Riapertura Ceva-Ormea (turistica)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
edmonson
**
**
Messaggi: 1753
Iscritto il: gio 04 set 2008 16:50
Località: Albisola Capo

Re: Riapertura Ceva-Ormea (turistica)

#196 Messaggio da edmonson » ven 22 feb 2019 13:12

A Garessio c'è lo stabilimento di una nota acqua minerale (che, peraltro, in passato aveva chiesto di venire raccordato alla linea, ottenendo una risposta nettamente negativa).

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Riapertura Ceva-Ormea (turistica)

#197 Messaggio da Cinghiale » ven 22 feb 2019 13:36

Esiste anche una nota fabbrica di materiali per l'edilizia, attigua alla linea ferroviaria.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7917
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Riapertura Ceva-Ormea (turistica)

#198 Messaggio da Cinghiale » mar 23 apr 2019 19:44

Il quotidiano La Stampa, nel numero di oggi, martedì 23 aprile 2019, in un articolo a firma Manuel Bria, ha scritto:
GRAZIE AL SOSTEGNO DELLA REGIONE

RINASCITA DOPO L'ALLUVIONE
ORMEA NON SI ARRENDE E RIFÀ LA STAZIONE DEI TRENI


Un intervento da 200000 euro per riportare la stazione ferroviaria di Ormea, in valle Tanaro, all'antico splendore. Lo ha approvate la Giunta cittadina e prevede il restauro e il risanamento conservativo dell'edificio di proprietà di RFI, concesso in comodato gratuito al Comune. Capolinea della ferrovia Ceva – Ormea, rappresenta l'ultima fermata del treno storico dal 2018, anno in cui si è concluso il ripristino dei danni causati alla linea dall'alluvione del 2016 (tra il 2016 e il 2018, i convogli non potevano proseguire oltre Bagnasco). Il fabbricato, di 300 metri quadrati, si sviluppa su due piani. Venne costruito fra il 1890 e il 1893 nei pressi del centro storico, modificando l'originario progetto che prevedeva la prosecuzione della ferrovia fino ad Oneglia e la realizzazione della stazione nell'area dell'Isola Colombina, a monte dell'abitato – spiega il Sindaco di Ormea, Giorgio Ferraris. Il progetto è interamente finanziato dall'Assessorato al Turismo della Regione, nell'ambito dell'accordo di programma stipulato con i Comuni dell'Unione Montana dell’Alta Val Tanaro. È una conseguenza del progetto della Ferrovia Turistica del Tanaro, sostenuto dalla Fondazione Ferrovie dello Stato e dalla stessa Regione – aggiunge il primo Cittadino. Include revisione della copertura e verifica e sostituzione di grondaie e tubi pluviali, risanamento di cornicioni e parti di muratura deteriorate, rifacimento d’intonaco e tinteggiatura, sostituzione dei serramenti esterni al piano terra e manutenzione di quelli al primo piano. Inoltre saranno sistemati sala d'aspetto e atrio, che potranno essere utilizzati per esposizioni ed iniziative sociali e culturali.

Senza costi per il Comune
La stazione – dice ancora Ferraris – è in un punto strategico, a ridosso del centro storico e ben visibile da chi transita sulla statale 28. È un fabbricato di pregio, come tutta l'edilizia ferroviaria dell'epoca. Grazie al progetto di ferrovia turistica, riusciremo a risanarlo e riportarlo all'originale splendore senza costi per il Comune, visto l’intervento Regionale.


Rispondi