Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
MedieDistanze
**
**
Messaggi: 1300
Iscritto il: dom 28 ago 2011 16:14

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#316 Messaggio da MedieDistanze » ven 16 nov 2018 21:48

Si saranno dimenticati di inserire tra le procedure la liberazione in sala relè di una sezione col treno dentro, oppure la zeppa sotto i giunti rotti.
Solo così l'incidentalità tende asintoticamente zero.
L'utenza, invece, a pigreco mezzi.
BASTA con l'IPO mattutina
Sciopero: le Frecce circoleranno regolarmente. Come i tuoi attributi, caro utente del servizio universale!


Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14786
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#318 Messaggio da quattroe28 » ven 16 nov 2018 23:59

ve lo immaginate una direttiva UE che imponesse in tutta l'unione di usare le regole di ANSF????
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2310
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#319 Messaggio da Andmart » mar 18 dic 2018 10:33

Segnalo questo articolo pubblicato sullo Stagniweb sulle nuove "sfide" che ANSF sarà chiamata ad affrontare, anzi sta già affrontando, nei prossimi mesi:

http://www.stagniweb.it/isolate8.htm

A breve sapremo se l'Agenzia sarà stata all'altezza delle aspettative e del compito non semplice che il legislatore (distratto) le ha voluto assegnare.

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 5016
Iscritto il: mar 06 gen 2015 15:17

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#320 Messaggio da RegioAV » mar 18 dic 2018 10:47

Andranno fuori mercato pure queste...
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 14452
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#321 Messaggio da UluruMS » mar 18 dic 2018 11:47

In pratica: spariamoci nei coglioni e chiudiamole.
Ma se chiudessimo tutto baracca e burattini, ANSF sarebbe morta anch'essa?
🙈🙉🙊

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39777
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#322 Messaggio da E412 » mar 18 dic 2018 12:40

Posso quotare la frase di Stagni? :mrgreen: :mrgreen:

Vedremo che partoriranno. Mi aspetto casini, tanti casini. Ma la cosa potrebbe spiegare la richiesta spropositata di bordi ERTMS millantata da RFI :megaball: :>:):

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14786
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#323 Messaggio da quattroe28 » mar 18 dic 2018 20:49

comunque, prima, bisogna definire burocrticamente cosa sono....
poi ERTMS sul Renon e sulla Geniva - Casella....

insomma, più ERTMS per tutti!
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

ssb
**
**
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#324 Messaggio da ssb » mar 18 dic 2018 23:07

Per quanto riguarda la Principe-Granarolo, ho già elaborato un'anteprima dell'imprescindibile DMI ETCS L2 che verrà indubbiamente installato a beneficio della sicurezza:


Immagine

In questo esempio il macchinista ferroviere ha dissennatamente superato la velocità ammessa in quel momento di 5km/h, arrivando a ben 8km/h, da cui un intervento immediato della frenatura di sistema, per riportare la velocità entro i limiti consentiti. L'End of Authority si trova in questo esempio, come si può intuire nella previsione della tratta a destra e come è specificato a sinistra, a 66 metri di distanza dalla testa del treno. La velocità di rilascio come si nota in basso in giallo è ovviamente zero, il che evita qualunque rischio inficiante la sicurezza, in quanto non è fisicamente permesso al treno in nessun modo avanzare oltre la fine dell'autorizzazione al movimento. Il tutto in lingua di Goethe, per ovvi richiami all'Europeicità del sistema.

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2310
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#325 Messaggio da Andmart » mer 19 dic 2018 1:44

quattroe28 ha scritto:
mar 18 dic 2018 20:49
insomma, più ERTMS per tutti!
All'estero prima guardano il livello di rischio di un sistema e poi installano un sistema di protezione coerente con tale livello. Ecco quindi che diverse ferrovie semi tranviarie e tranvie vere e proprie montano apparati in classe SIL 2 che non sono "fighi" come un ERTMS (che è SIL 4) ma il cui impiego è coerente col livello di rischio del sistema e quindi più appropriato. Qualcuno diceva "non usare cannoni per colpire farfalle".

Da noi che si farà? Boh... Però ritengo che un approccio come quello sopra non sarebbe affatto cosa cattiva.

Inoltre penso che, siccome il livello di rischio reale sostanzialmente se ne frega di cosa le cose siano burocraticamente, l'eventuale attrezzaggio dovrebbe essere deciso sulla base dei rischi reali e non su "cosa burocraticamente sono" gli impianti. Anzi, proprio a prescindere dalla classificazione, visto che il panorama è proprio ampio e variegato.
Purtroppo il nostro legislatore pare avere le idee un po' confuse, invece...

@ ssb : bellissimo il mockup del DMI ETCS L2 in versione Granarolo. Chissà se ci arriveremo... :wall: :wall:

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39777
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#326 Messaggio da E412 » mer 19 dic 2018 10:04

Strano che il nostro legislatore abbia le idee confuse. Non capita mai... :roll:
Andmart ha scritto:
mer 19 dic 2018 1:44
Da noi che si farà? Boh...
Probabilmente lanciagranate per andare acaccia di girini. :>:):

@ ssb: ma il sistema della Granarolo è in full supervision? E' anche predisposto per operazioni ATO con frenatura automatica a bersaglio?

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ssb
**
**
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#327 Messaggio da ssb » mer 19 dic 2018 11:30

ATO?
È in via di consultazione con le rappresentanze sindacali un sistema di vigilanza delle attività del macchinista che tenga conto delle peculiarità della linea. Studi scientifici hanno dimostrato che una persona potrebbe anche non battere le palpebre lungo il chilometro di percorso della linea, quindi sono allo studio altre modalità. Una variante particolarmente interessante contempla la verifica della posizione delle dita rispetto alle cavità nasali. In attesa di sviluppi verrà ovviamente introdotto il doppio agente di condotta, capotreno e ordine di partenza del DM.

Inoltre, essendo le due stazioni sempre stazioni di origine ed iniziando la sorveglianza del sistema dopo un cambio banco solo all’altezza del segnale di partenza (che verrà installato alla distanza ridotta (!) di 500m dal punto di fermata), questo spazio verrà chiaramente percorso ad una velocità inferiore (1km/h), ottenuta da apposita analisi dei rischi. Si rinuncia invece alla posa dei segnali di protezione, che verranno sostituiti da apposito incaricato munito di bandiera e torcia a fiamma rossa, che imporrà, se necessario anche usando i prescritti improperi in lingua zeneise definiti nell’allegato C, una battuta d’arresto preventiva a tutti i treni entranti nelle stazioni di testa.

Infine, avendo preso atto del fatto che tutte le stazioni sulla linea sono stazioni di testa (ovvero il 100% delle stazioni presenti), considerato che il sistema ERTMS non può garantire in ogni modo e in ogni momento la completa protezione del treno rispetto ad eventuali urti a fine corsa, in particolare nel senso della discesa, pacifico che l’analisi statistica dell’incidentalità ai fini della presente normativa non trova applicazione alcuna, verrà sovrapposto al sistema europeo una versione specificamente sviluppata e realizzata di SCMT, denominata SCMP-G, che attuerà una protezione dell’approccio al paraurti, imponendo una velocità massima di 2km/h dall’altezza del segnale di protezione senso opposto, fino a 6 metri di distanza dal paraurti, ove verrà automaticamente imposta una frenatura d’urgenza a tutti i treni e manovre, tramite boe ridondate, così da ottenere con assoluta certezza l’arresto del convoglio entro gli spazi prescritti.



...pardon, torno serio.

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 785
Iscritto il: lun 09 nov 2015 21:37

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#328 Messaggio da marzi » mer 19 dic 2018 17:11

però la Granarolo ha varie fermate intermedie, e qua come la mettiamo?
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1982
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#329 Messaggio da Lirex » mer 19 dic 2018 19:42

non c'è problema, si fanno otto sezioni BRA con profilo di velocità adattato alle fermate; si assegna la EOA al termine del marciapiede. Il profilo di velocità prevede un gradino rispetto alla velocità di piena linea ed una Velocità di rilascio diversa da Zero ( 2 km/h) in modo da garantire un approccio alla fermata in Full Supervision ma a velocità ridotta.
Altra cosa, si prevede una EOA fino all' entrata nel tratto di raddoppio ( non più usato); siccome non si sa mai, la Full Supervision termina e il macchinista deve chiamare il DCO che gli concede di ripartire in FS dopo che sia stata eseguita la procedura TAF.

Astro
**
**
Messaggi: 1264
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#330 Messaggio da Astro » mer 19 dic 2018 23:27

Ma il Necchi invece?

Rispondi