Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#301 Messaggio da Andmart » gio 08 nov 2018 13:48

Dal Bilancio di TFT/LFI del 2017, quindi PRIMA della mazzata dei 50km/h da tenere per forza arrivata quest'estate:
Effetti dell’applicazione del D.LGS 112 sul servizio svolto
La disposizione dell’ANSF n° 009956 del 26 settembre 2016 ha determinato pesantissime ricadute sul servizio svolto da TFT.
Detta disposizione prevede che in assenza di attrezzaggio di sicurezza ovvero, nel caso di TFT, di ERTMS, si prevedano le seguenti misure di mitigazione:
- Introduzione in cabina di guida di un secondo agente abilitato ai segnali.
- Limitazione di velocità a 70 km/h per i treni passeggeri.
- Battuta di arresto da effettuarsi in corrispondenza dei PL con le Croci di S. Andrea.Le misure sopra elencate hanno prodotto problemi sia dal punto di vista della circolazione treni che dal punto di vista economico.

La riduzione della velocità massima da 100/110 a 70 km/h ha determinato un drastico peggioramento della velocità commerciale che unita alla battuta di arresto da effettuarsi in corrispondenza dei PL con le Croci di S. Andrea, prevista anch’essa dalla medesima disposizione ANSF, ha portato ad una dilatazione di tempi di percorrenza.
Sono state prese alcune contromisure nel formulare i nuovi orari quali la soppressione di alcune fermate con scarsa utenza, chiusura di passaggi a livello e l’assorbimento di alcuni margini negli orari che faticosamente erano stati guadagnati con un processo di velocizzazione durato anni.
Tutto questo per evitare che un allungamento esagerato delle percorrenze portasse ad una riduzione dei passeggeri.
La diminuzione della velocità commerciale determina di per sé un maggior costo, unito a quello generato dalla presenza di un secondo agente in cabina per evitare di dover marciare a 50 km/h come prescrive la disposizione in presenza di un solo agente di condotta.
Anche in questo caso si è cercato di limitare il danno, ricorrendo allo spostamento del capotreno in cabina di guida e quindi l’Azienda ha previsto, almeno sui treni maggiormente affollati, il terzo agente a bordo istituendo controlli “volanti” effettuati con il personale di scorta o ricorrendo al lavoro straordinario.
Questa vicenda sta incidendo sugli incassi perché la clientela si sta organizzando con altre modalità di trasporto a causa dei maggiori tempi di percorrenza e, nonostante che l’evasione sia in parte mitigata dai controlli “volanti”, è evidente che con il capotreno in cabina il fenomeno è destinata ad acuirsi nel corso del 2018.
Alla luce degli sviluppi futuri dell’andamento dei ricavi da traffico è stata valutata l’opportunità di incrementare la presenza dei capotreno per la controlleria, utilizzando il distacco di personale da Busitalia, il che naturalmente porterà ad un aggravio dei costi del personale.
Concludendo l’impatto negativo dei provvedimenti ANSF anche nel 2018 sarà pesante sia sotto il profilo dei ricavi da traffico che dei costi del personale e delle spese generali.
[...]
Nel corso del 2017 è stato confermato l’accordo del premio di risultato affiancandolo con un sistema di welfare aziendale, che ha consentito di realizzare economie pur in presenza di maggiori costi indotti dall’entrata in vigore del Dlgs 112/2015.
Inoltre, l'accordo sul welfare ha permesso di garantire ai dipendenti, pur mantenendo gli stessi importi a carico dell'Azienda, maggiori benefici in quanto le somme destinate al welfare risultano per i predetti non soggette a tassazione.
[...]
Si ribadisce, come sopra esposto, che i parametri di produttività per singolo addetto (forza media n. 63) sono stati condizionati in negativo delle prescrizioni imposte dall’Agenzia Nazionale sulla Sicurezza Ferroviaria in applicazione del Dlgs 112/2015.
I non commento perché altrimenti poi dite che dico sempre le stesse cose....

Avatar utente
RegioAV
**
**
Messaggi: 4676
Iscritto il: mar 06 gen 2015 15:17

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#302 Messaggio da RegioAV » gio 08 nov 2018 14:03

Mestizia.
Delriosantosubito
Delrio Ministro forever

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38653
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#303 Messaggio da E412 » gio 08 nov 2018 14:05

Per la sicurezza questo e altro!
Peraltro non dicono, perché ovviamente non possono, che l'utenza persa non è che poi torna immediatamente indietro se e quando questa farsa situazione si risolverà.
Perdere utenza è un attimo, conquistarla è un gioco lungo e duro.
Ma va bene così...e qui mi fermo anch'io.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
TkMatt
**
**
Messaggi: 5508
Iscritto il: ven 26 dic 2003 22:16
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#304 Messaggio da TkMatt » gio 08 nov 2018 23:33

domanda: ma i 70 devono essere fatti anche sulle linee FAL tra bari e matera?

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#305 Messaggio da Andmart » ven 09 nov 2018 8:39

No. Quella è una situazione "a parte" per la quale ANSF ha sempre detto che "avrebbe studiato provvedimenti ad hoc". Ne ignoro il dettaglio, però.

Avatar utente
ricc404
*
*
Messaggi: 863
Iscritto il: gio 17 mar 2005 15:06
Località: roma

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#306 Messaggio da ricc404 » ven 09 nov 2018 9:01

E perchè?
Comunque questi comportamenti non riguardano la sicurezza, ma sono più vicini alla locuzione "pararsi il culo".
Ma la questione è molto più ampia, e la colpa non è solo dei dirigenti che sembrano troppo accorti, ma di tutti noi che aspettiamo un pretesto per accusare, denunciare, chiedere risarcimenti. Esempi? Qui nei castelli romani dopo il 14-08-2018 hanno chiuso o limitato il transito, su sei/sette ponti. La scorsa settimana metà strade erano chiuse per "pioggia", questo perchè se allo str***zo di turno gli cascava un ago di pino sul suo SUV apriti cielo.
Scusate, ma penso che con la questione "sicurezza" stiamo perdendo il lume della ragione. Anzi, il troppo "coccolare" secondo me è deleterio, ci rendono distratti più di quello che siamo.
Orario cadenzato integrato ovunque e comunque

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#307 Messaggio da Andmart » ven 09 nov 2018 9:29

ricc404 ha scritto:
ven 09 nov 2018 9:01
E perchè?
Spiego meglio cosa intendevo dire.

Le FAL poiché escluse dall'ambito di applicazione del DM 5/8/2016 -anche sulla base delle direttive europee sullo spazio ferroviario comune- sono definite linee "isolate" e non sono attualmente sotto la giurisdizione di ANSF.
Si applica la circolare 7922/2016 di USTIF, emessa per "analogia " a quella di ANSF, che impone direttamente la velocità massima di 70km/h con secondo agente abilitato ai segnali se non è presente SCMT o sistemi affini. Tra l'altro sulle FAL un sistema simil SSC dovrebbe esserci più o meno dappertutto e quindi non so se/dove si applichi ancora questa limitazione.

Resta, però, su quella rete, un caso molto particolare: la tratta tra Potenza e Avigliano Lucania presenta tre rotaie e vede la "sovrapposizione" (ma non interconnessione) di una linea gestita da RFI e facente parte dell'Infrastruttura Ferroviaria Nazionale (nonché dello spazio ferroviario comune europeo) attualmente sotto ANSF con una gestita dalle FAL e classificata "ferrovia isolata" e sotto giurisdizione USTIF.
E' un caso unico in Italia che rende necessarie norme ad hoc, anche quando le competenze di USTIF saranno assorbite al 100% da ANSF perché il quadro di riferimento delle norme di esercizio delle reti isolate non potrà mai collimare al 100% con quello dell'IFN (si pensi solo al discorso STIE, che non sono definite per il ridotto!).

Avatar utente
ricc404
*
*
Messaggi: 863
Iscritto il: gio 17 mar 2005 15:06
Località: roma

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#308 Messaggio da ricc404 » ven 09 nov 2018 9:53

Grazie per la spiegazione. Certo che considerare la tratta a 3 rotaie "isolata" quando ha addirittura un pezzo fisico in comune fa sorridere e conferma l'assurdità e, soprattutto, l'ottusità (nel senso di applicare troppo rigidamente una regola) di tutto questo
Orario cadenzato integrato ovunque e comunque

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#309 Messaggio da Andmart » ven 09 nov 2018 10:04

Invece su questo dissento.

Non isolata vuole interoperabile, il che significherebbe che un operatore potrebbe richiedere tracce che passano liberamente da una rete all'altra. E dalla rete FAL alla rete RFI liberamente non puoi andare (ma solo su quei 9km in comune) perché ti mancano quasi 50cm di larghezza in caso e nell'altro ti crescono (e non solo per quello!).

MA non solo: essere una linea interconnessa significa stare nello spazio ferroviario comune ed adottare quindi gli standard tecnici di interoperabilità che disciplinano come devono essere fatte le linee, i treni, le stazioni, ecc...
Ma questi standard escludono a priori ed esplicitamente il ridotto, visto che contengono parametri e valori validi solo per l'ordinario (pensa semplicemente al raggio minimo delle curve!).

Quindi la decisione di considerare la linea FAL una linea "isolata" benché abbia 9km in comune con la linea RFI è assolutamente corretta nell'ottica con la quale sono emesse le normative europee che definiscono lo spazio ferroviario comune e coerente col suo il suo significato profondo. Anche all'estero in questi casi si è fatto così.
Semmai, è più borderline, se vogliamo, il caso di una Brescia - Iseo o di una Merano - Malles...

Avatar utente
ricc404
*
*
Messaggi: 863
Iscritto il: gio 17 mar 2005 15:06
Località: roma

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#310 Messaggio da ricc404 » ven 09 nov 2018 10:10

Ho capito il senso, grazie, visto così mi fa riflettere anche se non sono convinto del tutto :wink:
Comunque non sapevo che le linee citate sono considerate isolate. Mistero!!
Orario cadenzato integrato ovunque e comunque

ESCity81
**
**
Messaggi: 3894
Iscritto il: dom 11 ott 2009 18:56

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#311 Messaggio da ESCity81 » ven 09 nov 2018 10:12

Andmart ha scritto:
gio 08 nov 2018 13:48
Dal Bilancio di TFT/LFI del 2017, quindi PRIMA della mazzata dei 50km/h da tenere per forza arrivata quest'estate:
Premesso che non conosco i costi: ma non potrebbe convenire l'attrezzaggio? Magari iniziando, per il SSB, dai rotabili destinati ai treni più frequentati.
DAVIDE - ESCity

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38653
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#312 Messaggio da E412 » ven 09 nov 2018 10:19

Diciamo che forse è stata fatta una scelta un poco infelice per quanto riguarda il termine, anche se alla fin fine ogni termine ha situazioni a cui non sembra aderire correttamente. E' difficile trovare linee veramente isolate (lo sono ad esempio il Renon e la Granarolo, ma sono cose a parte), mentre è inevitabile che una linea a sr non abbia punti in comune (anche quando ne condivide la tratta) con una a so. Forse potevano usare 'autonome', ma anche lì...ma comunque basta capirsi sul concetto. :wink:
ricc404 ha scritto:
ven 09 nov 2018 9:01
Comunque questi comportamenti non riguardano la sicurezza, ma sono più vicini alla locuzione "pararsi il culo".
Nello specifico, il 'motore principale' di tutta la questione è esclusivamente pararsi il culo, travestendo il tutto da una presunzione di sicurezza non ottenibile nei modi declinati dall'agenzia. Ma non vado oltre.
Concordo sul discorso della mania delle vie legali, ma gli avvocati devono pur lavorare :twisted:

@ ESCity: hanno previsto ERTMS, ma non è cosa che metti dalla sera alla mattina

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Andmart
**
**
Messaggi: 2085
Iscritto il: ven 29 dic 2006 18:57

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#313 Messaggio da Andmart » ven 09 nov 2018 10:22

ESCity81 ha scritto:
ven 09 nov 2018 10:12
Andmart ha scritto:
gio 08 nov 2018 13:48
Dal Bilancio di TFT/LFI del 2017, quindi PRIMA della mazzata dei 50km/h da tenere per forza arrivata quest'estate:
Premesso che non conosco i costi: ma non potrebbe convenire l'attrezzaggio? Magari iniziando, per il SSB, dai rotabili destinati ai treni più frequentati.
L'attrezzaggio non è solo "conveniente" ma anche obbligatorio.

In TFT ci stanno lavorando dal 2015. Qui c'è il bando di gara: http://www.lfi.it/index.php/Gare-e-area ... 6841367AA3 . Importo di gara circa 17mln di euro e bando pubblicato il 25/11/2016, ossia due anni fa.

Ha avuto un parto molto travagliato grazie alle modifiche incorse al codice degli appalti e sebbene il termine ultimo per la consegna delle offerte scadesse il 21 aprile 2017, ad oggi tale appaltone non risulta ancora aggiudicato in via definitiva.
Non deve sorprendere: col nuovo codice degli appalti, soprattutto nel caso di gare grosse, i tempi per l'aggiudicazione definitiva, considerando anche eventuali menate dei concorrenti, superano allegramente i 24mesi.

Purtroppo ANSF sembra avere qualche difficoltà nell'interiorizzare questo concetto: a lei piace tutto e subito, ma non è compatibile con i requisiti di trasparenza sulle gare dettati dai regolamenti UE e dalla sorella ANAC. Recentemente, su questo tema, ANSF si è pure scontrata sulla questione anche con RFI, come avrò modo di illustrare corrispondenza alla mano in un nuovo topic prossimamente.

Avatar utente
TkMatt
**
**
Messaggi: 5508
Iscritto il: ven 26 dic 2003 22:16
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#314 Messaggio da TkMatt » ven 09 nov 2018 17:58

ho chiesto questa cosa perchè di recente sono andato a matera e lo stadler da bari correva come un matto :)

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 481
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: Passaggio sotto ANSF delle reti regionali interconnesse (Era: limite dei 50 km/h)

#315 Messaggio da Ugo Fantozzi » ven 16 nov 2018 21:19

Sfm1 Canavesana: Ansf boccia il piano Gtt per riportare la velocità ai 70 km/h
“GTT ci ha comunicato di aver ricevuto esito negativo alla procedura di valutazione da parte di ANSF (l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria) che avrebbe dovuto portare alla rimozione del limite dei 50 km/h sulla tratta Settimo-Rivarolo della linea Sfm1 Canavesana. Visto il responso sfavorevole, la limitazione (ed i pesanti disagi che ne derivano) permarranno anche oltre il cambio orario del 9 dicembre.

Riteniamo inaccettabile questo scenario. GTT aveva assicurato che da dicembre i treni sarebbero tornati a viaggiare ai 70 all’ora. Adesso GTT se ne dovrà assumere la responsabilità. Nei prossimi giorni convocherò nuovamente un tavolo dei Sindaci per fare il punto della situazione”.
http://www.torinoggi.it/2018/11/16/legg ... 0-kmh.html

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti