Progetto raddoppio Udine Cervignano

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3311
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#16 Messaggio da RF » sab 27 apr 2019 14:18

Le stazioni secondarie che non sia Palmanova sono già state soppresse da parecchi anni, per il resto non capisco perché continui a insistere sempre sui soliti argomenti quando ti è stato detto più volte dati incontrovertibili sulla inutilità del siffatto raddoppio per quello che sostieni
Mandare i merci per cervignano e la linea bassa non so quanto sia conveniente allo stato attuale delle linee in quanto andrebbero a cozzare con il nodo di Mestre o comunque col binario unico della Treviso-Portogruaro e i tempi di percorrenza potrebbero dilatarsi di molto

Orizzonti
*
*
Messaggi: 719
Iscritto il: gio 14 ago 2008 21:40

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#17 Messaggio da Orizzonti » sab 27 apr 2019 14:39

Il raddoppio lo hanno deciso in altre sedi (TEN-T BalticoAdriatico) e comunque verrà fatto in altri momenti. Gli argomenti su cui posto non sono né offensivi né privi di sostanza mi pare, in ogni caso ritengo utili alla comprensione e all'approfondimento tutti i commenti sia positivi che negativi.

Avatar utente
giannozz
*
*
Messaggi: 574
Iscritto il: gio 21 ago 2008 17:46
Località: Udine

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#18 Messaggio da giannozz » dom 28 apr 2019 19:16

Forse sarebbe più furbo raddoppiare le sole parti terminali, dove non mi sembra complicato, limitarsi a mettere a posto e sopprimere i passaggi a livello altrove.
Paolo

The best lack all conviction, while the worst
Are full of passionate intensity

(The second coming, W. B. Yeats)

Rem
*
*
Messaggi: 189
Iscritto il: mer 25 dic 2013 0:25

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#19 Messaggio da Rem » dom 28 apr 2019 19:46

Qialu sono i vantaggi dell'instradamento via Cervignano - Palmanova da Trieste a Tarvisio anziché via Gorizia? Come distanza non credo co sia grande differenza, e la seconda è già tutta a doppio binario.

Avatar utente
Freccia della Laguna
**
**
Messaggi: 5749
Iscritto il: lun 28 ago 2006 19:14
Località: A bordo di un mezzo di trasporto per andare da qualche parte
Contatta:

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#20 Messaggio da Freccia della Laguna » dom 28 apr 2019 21:05

Il vantaggio è che entri a Udine dal lato giusto per proseguire verso Tarvisio senza inversione.
«Dall'asfalto non nasce niente / dal pietrisco nascono i fior»

Orizzonti
*
*
Messaggi: 719
Iscritto il: gio 14 ago 2008 21:40

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#21 Messaggio da Orizzonti » dom 28 apr 2019 21:06

Il raddoppio Cervignano-Udine è previsto dal piano degli investimenti del Corridoio TEN-T Baltico-Adriatico, pianificati dall'Italia in sede EU. Per il nodo di Udine è già realizzata la circonvallazione a doppio binario che si congiunge alla attuale Udine-Cervignano, quindi se non vogliono fare i lavori a metà, la completeranno. Non so quale ruolo verrà svolto dallo scalo di Cervignano (in realtà non è mai stato molto utilizzato fino ad ora) rispetto al Porto di Trieste, ma proprio recentemente questo scalo è stato inserito nelle infrastrutture retroportuali di Trieste negli accordi della Via della Seta. Comunque lo scenario per il raddoppio della Udine-Cervignano non è immediato, ma non conosco il piano investimenti RFI a tale proposito. Mi pare che a Wien sia prevista la costruzione di un collegamento ferroviario con la Slovacchia per il traffico merci dalla Cina.

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun 13 set 2010 18:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#22 Messaggio da Lasimpònar » dom 28 apr 2019 21:58

No, la circonvallazione di Udine non è affatto a doppio binario.
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

daucus
**
**
Messaggi: 8489
Iscritto il: mar 13 apr 2004 15:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#23 Messaggio da daucus » lun 29 apr 2019 9:50

ma la sede si ....
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Allanon
*
*
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 01 giu 2013 14:16
Contatta:

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#24 Messaggio da Allanon » lun 29 apr 2019 10:52

Io trovo assurdo che si parli di un'opera infrastrutturale come questo raddoppio, magari con toni paternalistici nei confronti delle comunità locali interessate, senza prevedere per esse alcuna forma di vantaggio o compensazione. In base a quanto letto su questo thread, quest'opera trae ragione di esistere dal previsto e desiderato aumento dei traffici merci e consentirebbe un aumento dell'efficienza nella loro gestione, ma per quanto riguarda il servizio TPL sarebbe addirittura peggiorativa.
Ma dai, non esiste che si realizzi oggi un nuovo raddoppio rimuovendo le stazioni intermedie per la mancanza di volontà di pensare e strutturare un servizio ferroviario, trasferendo su gomma anche la quota residua anziché fare il contrario! Volendo fare un buon progetto complessivo per il territorio, invece, contestualmente si potrebbe rivedere il servizio anche sulla Udine-Tarvisio, attualmente strutturato in modo piuttosto irrazionale. Perché fare il compitino ragionando solo nell'ottica "raddoppiamo un tratto del TEN-T perché è giusto così" anziché coniugare questo miglioramento con quello del servizio di trasporto pubblico?

Rem
*
*
Messaggi: 189
Iscritto il: mer 25 dic 2013 0:25

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#25 Messaggio da Rem » lun 29 apr 2019 14:00

Freccia della Laguna ha scritto:
dom 28 apr 2019 21:05
Il vantaggio è che entri a Udine dal lato giusto per proseguire verso Tarvisio senza inversione.
1- La linea da Trieste via Gorizia è già perfettamente raccordata alla linea di Tarvisio nel Pm Vat.

2- Non mi basta sapere che il raddoppio è stato deciso da Xyz, vorrei capire, da chi conosce quelle linee e i relativi traffici, i benefici della via Cervignano - Palmanova rispetto alla via di Gorizia.

3- i merci via Cervignano - Palmanova comportano un conflitto di percorso tra treni Trieste Centrale - Gorizia e treni Trieste Campo Marzio - Cervignano, con incrocio a X.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3311
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#26 Messaggio da RF » gio 02 mag 2019 14:39

Freccia della laguna si riferiva ai collegamenti viaggiatori passanti per Udine e diretti sulla Pontebbana, per i merci il problema non si pone ovviamente con la linea di cintura, per quanto riguarda il tratto Cervignano-Udine per i merci da quello che ho capito è che verrà adattata al traffico dei convogli lunghi fino ai 750 metri che si collega alla Mestre-Trieste e che si preferirà questi itinerari anziché provvedere alla ristrutturazione anche delle altre linee

Orizzonti
*
*
Messaggi: 719
Iscritto il: gio 14 ago 2008 21:40

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#27 Messaggio da Orizzonti » sab 04 mag 2019 5:14

RF ha scritto:
gio 02 mag 2019 14:39
Freccia della laguna si riferiva ai collegamenti viaggiatori passanti per Udine e diretti sulla Pontebbana, per i merci il problema non si pone ovviamente con la linea di cintura, per quanto riguarda il tratto Cervignano-Udine per i merci da quello che ho capito è che verrà adattata al traffico dei convogli lunghi fino ai 750 metri che si collega alla Mestre-Trieste e che si preferirà questi itinerari anziché provvedere alla ristrutturazione anche delle altre linee
Grazie per questa informazione, dunque pare di capire che si tratta di una scelta di pianificazione questa. Questo significa che anche i merci di 750 metri destinati verso Mestre dovrebbero seguire l'itinerario via Cervignano invece che la via alta?

Avatar utente
giannozz
*
*
Messaggi: 574
Iscritto il: gio 21 ago 2008 17:46
Località: Udine

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#28 Messaggio da giannozz » sab 04 mag 2019 10:18

Allanon ha scritto:
lun 29 apr 2019 10:52
In base a quanto letto su questo thread, quest'opera [...] per quanto riguarda il servizio TPL sarebbe addirittura peggiorativa.
Non hai letto bene: le stazioni intermedie in questione sono già dismesse di fatto da tempo, quindi non peggiorerebbe alcunché.
Paolo

The best lack all conviction, while the worst
Are full of passionate intensity

(The second coming, W. B. Yeats)

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun 13 set 2010 18:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#29 Messaggio da Lasimpònar » sab 04 mag 2019 10:52

Le fermate intermedie, a quanto si sa, non sono dismesse, bensì "sospese", come era avvenuto per quelle della Sacile-Gemona.
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Allanon
*
*
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 01 giu 2013 14:16
Contatta:

Re: Progetto raddoppio Udine Cervignano

#30 Messaggio da Allanon » sab 04 mag 2019 10:54

@giannozz:
Aspetta, dobbiamo intenderci sui termini.
Per cominciare, mi riferivo a quanto scritto da Orizzonti ("le 3 o 4 stazioni soppresse riguardano piccoli paesi").
Se per "stazioni intermedie" intendi Lumignacco, Risano, S. Stefano Udinese, S. Maria la Longa, Sevegliano, Strassoldo, esistono ma non fanno servizio viaggiatori dal 2013, che è ben diverso dall'essere "stazioni dismesse da tempo". Se poi con il "di fatto dismesse" intendi dire che se non ci fermano treni da 6 anni, ok, ma le stazioni esistono e non vengono utilizzate per scelta, mentre in base a quanto leggo con il raddoppio verrebbero fisicamente eliminate.
È così, oppure FV etc e infrastrutture varie resterebbero e sarebbero quindi in futuro riattivabili senza rivoluzioni?

Anche concedessimo il beneficio del dubbio sul fatto che l'intervento sia "addirittura peggiorativo" (di fatto è peggiorativo se rimuove possibilità di riattivazione di fermate temporaneamente disattivate!), per me resta irrazionale non cogliere l'occasione rivedere e potenziare il servizio tpl su ferro nel momento in cui si decide di potenziare la ferrovia: cioè di fare un raddoppio con in mente esclusivamente il servizio merci mantenendo il servizio tpl su gomma sulla stessa direttrice, quando mi sembra che sulle linee a doppio binario, con un minimo di buona volontà, si possano svolgere benissimo servizi sia merci sia viaggiatori. Per fare un esempio, al momento tra Udine e S. Maria la Longa in un giorno feriale ci sono 19 corse SAF. Ovviamente non intendo che tutti i treni debbano fermare ovunque né che tutte le stazioni citate dovrebbero avere servizio viaggiatori; la cosa andrebbe gestita con criterio e sono sicuro che sarebbe possibile farlo...

EDIT. Lasimpònar mi ha preceduto, ma posto comunque.

Rispondi