Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
rosso1982
*
*
Messaggi: 289
Iscritto il: sab 25 ott 2008 14:12

Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#1 Messaggio da rosso1982 » lun 31 dic 2018 18:45

Salve sto leggendo un regolamento di segnali di un'impresa ferroviaria e volevo un chiarimento su due dubbi che mi sorgono.
Il primo:
A) Occorrendo ad un treno fermo in linea, l'aiuto del personale della via, il Macchinista deve chiederlo con fischi lunghi e ripetuti.
Cosa vuol dire?
Il secondo:
Uno o più fischi prolungati moderatamente devono essere dati dal Macchinista del treno che si sia fermato ad un segnale di protezione, disposto a via impedita.
Che senso ha? Se il macchinista vede un segnale in linea e si deve fermare, perchè fischiare?

qalimero
**
**
Messaggi: 7047
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#2 Messaggio da qalimero » lun 31 dic 2018 19:34

Rispondo qui che c'erano più sbircianti registrati.

Si tratta di segnalazioni che il treno rivolge al personale di linea o di stazione, nate quando non vi erano i cellulari e i telefoni di linea non erano ovunque.

1. Un treno si ferma e necessita di aiuto parte del personale di linea (lavori, IE, Circolazione -uso termini RFI eh)- per richiamare attenzione vi è un segnale codificato che il macchinista deve lanciare azionando il fischio, ripetuti lunghi fischi - "Aho, zappatori e villici, venitemi a dare una mano!"

2. Un treno si ferma al segnale . Questo non si dispone a via libera. Non hai telefono , che fai? "Suoni il campanello al DM" ovvero mandi un segnale con il fischio che sia anche esso codificato. "Sono al segnale che aspetto da tempo. problemi o sonno?"

ssb
**
**
Messaggi: 2948
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#3 Messaggio da ssb » lun 31 dic 2018 19:52

Ovvero: SVEGLIATI E APRI STA C—O DI PROTEZIONEEEE!!!!! :mrgreen:

giorgiostagni
**
**
Messaggi: 1187
Iscritto il: gio 19 ago 2010 22:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#4 Messaggio da giorgiostagni » mar 01 gen 2019 11:27

Che buffo tornare a ricordare quel che era d'abitudine fino a una ventina d'anni fa, il segnale chiuso e il macchinista che lanciava reiterati fischi: a Casale Monferrato, a Torreberetti e, più indietro, nelle altre ancor più sperdute stazioni d'incrocio. Poi - deng! - l'ala si abbassava.
Oggi chi ci sarebbe ad ascoltare quei fischi?

Fa sorridere pensare che il lettore d'oggi non ne riesce nemmeno a indovinare il significato.

Ma in ambito FS il regolamento lo contempla ancora?
(quello EAV abbiamo già appurato che non brilla per aggiornamenti...)

ssb
**
**
Messaggi: 2948
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#5 Messaggio da ssb » mar 01 gen 2019 12:04

No, in ambito FS (o meglio RFI) sono stati eliminati, non saprei da quando. Il regolamento “più recente tra i più vecchi” che ho mai letto è del 1940 e contempla ancora (ovviamente) queste due cose. Resistono ancora i fischi nei seguenti casi:

Immagine

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16217
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#6 Messaggio da Tz » mar 01 gen 2019 13:43

Non avete colto il reale significato del fischiare quando un treno è fermo al segnale di protezione perchè per arrivarci occorre conoscere bene il regolamento segnali... soprattutto quello vecchio.

Un treno fermo al segnale di protezione di una stazione ha un vincolo ben preciso al disporsi a VL del segnale: entrare non superando i 30 km/h !

OGGI
Se il DM/DCO dispone avviso V (o Gx), protezione G e partenza R il treno entra sparato alla velocità della linea e SCMT gli controlla solo l'approccio al R.
Se il DM/DCO dispone avviso G, protezione G e partenza R il treno deve fare l'approccio a 30 km/h al segnale di protezione e passarlo a 30 km/h da rispettare fino al R... e questo non significa sempre che il DM/DCO stava dormendo ma magari è stata una sua scelta precisa per 'azzi suoi che noi non conosciamo... magari qualche imbecille segnalato in stazione o altre situazioni contingenti.

Se ne deduce che se il DM/DCO VUOLE (per qualsiasi motivo ovvero 'azzi suoi) far entrare in stazione il treno a bassa velocità dispone questo segnalamento.
Ovviamente oggi il fischio del treno al segnale non frega niente a nessuno con quasi tutte le stazioni impresenziate e il DCO a centinaia di km di distanza... :wink:

IERI
Andando indietro nel tempo quando le stazioni erano tutte presenziate e dotate di attraversamento a raso (quando i sottopassaggi erano un lusso solo per stazioni di una certa importanza) molto spesso per incroci su linee a semplice binario o ragioni di opportunità sulle linee a doppio binario, c'era la necesistà di far fermare il treno prima del passaggio a raso e per poterlo fare era indispensabile adottare questa scelta di circolazione (ovvero far entrare il treno a 30 km/h in corretto tracciato) ed era indispensabile adottare questo tipo di segnalamento con avviso G e protezione G e poi mandare il deviatore ad esporre il segnale di arresto a mano prima del passaggio a raso.
Però che il macchinaio si arrestasse al segnale a mano non era affatto scontato perchè molti ritenevano che se aprivi la protezione G quando loro non erano ancora fermi NON potevi arrestarli con segnale a mano perchè in tal modo gli avresti ridotto lo spazio di frenatura e sovente anche potendosi fermare tranquillamente facevano gli stronzi e ti occupavano il passaggio a raso.
Per aver ragione e riuscire a fermarli prima del passaggio a raso ritenevano di doversi fermare al R di protezione e solo dopo che erano fermi (LORO DOVEVANO FISCHIARE) il DM a quel punto aprendo la protezione G poteva imporgli l'arresto con segnale a mano dove più riteneva opportuno.
Era un notevole rompimento di co@lioni e perditempi ma sovente evitavi discussioni.
Ricordo che uscì una disposizione sull'allora "circolare verde" che cercava di regolamentare queste situazioni dicendo che l'esposizione del segnale di arresto a mano da parte di agenti della stazione poteva essere adottata per esigenze di opporrtunità (rispetto di un passaggio a raso) ma non per esigenze di sicurezza (protezione ostacolo)... insomma di fatto non chiarì nulla.

Altra ben più importante motivazione del fischio del treno fermo al segnale di protezione si aveva sulle linee a DU nelle stazioni con segnalamento di 2^ cat nelle quali il treno entrava alla velocità prevista dal FL e in funzione dell'avere o meno incrocio in tale stazione quindi se volevi far entrare un treno in deviata senza incrocio d'orario o notificato, ovvero era previsto il suo ingresso in corretto tracciato, l'unica maniera per farlo entrare a 30 km/h in deviata era FERMARLO al segnale di protezione e SOLO quando eri SICURO che fosse fermo potevi aprirgli il segnale di 2^ cat.
Quindi si comprende che il fischio al segnale di protezione quando un treno era fermo diventava elemento di assoluta sicurezza nella circolazione.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Giorgio Iannelli
**
**
Messaggi: 1750
Iscritto il: dom 07 feb 2010 19:26
Località: Bari Lamasinata
Contatta:

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#7 Messaggio da Giorgio Iannelli » mar 01 gen 2019 14:59

rosso1982 ha scritto:
lun 31 dic 2018 18:45
Salve sto leggendo un regolamento di segnali di un'impresa ferroviaria e volevo un chiarimento su due dubbi che mi sorgono.
Partiamo dal presupposto che il RS viene redatto dal Gestore Infrastruttura e non dall'Impresa Ferroviaria (queste sono le basi eh... :roll: )

In un tuo precedente topic, abbiamo appurato che si trattava di un RS pubblicato da EAV sul proprio sito: viewtopic.php?f=7&t=43608
Intanto mi chiedo che senso abbia aprire ulteriore topic sullo stesso argomento, ma soprattutto che senso abbia porre quesiti su articoli praticamente obsoleti? ::-?:
Mistero....
Giorgio Iannelli

Gallery su Flickr

ssb
**
**
Messaggi: 2948
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#8 Messaggio da ssb » mar 01 gen 2019 15:29

Saranno anche obsoleti, ma se fanno parte del loro RS attualmente in vigore, un po’ di curiosità, magari per uno che poi ci lavorerà, può anche starci...

Avatar utente
superP
**
**
Messaggi: 1692
Iscritto il: mer 04 mar 2009 9:36
Località: Provincia di Genova

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#9 Messaggio da superP » mar 01 gen 2019 18:22

Grazie Tz per l’interessante spiegazione !!!
:=D>:

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16217
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#10 Messaggio da Tz » mer 02 gen 2019 0:18

In realtà questa casistica è anche ben specificata ancora attualmente addirittura sull'IPCL art 21 comma 5:
Quando un treno debba percorrere un binario deviato e la velocità con la quale devono essere impegnati i deviatoi non risulti già imposta dalle indicazioni dei segnali fissi o dall’Orario di Servizio, se ne deve dare avviso al personale di macchina ed al capotreno. In mancanza di tale avviso il treno deve essere ricevuto previa fermata al segnale di protezione.
Ovviamente molto raramente è il caso di far prescrivere il treno da una precedente stazione e pertanto si usa la fermata al segnale di protezione.
Come fa il DM a sapere che il treno è fermo al segnale di protezione ?
Semplice: è il macchinaio che lo avverte fischiando... :mrgreen:

Direte che ormai questa sembra una procedura tipo "segnali di fumo" nell'era dei cellulari ma questa è la normativa ancora in vigore... a meno che non sia già stata modificata anche questa ma allora non è stato aggiornato l'IPCL scaricabile on-line dal sito di RFI... ::-?:

Comunque situazioni simili non dovrebbero più essercene su rete RFI ma RIMANE SEMPRE il dettato del Regolamento Segnali che impone i 30 km/h al superamento di un segnale di protezione G quando anche l'avviso era G... :wink: e se non te lo ricordi il Sistema Caga Minchia Treno stai tranquillo che ti inchioda ! :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

ssb
**
**
Messaggi: 2948
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#11 Messaggio da ssb » mer 02 gen 2019 11:26

@Tz il 30km/h “nel percorrere il successivo gruppo di scambi” è stato eliminato, forse un paio d’anni fa, quindi su RFI sicuramente di situazioni del genere non ce ne sono più. Il macchinista prende norma dall’aspetto del segnale. Rimane ovviamente il 30km/h fino al segnale, perché SCMT non può conoscere l’aspetto del successivo segnale.
La frase sull’IPCL l’avranno dimenticata, o lasciata “che non si sa mai”...

Ho visto comunque che in nuove installazioni perlomeno dove c’è la RSC si degnano di mettere l’INFILL, quindi capita di poter approcciare a 60km/h un segnale di cui avevi trovato l’avviso chiuso. :[-O<: :shock:

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16217
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#12 Messaggio da Tz » mer 02 gen 2019 11:49

Che si faccia riferimento a scambi o meno non cambia nulla perchè dopo un G se l'avviso è stato superato a G DEVI sempre superare il segnale a 30 e tenerli fino al successivo... e se non lo fai ci pensa SCMT.

Pertanto la tua precisazione circa gli scambi che era riferita a impianti con segnalamento semplificato non cambia nulla della sostanza.

Mi perdo invece dopo...
A quale frase ti riferisci dicendo che l'hanno dimenticata ? ::-?:
Se c'è la RSC l'infill non serve per contro servirebbe dove non c'è la RSC.
Quella dei 60 km/h puoi non l'ho capita. Puoi andare a 60 se l'itinerario a valle ammette i 60...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

fab
**
**
Messaggi: 9076
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#13 Messaggio da fab » mer 02 gen 2019 11:57

Tz ha scritto:
mar 01 gen 2019 13:43


Andando indietro nel tempo quando le stazioni erano tutte presenziate e dotate di attraversamento a raso (quando i sottopassaggi erano un lusso solo per stazioni di una certa importanza) molto spesso per incroci su linee a semplice binario o ragioni di opportunità sulle linee a doppio binario, c'era la necesistà di far fermare il treno prima del passaggio a raso e per poterlo fare era indispensabile adottare questa scelta di circolazione (ovvero far entrare il treno a 30 km/h in corretto tracciato) ed era indispensabile adottare questo tipo di segnalamento con avviso G e protezione G e poi mandare il deviatore ad esporre il segnale di arresto a mano prima del passaggio a raso.
Approfitto per chiarirmi, se possibile, una curiosità. Oltre a ciò, mi sembrava di aver capito che la norma sul G-g era rimasta fino a tempi abbastanza recenti anche perchè serviva, ultimamente, a normare l'ingresso in deviata nei pochi impianti dotati di segnali a una luce. E' corretto? ::-?:
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16217
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#14 Messaggio da Tz » mer 02 gen 2019 14:00

No, se vedi avviso G e protezione G anche adesso DEVI SEMPRE entrare a 30 km/h per tutto l'itinerario ! E se non lo fai ci pensa SCMT... :wink:

E' esatto invece quando dici che tale aspetto era adottato anche per quegli impianti con segnalamento ridotto per imporre i 30 km/h in deviata.

Ma affinchè tu non creda di aver capito tutto ed avere le idee chiare amplierò il discorso... :lol:
In realtà devi entrare a 30 km/h SEMPRE se hai visto il segnale di avviso G e qui si inserisce il concetto di "verde liberatore" e tutto è attualmente riportato dall'art 21 comma 6 dell'IPCL ma, da notare, che riporta esplicitamente "che sia stato fermato al segnale di protezione di una stazione disposto a via impedita" e qui ritorniamo alla domanda origine del topic dei fischi da emettere quando sei fermo al segnale... :wink:
6. – Il macchinista di un treno che sia stato fermato al segnale di protezione di una stazione disposto a via impedita, dopo l’apertura di questo, deve procedere lungo l’itinerario di arrivo o di transito non superando la velocità di 30 km/h sugli scambi.
Il macchinista può riprendere la corsa, senza la suddetta limitazione di velocità quando:
a) nelle stazioni munite di doppio segnalamento di protezione e partenza, venga disposto a via libera per il transito, la luce o l’ala alta di un segnale di protezione a candeliere e, sulle linee esercitate con il regime di blocco elettrico, anche quando venga disposta a via libera per il transito la luce o l’ala di un segnale semplice di protezione;
b) il segnale sia integrato da segnalazione ausiliaria di limite di velocità attiva. In tale evenienza, dovrà essere rispettata la velocità indicata dalla segnalazione ausiliaria;
c) il treno sia attrezzato con apparecchiature speciali di controllo della marcia del treno stabilite dall’Unità centrale competente e le stesse siano inserite ed efficienti. In questo caso dovranno essere rispettate le specifiche norme.
Le disposizioni del presente comma vanno osservate anche nelle fermate protette da segnali.
Tanto per confonderti ancor più le idee ti dirò che quando viaggiava Tz, per esempio, sulla Alessandria-San Giuseppe di Cairo per riceverti in deviata vedevi l'avviso G e la protezione V :lol: e dovevi entrare a 30 km/h semplicemente perchè, come appare chiaro dall'art. riportato sopra, quello NON era un verde liberatore perchè le stazioni munite di semplice segnalamento e la linea a blocco telefonico... :mrgreen:

Tutto chiaro ? :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

fab
**
**
Messaggi: 9076
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Regolamento segnali: spiegazione! (siate buoni che stiamo sotto le festività natali)

#15 Messaggio da fab » mer 02 gen 2019 14:13

Sì, tranne il punto c. O meglio, cosa si intenda. RS? SCMT?
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Rispondi