Trasporto merci su ferrovia

Nuove imprese, gare, orari, contratti di servizio, personaggi

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7786
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Trasporto merci su ferrovia

#721 Messaggio da simplon » mer 23 mag 2018 17:36

da L’Avvisatore marittimo

TRAFFICI TRANSFRONTALIERI

Treni cargo, Trenitalia e Sncf ultime in Europa

Emerge da ricerca franco-belga appena presentata a Genova

La liberalizzazione del settore ferroviario europeo ha funzionato, ma soltanto i grandi operatori di alcuni paesi hanno saputo approfittarne al meglio. Altri, come l’italiana Trenitalia, sono ancora in ritardo. E’ quanto emerge da uno studio congiunto dell’Università di Lione con quella di Anversa, presentato a Genova dal ricercatore francese Florent Laroche. Laroche, che lavora per il laboratorio Laet dell’Università di Lione, è stato premiato a Genova come miglior giovane ricercatore nel settore dei trasporti dalla rivista International journal of transport economics, diretta da Enrico Musso.
La ricerca delle Università di Lione e Anversa valuta il percorso soprattutto degli ex ¬monopolisti. In Italia il focus è su Trenitalia, che soltanto da un anno ha svoltato in maniera decisa verso lo sviluppo del trasporto merci, ma occorre tenere presente che nel frattempo si sono sviluppate altre realtà private che operano sulle linee transfrontaliere. Ma quello che emerge è una debolezza del principale operatore italiano rispetto ai corrispettivi di altri paesi. «Abbiamo cercato ¬ spiega Laroche ¬ di valutare l’impatto della concorrenza sul mercato del trasporto ferroviario delle merci in Europa. I dati degli studi condotti dall’Unione europea offrono le tendenze generali del mercato, se sale o se scende, ma è raro che riguardino i singoli operatori e come si organizzano sul mercato». Che cosa è emerso? «L’operatore principale in termini di traffici transfrontalieri la tedesca DB Shenker, che detiene il 30% del mercato europeo del trasporto ferroviario merci in tonnellate per chilometro. La sorpresa arriva alla seconda posizione, dove si pone l’operatore austriaco Rail Cargo. Nonostante abbia un piccolo mercato nazionale, quello dell’Austria, l’operatore ha puntato sui servizi verso l’Europa. Il 40% della loro attività si svolge con servizi fuori dall’Austria. Invece operatori di dimensioni maggiori come la francese Sncf Fret e l’italiana Mercitalia (Trenitalia) hanno entrambe percentuali di traffico transfrontaliero inferiori al 10%». A che cosa è dovuto? «Le strategie non sono state le stesse. Per gli austriaci accogliere la sfida era una questione di sopravvivenza. Italiani e francesi hanno pensato fino a oggi che potesse bastare il mercato nazionale. Adesso hanno capito che questo non è sufficiente e che il rischio è scomparire dal mercato.
Un altro esempio positivo sono le ferrovie elvetiche Sbb, che sono quinte in classifica. Anche loro hanno colto la sfida dell’Europa sull’asse fra Italia e Germania. Trenitalia e Sncf invece hanno messo 4 o 5 anni prima di fare acquisti in Europa Questo si riflette anche sui porti. Oggi il 95% dei traffici di Genova e Le Havre è di origine o destinazione nazionale». Che altri effetti ha avuto la liberalizzazione? «Abbiamo verificato che oggi il 50% degli operatori europei sono nuovi, non esistevano prima del 2000. Quindi è stato raggiunto l’obiettivo di una diversificazione dell’offerta, una maggiore scelta per i clienti e maggiori opportunità». Da che cosa deriva la difficoltà di Italia e Francia? «Entrambe hanno puntato sull’alta velocità per i passeggeri e questo ha portato alla riduzione degli investimenti su altre tratte. La sola grande infrastruttura europea per il traffico ferroviario cargo è la Betuweroute, che collega il porto di Rotterdam con la frontiera della Germania. Le economie italiana e francese muoiono se non si aprono all’esterno».
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#722 Messaggio da dedorex1 » mer 23 mag 2018 18:21

Ma TX l'hanno considerata?
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14543
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Trasporto merci su ferrovia

#723 Messaggio da quattroe28 » gio 24 mag 2018 8:05

vediamo se il nuoo governo procederà nella direzione del vecchio, che almeno in campo trasportidtico non si è mosso male
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3191
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#724 Messaggio da RF » gio 24 mag 2018 12:54

Direi che Trenitalia è proprio ultima, è vero che possiede TXL, ma è un'acquisto di una società già esistente sul mercato, mentre la consociata di SNCF, CAPTRAIN, che opera in molti paesi europei è nata praticamente da zero, ed ora è una grossa società anche qui da noi

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#725 Messaggio da dedorex1 » gio 24 mag 2018 13:10

Ma se non hanno considerato TX, hanno semplicemente fatto dei commenti sbagliati. In particolare dire che Trenitalia punta solo sull'Italia vuol dire non guardare la visione completa. Il riferimento corretto è Mercitalia, sul quale si possono fare tutti i commenti negativi che si vuole, tranne che non consideri l'estero
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1255
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: Trasporto merci su ferrovia

#726 Messaggio da nik652 » gio 24 mag 2018 14:27

Ci sono sicuramente colpe da parte di Trenitalia basti pensare che prima dell'acquisizione di TXL le uniche locomotive utilizzabili oltre frontiera erano le E412 ordinate nel lontano 1993...tralasciamo la triste esperienza delle e402BF su cui la stessa impresa non ha creduto più di tanto.
Quindi pochi investimenti rispetto agli altri nell'acquisto di mezzi politensione ma forse anche ragioni di tipo politico geografico...Austria e Svizzera sono paesi di "passaggio" tra i porti del nord e il mediterraneo giustamente Obb e Sbb hanno sentito molto di più di noi e dei francesi l'esigenza di gestire quanto più traffico possibile...noi non abbiamo saputo quasi quasi nemmeno gestire il nostro interno...ricordiamo i molti merci da Padova Interporto verso il sud eliminati in un solo colpo, perdita di tracce anche su relazioni importanti, menefreghismo di Trenitalia nei confronti di potenziali clienti che si rivolgevano ad altri... e tutto questo grazie alla gestione della divisione merci da parte del birraio.

Ora si sta giustamente tentando di invertire la tendenza ma non è che in un anno e mezzo e mezzi nuovi ancora da ricevere si può pensare di recuperare anni di scelte sbagliate.

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#727 Messaggio da dedorex1 » gio 24 mag 2018 15:24

Resta che le conclusioni del report, così come sono esposte, mi sembrano sostanzialmente sbagliate
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#728 Messaggio da dedorex1 » gio 24 mag 2018 19:02

"Novità per Torino Orbassano-SITO: un collegamento intermodale fra Torino e Calais via Frejus con carri Modalohr UIC da settembre, e acque minerali sul treno verso il centro-sud Italia...."
http://www.intermodale24-rail.net/news/news.html#2405
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3191
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#729 Messaggio da RF » gio 24 mag 2018 19:23

RF ha scritto:
mar 15 mag 2018 18:35
Che sagoma dei camion permette ora con i carri Modalhor attraverso il Modane ? i 4 metri o ancora non ci siamo ?
Ho trovato risposta al mio quesito leggendo l'articolo linkato e pare proprio che si possano caricare i semirimorchi fino a 4 metri, con questo al Modane non ci sono più scuse per non fare treni ...

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#730 Messaggio da dedorex1 » gio 24 mag 2018 19:25

Hai letto anche che il treno è spaccato in due per le rampe per poi essere ricongiunto dopo?
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3191
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#731 Messaggio da RF » gio 24 mag 2018 19:35

Ah già è vero, complicazione non da poco, ma gli attuali treni da Aiton fatti con gli stessi carri non mi pare facciano questo spezzamento, forse perché sono più corti ?

dedorex1
**
**
Messaggi: 6030
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Trasporto merci su ferrovia

#732 Messaggio da dedorex1 » gio 24 mag 2018 22:39

A naso direi che è più un problema di peso.
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

qalimero
**
**
Messaggi: 6962
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: Trasporto merci su ferrovia

#733 Messaggio da qalimero » ven 25 mag 2018 10:53

Il rapporto citato da Simplon sarebbe preferibile fosse accessibile in rete in forma tabellare per i vari traffici.

Le difficoltà di TI e SNCF sono legate a fattori diversi.

Riterrei più importante avere una serie di tabelle sulle quote degli operatori nelle varie matrici O/D o sui vari assi transfrontalieri, incluso il volume assoluto dei traffici sugli assi.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3191
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Trasporto merci su ferrovia

#734 Messaggio da RF » ven 25 mag 2018 13:42

dedorex1 ha scritto:
gio 24 mag 2018 22:39
A naso direi che è più un problema di peso.
Si infatti intendevo più corti e quindi meno peso

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15363
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Trasporto merci su ferrovia

#735 Messaggio da Tz » ven 25 mag 2018 14:00

qalimero ha scritto:
ven 25 mag 2018 10:53

Riterrei più importante avere una serie di tabelle sulle quote degli operatori nelle varie matrici O/D o sui vari assi transfrontalieri, incluso il volume assoluto dei traffici sugli assi.
Basta chiederlo a Cocco e avrai anche i relativi grafici... :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti