Treni giapponesi automatici

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38913
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni giapponesi automatici

#16 Messaggio da E412 » ven 10 nov 2017 14:08

In M3 mi sarà capitato tre o quattro volte, per guasto al segnalamento (e in un caso per guasto macchina, una composizione di Socimi giappo-equipaggiata ci ha temporaneamente lasciati in frenata e stava tirando allegramente dritto in stazione :shock:).

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Treni giapponesi automatici

#17 Messaggio da Wilson » ven 10 nov 2017 14:39

Sta cosa però che la M1 e la M3 non si possono guidare manualmente, salvo guasti dei sistemi, mi sembra una scemenza

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38913
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni giapponesi automatici

#18 Messaggio da E412 » ven 10 nov 2017 16:15

E perchè? M3 funziona benissimo così com'è, quindi evidentemente tanto scemenza non è. Diciamo che avrebbero potuto pensarla del tutto automatca, ma forse hanno ritenuto i tempi non maturi. :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ssb
**
**
Messaggi: 2628
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Treni giapponesi automatici

#19 Messaggio da ssb » ven 10 nov 2017 17:46

È così anche sulle linee ATO londinesi. I macchinisti hanno l'occasione di guidare fisicamente nelle manovre oppure di notte.

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Treni giapponesi automatici

#20 Messaggio da Wilson » ven 10 nov 2017 20:22

Peccato solo che poi quella volta che ti tocca guidare veramente perché il sistema non funziona, dopo anni che non hai mai mosso il manettino se non in deposito, non sai più fare le fermate e o arrivi lungo oppure freni 1000 metri prima, oppure chi prova a suicidarsi sulla M1 ed M3 va a colpo sicuro, chi ci guarda più fuori?

Non muore nessuno se per esempio, 1 o 2 corse se le fa lui a mano o se qualche fermata gliela fai fare a lui, lo tieni in allenamento quantomeno. La M3 driverless? Certamente, ma se c'è il macchinista è meglio fargli fare qualcosa che non guardare lo smartphone o dormire (la butto così, so che non lo fanno), fare ogni 3-4 fermate una al conducente non mandi in tilt il sistema automatico, certamente no.

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1695
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: Treni giapponesi automatici

#21 Messaggio da Lirex » ven 10 nov 2017 20:49

Nel mondo ci sono più di 160 linee metropolitane gestite in automazione (ATO), di queste circa un ottantina sono senza conducente (UTO), su un totale di più di 660 linee

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38913
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni giapponesi automatici

#22 Messaggio da E412 » ven 10 nov 2017 21:06

Premesso che quelle poche volte in cui mi è successo che si andasse in manuale la differenza con la gestione automatica (che in M3 è a mio avviso davvero ottima, superiore al sistema driverless Ansaldo) si sentiva, ma la cosa è stata comunque meno traumatica di certi arresti 'prateschi' in M2... :twisted:
...per ogni cosa ci sono delle procedure specifiche, e non escludo che ci siano delle situazioni in cui il conducente opera a mano. L'esperienza per ora dice che tra l'altro in M3 le cose vanno ragionevolmente bene, quindi perchè cambiare? :wink:
Siamo comunque OT rispetto al Japan e ai suoi treni (senza pupazzo).

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Treni giapponesi automatici

#23 Messaggio da Wilson » ven 10 nov 2017 22:03

Dicevo solo che fare una fermata a mano su 20 o 30 di certo non blocchi mica la linea e non sprechi energia, almeno per svegliarti..tutto qui. Laddove è driverless ovviamente si arrangia da se il mezzo. Fine ot

Poi se la vogliono completamente automatizzare, ben venga per ATM, risparmia sul personale.

ETR401
*
*
Messaggi: 567
Iscritto il: mar 26 ott 2004 16:30
Località: Eh?

Re: Treni giapponesi automatici

#24 Messaggio da ETR401 » mer 15 nov 2017 19:09

sr ha scritto:
ven 10 nov 2017 10:10
(...)normalmente tengono manualmente una velocità inferiore a quella massima dettata dall'ATC?
E l'accelerazione è gestita interamente dal macchinista o anche qui ci sono automatismi?
E' abbastanza frequente, soprattuto sulla Tokaido (JR-Central).
Quanto a lungo e di quanto inferiore dipende dal servizio che si sta svolgendo e dalle condizioni, ma al contrario che in Europa il margine di recupero è inserito (diciamo così...) "a monte" anzichè "a valle"....Almeno così mi è stato detto.....
Sempre normalmente, non ci sono altri automatismi: il macchinista imposta direttamente l'accelerazione con la leva di trazione e sempre manualmente si regola per mantenersi alla velocità desiderata.
Eventuali limitazioni temporanee all'assorbimento di corrente (per ragioni lato terra) vengono gestite direttamente con la leva di trazione (e infatti vengono indicate con "notch limits"). Per problemi lato bordo si opera tramite diagnostica o t.m.s.
E412 ha scritto:
ven 10 nov 2017 10:29
Suppongo che staranno appena sotto il massimo, a meno che non adottino logiche di risparmio energetico...
Dovrei aver risposto anche a te, qui sopra (spero...).
Con questo sistema (più alcuni altri...), JR-Central riesce a far stare una media di 358 treni/giorno (179 per direzione), di cui (in punta) 10 solo di "Nozomi" (i nostri "Fast") per direzione....
Il tutto ininterrottamente circa tra le 0600 e le 2400, con almeno 3 pattern di fermata diversi (Nozomi, Hikari e Kodama), con velocità massima fino a 285 km/h (su una linea originariamente costruita per i 250 e banalizzata per modo di dire...) ed in un territorio dove la frase "Forze della Natura" si spiega da sola in modo inequivocabile.....
Mi sono permesso di farti questo riepilogo perchè sono sicuro che c'è qualcuno da qualche parte a Milano a cui questi dati tu li incideresti volentieri sul culo con una katana..... :>:):
UluruMS ha scritto:
ven 10 nov 2017 10:27
(...)Infatti tutte le deviate impegnate non in ct sono sempre state a 70kmh
Credo che la quasi totalità delle stazioni, eccetto le terminali, sia configurata in quel modo. In realtà i deviatoi ammetterebbero anche qualcosina in più (mi pare 80/85) ma si sta sotto, tra l'altro, anche per evitare scossoni a chi si prepara a scendere e magari sta ravanando con la valigia giù dalla bagagliera.....
Wilson ha scritto:
ven 10 nov 2017 13:29
Mi pare di capire che la velocità impostata ha un funzionamento simile a quello delle auto o delle G2000(...)raggiunta la velocità desiderata preme il bottone della velocità impostata e fine; sarà la stessa cosa anche sugli shinkansen N700A ed N700 mi pare di aver intuito?
No.Sugli N700 il macchinista non sceglie la velocità massima da tenere: il sistema è configurato in maniera da tenere sempre e solo la massima possibile, secondo le indicazioni che arrivano dall'ATC. Anche la corrente massima è lasciata al''automatismo (che la imposta al massimo possibile). Come ho detto, si usa per recuperare ritardo e basta, quindi più che un comando di velocità impostata potremmo chiamarlo un comando di "pancia a terra"....

Curiosità: ormai la "spada" è talmente affilata che diverse tipologie di guasto a bordo vengono risolte a treno in corsa. La diagnostica segnala un'anomalia, il macchinista segnala al controllo traffico, tira fuori le guide di depannage (cartacee), rintraccia la procedura del caso, la segue e la completa.....senza fermare il treno che intanto marcia per inerzia....

NOTA: parecchie info arrivano da libri, pubblicazioni e video, altre da una lunga "intervista" con un signore di JR-East di qualche anno fa. Del suo inglese.....posso solo dire che era migliore del mio giapponese!! Quindi se mì è scappata qualche boiata, scusate-san :mrgreen:
:ciao:
I play the game for the game's own sake....
Freedom must always be conquered.
"Stay hungry. Stay foolish." (Steve Jobs, The Whole Earth Catalog)
COMPARE DEL CHEESEBURGER ®

Avatar utente
jr500
*
*
Messaggi: 656
Iscritto il: gio 27 feb 2014 11:11

Re: Treni giapponesi automatici

#25 Messaggio da jr500 » mer 15 nov 2017 22:01

da marzo 2017 anche la Sanyo ha L'ATC digitale.

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Treni giapponesi automatici

#26 Messaggio da Wilson » gio 16 nov 2017 0:19

No.Sugli N700 il macchinista non sceglie la velocità massima da tenere: il sistema è configurato in maniera da tenere sempre e solo la massima possibile, secondo le indicazioni che arrivano dall'ATC. Anche la corrente massima è lasciata al''automatismo (che la imposta al massimo possibile). Come ho detto, si usa per recuperare ritardo e basta, quindi più che un comando di velocità impostata potremmo chiamarlo un comando di "pancia a terra"....
E con questa funzione il comando dell'acceleratore è funzionante? Ovvero, si da trazione fino a quando non si raggiunge la velocità max e poi il sistema la ferma in automatico? O si va con la trazione su 0 come sulle metro automatiche? Si può fare anche a treno a movimento o solo a treno fermo?

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38913
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Treni giapponesi automatici

#27 Messaggio da E412 » gio 16 nov 2017 10:22

ETR401 ha scritto:
mer 15 nov 2017 19:09
Curiosità: ormai la "spada" è talmente affilata che diverse tipologie di guasto a bordo vengono risolte a treno in corsa. La diagnostica segnala un'anomalia, il macchinista segnala al controllo traffico, tira fuori le guide di depannage (cartacee), rintraccia la procedura del caso, la segue e la completa.....senza fermare il treno che intanto marcia per inerzia....
Che gente rozza, arretrata e primitiva!
Che imparassero da noi, che la diagnostica in viaggio giammai, altrimenti poi il macchinista non vede lo stop o la rotonda e va a sbattere perchè non tiene le mani sul volante! :roll:

Quanto al sapiente e, oserei dire, intrigante alternativo uso della katana...concordo, o almeno lo avrei fatto fino a qualche tempo fa. Oggi sto cercando di convincere direttamente paolo656 a organizzare una visita ad un'altra rete piuttosto efficiente, con un viaggio romantico e turistico di sola andata verso la Siberia; dicono che un tempo la zona fosse idonea a concentrarsi molto :>:): :>:):

Nota giusto per curiosità: questo è l'orario della Central: http://english.jr-central.co.jp/info/ti ... tbound.pdf
Notare come è costruito e il distanziamento. E pensare che ieri Melzo è riuscito a farci vedere un segnale con il treno precedente che era a Casirate :wall: :wall:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ETR401
*
*
Messaggi: 567
Iscritto il: mar 26 ott 2004 16:30
Località: Eh?

Re: Treni giapponesi automatici

#28 Messaggio da ETR401 » ven 01 dic 2017 10:55

Wilson ha scritto:
gio 16 nov 2017 0:19
(...)si da trazione fino a quando non si raggiunge la velocità max e poi il sistema la ferma in automatico?
Il macchinista aziona il comando quando è in prossimità della v. max ammessa (e ci si è portato manualmente), POI preme il tasto e porta la leva di trazione a zero,
Wilson ha scritto:
gio 16 nov 2017 0:19
Si può fare anche a treno a movimento o solo a treno fermo?
Si aziona SOLO a treno in movimento.
Non si tratta di automatismi stile metro ma di ausili alla condotta.
I play the game for the game's own sake....
Freedom must always be conquered.
"Stay hungry. Stay foolish." (Steve Jobs, The Whole Earth Catalog)
COMPARE DEL CHEESEBURGER ®

Wilson
*
*
Messaggi: 505
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Treni giapponesi automatici

#29 Messaggio da Wilson » ven 01 dic 2017 16:11

E se il macchinista dovesse muovere la trazione o il freno immagino che il sistema si disinserisca e si torni in manuale vero?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite