[ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
4792ac4792
^_^
^_^
Messaggi: 74
Iscritto il: dom 06 feb 2011 19:03
Località: Termoli

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1456 Messaggio da 4792ac4792 » mar 15 mag 2018 17:32

No, la velocizzazione partirà da San Severo in giù............

Avatar utente
massimo
**
**
Messaggi: 1889
Iscritto il: ven 20 ott 2006 12:35
Località: Roma

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1457 Messaggio da massimo » mer 23 mag 2018 23:26

Ogni tanto se ne parla ma mai bene, qualcuno ha notizie fresche?:

http://www.ortonanotizie.net/notizie/at ... erroviaria

Strada di accesso al piazzale della Stazione Fs ed i lavori ormai indefiniti della galleria Ferroviaria.
“nulla è più duraturo del provvisorio”


È trascorso un anno dalle elezioni e la via che porta alla stazione versa nelle condizioni di tale degrado che purtroppo è inutile anche parlarne in quanto pare che non interessi a nessuno, tantomeno al Comune di Ortona.
Un cartello nei pressi della Marina annuncia da anni: “Ingresso provvisorio scalo Fs” e, per dirla alla Flaiano: “In Italia nulla è più duraturo del provvisorio”. Ora, più in generale, c’è da chiedersi in cosa consistano i lavori della galleria, ossia i tempi, la sicurezza, la stabilità del colle, anzi io direi dei promontori a nord di Ortona dal promontorio del Cimitero al colle sovrastante il Peticcio fino a Ripari di Giobbe, Punta Ferruccio e San Marco - dal momento che le opere di Rete Italia (il braccio logistico delle Fs) sono a colpo d’occhio così visivamente impattanti che viene i brividi a pensare che per sistemare un balcone o una finestra un qualsiasi cittadino è tenuto a produrre carte e progetti e, sottostare a severi controlli, mentre per mettere mano a zone che sulla carta sono protette addirittura con vincoli paesaggistici e naturali, nessuno vegli in modo che se ne sappia qualcosa di vero e puntuale. Evidentemente non si vogliono aprire gli occhi su situazioni che meriterebbero quantomeno delle spiegazioni, magari solo tecniche. Certo ci sarà da qualche parte un mega progetto, saranno stati investiti decine di milioni e anni di anni di lavoro e, soprattutto, ingegneri e direttori dei lavori in carne ed ossa, con competenze stellari per firmare e dare via libera a opere come le gallerie di Ortona. Ma io ho la sensazione, solo la sensazione del cittadino qualsiasi quindi senza nessuna competenza geologica, che la città si stia mettendo nei guai.

Dal colle del cimitero a scendere a quota della stazione Fs e quindi a livello del mare - a occhio e croce un dislivello ripidissimo - c’è anche un’altra galleria del tutto incustodita (qualcuno avrà fatto dei controlli sulla sua tenuta ? Chissà forse sì forse no) è quella ex Sangritana. A conti fatti quindi ci sono due/tre gallerie con binari e doppio binario che passano da contrada San Marco fino al Peticcio e al Porto. Non saranno forse troppe? Almeno per il territorio Ortonese che è un susseguirsi di fossi argillosi dietro l’altro, dove ci sono sorgenti, corsi d’acqua sotterranei, fragilità idrogeologiche. Cosa accade ad esempio quando arrivano le “bombe” di acqua in un terreno cosi inzuppato e in bilico. Insomma io penso, dei rischi.

Chi può, infatti, dire cosa sta accadendo e con quali responsabilità? Forse l’ufficio tecnico municipale ha qualche informazione? Forse Rete Italia-Ferrovie ha spiegato qualcosa e a chi? Questi ultimi come impresa avranno mai fatto qualche report sui lavori? É stato messo a disposizione della città, del Comune, del sindaco un qualche resoconto? Il primo cittadino si sarà forse posto qualche dubbio dal momento che sono parecchi anni che è amministratore della città? Forse i giornali, avranno scritto qualcosa? Negli ultimi anni non mi risulta nulla, che ci sia stato un convegno, un incontro pubblico ad esempio, insomma un qualcosa per dire: “Cari cittadini, questo il progetto, questi i lavori etc etc”. Niente di niente. E allora temo ci si affidi a qualcosa di sconosciuto ai più e personalmente come giornalista, non ne traggo un buon auspicio.

Insomma, ho formulato molti interrogativi e ne sono dispiaciuto perché avrei voluto anche mettere una certezza. L’unica purtroppo che ho, è quella che abbiamo buttato via come città anche un patrimonio naturalistico e forse per incauta distrazione nemmeno pensato seriamente ai rischi potenziali di un territorio fragile. Pensare, inoltre, che sarebbe bastato spostare la ferrovia come ha fatto San Vito, ma evidentemente, superata Ortona valgono altre leggi, altre norme, altri dubbi, altri controlli, altri divieti.

Chissà qualcuno avrà pensato che appena oltrepassato i confini di Ortona, il fare gallerie era pericoloso per treni, promontori e paesaggio, mentre da noi fila sempre tutto silenziosamente liscio. Almeno per ora.

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14485
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1458 Messaggio da quattroe28 » gio 24 mag 2018 7:44

lunedì sera sono a Bari a un convegno e martedì mattina riparto facendo tutta l'adriatica fino a Bologna...
avrò modo di osservare per la prima volta tutta la linea...
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14485
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1459 Messaggio da quattroe28 » gio 24 mag 2018 7:53

Non conosco la situazione di Ortona (o, almeno, non m ricordo a mente fredda e appena svegliato, cose particolari). Francamente, gli unici problemai che può portare una galleria sono l'eventuale deviazione delle falde acquifere se intercettate e la galleria è drenante o qualche cedimento sopra in fase di costruzione se non vengono messe in opera delle precauzioni.
Tantomeno capisco cosa voglia dire "corsi d'acqua sotterranei": saranno falde acquifere?
Poi cortesemente, evitiamo il "bombe d'acqua".... in italiano si chiamano nubifragi...
Insomma... non è che le gallerie in se e per se siano un problema, basta farle perbene...

Ma questa interruzione dei lavori a cosa è dovuta?
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

4792ac4792
^_^
^_^
Messaggi: 74
Iscritto il: dom 06 feb 2011 19:03
Località: Termoli

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1460 Messaggio da 4792ac4792 » gio 24 mag 2018 9:46

Articolo ridicolo da bambino delle elementari.

tartarughino
^_^
^_^
Messaggi: 24
Iscritto il: ven 08 mar 2013 16:50

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1461 Messaggio da tartarughino » gio 24 mag 2018 11:08

Scontro fra treni sfiorato, in sei a giudizio
Citazione diretta per dipendenti di Rete ferroviaria. L’accusa: ignorate le regole per la corretta verniciatura dei binari

TERAMO. Nell’Italia dei tanti disastri ferroviari è una tragedia fortunatamente solo sfiorata quella che approda in un’aula di tribunale. Perchè a quattro mesi dalla chiusura dell’inchiesta, il pubblico ministero Stefano Giovagnoni ha mandato a processo sei dipendenti di Rete Ferroviaria Italiana per l'incidente sfiorato sulla tratta Giulianova-Roseto il 7 luglio 2017. Quel giorno un treno merci, proveniente dalla Francia e diretto a Fossacesia, rischiò di scontrarsi con un treno regionale proveniente da Rimini e diretto a Foggia. Scontro evitato solo grazie al fatto che uno dei due macchinisti riuscì all'ultimo momento ad azionare i freni d'emergenza.
Nei confronti dei sei il pm, che ha firmato una citazione diretta a giudizio, ipotizza l’articolo 450 del codice penale ovvero «chiunque con la propria azione di omissione colposa fa sorgere o persistere il reato di pericolo di un disastro ferroviario».Secondo la ricostruzione, i convogli a un certo punto si erano trovati a transitare sullo stesso binario. E la collisione fu evitata grazie alla prontezza di riflessi del macchinista del treno merci che riuscì ad azionare i freni d'emergenza. Il fascicolo della Procura è stato aperto al termine delle indagini svolte dalla polizia ferroviaria del compartimento di Ancona, che avrebbero evidenziato come i due treni si erano ritrovati sullo stesso binario a causa di un malfunzionamento del sistema di sicurezza causato da una non conforme verniciatura dei binari stessi. Tale verniciatura avrebbe provocato un'interferenza che non avrebbe permesso al treno merci di rilevare la presenza del regionale su quello stesso binario. Il pm contesta ai sei la violazione delle norme d’uso riguardanti «la procedura di utilizzo del prototipo impianto verniciatura rotaie in cui si raccomandava», si legge a questo proposito nell’avviso di conclusione, «che nel procedere alla verniciatura dei binari con la motopompa dovevano effettuare una prima verifica di orientamento degli ugelli, la direzione di irrorazione deve essere rivolta verso il basso e deve essere sempre evitata l’irrorazione del piano di rotolamento della rotaia dovendo la verniciatura riguardare esclusivamente la suola, il gambo e il fianco del fungo». Secondo la Procura, invece, la verniciatura sarebbe avvenuta «con modalità non conformi alla disposizione atteso che la verniciatura interessa anche il piano di rotolamento creando una interferenza con il sistema di sicurezza della rete ferroviaria. In particolare la vernice dopo essersi depositata si induriva e formava una patina tra ruota e fungo e impediva il regolare funzionamento del citato sistema di sicurezza».
Fonte: ilcentro.it

marcoardi
*
*
Messaggi: 157
Iscritto il: dom 26 apr 2009 12:38

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1462 Messaggio da marcoardi » dom 17 giu 2018 14:37

Venerdì ero sulla 8817 tra Ostuni e brindisi il treno si è bloccato per un guasto all'infrastruttura. Dopo brindisi non ha recuperato neanche un secondo pur potendo andare ai 200. Un po' una delusione. Qualcuno ha dettagli più precisi su cosa è successo?

ETR610
*
*
Messaggi: 486
Iscritto il: dom 15 apr 2012 17:13

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1463 Messaggio da ETR610 » dom 17 giu 2018 14:51

Interessante questo fatto sulla verniciatura non conforme

ssb
**
**
Messaggi: 2577
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1464 Messaggio da ssb » dom 17 giu 2018 18:21

Allucinante! Per qualche millimetro di dilatazione in meno si mette a rischio il funzionamento dei cdb? :shock:

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15182
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1465 Messaggio da Tz » dom 17 giu 2018 21:09

Se vernici anche il piano di rotolamento delle rotaie isoli di fatto il contatto elettrico ruota/rotaia, ovviamente gli assi non cortocircuitano più le due rotaie e il cdb appare libero anche col treno sopra... succede così anche sul mio plastico se i binari sono troppo sporchi... :lol:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

De 461 1001
**
**
Messaggi: 1929
Iscritto il: gio 30 ago 2007 13:57

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1466 Messaggio da De 461 1001 » dom 17 giu 2018 21:55

Ma il tratto di binari "verniciati" quanto era lungo?Un'intera (o più) sezione di blocco? Se non fosse così bastava che un solo asse del treno fosse venuto a contatto del ferro del piano di rotolamento cortocircuitando le 2 rotaie per l'intera sezione con disposizione del segnale a via impedita a valle a protezione della sezione dove stava questo treno evitando il tamponamento... Un altra considerazione: se tutte le ruote del locomotore non fanno contatto con la rotaia...il circuito elettrico non si chiude e il loc resterebbe senza corrente.... Mah... mi sa che il giornalaio abbia scritto qualcosa di poco intelleggibile...tipo "scontro tra due treni" ...quando questi due treni andavano nella medesima direzione... Al max si sarebbe trattato di tamponamento tra un merci ed un poco credibile regionale Rimini - Foggia... Boh... Attendiamo che ci sia qualcuno che ci sappia raccontare come sono andate le cose...
___ciao!___

De 461 1001 Co'Co' L'unica loc. da 160 Km/h a nafta...ma con 6 motori elettrici combinati in serie e in parallelo...
____________

ETR610
*
*
Messaggi: 486
Iscritto il: dom 15 apr 2012 17:13

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1467 Messaggio da ETR610 » dom 17 giu 2018 22:32

In effetti il regionale Rimini-Foggia fa pensare, ma anche che un sottile strato di vernice possa rimanere intatto al procedere di un treno. Tuttavia potrebbe anche essere. Può essere che la parte a 3kV non abbia risentito dello strato, mentre i circuiti di segnale si, oppure il treno si è effettivamente arrestato per mancanza di corrente una volta entrato nella sezione di blocco, non sia stato rilevato e sia giunto dietro il merci.

Anche io sono curioso di sapere se qualcuno ne sa di più.

ETR610
*
*
Messaggi: 486
Iscritto il: dom 15 apr 2012 17:13

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1468 Messaggio da ETR610 » mar 19 giu 2018 21:12

Qui un video dove si vede l'applicazione della vernice

https://www.youtube.com/watch?v=c5_83KnrPVc

in questo caso, però, la vernice è applicata anche sul piano di rotolamento. Dove è in opera il BAcc, poi passano a pulire oppure c'è un metodo di applicazione diverso?

9999
*
*
Messaggi: 330
Iscritto il: dom 27 dic 2015 21:36

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1469 Messaggio da 9999 » sab 07 lug 2018 13:41

http://www.filtabruzzo.it/filt/_rassegn ... izie=77896

Secondo questo articolo a Pescara sarà attivato il prossimo 1° dicembre il centro coordinamento circolazione (CCC) del tratto Rimini-Termoli.

ninoce
*
*
Messaggi: 100
Iscritto il: sab 21 mag 2005 0:14

Re: [ LINEA ] [ RFI ] RN - AN - PE - FG - LE ("Adriatica")

#1470 Messaggio da ninoce » dom 08 lug 2018 13:42

Per quale motivo tolgono a Bari Lamasinata la tratta tra Termoli e Rimini?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 23 ospiti