ferrovia Fano-Urbino

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 781
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: ferrovia Fano-Urbino

#91 Messaggio da Ugo Fantozzi » lun 03 set 2018 21:53

La mafia ciclabile sta ormai sorpassando quella stradale...
Più bimodali per tutti!
Bimodale in servizio intercity: http://www.jarnvag.net/images/bild/vagn ... 150401.jpg

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: ferrovia Fano-Urbino

#92 Messaggio da Cinghiale » mer 05 set 2018 8:47

Le biciclette viaggiano su strada.

Carlomm73
*
*
Messaggi: 595
Iscritto il: lun 01 apr 2013 13:38

Re: ferrovia Fano-Urbino

#93 Messaggio da Carlomm73 » mer 05 set 2018 11:17

In assoluto ben vengano le biciclette al posto delle auto, ma preferibilmente conservando i treni.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 14490
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: ferrovia Fano-Urbino

#94 Messaggio da UluruMS » mer 05 set 2018 11:49

Qui sarebbero al posto dei treni. Ben ricordando che sono 30 e + anni che non passano. Pur attraversando, almeno nella tratta di pianura, realtà densamente urbanizzate ed industrializzate
🙈🙉🙊

Carlomm73
*
*
Messaggi: 595
Iscritto il: lun 01 apr 2013 13:38

Re: ferrovia Fano-Urbino

#95 Messaggio da Carlomm73 » mer 05 set 2018 13:01

Ho capito, purtroppo. Non conosco la zona, ma, eventualmente non ci sarebbe stato spazio per fare la ciclabile affiancata alla ferrovia?

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3313
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: ferrovia Fano-Urbino

#96 Messaggio da RF » mer 05 set 2018 13:45

….sarebbe come riaprire la ferrovia e raddoppiarla...

pasquino
*
*
Messaggi: 128
Iscritto il: gio 10 gen 2013 20:25

Re: ferrovia Fano-Urbino

#97 Messaggio da pasquino » ven 14 set 2018 20:32

A me pare che il modello Alto Adige (Val Venosta e Val Pusteria) sarebbe applicabile alla Fano-Urbino che ha un bacino di utenza non diverso ad esempio dalla Val Venosta. Solo la ciclabile non risolve, soprattutto d'inverno, i problemi del traffico né incentiva i turisti della costa a recarsi in bici a Urbino dove il trasporto fra Stazione e centro storico si potrebbe risolvere, in una prima fase, con navette leggere.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: ferrovia Fano-Urbino

#98 Messaggio da Cinghiale » sab 15 set 2018 9:35

Urbino merita il sistema ettometrico di collegamento con il proprio scalo ferroviario.

Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 781
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: ferrovia Fano-Urbino

#99 Messaggio da Ugo Fantozzi » mer 09 gen 2019 17:18

I movimenti Prospettiva Urbino e Nel Bene Comune condividono l’iniziativa del sindaco di Vallefoglia, Palmiro Ucchielli, di sottoporre all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Danilo Toninelli, la possibilità di estendere il progetto di riattivazione della ferrovia Fano-Urbino e del suo rilancio come metropolitana leggera anche al territorio della Val del Foglia.

"Una proposta che ricalca il progetto redatto da Giancarlo de Carlo molti anni fa e oggi più che mai di straordinaria attualità" sottolinea Giorgio Londei, candidato a Sindaco di Urbino per i due movimenti "che va incontro alle nuove sensibilità in merito a mobilità e infrastrutture ecosostenibili e che darebbe ancor più valore alla legge 128/2017 che ha riconosciuto la Fano-Urbino tra le ferrovie turistiche da riutilizzare".

"Percorrere le valli del Metauro e del Foglia affacciati al finestrino di un treno a bassa velocità offrirebbe agli occhi dei viaggiatori delle sensazioni uniche, come un viaggio nel tempo, che unite alla possibilità di effettuare soste nei più suggestivi angoli di questo paesaggio, in larga parte ancora incontaminato, per gustare i prodotti enogastronomici e artigianali di tutto il territorio, potrebbe dare nuove opportunità di lavoro e di rilancio all’economia e ai piccoli produttori e artigiani locali. Ciò in un’ottica di rete che coinvolgerebbe l’intera provincia in un progetto comune da valorizzare e promuovere adeguatamente anche per fermare l’emorragia di giovani capaci e volenterosi che continuano ad abbandonare queste terre per mancanza di opportunità".

"Quello della sussidiarietà" conclude Londei "è un dovere che le pubbliche amministrazioni devono raccogliere e far proprio senza indugio, soprattutto quando hanno a portata di mano occasioni come questa".
https://www.viverepesaro.it/2019/01/10/ ... lia/712871
Più bimodali per tutti!
Bimodale in servizio intercity: http://www.jarnvag.net/images/bild/vagn ... 150401.jpg

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: ferrovia Fano-Urbino

#100 Messaggio da Cinghiale » mer 09 gen 2019 18:15

Ugo Fantozzi ha scritto:
mer 09 gen 2019 17:18
(omissis) … affacciati al finestrino di un treno a bassa velocità … (omissis)
Sicuramente, per bassa che sia, la velocità è maggiore di quella dell'autobus, almeno in molti casi e condizioni.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: ferrovia Fano-Urbino

#101 Messaggio da Cinghiale » lun 04 feb 2019 19:41

Il Corriere Adriatico, nel numero di lunedì 21 gennaio 2019, a pagina 8 ha scritto:
CENTO MILIONI PER LA FERROVIA COME PER UNA VIA DA 5 KILOMETRI

Il Movimento Cinque Stelle rilancia la riapertura della Fano – Urbino: Costa come la circonvallazione di Urbania.




In questi giorni, dopo l'approvazione della mozione nel Consiglio Comunale di Fossombrone sulla riattivazione, parziale, del tratto ferroviario Fano – Urbino a scopo turistico, utilizzando la soluzione del ferrociclo, detto anche bicitreno, si è riacceso Il confronto fra i sostenitori della riapertura della tratta e gli oppositori.

La querelle dei conti
Questi ultimi – sottolinea il Movimento Cinque Stelle di Urbino – come unico appiglio per giustificare la loro posizione, usano quello dei costi, valutando (chissà poi con quale competenza e/o conoscenza) l'opera poco sostenibile economicamente. Parliamo dei costi: secondo lo studio fatto dall'Associazione per la Ferrovia Val Metauro, il costo per il recupero dell'intera tratta, compreso di ammodernamento delle traversine e dei caselli, riduzione dei passaggi a livello da 55 a 21 e 5 treni (moderni), si aggirerebbe sui 100 milioni di euro e, precisamente, 87 milioni per l'infrastruttura e 15 milioni (circa 3 milioni ciascuno) per i treni. Molti? Pochi? Va da sé che il confronto, per essere serio – ribattono i 5 Stelle – deve essere fatto fra infrastrutture eguali: non possiamo paragonare questa spesa a quella, ad esempio, per la costruzione di una scuola o di un Ospedale, poiché commetteremmo il grosso errore di mettere sullo stesso piano voci di bilancio separate cioè che viaggino su binari (è il caso di dirlo) diversi, mentre è giusto farlo, nel caso della ferrovia, con un'altra infrastruttura equivalente: un aeroporto, un’autostrada.

La comparazione attendibile
Cosa c'è di meglio – chiede il Movimento Cinque Stelle – di una comparazione fra l'ammodernamento di una strada locale con, appunto, la tratta ferroviaria? Noi l'abbiamo fatto prendendo a riferimento il progetto della circonvallazione del paese di Urbania. Ebbene, pochi sanno che quei 5 kilometri di asfalto costeranno, come certificato dall’ANAS, proprio 100 milioni di euro. Un budello d’asfalto lungo 5 kilometri ha il medesimo costo dell’intera tratta (48 kilometri) con 5 nuovi e fiammanti treni pronti a trasportare pendolari e turisti in modo sostenibile (ricordiamo che, fra tutti i mezzi di trasporto, esclusa la bicicletta, il treno rappresenta la mobilità ecologica per eccellenza) su e giù per la vallata del Metauro, collegando Fano con Urbino.
Va ricordato che quanto proposto dall’Amministrazione pentastellata di Fossombrone non è una soluzione definitiva, ma un modo davvero economico ed efficace di utilizzare una parte di quel percorso ferrato senza ostacolare una futura decisione definitiva.


Avatar utente
Ugo Fantozzi
*
*
Messaggi: 781
Iscritto il: mer 20 lug 2016 21:41

Re: ferrovia Fano-Urbino

#102 Messaggio da Ugo Fantozzi » lun 06 mag 2019 13:34

Bacchiocchi: “La linea ferroviaria Fano-Urbino è un bluff del centrodestra”
Fano (PU) – “La ferrovia turistica Fano-Urbino è una delle tante trovate elettorali del centrodestra fanese, che accumula promesse sapendo di non poterle realizzare”. Alberto Bacchiocchi, segretario del PD di fano, prende una posizione decisa sul progetto di una strada ferrata, 32 anni dopo la chiusura della linea e si affida ai numeri: “Ci vogliono circa 100 milioni di euro per la riqualificazione degli impianti e 20 milioni per l’elettrificazione – spiega -: si tratta di una cifra stratosferica, che saranno i cittadini a pagare e che, se mai fosse disponibile, potrebbe essere destinata per alleggerire il carico fiscale delle famiglie che abitano lungo la tratta da Fano a Urbino”.
Ci sono altri due elementi che “bocciano senza pietà” questo progetto ed entrambi “facili da verificare”. Le ferrovie turistiche sono state equiparate in termini di sicurezza a quelle della rete commerciale (legge nr. 128 del 9 agosto 2017) e l’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria (Ansf) ha imposto limiti rigidissime: “questo non solo giustifica i pesanti investimenti che bisognerebbe fare sulla Fano-Urbino, ma anche i tempi biblici che occorrerebbero per realizzare un itinerario sicuro”. “Inoltre – ha chiosato Bacchiocchi -, tolte le rarissime eccezioni, le ferrovie turistiche in Italia hanno un utilizzo medio di meno di un mese all’anno e non si reggono dal punto di vista dei bilanci”.
“Ma una promessa in campagna elettorale, anche se scellerata, vale la pena di farla: queste sono le mosse del centrodestra per Fano – ha detto ancora il segretario dem -. Il PD, invece, preferisce muoversi con buon senso e rilanciare la proposta di un percorso ciclabile, accanto e non al posto dei binari ferroviari, per il quale sono già disponibili 4,5 milioni di euro a fondo perduto dell’Fse”. L’obiettivo immediato, dunque, è di accelerare perché la prossima giunta aderisca “a un progetto possibile, sostenibile finanziariamente e che va incontro a una priorità massima: evitare i pericoli soprattutto del tratto iniziale della strada Flaminia, da Fano a Lucrezia, utilizzando la mobilità dolce, favorendo il collegamento ciclabile tra i quartieri lungo la Flaminia e il centro/mare e anche incentivando il percorso inverso dei tanti fanesi che lavorano nella zona industriale di Bellocchi e nelle zone artigianali di Rosciano e Cuccurano”.
“Il centrodestra dice che la ferrovia della Val Venosta è un successo? – si chiede Bacchiocchi -. Messa al servizio degli sciatori, dopo 120 milioni di investimenti e gestita dalla Provincia Autonoma di Bolzano, che gode di risorse economiche infinite: vale lo stesso per Fano? Senza contare che il bacino di utenti rappresentato da operai e studenti del nostro territorio ha bisogno di collegamenti veloci e sicuri, non di una ferrovia turistica che viaggia lentamente”.
Infine, il leader del PD fanese lancia la sfida a Lega e 5Stelle: “A Fano possono contare su 4 parlamentari, hanno il ministro delle Infrastrutture grillino e i sottosegretari, uno dei quali del Carroccio è indagato per corruzione, ebbene se proprio vogliono la linea ferroviaria Fano-Urbino portino subito in parlamento una proposta di legge per modificare la legge 128/2017, consentendo una reale messa in opera della Fano-Urbino. Nel frattempo, il PD andrà avanti con il percorso ciclabile, che non avrà alcuna interferenza con i binari e che non avrà a che fare con le poche gallerie presenti sulla tratta: vogliamo che le promesse solo elettorali del centrodestra non abbiano alcun alibi e vengano smentite dai fatti concreti, così come è stato finora”.
http://www.fanoinforma.it/bacchiocchi-l ... trodestra/
Più bimodali per tutti!
Bimodale in servizio intercity: http://www.jarnvag.net/images/bild/vagn ... 150401.jpg

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: ferrovia Fano-Urbino

#103 Messaggio da Cinghiale » mar 07 mag 2019 7:29

L'obiettivo dovrebbe essere la ripresa di un servizio ferroviario regolare, riducendo gli autobus al minimo.

Avatar utente
DM
**
**
Messaggi: 1916
Iscritto il: mar 28 dic 2004 13:36
Località: Quiescenza

Re: ferrovia Fano-Urbino

#104 Messaggio da DM » mar 07 mag 2019 9:51

Convegno sulla Fano-Urbino a Fano di sabato 4 maggio scorso.
L'ho postato solo per la parte tecnica, nonché interessante per il contributo dell'Ing. Marco Stabile di STA che compara la Merano-Malles
Per gli admin: se ritengono possono cancellare il mio intervento, perché il convegno è ospitato da una parte politica, ma non l'ho postato per quel motivo.

https://www.facebook.com/luciatarsisind ... 703932441/

Rispondi