[LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
R11386/R1834
**
**
Messaggi: 4058
Iscritto il: dom 27 giu 2010 14:39
Località: Cogoleto (GE), Orsara Bormida (AL) ... e tra treni, nuvole e l'iperspazio

[LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#1 Messaggio da R11386/R1834 » dom 01 gen 2012 23:00

Apro questo topic su questa importantissima linea in parallelo con quello della tanto discussa TAV per non intasare l'altro con domande, curiosità o aggiornamenti sulla storica, che, sia che la LAV venga fatta o no, continuerà a svolgere un importante ruolo per la Val di Susa.
In particolare, reduce da una recentissima puntata ferroviaria in Val di Susa, ho alcuni spunti da proporre:
- Si parla tanto di potenziamento del traffico merci, ebbene, sulla storica non mi sembra sia stato fatto tutto il possibile, in quanto dopo Bussoleno ho notato che quello che suppongo sia un BEAcc diviene un BCA con sezioni molto lunghe, e quindi la capacità della parte più difficile di linea risulta nettamente ridotta, possibile che si dica tanto sulla necessità di potenziare questo valico e non si sia intervenuto su questo "tarlo"? Persino il I valico dei Giovi dispone del BEAcc!!
- Sarebbe interessante ripercorrere un'attimo la storia di questa linea, ho notato infatti i percorsi nettamente differenti del binario dispari (che ha un percorso meraviglioso nell'alta valle, affacciandosi spesso a strapiombo su magnifiche terrazze da cui si godono spettacolari panorami) con tante gallerie di limitata lunghezza, e del binario pari che invece corre quasi tutti in galleria almeno nel tratto tra Bussoleno e Sanbertrand, indice di un percorso più recente (il raddoppio è postbellico, vero?) ma comunque piuttosto impervio. Infine ho visto in un tratto accanto al percorso della ferrovia una galleria abbandonata, ciò dovrebbe voler dire che anche il percorso "vecchio" ha subito delle rettifiche e varianti, e qui suppongo centri anche la guerra ::-?:
- La diramazione per Susa è figlia di un progetto di far passare la ferrovia seguendo un percorso differente? O nasce solo successivamente con l'intento di servire questo importante paese?
- Ho notato infine, con piacere, che la linea sembra comunque essere in dirigenza locale, in quanto diverse stazioni erano abilitate, come quella di Salbertrand e Alpignano ... oppure sono abilitate per motivi particolari e la linea è in DCO ::-?:
- C'è qualche attività per quanto riguarda il servizio autostrade viaggianti su questa linea? E che altri merci nascono su questa linea? Perchè ho notato tanti scali che sembravano ancora attivi ...
- Per quanto riguarda il servizio si può dire che ci sia stato un bel balza avanti con l'ultimo orario, tra Alpignano e Torino Porta Nuova c'è un cadenzamento di mezz'ora e a Bardonecchia ora si arriva in treno anche a mezzanotte (Liguria impara!), questo anche viceversa ... sicuramente un bel quadruplicamento in fondo valle permetterebbe un servizio ancora migliore, degno di una metroferrovia, ma qua andiamo nuovamente verso l'argomento TAV :wink:

Spero di non essere stato troppo pesante :mrgreen: , per i moderatori vorrei fare una proposta, si potrebbe riunire il topic anche sul tunnel del Frejus con i lavori, cambiando magari il titolo, anche perchè non so se le competenze RFI arrivino sino a Modane, e per tale motivo non l'ho incluso nel titolo

:ciao:
Ultima modifica di R11386/R1834 il dom 01 gen 2012 23:58, modificato 1 volta in totale.
Al paese serve il treno! (e un TPL dignitoso per tutti)
Ciao Marco :(, ora sei assieme alle altre stelle a brillare in cielo ...
R11310/RV1834 nonchè 33% Trio Pluviofilo

Collezionista FOLle di telefoni :mrgreen:

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7085
Iscritto il: mer 07 gen 2004 23:46
Località: Torino
Contatta:

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#2 Messaggio da danieleexpress » dom 01 gen 2012 23:03

Il raddoppio è ben dopo la guerra. Il secondo binario Salbertrand-Bussoleno dovrebbe essere degli anni'70

No, la linea era Torino-Susa (in origne vi era una ferrovia separata che da Susa arrivava in Francia seguendo l'attuale valico del Moncenisio stradale, ferrovia poi abbandonata con l'apertura del traforo) http://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_del_Moncenisio

Fu però poi realizzato il tunnel del Frejus e quindi fu realizzata la "diramazione" da Bussoleno verso Bardonecchia
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15330
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#3 Messaggio da Tz » dom 01 gen 2012 23:29

Mi pare che l'attivazione dell'ultimo tratto del raddoppio Bussoleno-Salbertrand sia del 1981.

Attenzione a non confondere il BCA con il BA a 2 aspetti !
Anche la storica Bologna-Firenze e la ben più moderna Pontebbana sono attrezzate con il BA a 2 aspetti. Per linee di valico difficili e soprattutto con molte e lunghe gallerie con previsto forte traffico merci non è opportuno in caso di anormalità avere troppi treni in linea uno nel culo all'altro...

Anche la DD Firenze - Roma ha il BA a 2 aspetti... :mrgreen:

La linea dei Giovi storica (via Busalla) non presenta quelle problematiche: è corta, non è interessata da traffico merci in salita, serve soprattutto traffico merci non problematico in discesa e traffico viaggiatori pendolare.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

A. S.
*
*
Messaggi: 138
Iscritto il: dom 25 set 2005 13:07

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#4 Messaggio da A. S. » dom 01 gen 2012 23:35

La parte di linea da Bardonecchia a Bussoleno (o forse addirittura da Modane) è provvista di BACC addirittura da prima della sezione pianeggiante da Bussoleno a Torino...

piccolo inciso: le stazioni che hai citato si chiamano Alpignano e Salbertrand...

Avatar utente
R11386/R1834
**
**
Messaggi: 4058
Iscritto il: dom 27 giu 2010 14:39
Località: Cogoleto (GE), Orsara Bormida (AL) ... e tra treni, nuvole e l'iperspazio

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#5 Messaggio da R11386/R1834 » dom 01 gen 2012 23:55

Ma quindi la ferrovia del Moncenisio era la prosecuzione naturale, seppur separata della Torino-Susa ... pazzesco, questa è una preziosissima nozione di archeologia ferroviaria! Da quanto ho capito hanno quindi prima realizzato il traforo, dopodichè il tratto Bardonecchia-Bussoleno, con una sorta di procedimento "al contrario" ... curioso.
Grazie Tz per la precisa spiegazione! Ecco che quindi avevo sotto naso uno dei pochi esempi di BA a due aspetti, quindi sezioni relativamente lunghe (sui 3500 m ::-?: ) ma comunque ben più dense di un BCA ... non sapevo fossero usate anche su linee di questo tipo, pensavo fosse una prerogativa solo di linee a elevata velocità come le direttissime ... :)
Correggo subito i nomi, avendoli letti di sfuggita e non avendo l'orario sotto mano ho fatto qualche errorino :mrgreen: :oops:
:ciao:
Al paese serve il treno! (e un TPL dignitoso per tutti)
Ciao Marco :(, ora sei assieme alle altre stelle a brillare in cielo ...
R11310/RV1834 nonchè 33% Trio Pluviofilo

Collezionista FOLle di telefoni :mrgreen:

Avatar utente
Strix Hexe
**
**
Messaggi: 3950
Iscritto il: dom 12 nov 2006 16:28
Località: Girando il mondo ho partecipato al sabbah della Lux obnubilata nella notte di capodanno

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#6 Messaggio da Strix Hexe » lun 02 gen 2012 2:13

Immagine
La ferrovia Fell collegò Italia e Francia da Susa a Saint Michele de Maurienne dal 15 giugno 1868 al 1 novembre 1871.
I 77 km della ferrovia Fell venivano percorsi in oltre 6 ore da Francia a Italia e in circa 5 da Italia a Francia per la minore lunghezza della salita sul versante italiano.
Essa fu sostituita dal traforo del Frejus che fu inaugurato il 17 settembre 1871 ed aperto all'esercizio commerciale il 16 ottobre con il transito del primo treno diretto Roma - Parigi (40 ore da Roma via Adriatico; 21 ore da Torino).
L'inaugurazione del 17 settembre fu effettuata con un treno da Torino a Modane, ma mancava ancora il tratto di linea in territorio francese da Modane a Saint Michele de Maurienne.
Nell'immagine il percorso della linea Fell è segnato con linea tratteggiata, mentre il percorso della linea Frejus è segnato con linea continua.
Alla data della carta il traforo del tunnel non era ancora terminato, mentre era praticamente pronta la tratta da Bussoleno all'imbocco della galleria.

Hexe, dòna italo veneta del bon zugo
Hexe, dòna italo veneta del bon zugo
Chi xè mona staga a casa!
Ite per exemplum, genus o mortale, dearum, gaudia nec cupidis vestra negate viris. Ut iam decipiant, quid perditis?

Avatar utente
TOPOBLU
**
**
Messaggi: 1616
Iscritto il: gio 22 giu 2006 1:06
Località: ACQUI TERME

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#7 Messaggio da TOPOBLU » lun 02 gen 2012 2:32

Lungo la statale del Moncenisio puoi vedere alcuni tratti ormai diroccati della vecchia ferrovia Fell a cremagliera, spesso in tunnel o comunque protetta da gallerie paramassi, di cui restano i soli ruderi.
La verità risplende nei fatti (C. Olivetti) - La vie est une chasse au bonheur (Stendhal)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7780
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#8 Messaggio da simplon » lun 02 gen 2012 9:06

La ferrovia del Moncenisio o Fell, come emerge dai documenti dell'epoca, venne realizzata in quanto il traforo del Frejus appariva come un'opera immane con tempi di realizzazione difficili da pronosticare. Poi le cose cambiarono grazie alle nuove tecnologie, come per esempio le perforatrici ad aria compressa e quindi sul Frejus fu una svolta epocale.

s.

Avatar utente
superP
**
**
Messaggi: 1663
Iscritto il: mer 04 mar 2009 9:36
Località: Provincia di Genova

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#9 Messaggio da superP » lun 02 gen 2012 9:09

Interessanti articoli sugli ultimi due numeri de "La Tecnica Professionale"

Avatar utente
Simonart
*
*
Messaggi: 167
Iscritto il: dom 28 ott 2007 17:29
Località: Presolana
Contatta:

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#10 Messaggio da Simonart » lun 02 gen 2012 9:39

Se non sbaglio il binario pari anche se corre in galleria ha un tracciato più tortuoso del dispari, questo perché era necessario contenere la pendenza al fine di evitare che i treni ascendenti avessero limitazioni di massa rimorchiata eccessivamente penalizzanti.

Segnalo alcuni splendidi filmati fatti dal bravissimo Alessandro Manfredi su questa linea:

http://www.youtube.com/watch?v=ilXF_D3IUMg
http://www.youtube.com/watch?v=UWfN4oWxMVo
http://www.youtube.com/watch?v=lv6u_z5FOAQ
http://www.youtube.com/watch?v=aP9BEEuZUTQ
http://www.youtube.com/watch?v=ApoepxIT ... ure=relmfu

Curiosità: perché sotto i 1.500 francesi della stazione di Modane le macchine italiane si muovono con entrambi i pantografi in presa? Serve ad avere una migliore captazione della corrente?

roby75
*
*
Messaggi: 160
Iscritto il: lun 31 mar 2008 18:13
Località: Monza
Contatta:

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#11 Messaggio da roby75 » lun 02 gen 2012 9:41

E' possibile scansionarli e postarli?

delmo 349
**
**
Messaggi: 4035
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#12 Messaggio da delmo 349 » lun 02 gen 2012 11:17

il titolo del topic non dovrebbe essere Torino-Modane, anzichè Torino-Bardonecchia?
buon viaggio Marco!
O caminho de ferro foi uma revoluçao. se todas fossem assim..
"..scigùa de noette u trenu, respìa tra i scoeggi u mà.." (fischia di notte il treno/respira tra gli scogli il mare)

Avatar utente
E.636.263
*
*
Messaggi: 283
Iscritto il: sab 09 gen 2010 13:23

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#13 Messaggio da E.636.263 » lun 02 gen 2012 11:28

Come hai notato, paradossalmente, a lavori di abbassamento del piano del ferro completati sia in Italia che in Francia il traffico merci è scarso, il trasporto combinato Modalhor non è stato potenziato, tutto questo pone, a mio parere, dei grossi dubbi sull'effettiva necessità della nuova linea TAV Torino-Lione e sul motivo per cui l'Europa spinga tanto su un'opera inutile (in compenso sull'autostrada i tir pullulano).
Delle particolarità del tracciato e della linea per Susa hanno già detto altri.
Per quanto riguarda le stazioni con traffico merci:
Avigliana: coils di lamiera che vengono trasferiti su camion.
Bruzolo: acciaieria che riceve via ferrovia rottami di ferro e li trasforma in bramme e simili che spedisce per ferrovia.
Un tempo molte altre stazioni avevano raccordi, oggi tutti smantellati.
Come hai notato, dal nuovo orario il servizio regionale è stato finalmente notevolmente potenziato, sia verso Bardonecchia che verso Susa, speriamo che duri.
Il traffico viaggiatori internazionale diurno è dato dai TGV Milano-Parigi, gestiti adesso interamente da SNCF (meglio).
Quello notturno, un tempo floridissimo (passava da questa linea il famoso "Valigia delle Indie") è dato adesso solo dal Milano-Barcellona (circola tre giorni a settimana) effettuato col famoso materiale Talgo spagnolo.
Può capitare che transitino dei treni straordinari Unitalsi da/per Lourdes.
Appassionato di treni che rimpiange le ferrovie anni '80

Avatar utente
R11386/R1834
**
**
Messaggi: 4058
Iscritto il: dom 27 giu 2010 14:39
Località: Cogoleto (GE), Orsara Bormida (AL) ... e tra treni, nuvole e l'iperspazio

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#14 Messaggio da R11386/R1834 » lun 02 gen 2012 20:49

Infatti, e quest'ultima condizione che anche a me poni forti dubbi sul TAV, e adesso pure su strada c'è una discesa continua del traffico lungo questo valico ... comunque tornando alla storica, ora che ci penso mi ricordo di aver visto a Bruzolo l'acciaieria con quei cumuli di rottami e mi ricordo di sfuggita anche il raccordo, meno male che almeno quelli arrivano via treno!
Me l'auguro anch'io, la scelta è vincente, i treni li ho visto pieni, e poi la parte bassa della Val di Susa è densamente abitata, mentre quella alta è molto frequentata dal punto di vista turistico, non è di certo una linea che da pardite questa! Anche il TGV che ho visto transitare verso Milano era ben frequentato ... una domanda, che treno era il "valigia delle indie"? E perchè il Palatino (nell'ultimo periodo, prima non so) non passava per Modane? Così come l'attuale Thello? Di notte suppongo che la linea non sia chiusa, dato che qualche sparuto merci ci sarà pure, no?
Paradossale che all'epoca siano stati i francesi gli ultimi a finir di costruire la ferrovia, dopo che il traforo era già pronto (pensavo fossero stati gli italiani) ... ora in un certo senso i ruoli si sono girati ...
Peccato che la Fell sia durata così poco ... ma effettivamente anche un eventuale uso turistico all'epoca non era pensabile.

@ Strix Hexe: Grazie per la splendida mappa ... lo scartamento della Fell era ridotto? Perchè non sono riuscito a trovare nozioni in tal senso ...

@ delmo: Non ero sicuro che la competenza di RFI giungesse sino a Modane, nel dubbio ho limitato a Bardonecchia :)

:ciao:
Al paese serve il treno! (e un TPL dignitoso per tutti)
Ciao Marco :(, ora sei assieme alle altre stelle a brillare in cielo ...
R11310/RV1834 nonchè 33% Trio Pluviofilo

Collezionista FOLle di telefoni :mrgreen:

Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10034
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: [LINEA] [RFI] Torino-Bardonecchia e diramazione per Susa

#15 Messaggio da Coccodrillo » lun 02 gen 2012 21:03

delmo 349 ha scritto:il titolo del topic non dovrebbe essere Torino-Modane, anzichè Torino-Bardonecchia?
Dovrebbe essere Torino-Chambéry (almeno), visto che è stata progettata come opera unica.
R11386/R1834 ha scritto:@ Strix Hexe: Grazie per la splendida mappa ... lo scartamento della Fell era ridotto? Perchè non sono riuscito a trovare nozioni in tal senso ...
1100 mm e rotaia Fell in mezzo (info? cercate, anche "Hanscotte" e e "Snaefell Mountain Railway").
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti