[LINEA] Padova Belluno Calalzo

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
marzi
*
*
Messaggi: 462
Iscritto il: lun 09 nov 2015 21:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#376 Messaggio da marzi » lun 25 giu 2018 13:01

Presumo per mancanza di programmazione tra Veneto (Trenitalia e DolomitiBus, ossia sempre fs) e Trentino Trasporti.
Sempre in treno, in tram o in pullman

Astro
**
**
Messaggi: 1141
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#377 Messaggio da Astro » lun 25 giu 2018 14:25

Ma un bell'esposto alla Corte dei Conti con motivazione "spreco intenzionale di risorse pubbliche"?

fede8977
**
**
Messaggi: 1595
Iscritto il: mar 28 ott 2008 12:37

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#378 Messaggio da fede8977 » gio 06 set 2018 19:54

Una curiosità. A vedere su Maps:

-Rfi ha soppresso la fermata di Ospitale di Cadore, neanche tanto lontana dal paesino, e che ha di fronte un bel stabilimento, quindi potrebbe essere utile il treno per gli operai
-Perarolo è ancora in funzione ma è lontanissima dal paese, mentre il bus tpl ferma da tutt'altra parte, a Caralte
-Tai di Cadore/Pieve di Cadore hanno stazione soppressa, pur avendo un abitato più sostanzioso vicino alla ferrovia e pure il richiamo turistico di lago e diga di fronte???

Avatar utente
Diretto2925
**
**
Messaggi: 1430
Iscritto il: dom 31 lug 2011 8:41
Località: Salsomaggiore Terme

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#379 Messaggio da Diretto2925 » ven 07 set 2018 8:25

RFI non mi sembra abbia soppresso Ospitale dei Cadore, infatti risulta posto di blocco con binario di incrocio...come Perarolo.

mikebuongiorno.cargo
**
**
Messaggi: 1231
Iscritto il: sab 21 mag 2005 12:50
Località: Dolomiti - NORD Italia

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#380 Messaggio da mikebuongiorno.cargo » ven 07 set 2018 8:36

fede8977 ha scritto:
gio 06 set 2018 19:54
Ospitale di Cadore... quindi potrebbe essere utile il treno per gli operai
Credimi che per numero e provenienza prenderebbero tutto ma non il treno
fede8977 ha scritto:
gio 06 set 2018 19:54
Tai di Cadore/Pieve di Cadore...pure il richiamo turistico di lago e diga di fronte???
I flussi turistici non passano per Sottocastello, la quale è servita da una viabilità con forti restrizioni.
Allegria!!
mikebuongiorno.cargo saluta per sempre il grande Mike


Re 460 074-8 Chi rimorchia di più?

Bill
**
**
Messaggi: 2589
Iscritto il: sab 05 feb 2005 17:15
Località: Veneto

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#381 Messaggio da Bill » ven 07 set 2018 16:42

fede8977 ha scritto:
gio 06 set 2018 19:54

-Rfi ha soppresso la fermata di Ospitale di Cadore
Diretto2925 ha scritto:
ven 07 set 2018 8:25
RFI non mi sembra abbia soppresso Ospitale dei Cadore, infatti risulta posto di blocco con binario di incrocio...come Perarolo.
Dal 15/12/2013 nessun treno effettua servizio viaggiatori a Ospitale, ma tuttora vi si effettuano incroci.
Immagine

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#382 Messaggio da aln668.1207 » ven 07 set 2018 18:32

fede8977 ha scritto:
gio 06 set 2018 19:54
Una curiosità. A vedere su Maps:

-Rfi ha soppresso la fermata di Ospitale di Cadore, neanche tanto lontana dal paesino, e che ha di fronte un bel stabilimento, quindi potrebbe essere utile il treno per gli operai
Saranno rimasti una ventina di operai in tutto in quelle fabbriche, di questi forse un paio potrebbero prendere il treno da Longarone..
Per qualcuno servirebbe una stazione a Davestra, un altro a Rivalgo, un paio da Podenzoi, due vengono da Igne... all'epoca metà arrivavano in corriera, gli altri in macchina.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Marklar
*
*
Messaggi: 919
Iscritto il: ven 22 ago 2008 20:32
Località: Quinto di Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#383 Messaggio da Marklar » mer 12 set 2018 14:11

Salve a tutti,visto che si stava parlando di trasporto merci su questa linea,volevo approfittare anche se sono leggermente O.T.:il topic è sulla Padova-Belluno-Calalzo,ma volevo fare una piccola panoramica,se qualcuno è in grado di aiutarmi,su com'era il servizio merci invece anche sulla tratta Treviso-Montebelluna,perlomeno com'era in tempi relativamente recenti,ossia nel periodo in cui si concentrano i miei ricordi personali,tra gli anni '90 e la prima metà dei 2000.
Soprattutto nei primi anni '90 io ricordo abbastanza chiaramente(anche se ero un bambino)dei merci misti abbastanza importanti e con svariate tipologie di carri,quindi volevo capire,pressapoco,dove fosse diretto tutto quel traffico e quando siano stati soppressi i vari raccordi.
Che raccordi erano presenti in linea o quali stazioni erano abilitate al ricevimento dei carri?Aiutandomi anche dalle mappe e da qualche ricordo personale,partendo da Treviso ci dovrebbero essere:
-Raccordo Osram(?)più o meno all'altezza di Monigo(mai saputo che ci fosse un raccordo,l'ho scoperto guardando Maps...).Credo sia dismesso da più di vent'anni.
-Raccordo di Castagnole:mi sembra di ricordare fosse una fabbrica di munizioni.Anche questo credo siano almeno una ventina di anni che è stato dismesso.
-Montebelluna:ricordo sicuramente di aver visto in stazione file di carri tramoggia,ancora negli anni '90,forse ancora nei primi 2000,ma non ho idea di cosa caricassero.
-Cornuda:questo dev'essere stato l'ultimo traffico merci sulla linea,il fascio di binari dev'essere stato attivo almeno fino a fine 2008.Dovrebbe essere stato di una ditta che lavorava legno(?),quindi arrivavano sia carri pianali per il legname,carri aperti per i tronchi ed anche carri a pareti scorrevoli,penso sempre per il legname.
-Raccordo di Feltre:se non sbaglio c'è un'industria siderurgica,attiva ancora oggi e abbastanza importante.C'era il raccordo ma credo sia stato soppresso ancora negli anni '80.
-Raccordo di santa Giustina,per la cartiera.Nemmeno questo sapevo che esistesse,credo sia chiuso da un bel po'.
-Sedico:Renato dice che arrivava legname,non lo sapevo,forse sui binari accanto alla stazione?
-Ponte nelle Alpi:anche qui mi ricordo negli anni '90 di aver visto sicuramente caricare legname ed anche carri con prodotti siderurgici(putrelle,travi).Se non ricordo male accanto alla stazione c'era una grossa industria,oggi però credo sia stato tutto raso al suolo.Sicuramente era attivo a fine anni '90,ma non so quanto sia ancora andato avanti il traffico.
Oltre non so,andando verso Calalzo erano presenti altri raccordi o altre stazioni abilitate al traffico?Io non ricordo di altro...

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7617
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#384 Messaggio da Cinghiale » mer 12 set 2018 14:48

Questo dimostra la potenza della mafia stradale.

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#385 Messaggio da aln668.1207 » mer 12 set 2018 17:12

Marklar ha scritto:
mer 12 set 2018 14:11
-Ponte nelle Alpi:anche qui mi ricordo negli anni '90 di aver visto sicuramente caricare legname ed anche carri con prodotti siderurgici(putrelle,travi).Se non ricordo male accanto alla stazione c'era una grossa industria,oggi però credo sia stato tutto raso al suolo.Sicuramente era attivo a fine anni '90,ma non so quanto sia ancora andato avanti il traffico.
Oltre non so,andando verso Calalzo erano presenti altri raccordi o altre stazioni abilitate al traffico?Io non ricordo di altro...
La "grossa industria" di Ponte nelle Alpi era la fu Comedil Gru, già Mangiarotti. Fabbrica chiusa ancora negli anni '80; trasferita l'attività nel pordenonese, passò sotto il gruppo Terex che ha fatto in seguito sparire il marchio. Su quell'area vi è un progetto di urbanizzazione avviato ancora più di vent'anni fa, più volte rivisto e più volte inceppatosi. Probabilmente verrà realizzato nell'anno di mai, mese di poi.
A Ponte nelle Alpi c'era il trasbordo dei carri di carbone per la Indel di Ospitale di Cadore, che venivano caricati su carrello stradale e portati fino alla Indel.
L'ultimo traffico merci, che ricordi, fu quello del gesso proveniente dalla cava di Damos, in Cadore; per quello scopo era stato innalzato il piano caricatore per far scaricare direttamente i camion nei carri. Chiusa la cava, è cessato il traffico.
A Ospitale di Cadore si tentò anche di costruire un impianto di scarico del carbone e del minerale per la Indel, ma i lavori furono bloccati per dei ricorsi. A ricorso risolto la Indel, già da tempo agonizzante, aveva cessato l'attività nel 2000.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#386 Messaggio da aln668.1207 » mer 12 set 2018 17:15

Tornando in tema, la tratta Belluno - Ponte - Calalzo è chiusa fino all'8 dicembre per lavori.
Tra Ponte e Belluno stanno realizzando i plinti per i sostegni della linea di contatto, verso Calalzo verranno eseguiti lavori di manutenzione.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Marklar
*
*
Messaggi: 919
Iscritto il: ven 22 ago 2008 20:32
Località: Quinto di Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#387 Messaggio da Marklar » mer 12 set 2018 17:21

Ti ringrazio delle precisazioni :wink: .Ah un altro dettaglio che mi sovviene,è di aver visto in qualche occasione dei carri silos sui merci del cadore(a 2 assi con 2 cipolle),probabile fossero questi i carri che portavano il gesso(quindi diretti verso Sedico o Ponte nelle Alpi).

Avatar utente
aln668.1207
**
**
Messaggi: 3532
Iscritto il: sab 23 giu 2007 21:17
Contatta:

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#388 Messaggio da aln668.1207 » mer 12 set 2018 17:40

Non credo. Il "gesso" di cui parlo è il minerale come estratto, in pratica è (era) roccia frantumata, caricata in normali carri a sponde alte.
I carri con le cipolle, probabilmente, caricavano cemento proveniente dal cementificio di Cadola, altra industria oggi agonizzante (è rimasto solamente un deposito di cemento proveniente da altri impianti, il forno è spento da qualche anno) che un tempo riceveva carri di carbone e probabilmente anche carri silo per il prodotto finito.
Qualcuno mi deve delle scuse. Chi vuole intendere intenda.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3183
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#389 Messaggio da RF » mer 12 set 2018 20:08

No il carro che dice Marklar lo ricordo bene anch'io andava a Feltre, era abbastanza regolare sempre 1 carro singolo non di più.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3183
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: [LINEA] Padova Belluno Calalzo

#390 Messaggio da RF » mer 12 set 2018 20:43

Marklar ha scritto:
mer 12 set 2018 14:11
…..partendo da Treviso ci dovrebbero essere:
-Raccordo Osram(?)più o meno all'altezza di Monigo(mai saputo che ci fosse un raccordo,l'ho scoperto guardando Maps...).Credo sia dismesso da più di vent'anni.
-Raccordo di Castagnole:mi sembra di ricordare fosse una fabbrica di munizioni.Anche questo credo siano almeno una ventina di anni che è stato dismesso.
-Montebelluna:ricordo sicuramente di aver visto in stazione file di carri tramoggia,ancora negli anni '90,forse ancora nei primi 2000,ma non ho idea di cosa caricassero.
-Cornuda:questo dev'essere stato l'ultimo traffico merci sulla linea,il fascio di binari dev'essere stato attivo almeno fino a fine 2008.Dovrebbe essere stato di una ditta che lavorava legno(?),quindi arrivavano sia carri pianali per il legname,carri aperti per i tronchi ed anche carri a pareti scorrevoli,penso sempre per il legname.
-Raccordo di Feltre:se non sbaglio c'è un'industria siderurgica,attiva ancora oggi e abbastanza importante.C'era il raccordo ma credo sia stato soppresso ancora negli anni '80.
-Raccordo di santa Giustina,per la cartiera.Nemmeno questo sapevo che esistesse,credo sia chiuso da un bel po'.
-Sedico:Renato dice che arrivava legname,non lo sapevo,forse sui binari accanto alla stazione?
Raccordi Osram e di Castagnole chiusi fai anche più di 30 anni fa, ho un vago ricordo che ai primi anni 80 circolava ancora qualcosa, ma oltre a questi esisteva anche il raccordo del mercato Ortofrutticolo e quello che Consorzio Agrario, il primo già negli anni 80 lavorava poco, invece quello del Consorzio negli anni 80 lavorò parecchio per poi improvvisamente cessare definitivamente
Montebelluna non ricordo assolutamente tramogge, forse erano quelle del pietrisco ? invece lavorava con i carri a due assi coperti per il trasporto di articoli dei calzaturifici della zona, traffico che poi fu dirottato allo scalo di Cornuda tanto per non tenere aperto due scali (…così' dicevano…peccato che poi chiusero entrambi …)
Cornuda non ricordo l'anno di chiusura, comunque si più o meno metà anni 2000, ed in effetti era quella che lavorava di più, ricordo moltissimi carri per rotoli di lamiera, anche a treni completi per la OCSA, poi non so se questa azienda andò in crisi e poi venne comprata che il traffico prosegui a ritmi molto più ridotti per poi soccombere al diktat di chiusura dello scalo imposto da RFI.
Oltre a questo c'erano anche carri con profilati metallici e anche legname in effetti oltre ai carri chiusi che ho già citato
Feltre lavorava poco, comunque parliamo sempre negli anni 80
Santa Giustina aperto fino a metà anni 80 e lavorava parecchio con la carta da macero
Sedico oltre al legname aveva anche i carri tramoggia per il trasporto di caolino per la ceramica dolomite
A chiudere per ultimo non ricordo se fu Cornuda o Sedico, perché poi si arrivò al paradosso che facevano dei mini treni per mantenere il cliente ma erano treni che ovviamente non si potevano mantenere con un singolo cliente
Peccato perché un tempo c'era veramente da divertirsi a vedere tutto questo traffico che andava su e giù !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Tz e 14 ospiti