Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Wilson
*
*
Messaggi: 518
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#91 Messaggio da Wilson » ven 29 apr 2016 19:31

Se sono gli industriali del posto a finanziare la costruzione di raccordi e scali sicuramente la scelta è per la ferrovia, con qualche servizio viaggiatori nel mezzo che non fa mai male. Altrimenti già la tramvia sarebbe un ottima cosa. Dipende sempre che tipo di rischio si vogliono prendere

mezucchi
*
*
Messaggi: 658
Iscritto il: mer 02 apr 2008 22:30

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#92 Messaggio da mezucchi » sab 30 apr 2016 0:45

Mi sembrano corrette le considerazioni che GT3.2 ha fatto su orografia e demografia della valle Brembana e della valle Seriana, sono davvero due situazioni diverse: da Zogno a Villa d'Almè un tram avrebbe ben poche fermate utili: un paio nella parte sud di Zogno ed un paio a Sedrina, poi poco o niente sino a Villa d'Almè. C'è da dire però che Zogno e San Pellegrino (più in su anche San Giovanni Bianco) sono paesi abbastanza allungati ed un tram con fermate distribuite risulta più comodo che un treno con una sola fermata. E nella tratta Zogno - Villa d'Almè la differenza di percorrenza tra un tram ed un treno sarebbe minima. Del resto come vi sono ferrovie a singolo binario, così esistono le tranvie. Rimane il vantaggio di poter gestire un servizio merci per la San Pellegrino, che è tutt'altro che trascurabile soprattutto in prospettiva.
Niente da dire invece sul fatto che far passare la ferrovia/tranvia tra Villa d'Almè ed il centro di Bergamo sul tracciato ex-ferrovia quindi a nord dei colli sia molto penalizzante rispetto alla via diretta di Curno (via per la quale servirebbe però raddoppiare la linea esistente tra Curno e Bergamo - ma già ci si pensa).

In fondo non si potrebbe pensare ad un sistema di ferrovia "leggera" a singolo binario che abbia nell'alta valle le fermate frequenti di una tranvia (con materiale ferroviario di concezione vicinale/metropolitana) e mantenga comunque la possibilità di trasporto merci pesante (anche se a velocità relativamente bassa, tanto si tratta di pochi chilometri)?. Nel tratto da Villa d'Almè a Bergamo via Curno potrebbe diventare una ferrovia tradizionale doppio binario con fermate più distanziate (Curno, Ospedale, Bergamo centro).
Alla fine la separazione tra ferrovia e tranvia non è così netta, come si vede da molti esempi "ibridi". Tram lunghi o treni vicinali leggeri non sono poi così diversi (vedi anche I vari tipi di tram treni o il materiale di tipo tranviario che fa servizio su ferrovie vicinali). Diciamo che l'infrastruttura sarebbe ferroviaria ma il servizio viaggiatori molto simile ad uno tranviario per capillarità (e velocità, certo). In più con un possibile servizio merci di tipo ferroviario nelle ore di morbida; nella tratta a binario unico non servirebbero nemmeno posti di incrocio a grande modulo, tanto da San Pellegrino a Villa d'Almè (tratta a binario unico con percorso merci) i chilometri non sono molti e anche in presenza di un merci si riuscirebbe probabilmente a mantenere cadenzamento di mezz'ora sfruttando i posti di incrocio a modulo ridotto comunque necessari per l'incrocio tra I più corti treni passeggeri.
In Val Seriana invece con un continuum urbanizzato la tranvia a doppio binario era la soluzione migliore.

Non mi ricordo però se il sedime della FVB in quell tratto San Pellegrino - Villa d'Almè è già usato per la ciclabile o meno. Se lo fosse inutile fantasticarci sopra.

Avatar utente
GT3.2
**
**
Messaggi: 3050
Iscritto il: mer 19 gen 2005 12:08
Località: Annecy

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#93 Messaggio da GT3.2 » sab 30 apr 2016 1:18

La ciclabile é solo da Zogno in su.

Tra l'altro da Zogno a S. Pellegrino si sono limitati a un'asfaltatura alla buona

A Nord di S. Pellegrino invece la trasformazione in ciclabile é di ben altro livello: asfalto di qualità, parapetti, illuminazione gallerie, segnaletica...
Vogliamo l'Eurostar AV Milano-Bologna-Adriatica - FINALMENTE ARRIVATO!!
Vogliamo la riapertura delle linee "del Tonchino" (Evian-St. Gingolph) e Annecy-Albertville
Vogliamo un servizio decente tra Italia e Savoia! via Sempione E via Modane

Avatar utente
VT98
**
**
Messaggi: 1923
Iscritto il: dom 29 feb 2004 23:15
Località: Vittuone-Arluno

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#94 Messaggio da VT98 » lun 02 mag 2016 14:08

"Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

Wilson
*
*
Messaggi: 518
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#95 Messaggio da Wilson » lun 02 mag 2016 17:42

Questa è veramente un'ottima notizia, sempre se non fosse la solita bufala.
Comunque non c'è niente di nuovo ma soltanto riportare il Piemonte come era prima del 2011 grosso modo. Nessuna novità purtroppo per la Santhià-Arona e la Chivasso-Asti. La Santhià-Arona va riaperta almeno, dico almeno per il periodo studentesco.
Il Piemonte ha avuto sempre una forte inclinazione agli autoservizi, oltre ovviamente alla Sicilia.

Avatar utente
AlleE652Brennero
*
*
Messaggi: 865
Iscritto il: mar 20 apr 2010 17:00
Località: Ducato di Modena e Reggio
Contatta:

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#96 Messaggio da AlleE652Brennero » mar 03 mag 2016 17:34

Riguardo alla linea per san pellegrino, son del parere di Simplon e Wilson, bisogna vedere se gli industriali sono realmente interessati a quest'opera, altrimenti è meglio un piano "particolareggiato" tramvia con previa intermodalità con i bus SAB.

Inviato dal mio frigo a pedali utilizzando Tapatalk
SI alla Mo-Mn sotto la DTR Emilia-Romagna. NO alla Mo-Vr sotto la DTR Veneto. :mrgreen:
#IoStoConGigetto
Immagine Immagine

Avatar utente
AlleE652Brennero
*
*
Messaggi: 865
Iscritto il: mar 20 apr 2010 17:00
Località: Ducato di Modena e Reggio
Contatta:

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#97 Messaggio da AlleE652Brennero » mar 03 mag 2016 23:28

Poi, vedendo dal google maps del pc, la zona di Curno ha una densità abitativa notevole che, secondo me, considero improbabile un possibile ripristino della linea per San Pellegrino (a meno che non vuoi "scavalcarla" da Brembate o Ambivere)... :roll:
SI alla Mo-Mn sotto la DTR Emilia-Romagna. NO alla Mo-Vr sotto la DTR Veneto. :mrgreen:
#IoStoConGigetto
Immagine Immagine

Sharklet
*
*
Messaggi: 850
Iscritto il: mer 30 mar 2016 22:33

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#98 Messaggio da Sharklet » gio 17 nov 2016 15:43

Interessante l'atlante delle ferrovie dismesse recentemente pubblicato da rfi, oltre a dare un quadro chiaro e aggiornato sulle ferrovie dismesse (basta una rapida valutazione delle caratteristiche per capire se la riapertura è possibile e in quali tempi) fornisce utili indicazioni anche per i comuni che qualora volessero potrebbero recuperare la sede ferroviaria per altri usi http://www.rfi.it/cms-file/allegati/gar ... smesse.pdf

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7835
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#99 Messaggio da Cinghiale » ven 14 dic 2018 19:14

Il quotidiano La Stampa, Redazione di Cuneo, nel numero di oggi, venerdì 14 dicembre 2018 ha scritto:
INVITO DEL SINDACO E RACCOLTA FIRME

CHIEDIAMO DI RIPRISTINARE 6 TRENI SULLA CEVA – ORMEA


Lavoriamo con la Regione e con la Fondazione delle Ferrovie dello Stato per ampliare l’offerta di treni storici sulla Ceva – Ormea nei prossimi anni. L’annuncio è di Giorgio Ferraris, Presidente dell’Unione Montana Valle Tanaro [e Sindaco di Ormea, nota del Trascrittore]. Inoltre, avere inserito la Ceva – Ormea nel progetto Binari senza tempo e fra le ferrovie turistiche ha fatto sì che la Rete Ferroviaria Italiana abbia ricostruito il tratto asportato dall’alluvione a Pievetta e fatto regolare manutenzione. Questo ha fatto venire voglia di treni a molti residenti. Dopo l’incidente al bus di studenti, si stanno raccogliendo firme per chiedere il ripristino di alcune corse, in particolare negli orari delle scuole. Con tre coppie di corse al giorno, si potrebbero soddisfare le esigenze principali del territorio. Lo proporrò all’Assessore Regionale ed a Trenitalia.

pasquino
*
*
Messaggi: 126
Iscritto il: gio 10 gen 2013 20:25

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#100 Messaggio da pasquino » ven 08 feb 2019 10:35

Perché non la Sangritana? Ci sono novità sui lavori?

mariob
*
*
Messaggi: 485
Iscritto il: lun 25 giu 2012 8:08

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#101 Messaggio da mariob » lun 11 feb 2019 4:47

Da anni si dice che a Bergamo vorrebbero fare una tramvia sino a Villa d' Alme'. Ma non c'e' ancora nulla d i concreto o deciso...Certo io sarei per ripristinare tutte le due ferrovie delle valli come erano. Sopra si diceva di solzioni ibride tram-treno: dipende da dalla densita' abitativa, comunque certo l' utenza esiste e centri come S. Pellegrino meritano di esser serviti da una ferrovia.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti