Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
nicola_luisari
**
**
Messaggi: 1018
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1606 Messaggio da nicola_luisari » lun 15 gen 2018 22:57

Cinghio, ma tu nei paesi che elenchi lungo la linea ci sei mai stato ? Perché quando ci passo in macchina non vedo quasi mai nessuno tranne qualche vecchietto al bar. L'ipotesi che fai non è ragionevole.I 500 abitanti di Terranova Monferrato, peraltro spersa nelle campagne, avranno un età media di 65 anni. Non è un paese per giovani....3 condomini di Milano fanno più abitanti.
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
EBD 700-11 FM
*
*
Messaggi: 750
Iscritto il: gio 07 mag 2009 15:24
Località: Casatenovo (LC)

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1607 Messaggio da EBD 700-11 FM » mar 16 gen 2018 13:05

Tz ha scritto:
lun 15 gen 2018 17:14
[...] della Casale-Mortara, che sarà il più totale flop, vorrà dire che me ne farò una ragione.
Tz, scusami: ma perché dici che la Casale-Mortara sarà un flop? Alla fine, anche "escludendo" le fermate intermedie rimetterebbe in comunicazione Milano con Casale Monferrato, senza dove andare a Chivasso o ad Alessandria; inoltre, essendo Casale a livello tariffario "Lombardia", si spenderebbe anche meno.
"Serbi Dio l’Austriaco Regno, Guardi il nostro Imperator
Nella fè che gli è sostegno, Regga noi con saggio amor!
Difendiamo il serto avito, Che Gli adorna il regio crin;
Sempre d'Austria il soglio unito, Sia d’Asburgo col destin!"

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14141
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1608 Messaggio da Tz » mar 16 gen 2018 13:32

Perchè pensare che il traffico pendolare tra Casale e quella fogna di Mortara possa giustificare quella riapertura è assurdo.
Perchè la via migliore e più veloce da Casale per Milano è la via Vercelli (e per questo è indispensabile riaprire la Casale-Vercelli anche elettrificandola) mentre la via cesso Mortara-Milano non ha alcuna attrattiva ne come tempi ne come servizio offerto. Certo che è assurdo andare a Milano da Casale via Chivasso o Alessandria...
Perchè per altre destinazioni da Casale sono più convenienti altre vie. Per Novara sempre via Vercelli e per Pavia via Valenza.
In sostanza non può stare in piedi quella linea e tanto meno un servizio cadenzato all'ora (come previsto in quel protocollo) per tutta la giornata su quell'inutile itinerario. Come detto le coincidenze a Mortara arrivando da Casale non hanno alcuna attrattiva e tra le due città, che appartengono a province diverse, non c'è alcun scambio.
Con due autobus nelle ore di punta puoi fare quel servizio per trasportare qualche studente e pendolare giusto nelle ore di punta.
Avevo utilizzato qualche ALn668 su quella tratta gli ultimi tempi di servizio ma era la desolazione totale.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
EBD 700-11 FM
*
*
Messaggi: 750
Iscritto il: gio 07 mag 2009 15:24
Località: Casatenovo (LC)

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1609 Messaggio da EBD 700-11 FM » mar 16 gen 2018 17:03

Tz ha scritto:
mar 16 gen 2018 13:32
Avevo utilizzato qualche ALn668 su quella tratta gli ultimi tempi di servizio ma era la desolazione totale.
Posso capire, ma prima della sospensione l'orario era ancora il classico orario "all'italiana" delle linee secondarie: più bus che treni e, questi ultimi, fuori nodo o ad orari improbabili. Concordo che senza il proseguio verso Asti la linea è "inutile" però, è un primo passo. La cosa che mi auguro è che sul territorio venga fatta promozione, per non ritrovarsi a linea riaperta colla gente che si chiede il perché passi il treno.

Secondo me, qualsiasi riapertura è da salutare.
"Serbi Dio l’Austriaco Regno, Guardi il nostro Imperator
Nella fè che gli è sostegno, Regga noi con saggio amor!
Difendiamo il serto avito, Che Gli adorna il regio crin;
Sempre d'Austria il soglio unito, Sia d’Asburgo col destin!"

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7408
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1610 Messaggio da Cinghiale » mar 16 gen 2018 17:54

Anche a modesto parere di chi scrive, lodevole il ripristino del servizio, in ispecie su linee di lunga tradizione (Castagnole Lanze - Asti - Mortara, 1870; Casale Monferrato - Vercelli, 1857) ed ancor più lodevole l'esecuzione di migliorie e, a maggior ragione, la costruzione di nuove ferrovie che portino il treno dove non è mai arrivato prima d'ora.
Si osservi che l'autobus impiega 47 (quarantasette) minuti primi nominali, in assenza di traffico ed in condizioni atmosferiche non avverse, alla media commerciale di poco superiore ai 36 (trentasei) kilometri orari, per compiere un percorso di circa 27.5 (ventisette & mezzo) kilometri, con tutta la scomodità e la bassa sicurezza tipiche del mezzo stradale.
Da quanto si evince dal fascicolo linea numero 12, la tratta verso la Lomellina ammette velocità pari a 80 km/h per entrambi i ranghi A & B su quasi tutto il percorso, ad eccezione di un breve tratto di 4 km da percorrere a 75 km/h per il rango A e di un altro lungo 5 km, che ammette velocità di 100 km/h per il rango A e di 105 per il rango B. Essendo il tracciato particolarmente amichevole dal punto di vista planoaltimetrico, è ragionevole assumere un elevamento di questi valori, magari ammettendo anche il rango C, con il che l'autobus extraurbano non avrebbe più alcuna ragione di circolare.

EBD 700-11 FM ha scritto:
mar 16 gen 2018 17:03
(omissis) ... proseguio ... (omissis)
Recte: prosieguo.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14141
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1611 Messaggio da Tz » mar 16 gen 2018 18:00

@ EBD 700

Sono il primo a dire che le linee non si devono chiudere ma una volta chiuse come queste costa un bordello riattivarle e se non diventano sostenibili (e la Casale-Mortara non lo sarà mai !) è un doppio disastro economico e di immagine che giocherà negativamente magari su altre che ha più senso riaprire.

L'assurdità di questa riapertura secondo me è di ritenere prioritaria la Casale-Mortara e solo di conseguenza riaprire anche la Casale-Vercelli per meglio utilizzare materiale e personale...
In realtà, al massimo, dovrebbe essere il contrario... :wall:

La linea è inutile anche se la Casale-Asti fosse riaperta perchè non esiste ormai da decenni una richiesta di trasporto locale che attraversi Casale, rimarrebbero di fatto due tronconi commerciali distinti come lo sono i Chivasso-Casale-Valenza che esiste solo per necessità tecniche perchè la linea è tutta elettrificata (e la sola del nodo di Casale) ma commercialmente sono due tronconi separati perchè tutti i viaggiatori salgono o scendono a Casale...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7228
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1612 Messaggio da simplon » mar 16 gen 2018 18:14

è ragionevole assumere un elevamento di questi valori, magari ammettendo anche il rango C
Alice nel paese delle meraviglie o, se preferite, Pinocchio nel paese dei balocchi!

s.
No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
nicola_luisari
**
**
Messaggi: 1018
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1613 Messaggio da nicola_luisari » mar 16 gen 2018 18:59

Cinghiale ha scritto:
mar 16 gen 2018 17:54
Anche a modesto parere di chi scrive, lodevole il ripristino del servizio, in ispecie su linee di lunga tradizione (Castagnole Lanze - Asti - Mortara, 1870; Casale Monferrato - Vercelli, 1857)
1870 e 1857.

Riapriamo allora anche il gamba de legn e rimettiamo in servizio la Rocket (e i velieri). (Personalmente sarei favorevole......)
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
EBD 700-11 FM
*
*
Messaggi: 750
Iscritto il: gio 07 mag 2009 15:24
Località: Casatenovo (LC)

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1614 Messaggio da EBD 700-11 FM » mar 16 gen 2018 19:27

Tz ha scritto:
mar 16 gen 2018 18:00

L'assurdità di questa riapertura secondo me è di ritenere prioritaria la Casale-Mortara e solo di conseguenza riaprire anche la Casale-Vercelli per meglio utilizzare materiale e personale...
In realtà, al massimo, dovrebbe essere il contrario... :wall:
Ragionando "all'italiana", potrebbe essere un modo come dire: "Vedete? L'abbiamo riaperta e non c'è nessuno! Quindi inutile riaprire la Vercelli". Poi, il fatto che sulla Mortara basta rimettere le sbarre e riattivare i segnali, essendo l'armamento rifatto nel 2010, porta a spendere meno anche in totale flop.

Voglio essere fiducioso. Piuttosto, come al solito, a riaprire c'ha pensato TN, sei fosse per TI e la Regione Piemonte...
"Serbi Dio l’Austriaco Regno, Guardi il nostro Imperator
Nella fè che gli è sostegno, Regga noi con saggio amor!
Difendiamo il serto avito, Che Gli adorna il regio crin;
Sempre d'Austria il soglio unito, Sia d’Asburgo col destin!"

giorgiostagni
*
*
Messaggi: 913
Iscritto il: gio 19 ago 2010 21:22
Località: Milano
Contatta:

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1615 Messaggio da giorgiostagni » mar 16 gen 2018 19:37

EBD 700-11 FM ha scritto:
mar 16 gen 2018 19:27
Piuttosto, come al solito, a riaprire c'ha pensato TN, sei fosse per TI e la Regione Piemonte...
Le imprese ferroviarie non c'entrano nulla, ovviamente, nella pianificazione del servizio. E comunque TN non ha avuto alcun ruolo in questo specifico caso.
Si riapre per prima la linea su Mortara - rispondo a Tz, ma sicuramente l'avevo già detto - semplicemente perché così il Piemonte può farne pagare metà alla Lombardia. Oppure può spartire le colpe se qualcosa andasse storto. Lapalissiano e in un certo senso persino pragmatico.
Per il resto condivido le osservazioni di Tz.

Su quell'altro fuori di melone, stendo velo pietoso.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14141
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1616 Messaggio da Tz » mar 16 gen 2018 19:46

EBD 700-11 FM ha scritto:
mar 16 gen 2018 19:27
........ sulla Mortara basta rimettere le sbarre e riattivare i segnali..........
:lol: :lol: :lol: per fare funzionare i PL, i segnali e il Bca ci vogliono i cavi in linea... ma non credo ce ne siano più tanti... :wall: non solo, lato Casale qualche anno fa avevano tolto anche tratti di binario... :mrgreen: :roll:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7408
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1617 Messaggio da Cinghiale » mer 17 gen 2018 8:38

simplon ha scritto:
mar 16 gen 2018 18:14
è ragionevole assumere un elevamento di questi valori [di velocità massima ammessa], magari ammettendo anche il rango C
Alice nel paese delle meraviglie o, se preferite, Pinocchio nel paese dei balocchi!

s.
Trattasi di linea spezzata i cui tratti rettilinei sono raccordati da curve di raggio particolarmente addomesticato, in aperta campagna pianeggiante, dove, tecnicamente, nessuna operazione risulta difficile, anzi, si può compiere in improvvisazione diretta, progettandola solo a mente.
Prima della riapertura, ovviamente, ci sarà un esame dell'armamento che riguarderà l'intero percorso, esame in occasione del quale si potrebbe aumentare leggermente la sopraelevazione in curva mediante rincalzo, fermo restando il limite, almeno teoricamente, infinito nelle tratte rettilinee. Non si tratta di realizzare una tratta ad alta velocità da 300 km/h, però elevare il tutto a 100 / 110 / 120 dovrebbe essere tranquillamente fattibile, il che significherebbe raggiungere Mortara da Casale Monferrato in una ventina di minuti - va da sé - senza fermate intermedie, per servizi di livello più veloce.
A chi obietta sulle date, rispondo che, se già in allora era sentita l'esigenza di servire quelle aree con il mezzo tecnicamente più evoluto, a maggior ragione lo dovrebbe essere oggi. In una pubblicazione di Mario Matto intitolata Santhià e la ferrovia: una storia che dura da 150 anni, edita dalla Tipolitografia Grafica Santhiatese, finita di stampare nel settembre 2006, si parla di un progetto per collegare Santhià ad Ivrea per ferrovia: fu realizzata, invece, una lenta tramvia a scartamento 750 mm, in sede promiscua, poi smantellata; oggi, su quel percorso, corre un'autostrada, come paventato anche tra Vercelli e Pavia, pur essendo disponibile una ferrovia le cui migliorie sono poco o punto impegnative. Lo stesso dicasi della Asti - Chivasso, concepita come parte di un collegamento tra Genova ed Aosta.
Quanto al Gamba de legn, nessuna mente sana metterebbe in discussione le tramvie interurbane, meglio se su sede propria, specie in zone altamente urbanizzate; oggigiorno, potrebbero essere realizzate anche nella loro naturale evoluzione: la metropolitana, quale anello di congiunzione tra le tramvie ordinarie e le ferrovie a tutto tondo.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13060
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1618 Messaggio da UluruMS » mer 17 gen 2018 9:05

Stolti, non capite che questa operazione è solo prodromica ad interventi molto più consistenti? L'elettrificazione da Casale a Vercelli e Mortara, la lunetta di Casale Popolo e il raddoppio Mortara-Albairate, che sono funzionali alla costruzione dell'orario cadenzato interegionale, da affifare in gara (sono quasi 4M di trenikm annui), comprendente i seguenti servizi:
R ogni 60' Alessandria-Casale-Vercelli-Novara
R ogni 120' Casale-Chivasso-Torinno
RE ogni 120' Rogoredo-Mortara-Casale P-Chivasso-Torino
R ogni 120' Rogoredo-Mortara-Casale
R ogni 120' Alessandria-Mortara-Rogoredo
RE ogni 120' Alessandria-Mortara-Rogoredo

Cribio, è così evidente!




:megaball:


:>:):
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."
Vanzago delenda est
"omissis" Cit: Amitrano Pasquale

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7408
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1619 Messaggio da Cinghiale » mer 17 gen 2018 9:21

Una lunetta tra Casale Popolo e Terranova Monferrato, di circa 700 m e facile realizzazione, sarebbe molto utile per il servizio merci.


Un tempo, tra Mortara e Torino Porta Susa, circolava la seguente coppia di treni:

Diretto 737 / 240 Mortara - Torino Porta Susa


Mortara, partenza ore 9:58

Cozzo, partenza ore 10:14

Candia Lomellina, partenza ore 10:19

Casale Monferrato, arrivo ore 10:38
Casale Monferrato, partenza ore 10:42

Trino Vercellese, partenza ore 11:00

Crescentino, partenza ore 11:15

Chivasso, arrivo ore 11:32
Chivasso, partenza ore 11:33

Brandizzo, partenza ore 11:38

Settimo, partenza ore 11:46

Torino Porta Susa, arrivo ore 11:58



Diretto 241 / 736 Torino Porta Susa - Mortara


Torino Porta Susa, partenza ore 6:41

Torino Dora, partenza ore 6:44

Chivasso, arrivo ore 7:01
Chivasso, partenza ore 7:04

Verolengo, partenza ore 7:14

Crescentino, partenza ore 7:24

Trino Vercellese, partenza ore 7:37

Casale Monferrato, arrivo ore 7:57
Casale Monferrato, partenza ore 8:01

Terranova Monferrato, partenza ore 8:14

Candia Lomellina, partenza ore 8:23

Cozzo, partenza ore 8:27

Mortara, arrivo ore 8:43

Astro
*
*
Messaggi: 806
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1620 Messaggio da Astro » mer 17 gen 2018 9:32

Una coppia così non serve a nulla. Completamente in controflusso in zone disabitate.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: spiff e 14 ospiti