Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7617
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#256 Messaggio da Cinghiale » mer 12 nov 2014 11:48

La rete è stata via via snellita a causa di una dissennata politica che, favorendola mafia stradale, ha levato alla ferrovia il suo ruolo di cardine del trasporto terrestre: non a caso, in un intervento precedente, è stata citata la riduzione ad un terzo dei treni merci sulla linea del Fréjus, con impossibilità di recuperare la potenzialità originaria senza ripristinare gli enti di piazzale e di campagna scelleratamente eliminati. Come già fatto per la viabilità ordinaria, occorre una seria opera di ammodernamento, che preveda l'innalzamento della velocità minima delle deviate da 30 a 60 km/h e la costruzione di stazioni tipo, dove, per una linea a doppio binario, dovrebbe essere previsto un minimo di quattro binari: i due centrali di corretto tracciato, eventualmente serviti da banchine, nel caso di stazione su linea a velocità ordinaria non elevabile per ragioni tecniche ed i due esterni in deviata (a 60 km/h, come già descritto), utilizzabili per precedenze e fermate dei treni viaggiatori meno importanti o di tutti, qualora non sia prevista banchina in corretto tracciato. Gli scali merci delle stazioni minori sarebbero facilmente gestibili se l'apparato centrale fosse impostabile nella modalità di richiesta formazione itinerario: in mancanza di personale abilitato alla dirigenza movimento, la manovra sul banco locale da parte dell'addetto gestione merci o del personale del treno dovrebbe valere come richiesta al Dirigente Centrale Operativo affinché egli, verificate le condizioni, formi quell'istradamento od itinerario desiderato.
Utile prevedere il graduale cambio tensione da 3 kV DC a 25 kV AC 50 Hz, allestendo le nuove elettrificazioni già con in questo senso: abbiamo eliminato l'odioso trifase, peraltro oggi riproponibile, grazie agli aiuti forniti dalla tecnica moderna; ora occorre liberarsi dalla corrente continua e dalle intensità elevate correlate alla sua bassa tensione.

Avatar utente
Intallonabile
**
**
Messaggi: 2695
Iscritto il: gio 16 nov 2006 20:31
Località: M45

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#257 Messaggio da Intallonabile » mer 12 nov 2014 15:52

Robert J Corcoran ha scritto:Su alcune deviate a 30 già balli che è un piacere, se le fai a 45 dopo due mesi devi riposarle da zero.
Comunque mi meraviglio che nessuno stia ancora parlando di come viene gestita la rete, in certi momenti conosco gente che farebbe piazza pulita in parecchi uffici movimento.
Di chi stai parlando? :megaball:
"Un treno fermo è un treno sicuro, ma non è per questo che i treni sono stati costruiti"

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25192
Iscritto il: lun 22 dic 2003 10:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#258 Messaggio da paolo656 » mer 12 nov 2014 16:03

Io a dire il vero sto chiedendo impressioni da chi la cavalca.... :mrgreen:

Luca: il cambiare le regole di approccio alla deviata o comunque le regole di esercizio implica la modifica delle prestazioni, chiaramente. Il che è benvenuto, ma riguarda ben poco il discorso specifico che stiamo facendo.

Tra l'altro, ed è fuori tema, può benissimo essere che alcuni limiti (generali) siano stati presi con abbondante agio, quindi una revisione dopo anni di esperienza può migliorare a costo quasi zero il sistema in generale. E probabilmente attuerei logiche di limite SCMT leggermente meno restrittive, in modo da farlo intervenire magari in più condizioni ma con più margine di incremento della V max relativa alla tratta specifica. Meno interventi SCMT, più controllo da parte del macchinista. O, in alternativa, nessun controllo da parte del macchinista ma non con controlli discontinui.

Avatar utente
Intallonabile
**
**
Messaggi: 2695
Iscritto il: gio 16 nov 2006 20:31
Località: M45

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#259 Messaggio da Intallonabile » mer 12 nov 2014 16:22

Tempo fa scrissi:

Rete snella è il solito lavoro a capocchia, ossia un taglio indiscriminato e non ragionato.
Qualche tempo fa c'era il cosiddetto Right Sizing (CORRETTO dimensionamento): cosa si DOVREBBE intendere?
Tagliare cose superflue e MODIFICARE gli impianti rendendo il più veloce possibile qualunque movimento si debba fare, poniamo il classico su linea a db con BAcc:
1) normativa adeguata per distanze di JT convergenti
2) dev. a 100 tra i binari di corsa
3) dev. a 60 per precedenze
4) estensioni di codice volte ad aggirare normative farraginose NUAS
5) segnali al punto giusto
6) cdb piazzati al punto giusto
7) infill per dev. a 60 (programmato su boa precedente come in caso di vril ridotta)
8) automazione (intelligente) degli impianti in telecomando
9) facilità lettura supporti informatici per gestione circolazione

Sulle linee con RS l'SCMT ti permette una BUONA gestione della marcia senza essere troppo restrittiva, ma pochi guidatori lo sanno perchè non hanno voglia di "provare" a conoscere le loro apparecchiature (garantito da me).

Paolo se hai domande precise sui cavalcanti, facci! :mrgreen:
"Un treno fermo è un treno sicuro, ma non è per questo che i treni sono stati costruiti"

Gotthard
*
*
Messaggi: 453
Iscritto il: sab 03 mag 2014 14:01

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#260 Messaggio da Gotthard » dom 23 nov 2014 18:48

E anche il binario per le precedenze a Chiomonte a Dicembre saluta e se ne và :wall:

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun 10 nov 2008 15:43

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#261 Messaggio da sandro.raso » dom 23 nov 2014 21:01

Intanto ieri ho visto che proseguono (lentamente) i lavori di rimozione dell'ormai defunto binario di precedenza di Framura, che in parte è ancora in opera.
Immagine

Avatar utente
UIC-Z1
*
*
Messaggi: 300
Iscritto il: lun 23 gen 2006 15:37
Località: Trofarello (TO)

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#262 Messaggio da UIC-Z1 » lun 24 nov 2014 13:01

Sulla GE-SP è proprio una furbata ingessare il movimento...a meno che la regione Liguria non voglia diradare un po' i regionali, che tanto lì in macchina si va comodi
La ragione diamo il vincere ai coglioni oppure ai bari
Resteremo sempre a un punto dai campioni..tredici è pari
Ma si perda perchè siam tre volte buoni
E si vinca solo in sogni straordinari
Update: purtroppo i coglioni hanno vinto

NO ai NO-TAV

TEN24
^_^
^_^
Messaggi: 7
Iscritto il: sab 26 mag 2012 10:34

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#263 Messaggio da TEN24 » dom 30 nov 2014 19:23

Ciao a tutti,

è tantissimo che non entro in Ferrovie.it, e ho visto solo ora questo interessantissimo topic.
Ho letto alcuni post all'inizio e gli ultimi, e concordo su tutta la linea.

Ho sostenuto in varie occasioni su intermodale24-rail e in articoli quanto sia stupido ridurre la flessibilità della rete oltre una quota ragionevole di "disincrostazione" di impianti obsoleti rispetto a nuove tecnologie, e soprattutto la quasi-illegalità del trasferimento degli scali merci da RFI a FS Logistica o altre società del Gruppo.

Quanto attuato però è solo il frutto della visione Morettiana della ferrovia, puramente finanziaria e senza alcun legame con la realtà né del servizio, ma neppure dell'esecizio - cosa forse ancora più grave.

L'upgrade tecnologico delle linee a favore di maggior capacità, con l'eliminazione delle rigidità assurde dei sistemi di sicurezza spesso sovrapposti (SCMT, BACC, SSC) sta finalmente entrando in fase di realizzazione sule linee dalla Svizzera verso Milano e Novara e nei nodi (credo Milano e Roma) ma decisamente troppo poco.

Seguirò questo topic e spero di dialogare dal punto di vista tecnico per approfondire alcuni aspetti operativi.

Fulvio

Gotthard
*
*
Messaggi: 453
Iscritto il: sab 03 mag 2014 14:01

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#264 Messaggio da Gotthard » dom 28 dic 2014 18:37

Ma è vero che a Vercelli stanno segando tutto? Se così fosse direi che da Torino a Novara non c'è più nessun raccordo attivo... :wall:

TEN24
^_^
^_^
Messaggi: 7
Iscritto il: sab 26 mag 2012 10:34

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#265 Messaggio da TEN24 » lun 05 gen 2015 23:59

@ gotthard: di sicuro resta il raccordo Magliola a Santhià.

TEN24
^_^
^_^
Messaggi: 7
Iscritto il: sab 26 mag 2012 10:34

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#266 Messaggio da TEN24 » mar 06 gen 2015 0:08

Nelle vacanze di fine anno mi sono letto tutti i post e ne ho tento conto nel completare il commento sulla rete snella che stavo preparando:
La ferrovia italiana : "rete snella" fra abito stretto e lean-thinking
Riporto l'inizio, chi vuole leggere tutto lo trova al link:
http://www.intermodale24-rail.net/POLIT ... nella.html

Il riassetto in senso riduttivo della rete ferroviaria in Italia sta proseguendo inesorabilmente ovunque: è sufficiente osservare le linee anche solo durante un viaggio in treno per rendersi conto che le numerose macchine operatrici dislocate in molte aree servono in realtà a smontare scambi, binari e raccordi in praticamente tutte le stazioni fuori dai centri principali – e anche in questi, nella maggior parte dei casi.

E’ il risultato del progetto “Rete Snella”, eredità morettiana portata avanti da RFI, presentato come un’azione finalizzata a migliorare l’efficienza dell’infrastruttura e ridurre i costi di esercizio, con interventi sia sulla via che sull’automazione e telecomando dei posti di esercizio.
Quanto alla riduzione dei costi, l’obiettivo è stato certamente raggiunto, ma sulla migliore efficienza della rete come sistema vale la pena di fare alcune considerazioni critiche.

Non ci sono dubbi che la rete ferroviaria fosse, e in parte ancora sia, piena di impianti e apparecchi di via obsoleti, o non più utili a fronte dell’innegabilmente diverso assetto del traffico ferroviario attuale (non parlo di volumi diminuiti, intendo che è diversa la struttura della domanda di trasporto ferroviario, effettiva o potenziale).
Altrettanto evidente il fatto che ognuno di questi impianti e apparecchi inutili rappresenta un costo manutentivo che grava sulla capacità competitiva della modalità ferroviaria. Lavori di revisione sono in atto da anni in tutte le maggiori reti dei Paesi europei, perché il problema è reale.

Ma di qui in poi le valutazioni e le interpretazioni possono essere diverse.
Come vogliamo definire il livello di efficienza richiesto dall’esercizio? Con riferimento a quale progetto di sistema ferroviario? Chi deve decidere quali assets sono realmente inutili? Come deve essere organizzato il cambiamento, fisicamente e nelle procedure di esercizio?

(continua sul sito di cui al link sopra riportato)

Buona befana a tutti!!
Fulvio

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 19:21

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#267 Messaggio da luca295 » mar 06 gen 2015 0:22

Bell'articolo. Mi trova parecchio in linea.
Mi piace sottolineare questo passo:
La definizione degli interventi di riorganizzazione dovrebbe perciò essere frutto di un approfondito dialogo fra tutti gli utilizzatori, i “clienti” della rete, poiché, come indicato anche nelle Misure di Regolazione che l’Autorità per la Regolazione dei Trasporti ha pubblicato lo scorso ottobre, non deve essere il Gestore della Rete a determinare l’offerta, ma dovrà essere la domanda espressa dal mercato ad essere soddisfatta dal Gestore.
Aggiungendo: non solo il mercato, ma anche le politiche di organizzazione del territorio e della mobilità delle regioni e nazionale.

patrick
**
**
Messaggi: 1981
Iscritto il: mar 17 apr 2007 21:57

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#268 Messaggio da patrick » mar 06 gen 2015 11:55

Si a Vercelli hanno smantellato quasi tutti i binari per costruirci un nuovo marciapede.

Livorno Ferraris: da tempo sono posati per terra diversi nuovi pali TE, semi-smantellato il binario tronco asfaltato.
Capitato di vedere per la prima volta una Frecciarossa vuota, come invio, dare precedenza al RV.....

Torrazza: smantellati di recente pochi metri del binario tronco vicino alla stazione.
Non ricordavo invece il binario di raccordo posando un vecchio scambio su quello di precedenza.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15301
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#269 Messaggio da Tz » mar 06 gen 2015 12:04

patrick ha scritto:Si a Vercelli hanno smantellato quasi tutti i binari per costruirci un nuovo marciapede.
Lato Milano è giusto che abbiano rifatto e sistemato i tronchini per i "Pavia" rifacendo anche il 1° marciapiede solo che anche qui hanno dovuto dimostrare quanto sono idioti !
Hanno realizzato il nuovo marciapiede per metà alto e per metà basso... :shoot:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
e656
**
**
Messaggi: 3875
Iscritto il: lun 22 dic 2003 8:39
Località: Roma

Re: Rete snella.... apriamo un topic per parlarne

#270 Messaggio da e656 » mar 06 gen 2015 16:51

In Tirrenica Nord era stato dato per defunto il binario centrale di precedenza a Rosignano, ma passandoci qualche giorno fa è ancora tutto in opera,sia gli scambi che la linea aerea .. ripensamento ? ::-?:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Tz e 12 ospiti