[LINEA] Padova Belluno Calalzo

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
fede8977
**
**
Messaggi: 1594
Iscritto il: mar 28 ott 2008 11:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#391 Messaggio da fede8977 » mer 12 set 2018 21:41

Dovendo raggiungere Ospitale di Cadore intorno a metà ottobre, se ho capito bene i treni da Padova (con spezzatino inutile a Montebelluna) arrivano a Belluno, mentre quelli da Venezia-Conegliano fino a Ponte nelle Alpi? Da lì in avanti c'è solo Dolomiti bus? Una qualche linea bus diretta da Padova o Venezia in quel periodo che sale in Cadore?

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3523
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#392 Messaggio da aln668.1207 » mer 12 set 2018 22:04

RF ha scritto:
mer 12 set 2018 19:08
No il carro che dice Marklar lo ricordo bene anch'io andava a Feltre, era abbastanza regolare sempre 1 carro singolo non di più.
Allora proveniva da sud.
Stabilimenti per la lavorazione del gesso non ne sono mai esistiti in Cadore, che io sappia.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
Aln
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3050
Iscritto il: sab 16 apr 2005 8:03
Località: Succursale del Piave km 16 + 824
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#393 Messaggio da Aln » mer 12 set 2018 22:28

@fede8977 Gli autobus diretti Venezia - Cadore non fermano a Ospitale, quindi dovresti rivalutare lo "spezzatino inutile" che tra l'altro è un ottimo piatto se preparato per bene. In treno fino a Belluno via Montebelluna oppure Ponte nelle Alpi via Conegliano. Poi bus di linea Dolomitibus.
»Niente è più profondamente italiano delle FS. E niente rispecchia i limiti e i difetti del nostro popolo più delle Ferrovie dello Stato.«
_____________________
Alessandro
FERROVIE ON LINE

Marklar
*
*
Messaggi: 914
Iscritto il: ven 22 ago 2008 19:32
Località: Quinto di Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#394 Messaggio da Marklar » gio 13 set 2018 13:08

RF ha scritto:
mer 12 set 2018 19:43
Raccordi Osram e di Castagnole chiusi fai anche più di 30 anni fa, ho un vago ricordo che ai primi anni 80 circolava ancora qualcosa, ma oltre a questi esisteva anche il raccordo del mercato Ortofrutticolo e quello che Consorzio Agrario, il primo già negli anni 80 lavorava poco, invece quello del Consorzio negli anni 80 lavorò parecchio per poi improvvisamente cessare definitivamente
Montebelluna non ricordo assolutamente tramogge, forse erano quelle del pietrisco ? invece lavorava con i carri a due assi coperti per il trasporto di articoli dei calzaturifici della zona, traffico che poi fu dirottato allo scalo di Cornuda tanto per non tenere aperto due scali (…così' dicevano…peccato che poi chiusero entrambi …)
Cornuda non ricordo l'anno di chiusura, comunque si più o meno metà anni 2000, ed in effetti era quella che lavorava di più, ricordo moltissimi carri per rotoli di lamiera, anche a treni completi per la OCSA, poi non so se questa azienda andò in crisi e poi venne comprata che il traffico prosegui a ritmi molto più ridotti per poi soccombere al diktat di chiusura dello scalo imposto da RFI.
Oltre a questo c'erano anche carri con profilati metallici e anche legname in effetti oltre ai carri chiusi che ho già citato
Feltre lavorava poco, comunque parliamo sempre negli anni 80
Santa Giustina aperto fino a metà anni 80 e lavorava parecchio con la carta da macero
Sedico oltre al legname aveva anche i carri tramoggia per il trasporto di caolino per la ceramica dolomite
A chiudere per ultimo non ricordo se fu Cornuda o Sedico, perché poi si arrivò al paradosso che facevano dei mini treni per mantenere il cliente ma erano treni che ovviamente non si potevano mantenere con un singolo cliente
Peccato perché un tempo c'era veramente da divertirsi a vedere tutto questo traffico che andava su e giù !
Non avevo volutamente considerato i raccordi del mercato ortofrutticolo e del consorzio agrario perché sono appena all'inizio della linea di Montebelluna fuori dalla stazione di santi Quaranta,e poi si allacciano oltre la stazione in direzione di Treviso Centrale comune anche alla linea di Vicenza.
Comunque il raccordo del mercato ortofrutticolo dev'essere rimasto attivo ancora fino a poco prima della metà degli anni '90,ci avevo visto una o forse 2 volte la manovra di un carro refrigerante Interfrigo,ma solo uno alla volta.
Il raccordo del consorzio agrario invece è andato avanti sicuramente per un bel pezzo oltre,di certo fino alla metà degli anni 2000.Ricordo ci arrivavano carri chiusi(Gbs o Gbhs)ma anche lì me ne ricordo sempre uno solo alla volta.Rimembro inoltre che dentro al consorzio c'erano 2 automotori,un Badoni cabinato"monovolume"(non conosco le sigle,perdonatemi please!)di colore azzurro,ed anche una sogliola gialla.Il consorzio poi si è trasferito nell'attuale sede di Castagnole e la sua sede era stata utilizzata per qualche tempo come parcheggio provvisorio delle auto nuove della Sotreva.

A Montebelluna le tramogge non erano quelle del pietrisco.Erano sempre FS ma quelle lunghe serie Tadgns,le si vede su un filmato in occasione di un treno speciale del 1994.Non so,forse era stato solo un servizio occasionale...

Sul discorso del carro silos anch'io confermo il carro singolo,non più di uno.Ricordo bene di un carro Ucs SBB nell'inconfondibile livrea gialla,nei primi anni '90.

Concordo sul fatto che c'era da divertirsi sul movimento merci di questa linea,per questo avevo chiesto lumi sui tipi di traffico.Oggi purtroppo tra le industrie in crisi e i cambi di rotta del gestore dell'infrastruttura è tutto cambiato.

fede8977
**
**
Messaggi: 1594
Iscritto il: mar 28 ott 2008 11:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#395 Messaggio da fede8977 » gio 13 set 2018 18:46

Le coincidenze serali in 15' circa a Padova tra la linea da Verona e quella per Belluno, funzionano o sono aleatorie?
E per quanto riguarda coincidenze serali a Conegliano tra la linea da Venezia e quella per Ponte nelle Alpi?

Avatar utente
Aln
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3050
Iscritto il: sab 16 apr 2005 8:03
Località: Succursale del Piave km 16 + 824
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#396 Messaggio da Aln » ven 14 set 2018 21:40

Padova: coi dovuti scongiuri affinché non succeda nulla di imprevisto tra Milano e Venezia, funzionano.
Conegliano: ho l'impressione che funzionino di più.
Ad ogni modo in caso di ritardi l'ultima soluzione di viaggio della giornata è garantita rivolgendosi per tempo al capotreno.
»Niente è più profondamente italiano delle FS. E niente rispecchia i limiti e i difetti del nostro popolo più delle Ferrovie dello Stato.«
_____________________
Alessandro
FERROVIE ON LINE

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 418
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#397 Messaggio da marzi » sab 15 set 2018 8:49

A Conegliano il "salto" della coincidenza è una rarità eccezionale. Avvertendo cercano di fare i miracoli, come l'altro giorno che hanno fatto aspettare il rv Trieste-Venezia a Conegliano per ben 21 minuti. Arrivando da Venezia usando il treno in partenza ai .15 anziché ai .31 si ha proprio la certezza matematica di poter cambiare e di avere anche il tempo di un caffè a Conegliano, a meno ovviamente di investimenti e casini simili!
Sempre in treno, in tram o in pullman

e402a
**
**
Messaggi: 1969
Iscritto il: sab 30 lug 2005 13:01
Località: Veneto

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#398 Messaggio da e402a » dom 16 set 2018 6:04

Lodevole far aspettare la coincidenza 21 minuti, ma chi era a bordo del RV?.
Se aveva delle coincidenze da prendere a TV o Mestre ?
Insomma così han rischiato magari di arrecare ancor più danni.
Poi se.era l'ultimo servizio della.sera allora va bèn

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 418
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#399 Messaggio da marzi » dom 16 set 2018 14:23

Non era l'ultimo servizio ma era comunque un treno serale (21.05 da Conegliano), probabilmente erano ben pochi ad avere coincidenza immediata a Mestre (e a Treviso nessuno perché a quell'ora non parte più niente).
Sempre in treno, in tram o in pullman

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3077
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#400 Messaggio da RF » dom 16 set 2018 14:41

Da quanto si apprende la coincidenza è stata fatta per coloro che provenivano dal Cadore che avevano già perso le coincidenze precedenti causa imbottigliamento dell'autoservizio sostitutivo nelle code festive della statale Alemagna.
Se mancavano quella coincidenza dovevano aspettare altre due ore a Conegliano, l' attesa del treno è stata di 16 minuti e non 21

Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 418
Iscritto il: lun 09 nov 2015 20:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#401 Messaggio da marzi » dom 16 set 2018 15:38

Ho confuso l'orario di partenza effettivo (21.21) con i minuti di attesa che sono effettivamente stati 16. La sostanza però non cambia
Sempre in treno, in tram o in pullman

daucus
**
**
Messaggi: 8191
Iscritto il: mar 13 apr 2004 14:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#402 Messaggio da daucus » lun 17 set 2018 11:44

se erano già in ritardo e li facevano aspettare andava a finire che gli dovevano fare il rimborso del biglietto ....
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Avatar utente
Lasimpònar
**
**
Messaggi: 3595
Iscritto il: lun 13 set 2010 17:06
Località: Siede la patria mia tra il monte e ‘l mare

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#403 Messaggio da Lasimpònar » mar 25 set 2018 19:39

Esplosione nella stazione ferroviaria di Belluno: gravissimi due operai friulani
Lo scoppio si è verificato nel vano motore di un macchinario con gru utilizzato per la manutenzione dei binari.
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udin ... 1.17282441
Tre operai sono rimasti feriti in seguito ad un’esplosione verificatasi nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Belluno. Lo scoppio, secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco, si è verificato nel vano motore di un macchinario con gru utilizzato per la manutenzione dei binari. I tre uomini rimasti ustionati sono operai che lavorano attorno al carrello. Sul posto, con pompieri e i carabinieri, sono giunte subito numerose ambulanze. L’operaio investito più direttamente dallo scoppio è stato portato con l’elisoccorso al centro grandi ustioni dell’ospedale di Padova; nello stesso centro è stato trasferito anche un altro dei tre feriti, mentre il terzo, con ustioni meno gravi, è stato trasportato al pronto soccorso del nosocomio di Belluno.
I vigili del fuoco, accorsi con tre squadre, hanno subito messo in sicurezza il mezzo e prestato i primi soccorsi agli operai colpiti dall’esplosione, che sono stati presi in cura dal personale del 118 per essere portati in ospedale. La zona dell’esplosione è lontana diverse centinaia di metri dall’area passeggeri della stazione.
http://www.online-news.it/2018/09/25/es ... 6qAZ2xRddg
"Ich bin ein Pole, Tscheche, Italiener, Friauler, Ladiner, Slowene, Kroate, Serbe,
Slowake, Ruthene oder Wallache"(Der Mann ohne Eigenschaften, R. Musil)
Bitte entschuldigen Sie die Unannehmlichkeiten

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3523
Iscritto il: sab 23 giu 2007 20:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#404 Messaggio da aln668.1207 » mar 25 set 2018 20:06

Le ricostruzioni fatte dalla stampa sono assi fantasiose, per non dire improbabili, tuttavia contengono numerose informazioni utili.
Incrociando le descrizioni e mettendo insieme le infornazioni, pare che non si tratti affatto di una "tragica fatalità" né tantomeno di altra causa di natura superiore, diciamo così, ma di una terribile leggerezza.
Pare che l'esplosione sia quella del serbatoio della macchina, in un maldestro tentativo di ripararlo, senza aver adottato le precauzioni del caso (vuotatura e lavaggi multipli con acqua per eliminare ogni traccia di combustibile e vapori). Questa ipotesi è stata avvalorata nelle notizie diffuse questa sera.
Mettersi a saldare un serbatoio di combustibile senza le necessarie operazioni preliminari è follia pura, non c'è protezione di sicurezza che regga, è esclusivamente irresponsabilità di chi opera.
Trovo peraltro strano che nessuno dei tre si sia posto il problema, o sapesse che si tratta di una manovra potenzialmente catastrofica.

Trent'anni fa un mio coetaneo perse la vita per una simile leggerezza: si mise a saldare appoggiandosi come banco improvvisato ad un bidone di gasolio, vuoto ma non del tutto, sul fondo erano rimati dei residui. Fece quello che fanno tutti i saldatori: avviare la saldatura battendo l'elettrodo sul "banco". L'arco perforò la lamiera e le scintille innescarono la combustione con l'esplosione del bidone.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

fede8977
**
**
Messaggi: 1594
Iscritto il: mar 28 ott 2008 11:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#405 Messaggio da fede8977 » gio 04 ott 2018 20:27

Potrebbe essere volano di sviluppo una nuova linea diritta tra ingresso nord di Vittorio Veneto e ingresso sud di Belluno con galleria sotto al Nevegal? Belluno e l'alta linea sarebbero servite da treni diretti passanti Calalzo-Venezia con percorso abbreviato per Venezia, rispetto al giro da Ponte nelle Alpi, a quello da Montebelluna-Treviso (che comporta un'inversione a Treviso), e a quello lungo da Padova, anche nell'ottica di sfruttare Mestre come "hub" preferenziale di interscambio con l'alta velocità e verso le altre regioni. Ponte nelle Alpi sarebbe comunque servita dalla medesima linea Belluno-Calalzo. Rimarrebbero fuori Cadola Soccher (stazione già fuori servizio), Alpago (la usa qualcuno?), Santa Croce (idem), Nove (stazione già fuori servizio). Facendo un conto potrebbero essere almeno 20 km risparmiati rispetto al giro da Ponte (che penso sia già il più breve tra i tre indicati sopra). Profittando dei lavori di elettrificazione sulla Treviso-Montebelluna-Belluno, tale "traforo" del Nevegal sarebbe da realizzare a doppio binario con spazio per montaggio linea aerea.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti