Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14830
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#2 Messaggio da Tz » lun 15 gen 2018 17:54

C'era sulla cintura di Mestre, da anni non c'è più.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Bomby
*
*
Messaggi: 228
Iscritto il: mar 01 ott 2013 18:16
Località: Massa Finalese (MO)

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#3 Messaggio da Bomby » lun 15 gen 2018 18:47

Incrocio a San Felice sul Panaro tra linea Sefta da Modena/Cavezzo per Finale Emilia, sparito nel 1964.

Poi ci sono gli incroci a 90° tra ferrovie e tranvie.
Davide Bombarda

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5285
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#4 Messaggio da sandro.raso » lun 15 gen 2018 19:40

C'era, ma in tempi remoti, a Voltri (che all'epoca non faceva ancora parte del Comune di Genova) con un incrocio a rotaia discontinua tra la ferrovia Genova - Savona ed il raccordo delle Ferriere.
Sempre in ambito dell'attuale Grande Genova, c'era l'incrocio a Multedo tra la ferrovia e la tramvia, che per decenni costrinse i tram ad abbassare l'asta e passare trainati da cavalli. Poi l'incrocio strada-ferrovia è stato risolto con un bel sottopasso.

A Roma c'è un caso interessante: a Porta Maggiore, incrocio tra la linea tramviaria e quel che resta della ferrovia Roma-Fiuggi. Con una particolarità: la tramvia è a scartamento ordinario, la ferrovia a scartamento ridotto!
Immagine

Avatar utente
Giorgio Iannelli
**
**
Messaggi: 1596
Iscritto il: dom 07 feb 2010 18:26
Località: Bari Lamasinata
Contatta:

Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#5 Messaggio da Giorgio Iannelli » lun 15 gen 2018 19:44

C’era uno a Barletta, tra la ferrovia Adriatica e la tranvia per Bari (ovviamente con scartamenti diversi).
Giorgio Iannelli

Gallery su Flickr

Bill
**
**
Messaggi: 2504
Iscritto il: sab 05 feb 2005 16:15
Località: Veneto

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#6 Messaggio da Bill » lun 15 gen 2018 20:14

Nei tempi che furono...
Incrocio tra linea dei Bivi di Mestre e linea Venezia-Udine, incrocio tra linea Bolzano-Merano e linea Lana-Postal.
Domanda: come mai nel primo video i treni transitano a velocità normale mentre nell'incrocio di Mestre transitavano a vel. max. 6 km/h (tra l'altro uno dei motivi per cui l'incrocio a raso venne soppresso) ?

Immagine
… ci scusiamo per il disagio.


De 461 1001
**
**
Messaggi: 1928
Iscritto il: gio 30 ago 2007 12:57

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#8 Messaggio da De 461 1001 » mar 16 gen 2018 10:53

@ Bill: nella tua foto di sinistra il treno con il 646 navetta transita tranquillo sul binario integro. Il treno che proviene dalla linea merci deve andare a 4 km/h perché le rotaie sono tagliate (c'é un vuoto di lunghezza pari allo spessore delle ruote del 646, compreso bordino) e sopraelevate in modo tale che il bordino delle ruote del treno merci scorra sulla rotaia dove passa il 646... spero di non aver detto un mucchio di sproloqui....
___ciao!___

De 461 1001 Co'Co' L'unica loc. da 160 Km/h a nafta...ma con 6 motori elettrici combinati in serie e in parallelo...
____________

Bill
**
**
Messaggi: 2504
Iscritto il: sab 05 feb 2005 16:15
Località: Veneto

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#9 Messaggio da Bill » mar 16 gen 2018 15:20

Per cui, come anche si legge nel link più sopra, le rotaie della linea "più importante" non sono tagliate, e quindi non c'è nessuna riduzione di velocità nei transiti, mentre quelle della linea "meno importante" vengono tagliate e quindi i treni transitano a passo d'uomo. E per la linea aerea come la mettiamo? E' presumibile che l'incrocio venga attraversato per inerzia a pantografi abbassati. Ma com'è possibile a tale bassissima velocità?
Certo che nel caso di Mestre i merci che abitualmente percorrevano la linea dei Bivi impiegavano mezza giornata ad attraversare l'incrocio...
… ci scusiamo per il disagio.

fabribo
**
**
Messaggi: 2359
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#10 Messaggio da fabribo » mar 16 gen 2018 18:08

La cintura di Mestre aveva DUE intersezioni.....

Una con la Mestre-Castelfranco, all'altezza di quella che divenne la fermata di Asseggiano,soppressa con la variante di Spinea, e l'altra con la Venezia-Udine

Saluti.
Fabrizio.
1 Dicembre 2013 : il mio ultimo viaggio da Torino a Bologna sul 2067
22 Dicembre 2003-22 Dicembre 2017 : i miei primi 14 anni FOL-LI

ssb
**
**
Messaggi: 2475
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#11 Messaggio da ssb » mar 16 gen 2018 20:22

Bill, quello oppure sono costruite in modo simile agli scambi dove c’è giusto lo spazio per il bordino e le rotaie sono alla stessa altezza.
Nella seconda foto si vede bene che ci sono i segnali di sezionamento (transito a IR aperti) e si intravede un reticolo di cavi in materiale isolante, che presumibilmente collegano le linee di contatto delle due linee. Salvo sfiga o pendenza a ~5km/h si riesce a passare quei 2-3 metri necessari per inerzia senza grossi problemi.

Poi ci sono le soluzioni originali, tipo: http://bbs.hangzhou.com.cn/attachments/ ... KItsf1.jpg

giopattini
*
*
Messaggi: 171
Iscritto il: sab 18 mag 2013 10:47

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#12 Messaggio da giopattini » mar 16 gen 2018 22:37

Mi ricordo un altro attraversamento a raso: linea Verona-Mantova non elettrificata e a doppio binario tra Verone e Dossobuono con quella a semplice binario elettrificata di circonvallazione da Bivio S.Massimo/Fenilone a Verona Cà di David con la linea per Bologna prima della sistemazione attuale del nodo veronese.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38068
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#13 Messaggio da E412 » mer 17 gen 2018 9:12

ssb ha scritto:
mar 16 gen 2018 20:22
Salvo sfiga o pendenza a ~5km/h si riesce a passare quei 2-3 metri necessari per inerzia senza grossi problemi.
A differenza di tram e filobus i treni hanno inoltre (solitamente, non sempre, oggi meno frequentemente di un tempo) due pantografi, che permetono di 'pescare' a uno dei due lati dell'isolatore.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14830
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#14 Messaggio da Tz » mer 17 gen 2018 9:37

E412 ha scritto:
mer 17 gen 2018 9:12
A differenza di tram e filobus......
Ma guarda che anche tram e filobus non hanno tanta difficoltà a incrociarsi... qui 3 linee di filobus incrociano 4 linee di tram... :mrgreen:

(foto Tz)

Immagine
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38068
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ma ci sono incroci a raso tra linee in Italia?

#15 Messaggio da E412 » mer 17 gen 2018 10:04

Certo che no!
Ma se restano sotto un isolatore (per sfiga, ma succede) o hanno sistemi di marcia autonomi (batterie, APU, ecc) oppure scendi e spingi. Scena non così inconsueta in quel di Milano. :wink:
Restare sotto un isolatore con una 646, che fa quasi 20 metri di macchina con un pantografo per estremità, è più difficile :mrgreen:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: sandro e 7 ospiti