Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Wilson
*
*
Messaggi: 518
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#1 Messaggio da Wilson » mer 20 apr 2016 18:35

Ciao a tutti, nel corso di questi anni molte linee ferroviarie sono state abbandonate un pò in tutta Italia, in particolare la regione Piemonte è stata una di quelle che ha sofferto più di tutte le chiusure di molte linee e magari non finirà qui la dismissione di molte altre. Secondo voi, allo stato attuale quale sarebbero le linee ferroviarie da riattivare perchè potrebbero avere un grosso bacino di utenza?

Mi vengono in mente, secondo me:
- Santhià/Arona
- Mortara/Asti
- Chivasso/Asti
- Ostiglia/Treviso
- Budrio/Massa Lombarda
- Ferrara/Copparo
- Fermignano/Fabriano
- Sulmona/Carpinone
- Marina di San Vito/Castel di Sangro (e magari con un unica stazione a Castel di Sangro)
- Ortona/Crocetta
- Rocchetta/Avellino
- San Nicola di Melfi-Gravina di Puglia

Secondo me queste linee avrebbero un buon bacino di utenza oltre anche al valore turistico in aggiunta (come la Sulmona-Carpinone), riviste in ottica attuale anche mantenendole tutte non elettrificate. :ciao:

e623
*
*
Messaggi: 573
Iscritto il: ven 03 mar 2006 19:29

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#2 Messaggio da e623 » mer 20 apr 2016 19:33

A questo proposito, parzialmente OT ma non voglio aprire un altro topic, riporto un recente articolo dell'Economist
sul fatto che in Gran Bretagna si stia riaprendo/valutando di riaprire un certo numero di linee chiuse negli anni 60

http://www.economist.com/news/britain/2 ... e-coupling

La stima riportata a fine articolo è di 7-800 miglia di possibili riaperture (1.100-1.200 chilometri),
che non mi sembrano affatto pochi!

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3631
Iscritto il: lun 13 set 2010 18:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#3 Messaggio da Lasimpònar » mer 20 apr 2016 20:02

Ma nell'elenco vedo linee italiane chiuse da oltre 70 anni, accanto ad altre in esercizio fino a pochi anni fa. ::-?:
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 19:21

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#4 Messaggio da luca295 » mer 20 apr 2016 20:15

Infatti sono scelte in base al " grande bacino di utenza " :-)

Una nota riguardo alla budrio-massa lombarda : piu volte risalta fuori in regione come tracciato alternativo Bologna - Ravenna.
In realta' in tale ottica non avrebbe senso se non ricostruendo totalmente tutta la linea con gli stessi canoni dell'adriatica - ed andando a cozzare con la sua vocazione suburbana .
Cosa che non ha senso, perche' con gli stessi soldi si ottiene un upgrade dell'adriatica che serve altrettanto bene Ravenna ( e la servirebbe bene via Faenza ....) sia per pax che per cargo - e che infatti e' quello che Rfi fara' nei prossimi anni ( iniziando con l'upgrade in corso per finire con il quadruplicamento almeno fino a Imola ) .

Invece tale linea avrebbe senso nell'ottica della ferrovia suburbana.... mah... alla refione Er devono acora decidere cosa fare da grandi...

Avatar utente
domi76
**
**
Messaggi: 3501
Iscritto il: dom 29 ago 2004 22:35
Località: sicilia

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#5 Messaggio da domi76 » mer 20 apr 2016 21:19

In Sicilia, oltre a quelle parzialmente chiuse forzatamente qualche anno fa (Catania - Gela e Palermo - Trapani via Milo), punterei ad riaprire la Alcantara - Randazzo; servirebbe sia ai pendolari di tutta la valle che ai numerosi turisti che si recano alle gole; la costruzione di una fermata dedicata sarebbe ottima visto che la ferrovia passa praticamente accanto.

Avatar utente
massETR
**
**
Messaggi: 1052
Iscritto il: sab 10 mag 2014 17:55
Località: in attesa di un regionale della DTRer

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#6 Messaggio da massETR » mer 20 apr 2016 21:29

luca295 ha scritto: per finire con il quadruplicamento almeno fino a Imola .
è una tua ipotesi o l'hai letto da qualche parte? nel caso sarebbe molto positivo

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 19:21

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#7 Messaggio da luca295 » mer 20 apr 2016 21:30

L'ho letto da qualche parte.
Del resto e' una tratta trafficatissima , con piu di 15 treni/ora ( e con picchi fino a 10 per direzione ) .

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5446
Iscritto il: lun 10 nov 2008 15:43

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#8 Messaggio da sandro.raso » mer 20 apr 2016 21:58

Tra quelle soppresse dal Buemonte merita una menzione particolare la Alessandria - Ovada, che potrebbe essere riaperta immediatamente al servizio viaggiatori perché tuttora attiva per i merci.
E che potrebbe anche essere utilizzata (l'idea c'era ma non è stata mai attuata) quale itinerario alternativo tra Genova e Alessandria.
Immagine

Wilson
*
*
Messaggi: 518
Iscritto il: sab 03 set 2011 16:20

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#9 Messaggio da Wilson » gio 21 apr 2016 0:29

Secondo me, oltre alle linee del Piemonte elencate chiuse ingiustamente andrebbero riaperte o magari costruite da 0 se necessario la Budrio-Massa Lombarda e la Ostiglia-Treviso, quest'ultima almeno da Ostiglia a Grisignano di Zocco che si immetterebbe poi nella linea per Venezia, visto che effettivamente dopo questa stazione le fermate e le stazioni, seguendo il vecchio tracciato, risulterebbero in aperta campagna e poco invitanti. Per la Budrio-Massa Lombarda andrebbe bene anche la sola trazione Diesel, vista la natura di suburbana secondaria (che però vi garantisco che ci sono i passeggeri che la userebbero)

Avatar utente
gr 625-076
**
**
Messaggi: 1158
Iscritto il: sab 08 ott 2005 18:21
Località: in transito sulla Mi-VR

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#10 Messaggio da gr 625-076 » gio 21 apr 2016 8:32

Aggiungerei la Mantova - Peschiera, che potrebbe essere interessante sia per la valenza turistica, sia per un collegamento più veloce dal capoluogo virgiliano verso milano-venezia sfruttando la nuova av

Avatar utente
etna805
***
***
Messaggi: 17289
Iscritto il: lun 22 dic 2003 8:15
Località: dove il Mar Tirreno si sposa con il Mar Jonio!!!
Contatta:

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#11 Messaggio da etna805 » gio 21 apr 2016 8:46

La Savigliano-Saluzzo (e volendo anche Saluzzo-Cuneo) e la Mondovì-Cuneo non le considera nessuno? ::-?:
ma che è sto membro FOL?
moderatore contabile farlocco® controllore GTT farlocco®
professore di fenomenologia del benvenuto nei forum ferroviari italici
io viaggio in FLAIRT
Fotografie Etniche

latimbero
*
*
Messaggi: 283
Iscritto il: ven 08 giu 2012 14:56
Località: Torino e tutte le ferrovie ancora attive da Bardonecchia ad Ovada

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#12 Messaggio da latimbero » gio 21 apr 2016 8:56

Il ho viaggiato sulla Rocchetta Avellino, sino a Lione ero solo ..... (e per farlo mi sono fatto una notte di viaggio da Torino a Foggia), a me piacerebbe vederla riaperta, ma chi ci andrebbe?
Con un pò di inteligenza si potrebbero rimettere treni anche da BN a CB

Io aggiungerei anche la Alba Castagnole AT/AL e la Ceva - Ormea magari con dei servizi CN-Mondovì-Ceva-Ormea

flyairone1974
*
*
Messaggi: 935
Iscritto il: mer 18 nov 2009 17:58
Località: Torino

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#13 Messaggio da flyairone1974 » gio 21 apr 2016 9:05

(Foggia - Cervaro) San Nicola di Melfi-Gravina di Puglia (Gioia del Colle):

la linea in realtà inzia a Foggia e termina a Gioia del Colle: i due estremi sono operativi.

Io fossi in RFI lo utilizzerei come tragitto merci da Gioia Tauro/Taranto verso il nord, così non vai a intasare il nodo di Bari.
Certamente la linea andrebbe riqualificata. Anzi in parte lo stanno facendo: stanno elettrificando la Tratta Foggia San Nicola di Melfi (Potenza) . Potrebbero continuare fino a Gioa del Colle: tra l'altro a Gioia del Colle è già sul corretto tracciato da sud.
Potrebbero anche fare un shunt-down a Cervaro permettendo così i merci di andare verso Napoli senza fare alcuna inversione di marcia.

Avatar utente
dcofabry
*
*
Messaggi: 187
Iscritto il: gio 26 nov 2015 14:30
Località: Prov. Mi

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#14 Messaggio da dcofabry » gio 21 apr 2016 10:00

Santhia'-Arona immediatamente... :roll:
E poi quante altre ce ne sarebbero...Alcune le ignoro perché non conosco molto le caratteristiche dei luoghi attraversati...Ma di certo guardando a Sud la Alcantara-Randazzo avrebbe utenza locale e turistica.
Di sicuro dove c'è attualmente traffico merci/storico la situazione può essere (per così dire) un po' più
favorevole.
in attesa di rivedere il treno a Gattinara... :ciao:

9999
*
*
Messaggi: 349
Iscritto il: dom 27 dic 2015 21:36

Re: Ferrovie dismesse che potrebbero essere riaperte

#15 Messaggio da 9999 » gio 21 apr 2016 10:13

massETR ha scritto:
luca295 ha scritto: per finire con il quadruplicamento almeno fino a Imola .
è una tua ipotesi o l'hai letto da qualche parte? nel caso sarebbe molto positivo
L'idea è stata ripresa di recente dall'ER, costo stimato 700 milioni.
A quanto pare esiste uno studio di fattibilità.
http://www.slideshare.net/RaffaeleDonin ... tobre-2015

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti