di tutto rispetto solo in parte colmato dall'ultimo rv)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4682 Messaggio da Andmart » gio 14 giu 2018 13:56

OOPSSSSSSSSSSS!

Chi l'avrebbe mai detto....

http://www.oggicronaca.it/2018/06/arriv ... co-perche/
Arriva la certezza: il grave calo di turisti a Diano Marina (-13%) è dovuto alla stazione isolata. Ecco perché

Non è colpa del meteo, né della mancanza di fiori, arredo urbano, manifestazioni o altro: la causa della grave perdita di turisti a Diano Marina ha un solo colpevole ed è la stazione isolata che non consente più ai turisti – soprattutto italiani – di raggiungere la città in modo agevole. Così dopo aver provato il primo anno, la gente ha scelto altre località abbandonando Diano Marina al suo destino di città isolata dai collegamenti ferroviari.

E’ chiaro e lo si evince dai dati sul flusso turistico a San Bartolomeo al mare che pubblichiamo in altra parte del giornale.

Dati significativi perché attestano inequivocabilmente che a San Bartolomeo i turisti sono leggermente aumentati, per cui visto che le condizioni meteo sono uguali sia a San Bartolomeo che a Diano Marina e visto non ci risulta che a San Bartolomeo nei primi tre mesi dell’anno in corso, siano accaduti eventi tali da richiamare molti più turisti che a Diano Marina, o siano stati allestiti dal Comune strutture molto migliorative rispetto a quelle di Diano Marina, l’unica ipotesi che rimane in piedi è quella dell’isolamento della stazione ferroviaria.

Ipotesi che trova conferma in base ad alcune semplici considerazioni: generalmente le persone che sceglievano San Bartolomeo per trascorrere le vacanze non utilizzavano la stazione di Diano Marina o quella di Cervo perché troppo distanti da alberghi e strutture di san Bartolomeo, ma venivano con altri mezzi e quindi continuano a farlo, per cui lo spostamento della stazione non ha inciso.

Secondo aspetto: il grande calo di turisti a Diano Marina è stato causato soprattutto dalla mancanza di italiani.

Come si può vedere dalla tabella dell’osservatorio turistico regionale che pubblichiamo a fine articolo, infatti, nel primo trimestre dell’anno le presenze degli stranieri (che non usano il treno per arrivare nella città degli aranci, sono addirittura aumentate (+2,56%) e sono addirittura il doppio di quelle di San Bartolomeo. Gli stranieri, infatti, viaggiano in auto o in pullman.

A mancare quindi sono soprattutto gli italiani.

Qualcuno potrebbe obiettare che la stazione di Diano Marina è stata spostata a dicembre 2016 ma il calo si è registrato soltanto adesso e non nei primi tre mesi dello scorso anno, ma la risposta è semplice: i turisti che sono venuti in treno nel primo trimestre del 2017 evidentemente non sapevano dello spostamento della stazione, o se lo sapevano non immaginavano, una volta scesi dal treno, di trovarsi in un luogo isolato, distante dalla città e privo di collegamenti se non quello del taxi. Vista la situazione l’anno dopo, cioé quest’anno, hanno scelto altri lidi ed ecco spiegato il grave calo di turisti che ha creato a Diano Marina un danno stimato in circa un milione di euro.

Abbiamo timore che la perdita di presenze sia destinata ad aumentare e che i turisti persi non ritorneranno più.
Strano, non trovate?

Eppure io ero rimasto a tutti i tasti inutilmente pigiati da un ex-utente del forum che paragonava le distanze tra Rimini ed il mare con quelle tra Diano ed il mare ed asseriva che l'aver messo la stazione "in mezzo ai bricchi" in quel di Diano sarebbe stato totalmente ed assolutamente ininfluente.

Inoltre una stazione in estrema periferia, anzi in piena campagna, diventa più facilmente (succede anche a quelle in pieno centro, figuriamoci a quelle in mezzo al nulla...) preda di degrado e cattive frequentazioni. E così in poco più di un anno e mezzo dalla sua apertura, è già conciata da schifo: http://www.oggicronaca.it/2018/06/stazi ... utomatico/

Notate anche che la nuova stazione è così ben collocata che ad un anno e mezzo dalla sua apertura non si è trovato ancora alcun soggetto disposto a metterci un bar dentro (per quella vecchia ci sarebbe stata la fila). E pure i bagni sono rigorosamente chiusi.

E qualcuno comincia -dico comincia- ad aprire gli occhi dopo aver creduto ad un miraggio fatto da "Alta Velocità" per poi trovarsi ad una stazione raggiunta da una strada senza marciapiedi e senza illuminazione pubblica: http://www.oggicronaca.it/2018/06/il-pd ... solamento/

Ma niente paura: realizzando un bel po' di parcheggi gratuiti sul vecchio sedime, tutto si sistemerà e tutti potranno raggiungere Diano comodamente in macchina: http://www.oggicronaca.it/2018/06/50-pa ... ex-sedime/

Con un pelo di lungimiranza in più si sarebbe potuto evitare di costruire quella stazione in mezzo al nulla abolendola del tutto: i Dianesi avrebbero raggiunto lo scopo di non avere più il treno sotto le finestre ed avrebbero potuto maggiormente apprezzare i turisti con le loro auto (parcheggiate sotto alle loro finestre, ma quelle non danno fastidio mai...), i treni avrebbero saltato una fermata inutile ed i contribuenti avrebbero risparmiato più soldi.

fab
**
**
Messaggi: 8718
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4683 Messaggio da fab » gio 14 giu 2018 14:53

Gioacchino mettette a legge, Gioacchino murette acciso :megaball:

E comunque quello che distingue Rimini da Diano è la presenza di un servizio urbano capillare...
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12211
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4684 Messaggio da sr » gio 14 giu 2018 15:03

Le amministrazioni liguri seminano vento?
Raccolgono tempesta! :mrgreen:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 908
Iscritto il: lun 18 dic 2006 23:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4685 Messaggio da E431.037 » gio 14 giu 2018 15:10

Godo come un riccio algerino :>:): :>:): :>:):
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 444
Iscritto il: lun 09 nov 2015 21:37

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4686 Messaggio da marzi » gio 14 giu 2018 15:19


spiff ha scritto:
delmo 349 ha scritto:
mer 16 mag 2018 17:57



non credo che in italia ci siano altre linee di uguale importanza con termine del servizio alle 21:30 e poi nemmeno un bus sostitutivo!
La linea del Brennero da Trento verso Verona.
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11275
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4687 Messaggio da Grande Puffo » gio 14 giu 2018 15:44

Io non credo che così poi tanta gente andasse a Diano in treno, ma il problema è che non c'è una navetta centro-stazione, non che la stazione sia nell'entroterra..
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

fab
**
**
Messaggi: 8718
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4688 Messaggio da fab » gio 14 giu 2018 16:05

Fammi indovinare: la portinaia del palazzo della ginecologa della tua dentista ha una cugina di quarto grado che abita in mezzo ai capannoni della periferia di Torino, e va al mare nel baricentro esatto fra Diano e Cervo, per cui andando in auto anche facendo sei ore di coda hai calcolato che si risparmiano quattordici secondi rispetto al treno....

Torno serio: Rimini è una città grande, che può sostenere un TPL adeguato. Per come è fatta Diano, la navetta deve essere molto, molto frequente,ma di fatto un paese così piccolo non la può sostenere, La location stessa della stazione non invita certo giovani, coppie, anziani ecc., del resto, il crollo (-13% per Diano è un dato catastrofico, e non venitemi a dire che era tutta gente che si portava il panino da casa...) c'è stato, ma è esattamente quello che si sono andati a cercafre, prima costruendo su un sedime appena fuori il centro (le famose villette di edilizia pubblica), poi facendo mettere la stazione a casa di Dio, in salita e senza un collegamento pedoanle adeguato.

Tutto il resto sono GrandiPuffate, come al solito.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4689 Messaggio da Andmart » gio 14 giu 2018 16:16

Grande Puffo ha scritto:
gio 14 giu 2018 15:44
Io non credo che così poi tanta gente andasse a Diano in treno,
Io, che mentre facevo le foto in zona mi guardavo attorno, la gente a Diano l'ho sempre vista.

Le categorie di turisti che andavano a Diano in treno in vacanza erano due:
-ragazzi giovani, età compresa tra le superiori e l'università, che si facevano qualche giorno al mare in gruppo, magari in case affittate in rete per una o due settimane o scroccando la seconda casa di parenti/amici.
-anziani/pensionati, che si muovevano in treno ed andavano in Hotel/Pensione (ed a Diano ce ne sono ancora parecchie).
-c'era anche qualche famiglia completa, ma erano in minoranza.

Nessuna di queste categorie ha voglia di farsi la scarpinata sino al centro in quelle condizioni, può scegliere e va altrove. Magari anche solo a Finale o Albenga.
Grande Puffo ha scritto:
gio 14 giu 2018 15:44
ma il problema è che non c'è una navetta centro-stazione, non che la stazione sia nell'entroterra..
La stazione a putemburgo impone le navette. Ma perché siano realmente utilizzabili devono pure essere molto frequenti, perché se arrivo alla stazione e devo aspettare 40minuti la navetta mi girano i cosiddetti assai, oggi vado a piedi e la prossima volta non ci torno più. Ma le navette costano, se frequenti costano ancora di più e nessuno è disposto a pagare qualcosa che oggi è necessario e ieri non lo era, aumentando le uscite in spesa corrente in un periodo nel quale le spese dei comuni sono al lumicino. E quindi le navette sono poche, scomode come orari e, pendolari a parte, non molto frequentate. Mi pare persino azzerate la domenica.
Ed ovviamente il flusso di gente non è tale da renderle particolarmente sostenibile un servizio di navette frequenti come invece ci vorrebbe: non siamo in una città o una grande cittadina dove un servizio di TPL adeguato può essere sostenuto.

Quindi sì, il problema è proprio la stazione lontana che impone maggiori costi al sistema che poi non sono sostenibili e non vengono sostenuti, almeno nella misura necessaria per avere un servizio realmente utile, usufruibile ed efficace.

Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10019
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4690 Messaggio da Coccodrillo » gio 14 giu 2018 16:24

In questo caso non servirebbero bus frequenti, ma in coincidenza con i treni. Bus che dovrebbero poi servire bene il paese.

Certo, sapendo che in Italia fuori dalle grandi città l'unico TPL accettabile (e spesso nemmeno quello...) è la ferrovia, c'era da aspettarsi che Diano avrebbe di fatto perso ogni trasporto pubblico.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Vivalto
**
**
Messaggi: 8326
Iscritto il: lun 04 apr 2005 2:36

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4691 Messaggio da Vivalto » gio 14 giu 2018 16:29

Una Soluzione sarebbe quella di realizzare in sostituzione della Vecchia Linea una Linea TRAM che dalla NUOVA STAZIONE RFI di ANDORA, ripercorra la vecchia linea in toto sino alla vecchia stazione di IMPERIA ONEGLIA. Da qui dopo il ponte sul torrente impero, seguendo via argine destro, risalirebbe fino alla NUOVA STAZIONE RFI di IMPERIA.
CAPOLINEA STAZIONE NUOVA - IMPERIA
fermata IMPERIA via Argine destro
fermata IMPERIA vecchia stazione ONEGLIA
fermata IMPERIA AURELIA (subito dopo l'imbocco della galleria oneglia)
fermata IMPERIA Parking Lot (Largo ragazzi del 99)
fermata DIANO viale TORINO (all'uscita dalla galleria Diano-Imperia)
fermata DIANO via Francesco Agnese (all'altezza del PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata DIANO via villebone (all'altezza del ex-PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata DIANO stazione vecchia
fermata DIANO via lucus bormani
fermata DIANO via Saponiera
fermata DIANO via Ca' rossa (all'altezza del ex-PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata DIANO via Rovere/AURELIA
fermata SAN BARTOLOMEO A MARE via Corsica (all'altezza del ex-PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata SAN BARTOLOMEO A MARE via Roma (all'altezza del ex-PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata SAN BARTOLOMEO A MARE via AURELIA (imbocco galleria Diano - Andora)
fermata CAPO MIMOSA (camping)
fermata CONCA VERDE (camping)
fermata ANDORA Via Trieste
fermata ANDORA via Caprera/Via A. Fontana (all'altezza del ex-PL dell'omonima via che diventa impianto semaforico)
fermata ANDORA stazione vecchia
fermata ANDORA Istituto Sacra Famiglia
fermata ANDORA Via Carminati
CAPOLINEA ANDORA Stazione NUOVA

Un investimento che funge da metropolitana di superfice, a supporto del turismo. In questo modo si rilancia l'economia turistica, perchè non solo si elimina l'isolamento delle 3 nuove stazioni di Diano, Imperia e Andora, ma si implementa la possibilità di trasporto locale, sia dei turisti che possono così postarsi facilmente nelle città limitrofe, che intralocalità.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4692 Messaggio da Andmart » gio 14 giu 2018 16:31

Coccodrillo ha scritto:
gio 14 giu 2018 16:24
In questo caso non servirebbero bus frequenti, ma in coincidenza con i treni. Bus che dovrebbero poi servire bene il paese.

Certo, sapendo che in Italia fuori dalle grandi città l'unico TPL accettabile (e spesso nemmeno quello...) è la ferrovia, c'era da aspettarsi che Diano avrebbe di fatto perso ogni trasporto pubblico.
Ma i bus in coincidenza col treno funzionano se:

1) i treni sono pochi.
2) i treni sono tanti ma cadenzati e la stazione in cui fanno coincidenza col bus è un nodo simmetrico all'interno del cadenzamento.

A Diano non si verifica nessuna delle due condizioni. E per avere navette in coincidenza con i treni servirebbe un centinaio di corse al giorno, anche con più mezzi ed equipaggi. Insostenibile per le casse del comune, anche perché stazione a parte, tutto il resto del paese è servito benissimo dai... piedi!

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11275
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4693 Messaggio da Grande Puffo » gio 14 giu 2018 17:00

Non ci vuole nessun TRAM, perché i passeggeri non sarebbero abbastanza e molti preferirebbero comunque il più capillare autoservizio sull'Aurelia. Serve UN bus che faccia la spola fra la stazione e la piazzetta vicino al porto.
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

Bomby
*
*
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 01 ott 2013 19:16
Località: Massa Finalese (MO)

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4694 Messaggio da Bomby » gio 14 giu 2018 17:11

Perché continui a scrivere in un forum di ferrovie?

L'hanno già spiegato in millemila che una navetta costerebbe troppo! Anche se la fanno con lo scuolabus e relativi autisti. I costi sono comunque superiori rispetto a quando la stazione era in centro.

Si sono tirati la zappa sui piedi e gli sta bene.
Davide Bombarda

delmo 349
**
**
Messaggi: 4034
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: [ Liguria ] Raddoppio riviera di ponente (2)

#4695 Messaggio da delmo 349 » gio 14 giu 2018 17:25

l'unica linea tpl in grado di sostenere una frequenza accettabile è quella litoranea, quindi, o si fa passare dalle stazioni nuove o non si potrà mai sostenere un servizio navetta ad hoc.
Da Finale a Savona funziona perché i vari paesi che hanno perso la stazione nel '77 hanno un bus ogni 20-30' che li porta davanti alle due stazioni fs di riferimento...nell'imperiese bisognerebbe almeno deviare fino alle stazioni di imperia e taggia (diano troppo lontana) il bus andora-sanremo, che dovrebbe comunque partire dalla stazione di andora.
tutte le località imperiesi private della stazione nel 2001 e nel 2016 non sono collegate direttamente a nessuna stazione, tranne forse Ospedaletti..ma da Santo Stefano e Riva il bus rt passa per arma ma non per la stazione di taggia dove si arriva cambiando bus, s.lorenzo richiede cambio a imperia tra bus extraurbano sanremo-andora e bus urbano, s.bartolomeo e cervo cambio a imperia o diano con frequenza ridicola o cambio ad andora con il bus della tpl (savona) che invece arriva alla stazione nuova..oppure salutari camminate!

comunque a diano sicuramente chi faceva la giornata al mare si sarà stufato di mettere in conto la passeggiata nel nulla bucolico, diversamente chi va in campeggio, albergo, seconda casa ecc. ha i pullmini delle varie strutture che vanno alla stazione a prendersi i clienti, in ogni caso..se sono diminuiti i viaggiatori benissimo, è la volta che ci togliamo sta fermata dai treni LP, è assurdo che treni come il thello milano-marsiglia facciano 4 fermate in 25km!
Poi ci sono località dove pur essedoci la stazione sul mare non è che l'affluenza sia così brillante.. loano o varazze ad esempio pagano la mancanza di servizi diretti su Milano visto che senza intercity è un viaggio della speranza, e due o tre regionali al giorno sono un non servizio, così come il ridicolo sistema dei regionali lenti che partono 25' dopo l'ic, infatti la gente preferisce venire in macchina, diversamente da una finale o una alassio che hanno un ic/ec ogni due ore. Su torino i servizi ci sarebbero anche ma tempi di percorrenza assurdi e composizioni insufficienti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti