Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
EBD 700-11 FM
*
*
Messaggi: 723
Iscritto il: gio 07 mag 2009 15:24
Località: Casatenovo (LC)

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1576 Messaggio da EBD 700-11 FM » sab 13 gen 2018 9:18

Tz ha scritto:
ven 12 gen 2018 23:19

[...] elimineresti molti conflitti di circolazione a Mortara attestando i Pavia al tronchino.
Il quale è stato prontamente segato l'anno scorso quando, seppur timidamente, l'idea della riapertura della linea si stava concretizzando. :wall:

Pongo alcune considerazioni/domande in merito alla (giustissima) riapertura:

1) Da Vercelli a Casale e da Casale a Mortara, quali stazioni verranno riaperte? Per la prima si avranno ancora degli "sparatoni" tra la due città?
2) Visto che il servizio lo dovrebbe fare la "nostrana" TN, quanto è plausibile che il servizio, almeno sulla Casale-Vercelli, sia l'attuale servizio Regionale da Pavia prolungato su Casale via Vercelli?
3) Il proseguimento su Asti, per ora, è infattibile per la galleria "Ozzano" ma essa, dati alla mano, si trova dopo la stazione di San Giorgio Casale: non sarebbe stato possibile riaprire fino a lì, almeno per dare un segnale di voler proseguire nella riapertura?
"Serbi Dio l’Austriaco Regno, Guardi il nostro Imperator
Nella fè che gli è sostegno, Regga noi con saggio amor!
Difendiamo il serto avito, Che Gli adorna il regio crin;
Sempre d'Austria il soglio unito, Sia d’Asburgo col destin!"

Avatar utente
nicola_luisari
*
*
Messaggi: 953
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1577 Messaggio da nicola_luisari » sab 13 gen 2018 9:50

Che interesse ha uno di Aosta o di Vercelli ad andare a Pavia attraversando un deserto dei tartari in salsa lomellina ?
Che percentuale di riempimento si prevede per un Aosta Vercelli Mortara Pavia senza fermate (o anche con) ?

Passo da Casale andando in montagna perche' a certe ore posso fare I 120 sulle statali vista la densita' di traffico e l'assenza di esseri umani nel raggio di 600 mt dalla carreggiata, posso immaginare sui treni.
Non c'e' un paese uno dove la stazione non sia lontano dall'abitato e la ferrovia riesce a non avvicinarsi a nulla che dia l'impressione di essere abitato.
Senza contare le zanzare d'estate, azzarderei un 10% a dir tanto.
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7207
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1578 Messaggio da Cinghiale » sab 13 gen 2018 9:51

L'obiettivo è levare utenza dalle strade, specie nei periodi di maggiore affollamento: chi, da Pavia, desiderasse andare a sciare in Valle d'Aosta, potrebbe trovare un Espresso, con fermate a Mortara, Vercelli, Santhià, Chivasso, Ivrea, Pont Saint Martin, Verres, Saint Vincent, Châtillon, Aosta e, magari, prosecuzione su Pré Saint Didier.

EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
(omissis) ... Il proseguimento su Asti, per ora, è infattibile per la galleria di Ozzano, ma essa, dati alla mano, si trova dopo la stazione di San Giorgio Casale: non sarebbe stato possibile riaprire fino a lì, almeno per dare un segnale di voler proseguire nella riapertura?

Senza contare che, tra l'Ospedale Santo Spirito e l’aeroporto Cappa, nella zona illustrata in ortofotografia, potrebbe essere realizzata una fermata, ovviamente, senza precludere la possibilità di raddoppio, fermata che andrebbe a servire non solo l’aeroporto e l’Ospedale, per accedere al quale sarebbe opportuno aprire un accesso da Sud, ma anche l’intera zona meridionale della Città, area distante dall’unica attuale stazione. Desta altresì scalpore che tanto le industrie, quanto il centro commerciale della Cittadella non siano adeguatamente raccordati alla rete ferroviaria, la quale potrebbe servire per approvvigionamento e distribuzione delle merci molto meglio ed in maniera più ecologica di quanto non possa fare la strada con tutta la pletora di autocarri che la solcano. Si osservi che, nella realizzanda fermata, è possibile anche posare il doppio binario, poiché il sottopasso in cui corre la SS 31 è di notevole larghezza, se osservato dal versante ferroviario e nulla vieta di raccordare la linea per Asti con quella per Alessandria mediante una lunetta di circa un kilometro, a vantaggio dei treni merci, che non sarebbero più costretti ad eseguire manovra d’inversione nella stazione principale.

Avatar utente
nicola_luisari
*
*
Messaggi: 953
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1579 Messaggio da nicola_luisari » sab 13 gen 2018 12:20

Cinghio, io vado a sciare in Valle e ci metto 1h 45m porta porta. Quando sono la ho bisogno la macchina. Chiunque nelle valle laterali ha bisogno la macchina; fosse solo anche per portar su valigie, spesa o bambini.
Salire con treno + pullman e' fuori questione, quadruplichi il tempo di viaggio A/R e perdi 2 giorni di sci. Suvvia, siamo pratici.
E non mi parlare di coincidenze, etc etc. Se poi il treno tarda, salta la coincidenza e devo aspettare 2 ore con figli, armi e bagagli non basta il calendario di padre Pio ad elencare santi e madonne.

Arrivo a Pre': cosa fai ? Sei a 10 km dagli impianti. Un Pullman ? E quanto ci metti ?

Quanto all'aeroporto Cappa non e' aperto al traffico commerciale e ti posso assicurare che il traffico aereo e' INESISTENTE, tranne per qualche lancio di para' e sporadici voli di ultraleggeri (pochi) o di aviazione generale. La pista e' in erba e dopo la pioggia finisci nelle pozzanghere non appena metti giu' le ruote.
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

ssb
**
**
Messaggi: 1903
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1580 Messaggio da ssb » sab 13 gen 2018 12:22

Adesso arriva con l’impianto ettometrico...

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 13412
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1581 Messaggio da Tz » sab 13 gen 2018 13:45

Un servizio a spola Casale-San Giorgio non ha alcun senso ne sostenibilità economica.
L'aeroporto di Casale va bene per dei Piper e per manifestazioni di Mongolfiere.
Il raccordo merci presso l'attuale Cittadella c'era ed era gestito dalla Messina, arrivava uno/due merci di container la settimana fino al 2008... tutto abbandonato.
Andare in Val d'Aosta in treno per sciare non sta in piedi. In Francia fanno delle doppie di TGV per le stazioni sciistiche ma per le settimane bianche non per la sciata della domenica come si intende qui.
E' sempre stata un'altra delle mie idee quella di collegare la Val d'Aosta con la Liguria dal 1984 quando hanno messo in CTC ed elettrificato la Chivasso-Casale-Valenza... Un Aosta-Genova diretto sarebbe stato in piedi molto più di un Biella-Genova con due inversioni di marcia... ma non mi sono mai sognato di collegare Aosta con Pavia... ::-?:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 13412
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1582 Messaggio da Tz » sab 13 gen 2018 14:03

EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
Il quale è stato prontamente segato l'anno scorso quando, seppur timidamente, l'idea della riapertura della linea si stava concretizzando. :wall:
Non facciamo confusione. Quel tronchino che intendi tu era in realtà il binario 4 che di fatto non è MAI stato un binario utilizzabile ne per la circolazione ne per i viaggiatori perchè senza marciapiede... e ridotto a tronchino per ricovero materiali dal 1997 quando venne attivato l'ACEI. Oggi non esiste più.
Il tronchino che intendo è il "Tronco A" lato Pavia del FV dove sono sempre stati attestati sia dei Pavia sia dei Casale.
EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
Pongo alcune considerazioni/domande in merito alla (giustissima) riapertura:
Di giusto e sensato nella riattivazione della Casale-Mortara non c'è assolutamente nulla nell'ottica del TPL attuale anche se non posso che essere favorevole a rivedere dei binari percorsi da treni. Purtroppo fra qualche anno ne dovremo trarre le conseguenze e capire che è stata l'ennesima coglionata... :roll:
EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
1) Da Vercelli a Casale e da Casale a Mortara, quali stazioni verranno riaperte? Per la prima si avranno ancora degli "sparatoni" tra la due città?
da Vercelli a Casale penso proprio niente e che non venga riattivata la stazione d'incrocio di Pertengo che invece in ottica della futura elettrificazione potrebbe servire.
Sulla Casale-Mortara ho visto che riattiveranno la stazione di Candia con l'ACEI punto-punto come prima per eventuali incroci anche se NON previsti in orario... altri soldi sbattuti via... :roll:
EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
2) Visto che il servizio lo dovrebbe fare la "nostrana" TN, quanto è plausibile che il servizio, almeno sulla Casale-Vercelli, sia l'attuale servizio Regionale da Pavia prolungato su Casale via Vercelli?
No. E' previsto che la Casale-Vercelli e Casale-Mortara abbiano "vita propria" come giro di materiali e di personale.
EBD 700-11 FM ha scritto:
sab 13 gen 2018 9:18
3) Il proseguimento su Asti, per ora, è infattibile per la galleria "Ozzano" ma essa, dati alla mano, si trova dopo la stazione di San Giorgio Casale: non sarebbe stato possibile riaprire fino a lì, almeno per dare un segnale di voler proseguire nella riapertura?
Se proprio si vogliono spendere soldi vedo MOLTO più utile pensare alla riattivazione della Alba-Castagnole-Asti...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
GabryJ84
**
**
Messaggi: 5573
Iscritto il: ven 20 mag 2005 7:23
Località: Pavia, Milano, Udine, Lignano, Nel Cimitero dei Giganti che dormono evocando la Storia che fu...
Contatta:

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1583 Messaggio da GabryJ84 » sab 13 gen 2018 14:11

Tz ha scritto:
sab 13 gen 2018 14:03
da Vercelli a Casale penso proprio niente e che non venga riattivata la stazione d'incrocio di Pertengo che invece in ottica della futura elettrificazione potrebbe servire.
Questo te lo confermo in pieno perchè ho parlato con delle persone e la situazione di Pertengo versa nel disastro. La stazione è stata aperta e l'ACEI rubato (è rimasto solo lo scheletro), l'interno dell'U.M. è stato vandalizzato e la sala relè murata, ma non si sa se prima o dopo.
Visto anche che Pertengo non era neanche più fermata ma solo P.M. e che in Piemonte c'è già un'altra tratta così lunga senza incroci (Bra-Cavallermaggiore), nessuno ha intenzione di mettere neanche 1 euro per riattivare una situazione così disastrata e con nessuna probabilità di utilizzo.
Paradossalmente sarebbe la stessa situazione della Casale-Asti, peccato che Moncalvo fosse stazione, parzialmente utilizzata, ma dopo l'incendio anche lei ha l'apparato completamente da rifare (sala relè bollita).
Tz ha scritto:
sab 13 gen 2018 14:03
Sulla Casale-Mortara ho visto che riattiveranno la stazione di Candia con l'ACEI punto-punto come prima per eventuali incroci anche se NON previsti in orario... altri soldi sbattuti via... :roll:
Io avevo sentito che l'idea era quella di inserirla in qualche modo nel CTC della Valenza, perchè Casale, ma non so se abbiano mai iniziato i lavori, era prevista anche lei (credo per fine anno) come inserita nel telecomando della Valenza e impresenziata.
There are dreams that cannot be,And there are storms we cannot weather,I had a dream my life would be,So different from this hell I'm living,So different now from what it seemed,Now life has killed the dream I dreamed...
Ingnoccamento: 43%
Ciao Marco...

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 13412
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1584 Messaggio da Tz » sab 13 gen 2018 14:42

C'era Pertengo nel CTC della Chivasso-Valenza ma quando il DCO era ad Alessandria... adesso a Torino sarebbe da fare tutto nuovo...

Cosa c'entra Moncalvo ? La confondi con Candia ?
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
GabryJ84
**
**
Messaggi: 5573
Iscritto il: ven 20 mag 2005 7:23
Località: Pavia, Milano, Udine, Lignano, Nel Cimitero dei Giganti che dormono evocando la Storia che fu...
Contatta:

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1585 Messaggio da GabryJ84 » sab 13 gen 2018 14:52

Tz ha scritto:
sab 13 gen 2018 14:42
C'era Pertengo nel CTC della Chivasso-Valenza ma quando il DCO era ad Alessandria... adesso a Torino sarebbe da fare tutto nuovo...

Cosa c'entra Moncalvo ? La confondi con Candia ?
No, era per dire che la situazione sarebbe identica. (tratta lunga e con impianto in mezzo)

Candia da quanto ne so l'ACEI è ancora tutto al suo posto, peccato che non ci sia nemmeno un cavo più nel piazzale. Nel gennaio di qualche anno fa, nonostante i carabinieri dietro la stazione, son venuti di notte e hanno fatto piazza pulita dei cavi, sia lato casale, sia lato pavia che in stazione.
A Casale è andato in allarme il controllo segnali, il giorno dopo han chiamato gli IS e dato che la linea era chiusa han staccato il contatore e buonanote.
There are dreams that cannot be,And there are storms we cannot weather,I had a dream my life would be,So different from this hell I'm living,So different now from what it seemed,Now life has killed the dream I dreamed...
Ingnoccamento: 43%
Ciao Marco...

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 6683
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1586 Messaggio da simplon » sab 13 gen 2018 17:29

A dar credito a una certa dietrologia, si sostiene che l'accelerata (quasi imprevista e accettata anche da chi fino a ieri faceva finta di non sentire) per la riapertura della Casale-Mortara, nasconda in realtà una testa d'ariete per far sbloccare il raddoppio della Mortara-Milano, paventando a quel punto la possibilità di collegamenti RV sul capoluogo lombardo.

s.
No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 13412
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1587 Messaggio da Tz » sab 13 gen 2018 18:04

Adesso la relazione più importante diventerebbe Milano-Casale invece di Milano-Alessandria Immagine
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

ssb
**
**
Messaggi: 1903
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1588 Messaggio da ssb » sab 13 gen 2018 20:38

GabryJ84 ha scritto:
sab 13 gen 2018 14:11
Questo te lo confermo in pieno perchè ho parlato con delle persone e la situazione di Pertengo versa nel disastro. La stazione è stata aperta e l'ACEI rubato (è rimasto solo lo scheletro), l'interno dell'U.M. è stato vandalizzato e la sala relè murata, ma non si sa se prima o dopo.
Ma chi ruba un ACEI e cosa ne fa? (Non mi stupirebbe sapere che sia stato qualche appassionato...). Immagino che rivendere le componenti per l’uso originario sia piuttosto difficile oggigiorno. Come singola componentistica elettrica?

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 6683
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1589 Messaggio da simplon » sab 13 gen 2018 22:02

da La Stampa

Per il presidente della Provincia

Vercelli-Casale, un bluff
“Mancano soldi e progetto”


«Siamo favorevoli alla riattivazione della linea ferroviaria Vercelli-Casale, un progetto importante per legare i due territori. Per farlo però non servono annunci ma una visione chiara, strategica, accompagnata da risorse certe». Interpellato, il presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti interviene sulla sottoscrizione del protocollo d’intesa siglato l’altro giorno a Casale: «L’idea di riattivare la linea può essere un’opportunità per diversi fattori - dice -, consentire lo sviluppo del traffico merci sulle aree produttive del Vercellese, gettare le basi per un collegamento diretto con Alessandria e la Liguria, riqualificare e valorizzare una parte della città interrando il tracciato, e avere treni elettrificati ad alta automazione. Peccato però che nel protocollo siglato in modo irrituale, senza condivisione né alcun confronto preventivo, non c’era alcunché di tutto questo».
Questione di fondi
La fattibilità del progetto c’è, visto che Rete ferroviaria italiana ha un piano industriale da 50 milioni di euro, e la Regione potrebbe trovare dai suoi bilanci la cifra per la gestione. Ma sull’aggiunta dell’elettrificazione della linea, ad esempio, «mancava all’incontro il soggetto che deve garantirla, Rfi, essendo di sua competenza - prosegue Riva Vercellotti -. Non solo: è stato stralciato, su nostra richiesta, il folle passaggio secondo cui le risorse per la gestione del servizio, 1,8 milioni di euro, si sarebbero dovute recuperare sottraendo bus a studenti e pendolari di Vercelli e Alessandria. Ma non è stato indicato chi paga e se i fondi sono già stati individuati e per quanti anni».
Bocciatura
La previsione di spesa per la riattivazione è di 6 milioni, ma se non ci saranno viaggiatori la linea chiuderà di nuovo: «Così nel protocollo - conclude Riva - gli enti si impegnano a spendere 20 mila euro per pubblicizzare il servizio da cui guadagna la lombarda Trenord. Insomma, è più una dichiarazione di intenti pre elettorale che non la presentazione di un programma serio, strategico, di prospettiva. Accogliamo positivamente questo segnale sulle linee ferroviarie sospese, ma senza trionfalismi, visto che di concreto non c’è nulla».
No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
nicola_luisari
*
*
Messaggi: 953
Iscritto il: lun 22 mar 2004 15:46
Località: Tra il Kazakhstan e la mia Italia

Re: Asti-Alba e Asti-Mortara: a quando la riapertura?

#1590 Messaggio da nicola_luisari » dom 14 gen 2018 3:31

"riqualificare e valorizzare una parte della città interrando il tracciato"

Siamo gia' al capolinea !
Ciao
Nicola
La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile
Corrado Alvaro

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alex87, Tz e 8 ospiti