Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#1 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 9:49

I problemi di circolazione che si sono avuti in questi giorni in Toscana e le relative polemiche mi hanno acceso la curiosità.
Siamo in grado di fare una lista degli impianti ferroviari provvisti di sghiacciamento automatico scambi?
Io comincio con FI SMN, dove sappiamo che lo sghiacciamento c'è, anche se sembra aver avuto qualche problema.

Interessante sarebbe anche conoscere impianti dove lo sghiacciamento sarebbe molto opportuno, ma non c'è.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15740
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#2 Messaggio da Tz » dom 19 dic 2010 10:27

In tutte le stazioni del reparto di Mortara c'è.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#3 Messaggio da 80Express » dom 19 dic 2010 11:01

Sicuro a Bologna Centrale.
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#4 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 11:08

Grazie Tz, mi sembra un buon inizio che non solo nei grandi nodi (anche se Mortara con tutte le sue linee convergenti non è da poco...) si sia attrezzati! Pensavo peggio da quello che si legge.
C'è da qualche parte su Internet (nel quadro normativo RFI?) la suddivisione in reparti della rete?

Grazie anche a 80Express.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
rhb
*
*
Messaggi: 155
Iscritto il: sab 13 gen 2007 16:46
Località: TN

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#5 Messaggio da rhb » dom 19 dic 2010 13:47

Dovrebbe esserci la lista nella documentazione RFI - circolari compartimentali

Per la zona di Verona ad esempio trovi questo (pag. 17 FCL)

LOCALITÀ DI
SERVIZIO NOTE LOCALITÀ DI
SERVIZIO NOTE
Ala elettrico Mozzecane elettrico
Bolzano gas/elettrico/aria soffiata
Nogara elettrico PC Dolcè elettrico
Borgo Valsugana elettrico Pergine elettrico
Brennero elettrico Peri elettrico
Bressanone elettrico Ponte d'Adige elettrico
Bronzolo elettrico Ponte Gardena elettrico
Brunico elettrico Prato Tires elettrico
Caldonazzo elettrico Rio di Pusteria elettrico
Casteldarne elettrico Romanore elettrico
Colle Isarco elettrico Roncegno Bagni elettrico
Dobbiaco elettrico Rovereto elettrico
Domegliara elettrico S. Antonio Mantovano elettrico
Dueville elettrico S.Candido elettrico
Egna T. elettrico Strigno elettrico
Fortezza elettrico Terlano elettrico
Gargazzone elettrico Thiene elettrico
Grigno elettrico Trento elettrico
Isola della Scala elettrico Trento Roncafort gas
Lana Postal elettrico Valdaora elettrico
Le Cave elettrico Vandoies elettrico
Legnago elettrico Verona Parona elettrico
Levico Terme elettrico Verona P.N. lato est elettrico
Mantova elettrico Verona P.N. lato ovest aria soffiata
Mattarello elettrico Vicenza elettrico
Merano elettrico Villazzano elettrico
Merano Maia B. elettrico Vilpiano elettrico
Mezzocorona elettrico Vipiteno elettrico
Monguelfo elettrico

Avatar utente
Fabry 71
*
*
Messaggi: 255
Iscritto il: gio 07 ott 2010 11:37
Località: Nei dintorni di Fossano (CN)

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#6 Messaggio da Fabry 71 » dom 19 dic 2010 14:53

Nella stazione di Ronco Scrivia, linea Genova - Milano, Genova - Torino è dotata di "scambi risaldati". Negli ultimi due anni ha nevicato e sta nevicando intensamente (nevica in questo momento) e la neve ghiecciando rimane per parecchio tempo. Però non abbiamo mai avuto problemi. La circolazione non ha mai avuto interruzioni e visto che proprio a Ronco prendo il treno praticamente tutti i giorni questa è una cosa molto apprezzata dai pendolari

Avatar utente
Intallonabile
**
**
Messaggi: 2695
Iscritto il: gio 16 nov 2006 20:31
Località: M45

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#7 Messaggio da Intallonabile » dom 19 dic 2010 14:59

Sugli FL c'è tutto.

A Firenze SMN è stato attuato il piano neve, non il piano "entrano meno treni perchè non ci sono le scaldigle".
"Un treno fermo è un treno sicuro, ma non è per questo che i treni sono stati costruiti"

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#8 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 15:42

Grazie a Inta e rhb, in effetti negli fcl c'è una bella lista, che adesso mi studio. Vedo che il nome ufficiale RFI è "snevatore". Chi è che diceva che a Settimo Torinese li avevano smontati?

Dando una prima passata, in Piemonte ed Emilia la copertura sembra abbastanza buona, invece già in Toscana saltano all'occhio ad esempio le mancanze di tutte le stazioni dopo Rifredi in direzione Pisa (Pisa e Livorno comprese). Mancano anche stazioni di una certa importanza sulla LL, come S. Giovanni Valdarno, Montevarchi e addirittura Pontassieve, da dove si dirama la linea per il Mugello (quindi lì almeno 3 scambi non li possono saldare...).
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5444
Iscritto il: lun 10 nov 2008 15:43

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#9 Messaggio da sandro.raso » dom 19 dic 2010 16:38

Un tempo c'erano sicuramente a Genova Brignole, fui io stesso presente nel 1985 ad una visita di studenti guidata dall'ing. Vittorio Finzi (che all'epoca era già in pensione come dirigente FS, ma ancora attivo come docente universitario) proprio mentre li stavano finendo di montare.
Esistono ancora? E se no, come mai?
Immagine

qalimero
**
**
Messaggi: 7014
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#10 Messaggio da qalimero » dom 19 dic 2010 16:58

In caso di "neve" S.Giovanni e Montevarchi possono essere trattate come "fermate", e sono comuqneu sede di impiantidi manutenzione.

Pontassieve, anche esso sede d iimpianto di manutenzione infrastrutture, può prevedere che i "Borgo" venganoattestati e conclusi sul binario I.

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#11 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 17:17

A Ge. Brignole secondo il FCL esistono, a La Spezia non paiono esistere.
grazie qali: "Sede di impianto di manutenzione infrastrutture" immagino voglia dire che, se necessario, c'è qualche operaio che può darsi da fare a usare un piccolo spazzaneve a spinta, o a spalare? Ho peraltro citato S. Giovanni e Montevarchi pensando che comunque potrebbero essere località in cui vengono effettuate precedenze (visto che di merci ne transitano un tot, e di treni Reg, se non addirittura Pax, anche), per cui qualche scambio sempre attivo non sarebbe male. E' vero che Figline che è a due passi lo snevamento ce l'ha... Mancano però anche i secondi bivi Valdarno Nord e Valdarno Sud.

In generale secondo il mio incompetente parere in Toscana qualche impianto in più si potrebbe attrezzare.

Fra l'altro mi vengono altre domande: la potenza necessaria per l'impianto da dove si deriva? Si parte direttamente con apposita linea di alimentazione (a quanti V?) da una sottostazione? O si parte dalla rete Enel?
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
Aln
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3050
Iscritto il: sab 16 apr 2005 9:03
Località: Succursale del Piave km 16 + 824
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#12 Messaggio da Aln » dom 19 dic 2010 17:39

Parentesi: gli snevatori possono anche essere alimentati a gas.
»Niente è più profondamente italiano delle FS. E niente rispecchia i limiti e i difetti del nostro popolo più delle Ferrovie dello Stato.«
_____________________
Alessandro
FERROVIE ON LINE

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#13 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 17:57

Vero: io mi sono basato sul FCL della Direzione Territoriale di Genova, dove è anche riportato il tipo di snevatore: in quella Direzione quasi tutti gli impianti hanno snevatori elettrici. Come curiosità Arquata, Busalla e Ovada paiono avere sia snevatori elettrici, sia snevatori a gas.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
E.636.263
*
*
Messaggi: 286
Iscritto il: sab 09 gen 2010 13:23

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#14 Messaggio da E.636.263 » dom 19 dic 2010 19:22

Per Carlosanit: l'alimentazione degli scalda scambi proviene dall'Enel (o altro ente distributore dell'energia elettrica), generalmente a 380-400 V o 1000 V e viene trasformata in bassa tensione (credo 48 V) presso i singoli scambi da dei trasformatori racchiusi dentro a custodie verniciate in giallo e nero a striscie (ti sarà capitato di vederle in stazione).
La potenza assorbita dalle scaldiglie di uno scambio è di circa 10 kW
Appassionato di treni che rimpiange le ferrovie anni '80

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2881
Iscritto il: sab 13 set 2008 8:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Dove è presente lo sghiacciamento scambi?

#15 Messaggio da Carlosanit » dom 19 dic 2010 20:08

Grazie E.636.263! Adesso cercherò di notare le custodie, quando viaggio.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti