Stazione Padova

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Bill
**
**
Messaggi: 2702
Iscritto il: sab 05 feb 2005 17:15
Località: Veneto

Re: Stazione Padova

#196 Messaggio da Bill » mar 14 feb 2017 21:00

giove ha scritto:Ma il 9444 viaggia qualche volta in orario??
Mai!
Monitorato quotidianamente dal 25/1 a oggi in arrivo a Padova. Ritardo tra 10' e 20', due/tre volte sotto i 10'.
(L'unico giorno in cui non fa ritardo è il sabato... :lol: )
... ci scusiamo per il disagio.

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#197 Messaggio da StefanoB » lun 20 feb 2017 21:27

Wilhem275 ha scritto: ESPANSIONE DELLA STAZIONE
Da ultimo, quella che ho chiamato Fase 3 ma in realtà è un lavoro indipendente da tutto quanto visto.
Non sono in grado di garantire che questo sia davvero fattibile, servono rilievi molto più dettagliati.

La questione è di riuscire ad ottenere un binario in più in stazione, usando il defunto binario 4:
Immagine

Sostanzialmente tirando dritto il muro che oggi separa FV e marciapiede 1, e piazzando il nuovo binario 1 subito al di là del muro.
IN TEORIA questo è fattibile perché la curvatura del FV segue esattamente quella dei binari, il marciapiede è piuttosto ampio, e non ci sono spazi che vi si affacciano direttamente (per dire, il supermercato è murato, il deposito bagagli pure, PolFer e UM sono arretrati...).
E' molto d'aiuto il fatto che i nuovi marciapiedi servirebbero solo le S e quindi basterebbero da 250 m, evitando di toccare il Borgomagno.

SE questa cosa è fattibile... beh, è un colpaccio, perché ne viene fuori l'impianto perfetto ;)
Immagine
Wilhelm ho una curiosità: nel riprogettare la stazione di Padova hai previsto quale potrebbe essere la velocità di transito per il traffico passante?
Ho notato che di tutte le stazione padane solo Padova e Verona hanno velocità di transito al di sotto dei 100 km/h....
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4406
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Stazione Padova

#198 Messaggio da Wilhem275 » lun 20 feb 2017 22:14

In generale io non arrivo mai a prevedere le geometrie dell'armamento, quelle sono le cose banali che ci si può permettere di lasciare agli ingegneri :twisted: soprattutto perché non lo so fare :)

In concreto: i raggi di curvatura rimangono sostanzialmente gli stessi perché il grosso dei binari non viene spostato, per cui se oggi è 80 mi aspetto comunque 80. Il punto più vincolante dovrebbe essere la curva subito ad est dei marciapiedi.

Ed è una velocità che va benissimo, contanto che ci deve fermare tutto ma proprio tutto ;) idem per Verona.
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#199 Messaggio da StefanoB » mar 21 feb 2017 7:10

Ok,ti ringrazio :wink:
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1291
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: Stazione Padova

#200 Messaggio da nik652 » mer 22 feb 2017 13:31

Tornando alla stazione di Terme Euganee Montegrotto...e all'ipotetico IV binario...lo spazio per quest'ultimo ora fisicamente non c'è proprio...la staccionata è proprio a ridosso del 3^ e poi c'è la via...a meno di demolire la pensilina tra il 2^e il 3^ e ripensarla da qualche altra parte???
Tirare le linee su una foto di googleEarth...

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4406
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Stazione Padova

#201 Messaggio da Wilhem275 » mer 22 feb 2017 13:46

Non c'è motivo di demolire e ricostruire un impianto pronto al 90%, e posizionato correttamente rispetto al paese, solo per non sacrificare una strada residenziale (NB: la strada, non le sue costruzioni).

Poi un giorno qualcuno mi spiegherà perché usare immagini da Google Earth è cialtroneria, mentre raccontare a chiacchiere se una cosa ci passa o no è emblema di precisione... ::-?:
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#202 Messaggio da StefanoB » mer 22 feb 2017 15:41

Wilhem riguardo alla fase 3...
Come faresti proseguire la veloce da Sant'Elena in poi?Salteresti sia Rovigo che Ferrara?
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1291
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: RE: Re: Stazione Padova

#203 Messaggio da nik652 » mer 22 feb 2017 15:50

Wilhem275 ha scritto:Non c'è motivo di demolire e ricostruire un impianto pronto al 90%, e posizionato correttamente rispetto al paese, solo per non sacrificare una strada residenziale (NB: la strada, non le sue costruzioni).

Poi un giorno qualcuno mi spiegherà perché usare immagini da Google Earth è cialtroneria, mentre raccontare a chiacchiere se una cosa ci passa o no è emblema di precisione... ::-?:
Non voglio polemizzare ne dare del cialtrone a nessuno ma conosco la zona e il tuo 4^ binario non ci sta...poi se mi dici di eliminare la strada...ma chi ti dà la certezza che il comune voglia eliminare la strada che comunque dà ad esempio l'accesso a uno dei due parcheggi dell'hotel Luna.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4406
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Stazione Padova

#204 Messaggio da Wilhem275 » mer 22 feb 2017 16:33

Ok, ma queste sono considerazioni di dettaglio che si presentano in qualsiasi progetto di espansione in sede. Il punto è che è roba di pochissimo conto sia in paragone con progetti simili, sia come reale impatto sul comune attraversato.

Si risolvono quasi sempre con piccole risagomature dei giardini privati per farci passare, se necessaria, la pista per l'accesso carrabile.
In realtà quella strada non ha nemmeno necessità di sparire, deve solo essere ristretta (cioé si mantiene il passaggio e si spostano vicino i parcheggi). Tanto a senso unico è e tale rimane.

Ostacoli del genere sono veniali all'interno dell'economia di un progetto del genere, di sicuro non giustificano la spesa per rifare il resto dell'impianto. Se un vicolo del genere fosse un vero problema, a Pioltello dovevano andarci con l'esercito? :D

Me le sono percorse anche io passo passo queste linee, non le conosco solo tramite le mappe ;)
StefanoB ha scritto:Wilhem riguardo alla fase 3...
Come faresti proseguire la veloce da Sant'Elena in poi?Salteresti sia Rovigo che Ferrara?
Il concetto di servizio che ho in mente io (assieme ad altri forumisti) è che gli AV diventino dei veri AV e facciano tutti il dritto Padova - Bologna (che è comunque il loro destino, salvo le solite ramazze scadenzate).

In parallelo si esce dall'attuale considerazione che il RV è solo un "locale con meno fermate" e si avvicina invece al concetto RE/IC europeo. Anche perché l'IC nostrano da 800 km non ha più senso di esistere in parallelo all'AV.
Nel nostro caso significa che l'attuale RV VE-BO guadagna materiali più confortevoli, da 200, servendo con più qualità i poli intermedi (Monselice, RO, FE), e non sarebbe affatto disdicevole se diventasse un VE-FI via Prato.

In conseguenza a questa impostazione ho ipotizzato un'AV Sant'Elena - Corticella con una sola interconnessione, a sud di Ferrara, che permetta al nostro RE/IC di utilizzarla fino a Bologna lasciando la storica ad un servizio locale più fitto.
A Corticella l'AV entra diretta sul costruendo raccordo AV per BO Sotterranea, e con un'interconnessione il RE/IC esce e si reimmette in storica (più libera perché il merci da lì è deviato in Cintura).


Padova - Monselice: AV+RE sulla veloce, S+merci sulla locale
Monselice - Ferrara: AV sulla veloce, RE+merci sulla storica
Ferrara - Bologna: AV+RE sulla veloce, S+merci sulla locale

Monselice e Ferrara fanno da stazione porta per Padova e Bologna.
C'è una certa simmetria in questo sistema, perché è impostato sul principio per cui la linea veloce deve funzionare anche da penetrazione urbana per i servizi pax che non fermano. Là dove esistono le S il RE/IC impegna l'altra linea. Dove non esistono usa la storica.

Chi si perde i collegamenti attuali sono San Pietro in Casale e forse Terme Euganee, ma vengono compensate con una elevata frequenza S. In questi casi la forte diminuzione del tempo di attesa compensa abbondantemente i pochi minuti di percorrenza in più verso il rispettivo capoluogo.

Nota che questa impostazione pemette di costruire la nuova linea veloce per fasi funzionali partendo dai nodi: prima i quadruplicamenti per uscire dalle stazioni di Padova e Bologna; poi quelli fino alle rispettive stazioni porta, per attivare le S; infine il tratto centrale Ferrara - Monselice per velocizzare.
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#205 Messaggio da StefanoB » mer 22 feb 2017 17:41

Wilhem275 ha scritto: Il concetto di servizio che ho in mente io (assieme ad altri forumisti) è che gli AV diventino dei veri AV e facciano tutti il dritto Padova - Bologna.

Padova - Monselice: AV+RE sulla veloce, S+merci sulla locale
Monselice - Ferrara: AV sulla veloce, RE+merci sulla storica
Ferrara - Bologna: AV+RE sulla veloce, S+merci sulla storica
Ineccepibile :=D>:
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1291
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: Stazione Padova

#206 Messaggio da nik652 » mer 22 feb 2017 19:23

Più che AV pura, data anche l'estesa breve in fin dei conti, la vedrei bene come AC 3 kv c.c. stile Padova-Mestre.
Non ho capito però se l'ipotetico IC/RE lo fai entrare a Bo AV oppure tramite nuovo bivio Battiferro vada a Bologna Cle.

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#207 Messaggio da StefanoB » mer 22 feb 2017 19:35

Io prevederei un bivio dalla progettanda AV alla bretella per Bologna AV e dalla progettanda AV ad un ancor più progettando futuro by Pass di Bologna per i servizi no stop (se questi rispetto ad oggi cresceranno)
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4406
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Stazione Padova

#208 Messaggio da Wilhem275 » gio 23 feb 2017 2:01

Sì, non è lunghissima, è un'ottantina di km tra Sant'Elena e Corticella, al netto però del fatto che a Sant'Elena si è già lanciati a 200.
Io l'ho identificata come una generica linea veloce da 220-250, poi bisognerebbe fare qualche conto rispetto alle curve di accelerazione per capire cosa conviene costruire. E' pure vero che rimanendo col 3k è molto più semplice il discorso di farci entrare il RE sotto Ferrara.
Per il tipo di treni che la percorrono, nulla osta a fare a 25k solo i 50 km la tratta centrale, se questo conviene.

Mi accontento di definire il concetto e le specifiche minime, sulla dotazione tecnologica non ho riserve particolari.


Volevo pubblicarlo in qualche topic bolognese, ma ormai siamo qui ;)

Immagine

Dovrei mostrarla sull'ortofoto perché è complessa, comunque come riferimenti fate conto che quelle a sinistra sono le linee pax per BO sotterranea e superficie, e quella blu è la cintura che in questo caso scavalca la storica (visto che Interporto è sul lato opposto) ottenendo anche un salto di montone incluso nel gioco.

@nik: il RE esce dalla AV con l'interconnessione qui in figura (appena passato sotto la Cintura), ed entra a BO superficie. Lì o termina o prosegue per Prato DD, in ogni caso no sotterranea.
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1291
Iscritto il: sab 20 dic 2003 20:45
Località: Rovigo

Re: RE: Re: Stazione Padova

#209 Messaggio da nik652 » gio 23 feb 2017 8:47

Ok. Anche perchè al momento uscendo da Bologna AV non c'è interconnessione cin la storica all'altezza di S. Ruffillo.

Tornando però alla realtà purtroppo non mi pare ci sia in progetto un raddoppio veloce...le slide del Cifi parlano di upgrade tecnologico con gli ACC-M nuovi prg ad esempio per Rovigo e una velocizzazione della ferrovia Pd Bo...

Avatar utente
StefanoB
*
*
Messaggi: 922
Iscritto il: mer 07 gen 2015 20:39

Re: Stazione Padova

#210 Messaggio da StefanoB » lun 05 giu 2017 18:56

Wilhem275 ha scritto: Questo invece è quello che chiamo il mio capolavoro :megaball:
Immagine
(in grigio le tratte in trincea/tunnel; ho mascherato DL e platea lavaggio perché non si capiva una mazza)

Solito codice colori: rosso veloce, verde locale+merci, blu solo merci, arancio scali e fasci di servizio. Chiaro/scuro dispari/pari.

Questo è l'unifilare completo di fase 1 (e ce ne sono altre...):
:arrow: :arrow: :arrow: http://i561.photobucket.com/albums/ss56 ... g~original

Sulle fermate locali faccio un approfondimento più giù.

RADICE OVEST
Nella puntata precedente :mrgreen: avevo finito il nodo di Vicenza (con tutta la linea da VR) in configurazione PPDD fino a dentro Grisignano. Per una serie di ragioni il passaggio a PDPD è conviente appena fuori Grisignano, prima dell'A4.
Fino a Bivio Montà è tutto piuttosto semplice e con molti sottopassaggi già predisposti per il quadruplicamento.
I fasci Montà e Altichiero che ho aggiunto sostituiscono gli spazi DL/Platea Lavaggio che vanno eliminati.
Sotto il ponte dello scavalco sono già presenti archi aggiuntivi di misura pari a quello ora utilizzato, per cui il numero di nuovi fornici è molto limitato.
I binari della MI-Veloce corrispondono bene o male a quelli attuali. La Locale invece, in corrispondenza dell'ex-DL, fa una gobba e salta sopra due binari della Bologna (Dispari V e Pari L), per quanto poco consenta una rampa di 200 metri al 12,5/1000 (un paio di metri). Con questo è compiuto il salto di montone per i binari delle linee locali, che entrano in configurazione PPDD sui binari 1-4.

Già che c'ero ho smontonato anche la Castelfranco pax rispetto allo scavalco merci, già che questo è sopraelevato mi faceva peccato non sfruttare la cosa :mrgreen:

Più complessa la situazione delle linee Bologna (qui uso la terminologia attuale: Pari BO-PD, Dispari PD-BO).
Il Pari V è il più semplice: si stacca seguendo il ramo di Montà, scende sotto la Milano e mano a mano risale passando poi sotto al ponte della linea merci. Questo è l'unico binario a cui sta stretta la pendenza merci, a causa della vicinanza con il costruendo sottopassaggio stradale per Montà. Il compromesso però è che la pendenza oltre il 12,5 è solo in discesa, mentre
risalendo verso la stazione il problema non si pone.
So che da quelle parti, nel triangolo ferroviario, stanno costruendo un supermercato con sottopasso. Non è rilevante: la costruzione di questo ramo di ferrovia è più importante di qualsiasi cosa nel circondario.

La coppia che passa sotto la Milano locale in corrispondenza del DL non ha grossi problemi di pendenze, ma è importante che quello scavalco sia realizzato con la minima distanza possibile tra i piani del ferro, perché più va giù e più si sposta il punto di ritorno a quota 0 verso la stazione. Da varie fonti ho trovato che questa altezza può essere ridotta fino a 8 metri, ripartiti in 2 di gobba per la Milano e 6 in trincea per la Bologna.
Il fatto che questa coppia passi sotto anche allo scavalco merci (che lì è ancora sopraelevato) è importante per inserire lo scavalco al centro della linea locale, su cui poi prosegue la circolazione merci.
Il dispari locale della Bologna resta lì dov'è, come prosecuzione del binario 1 verso Campo Marte.

Scendiamo verso Campo Marte. Qui gli spazi non mancano. Ho previsto una fermata locale esattamente sotto l'ampio cavalcavia di Chiesanuova, usandone i tre fornici:
(Montà + Veloce)(Pari L + marciapiede + Pari Scavalco)(Dispari Scavalco + marciapiede + Dispari L)

Il grande piazzale che fu di Campo Marte si ripristina usando tutto lo spazio disponibile: un paio di binari al centro della Veloce come attestamenti/deposito pax, tanti tanti binari al centro della Locale come fascio dedicato ai merci (noterete che dall'altra parte è sparito il Fascio Secondario). Si può arrivare fino a 5+5 binari di sosta merci di lunghezza apprezzabile, tutto sempre suddiviso per direzione di marcia.
Il tutto si chiude al cavalcavia di Brusegana, sotto al quale va aggiunto un fornice per la Locale, e oltre il quale c'è la fermata.
Una prima fase potrebbe chiudersi qui, a raso, in attesa di quadruplicare oltre. In altro post vedremo questo "oltre"...

Immagine

IN STAZIONE
Stazione che con buon motivo guadagna il titolo di Centrale :)
La stazione è piuttosto semplice, grazie al giro di scavalchi della radice ovest. Le rampe viste prima si concludono tutte prima del Cavalcavia Borgomagno (sempre 12,5/1000).

Dall'alto:
11-9 dedicati alla Castelfranco/Bassano, con relative aste per ricovero
8-5 banchine a isola per la linea Veloce
4 ripristinato come buffer merci
3-2 banchina ad isola per i Dispari L
1 per i Pari L (con il 2 come jolly in caso di congestione)
Tronchi Metropolitani vari ed eventuali

Intuisco che ci potrebbe essere un modo per fare la Locale più pulita e capace, con banchine 1-2 e 3-4, ma è un grosso azzardo e ne parlerò più avanti.

Non ho riportato tutte le varie deviate di servizio interne alla stazione.

RADICE EST
Qui il pezzo più importante è ovviamente l'innesto del ramo Interporto verso Mestre. Passata via Maroncelli il Pari locale deve allargarsi per accogliere il bivio, passando sopra la Lunetta.
La cosa è relativamente semplice da costruire: a bordo linea si prepara lo scatolare con il nuovo terrapieno per il Pari, una volto pronto si trasla e si comincia a scavare in mezzo ai due binari. E sopra ai binari ci si fa pure il marciapiede ad isola della fermata di Mortise, come applicato a Kassel Oberzwehren, per sfruttare la larghezza.
Rispettando la pendenza merci si riesce a chiudere il bivio poco prima del ponte della Tangenziale Est.

In tutto questo la Veloce non la tocca nessuno, è già piena linea da tre chilometri...

In questa Fase 1 ho lasciato il bivio a raso verso Interporto, la quale va a sopperire all'eliminazione del Fascio Secondario. Il perché è incluso nella Fase 2... che scriverò più tardi ;) Non fra tre anni :mrgreen:
In ottica delle future elettrificazioni della Bassano-Trento e della Montebelluna-Belluno avrebbe senso prevedere a Padova la possibilità di innestarsi dalla veloce (quindi da est) sul ramo verso Camposampiero (e viceversa) per espletare un servizio RV "VE-PD-TN" / "VE-PD-BL"? ::-?:
9710/9757 FRECCIAROSSA
P.M. Brescia ovest-Bivio Roncadelle 200 km/h grazie :wall:
VE Mestre passante per Aeroporto Marco Polo grazie :[-O<:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti