[ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10080
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6226 Messaggio da Coccodrillo » gio 07 feb 2019 17:36

Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
settebello
*
*
Messaggi: 634
Iscritto il: sab 20 dic 2003 21:40

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6227 Messaggio da settebello » gio 07 feb 2019 17:41

Ufficialmente: Tunnel Euralpin o Euralpino (in italiano).
Il monte che sottopassa è il Mont Ambin!

renatolucio2006
*
*
Messaggi: 252
Iscritto il: gio 13 mar 2014 20:52
Località: Pavia

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6228 Messaggio da renatolucio2006 » gio 07 feb 2019 18:10

simplon ha scritto:
gio 07 feb 2019 17:15
le comunità locali politiche ed economiche fortemente orientate.
Hai ragione, ma quelle sono delle comunità che di italiano hanno molto poco, per fortuna, e quindi ragionano pro ferrovia come si fa ( correttamente ) in Austria, Svizzera e Germania nonchè Francia. Da Salorno in su la mentalità cambia, e lì un Carlo Ponti non lo si ascolterebbe nemmeno, se non per i primi tre secondi...
Ciao
Renato

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7996
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6229 Messaggio da simplon » gio 07 feb 2019 18:30

settebello ha scritto:
gio 07 feb 2019 17:41
Il monte che sottopassa è il Mont Ambin!
Corretto. Ma in fondo i dents d'Ambin appartengono al gruppo del Moncenisio.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14654
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6230 Messaggio da quattroe28 » gio 07 feb 2019 21:16

è la stessa motivaizone che hanno i notram a Firenze...
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15752
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6231 Messaggio da Tz » gio 07 feb 2019 21:30

@ simplon

Nemmeno io mi sarei acceso tanto a favore di un nuovo tunnel se solo la linea attuale avesse mantenuto il traffico degli anni '80 o almeno essersi ripresa dopo quel mini adeguamento di 10 anni fa... ma invece il tracollo è stato totale per l'evidente inadeguatezza infrastrutturale e l'enorme concorrenza di ben 3 autostrade su un fronte di 200 km.
Non c'è assolutamente nessuna possibilità di recupero ben percepita e sfruttata dai beceri tirroristi notaviani. :shoot:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

renatolucio2006
*
*
Messaggi: 252
Iscritto il: gio 13 mar 2014 20:52
Località: Pavia

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6232 Messaggio da renatolucio2006 » ven 08 feb 2019 7:35

Tz ha scritto:
gio 07 feb 2019 21:30
Non c'è assolutamente nessuna possibilità di recupero ben percepita e sfruttata dai beceri tirroristi notaviani.
Chi ha di più ( TIR, Carlo Ponti, ecc. ) vuole sempre di più...

Ciao
Renato

Avatar utente
giannozz
*
*
Messaggi: 562
Iscritto il: gio 21 ago 2008 17:46
Località: Udine

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6233 Messaggio da giannozz » ven 08 feb 2019 7:45

L'architetto anti-treno pro-asfalto e fanatico liberista è "Marco" Ponti. "Carlo" Ponti era un produttore di film.
Paolo

The best lack all conviction, while the worst
Are full of passionate intensity

(The second coming, W. B. Yeats)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7996
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6234 Messaggio da simplon » ven 08 feb 2019 11:14

Anche se non c'è nulla di ufficiale (note, comunicati, ecc.) si profila molto chiaro l'atteggiamento francese. La Francia leggerà con attenzione il dossier del Ponti-pensiero, ma ufficialmente non lo considererà né tanto meno invierà osservazioni e critiche. Semplicemente sarà ignorato partendo dal presupposto che è un'iniziativa unilaterale del governo italiano, non richiesta dalla Francia né tanto meno condivisa nei termini e nella metodologia, così come non è stata né chiesta né voluta dalla Ue. Pertanto la Francia andrà avanti sulla base degli accordi internazionali sottoscritti dai due paesi. A questo punto potrà essere solo l'Italia a tirarsi indietro, ma pagandone tutte le conseguenze fino all'ultimo centesimo.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2578
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6235 Messaggio da Vainamoinen » ven 08 feb 2019 11:39

Domanda: ma la Francia potrebbe completare il tunnel a suo spese, accordandosi con l'Italia, e darlo in gestione fino a Susa a RFF, facendosi poi pagare il pedaggio di passaggio per i secoli a venire?
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Avatar utente
GT3.2
**
**
Messaggi: 3018
Iscritto il: mer 19 gen 2005 12:08
Località: Annecy

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6236 Messaggio da GT3.2 » ven 08 feb 2019 12:10

1) da vedere se cosi facendo non diventa un'opera a iniziativa nazionale e quindi non piu' eligibile per il cofinanziamento europeo

2) da vedere se progettualmente possibile avanzando solo lato Francia (i no tav a loro dire non vogliono proprio i cantieri in val di susa)

3) da vedere se compatibile con la difficile situazione debitoria di RFF

4) da vedere se i pedaggi da soli consentono l'equilibrio finanziario (c'é sicuramente una parte di benefici che é a vantaggio italiano e che i francesi non catturerebbero

Se anche tutto cio' funzionasse (secondo me: probabilità prossime a zero) da valutare il ritardo enorme che provocherebbe la modifica della procedura

Morale: un grande vaffa a Toninelli, Grillo, Di Maio e cricca é l'unica soluzione
Vogliamo l'Eurostar AV Milano-Bologna-Adriatica - FINALMENTE ARRIVATO!!
Vogliamo la riapertura delle linee "del Tonchino" (Evian-St. Gingolph) e Annecy-Albertville
Vogliamo un servizio decente tra Italia e Savoia! via Sempione E via Modane

Coccodrillo
***
***
Messaggi: 10080
Iscritto il: lun 10 mag 2004 20:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6237 Messaggio da Coccodrillo » ven 08 feb 2019 12:52

Da quello che ho capito l'FBT non sarebbe né di SNCF né di RFI, ma di TELT, che sarebbe un GI (come l'ex TP-Ferro e il suo successore pubblico della Perpignan-Figueras, e come Eurotunnel).
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

renatolucio2006
*
*
Messaggi: 252
Iscritto il: gio 13 mar 2014 20:52
Località: Pavia

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6238 Messaggio da renatolucio2006 » ven 08 feb 2019 14:20

giannozz ha scritto:
ven 08 feb 2019 7:45
L'architetto anti-treno pro-asfalto e fanatico liberista è "Marco" Ponti. "Carlo" Ponti era un produttore di film.
Chiedo scusa per la svista, scuse rivolte in particolar modo a Carlo Ponti il cui nome ho involontariamente infangato. Scrivo senza ironia.
Saluti
Renato

ESCity81
**
**
Messaggi: 3983
Iscritto il: dom 11 ott 2009 18:56

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6239 Messaggio da ESCity81 » ven 08 feb 2019 15:25

simplon ha scritto:
ven 08 feb 2019 11:14
La Francia leggerà con attenzione il dossier del Ponti-pensiero, ma ufficialmente non lo considererà né tanto meno invierà osservazioni e critiche.
Non lo considererà probabilmente proprio perchè lo leggerà con attenzione :>:): :>:):
DAVIDE - ESCity

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7996
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: [ LINEA ] [ AV ] Lione - Torino (2)

#6240 Messaggio da simplon » ven 08 feb 2019 16:26

da il Sole-24 Ore Edilizia&Territorio

Costi-benefici Tav: più aumenta il traffico e peggio va il risultato finale. Ecco i numeri

L’analisi costi-benefici sulla Tav Torino-Lione inviata il 6 febbraio dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli al governo francese e alla Commissione europea, elaborata dal gruppo di professori guidati da Marco Ponti, conferma il metodo utilizzato per il Terzo Valico di Genova: i minori introiti per lo Stato da accise sui carburanti, derivanti dallo spostamento di merci e passeggeri dalla gomma al ferro, vengono calcolati come costi. Con la conseguenza che più aumenta il traffico sulla nuova linea ferroviaria, più cioè la nuova opera “ha successo” nel “riequilibrio modale” dal traffico su strada a quello via treno, più di conseguenza peggiorano i risultati dell’analisi costi-benefici. Nello scenario previsionale di maggior traffico, questi costi da “mancati incassi accise” sarebbero pari a 6 miliardi di euro, su 7 miliardi di risultato totale negativo dell’analisi costi-benefici. Nello scenario alternativo, di minore traffico, i mancati incassi sulle accise peserebbero invece solo 1,2 miliardi di euro, su uno “sbilancio” sempre di 7 miliardi di euro. Il risultato dunque sarebbe sempre pesantemente negativo, ma con tendenza - togliendo le minore accise dai costi - ad andare verso il pareggio tanto più il trasferimento modale dalla gomma al ferro avrà successo. Tutto questo senza considerare i “costi di uscita”, il lavoro affidato da Toninelli a giuristi e avvocati dello Stato per calcolare i costi materiali, contrattuali e da contenzioso da sostenere in caso di stop all’opera: il lavoro non è stato consegnato a Francia e Ue, è in fase di definizione, ma si stimano costi oscillanti tra 2 e 4 miliardi: da un minimo certo per sistemazione cantieri, restituzione fondi Ue e spesa francese, e messa in sicurezza minima della linea storica, a ipotesi invece di contenziosi legali con imprese, Ue e stati esteri, e realizzazione di interventi di riqualificazione della linea storica per adeguarla agli standard normativi di sicurezza (1,5/1,7 miliardi di euro), per un totale fino a 4 miliardi di euro. Nel documento consegnato alla Francia e alla Commissione Ue, dunque, non sono evidenziati né il fattore “minori accise”, né i “costi in caso di stop”.

Zucchetti (Bocconi): «Il metodo Ponti è in contrasto con le linee guida Ue»

Consulente dell’Osservatorio: «Obiettivo Ue è arrivare al 50% delle merci su ferro, impensabile calcolare le minori accise come costo»

«Quello che usa Marco Ponti, il calcolo dei minori incassi da accise sui carburanti, è un vecchio metodo usato dalla Banca Mondiale fino al 2005, e per i paesi in via di sviluppo, oggi invece non previsto dalle linee guida europee sull’analisi costi-benfici. Probabile dunque che la Commissione Ue faccia innanzitutto osservazioni di metodo sul lavoro mandato dal Ministro Toninelli e fatto dal gruppo di lavoro di Ponti».
A spiegarlo è il professor Roberto Zucchetti, professore alla Bocconi di «Metodologie di valutazione delle infrastrutture di trasporto» e da anni consulente dell’Osservatorio tecnico Torino-Lione della presidenza del Consiglio.
«Calcolare il minore incasso dello Stato per le accise come costo - spiega - è un metodo codificato nel 2005 dalla Banca Mondiale. Ma oltre al fatto che si tratta di linee guida di 14 anni fa, erano state pensate per i paesi in via di sviluppo. Oggi lo scenario è invece completamente diverso, soprattutto per gli obiettivi ambientali europei di riequilibrio del traffico merci verso la ferrovia. Già nel 2008 le linee guida della Commissione Ue sull’analisi costi-benefici (Acb) escludeva le minori accise dai costi, e poi con le nuove Linee guida del 2014 questo metodo è diventato obbligatorio per i progetti del Cef, dunque le grandi opere sui corridoi Ten-T come la Torino-Lione».
«È logico che sia così - prosegue Zucchetti - perché l’Unione europea ha posto come obiettivo comunitario il 50% delle merci su ferro entro il 2050. Dunque è possibile prevedere che la commissione, a cui il lavoro di Ponti è stato sottoposto, contesti la metodologia adottata».
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MedieDistanze, sandro.raso e 28 ospiti