Nodo di Milano (4)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
marcogiov
*
*
Messaggi: 461
Iscritto il: ven 25 feb 2005 16:12
Località: Milano P.ta Venezia

Re: Nodo di Milano (4)

#5986 Messaggio da marcogiov » sab 16 giu 2018 21:30

simplon ha scritto:Lo so che non interessa a nessuno, ma quando utilizzo il TPL a Milano uso esclusivamente le linee della MM e dei tram. Odio i bus.
Condivido. Prendo per obbligo la 73, ma mi astengo dagli altri bus.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7500
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Nodo di Milano (4)

#5987 Messaggio da simplon » dom 17 giu 2018 11:45

Sembra di essere sballottolati come in una centrifuga.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
PENDOLINO
**
**
Messaggi: 2540
Iscritto il: lun 22 dic 2003 19:18
Località: Rho (MI) - Castelnuovo del Garda (VR)

Re: Nodo di Milano (4)

#5988 Messaggio da PENDOLINO » mer 20 giu 2018 14:26

Inserisco qui, consapevole che forse non è la sezione più corretta.
Comunque mi pare interessante, e ve la giro.

Mi è arrivata questa mail dall'Ordine degli Architetti di Milano, riguarda progetti per la sistemazione alternativa degli scali ferroviari dismessi di Milano. Mi sembra che se ne fosse già accennato qui sul Forum.
L'incontro sarà domani sera 21 giugno, presso la sede dell'Ordine.


Scali ferroviari, l'incontro

Giovedì 21, dalle h. 20.45, presso la nostra sede si terrà la serata dedicata alla presentazione del nuovo volume dedicato agli Scali Ferroviari milanesi, grandi spazi aperti che si offrono alla città come straordinaria opportunità per ripensarsi.
Le grandi trasformazioni urbane. Una ricerca e un dibattito per gli scali milanesi, ed. Fondazione OAMI, a cura di Laura Montedoro. 2 cfp.
Iscrizioni aperte sino a esaurimento posti

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14542
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Nodo di Milano (4)

#5989 Messaggio da Tz » mer 20 giu 2018 16:39

Immagino che non ci sia nessun progetto per qualsiasi riutilizzazione in veste trasportistica/ferroviaria. ::-?:

Chissà se sbaglierò... :wink:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37709
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Nodo di Milano (4)

#5990 Messaggio da E412 » mer 20 giu 2018 16:53

Quello è noto.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Sharklet
*
*
Messaggi: 746
Iscritto il: mer 30 mar 2016 21:33

Re: Nodo di Milano (4)

#5991 Messaggio da Sharklet » gio 21 giu 2018 17:57

Nuova sagra della deficienza oggi con trenmuort 2079 per Verona delle 18.25, parte alle 18.43. Italo delle 18.37, pronto in orario, tenuto dietro e fatto partire alle 18.49. Attualmente il trenmuort è morto a lambrate sul binario 7 e italo aspetta dietro in linea bloccando la venezia. Seguono aggiornamenti...sigh

Update: miracolo!!! A pioltello trenmuort tirato sul binario 1, chiude la strada a un Bergamo per Milano che sfortunatamente passava sul 2 che a sua volta ha dietro una s5 ferma alla protezione, italo e 9753 per Udine sfilano sulla dd. Trenmuort +29, italo +22, 9753 +15.

Morale? Trenmuort poteva essere fatto partire direttamente dopo italo e 9753, avrebbe avuto +30 lo stesso. Ma evitava di ritardare altro 6 treni. Ma quando impareranno ?!!?!??!

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37709
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Nodo di Milano (4)

#5992 Messaggio da E412 » ven 22 giu 2018 8:57

Dal 2079 e dalle sue meravigliose medie distanze ieri mi sono piovuti accidenti multipli :lol: :lol:
Fortunatamente è stato superato anche dal 2093 ed è andato avanti con i suoi 40 minuti di ritardo.

Ieri comunque risultava, strano ma vero perché non succede proprio mai, un guasto agli impianti in zona Lambrate. Probabilmente sulla cintura perché indicavano tra Lambrate e Forlanini.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Avatar utente
Sven
*
*
Messaggi: 980
Iscritto il: dom 03 apr 2005 11:49
Località: Pavia

Re: Nodo di Milano (4)

#5993 Messaggio da Sven » dom 01 lug 2018 14:42

Riguardo all’ex scalo Farini, è comunque importante che nel futuro progetto sia lasciato lo spazio per eventuali ulteriori binari sull’asse Garibaldi Superficie-Ghisolfa; ed ovviamente dovrebbe rimanere anche parte dell’impianto/deposito di San Rocco.
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein

Avatar utente
Aenigmaticus
**
**
Messaggi: 1169
Iscritto il: mer 31 mar 2004 13:48
Località: Milano, a metà strada tra Rogoredo e Porta Vittoria

Re: Nodo di Milano (4)

#5994 Messaggio da Aenigmaticus » dom 01 lug 2018 18:33

Ciao Sven, dalle varie discussioni che ho letto sulla stampa in merito al dibattito sul riutilizzo degli scali milanesi, dovrebbe (uso il condizionale, vista la materia!) essere previsto, in sede di lottizzazione e cessione delle aree, l'obbligo, a carico degli acquirenti, di lasciare lo spazio sufficiente per la posa di almeno una coppia di binari, per consentirne la posa qualora il traffico delle linee S lo richiedesse.

Avatar utente
Sven
*
*
Messaggi: 980
Iscritto il: dom 03 apr 2005 11:49
Località: Pavia

Re: Nodo di Milano (4)

#5995 Messaggio da Sven » lun 02 lug 2018 6:30

^^^ Questa è una buona notizia...

Tra Garibaldi e Ghisolfa lascerei comunque lo spazio per due binari aggiuntivi su entrambe le linee, quella vecchia via Villa Simonetta e quella nuova che lambisce l’ex scalo Farini.
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein

trambvs
*
*
Messaggi: 544
Iscritto il: ven 09 nov 2007 13:01

Re: Nodo di Milano (4)

#5996 Messaggio da trambvs » lun 02 lug 2018 9:03

3 coppie di binari dovrebbero essere sufficienti, da valutare la necessità di scavalchi, specie per il raccordo per Bovisa FN oggi utilizzato dai Malpensa Express per Centrale, con l'eventualità di un ulteriore raccordo in zona Librera...

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37709
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Nodo di Milano (4)

#5997 Messaggio da E412 » mer 04 lug 2018 13:53

Direi spazio per almeno una coppia di binari E per degli eventuali scavalchi (non solo quello da Bovisa).

A parte: ieri ho usufruito di Pioltello per un interscambio S/RE. La stazione è in telecomando sotto Greco. Quando sono arrivato sul binario 1, il RE aveva già lasciato il binario 7 di Lambrate (linea DD). Mi appresto a dirigermi verso il binario 3, ma buttando un occhio vedo che da monitor il RE è previsto sull'1. Boh, si vede che l'hanno girato in lenta, o ci sarà qualche freccia in ritardo, e già prevedo conflitti a iosa con almeno due suburbani e un regionale.
A un minuto dall'arrivo, quindi quando viene fatto l'itinerario di ingresso, il binario diventa 'miracolosamente' il 3; ovviamente gente che attraversa i binari.
Una volta sul 3, vedo il RE che entra, e il segnale di partenza è chiuso. Il treno precente, in quel momento, è quasi a PM Casirate, 20 km più avanti. Ma il segnale di partenza è chiuso. Perchè l'automatismo dell'impianto, progettato da un...'poco viaggiatore', il segnale te lo apre solo quando il treno libera l'itinerario di ingresso, e così facendo ti cucchi rallentamenti, approcci a velocità da bradipo in retromarcia e via dicendo (perchè negli ultimi mesi è un furoreggiare di frecce verso il basso, perchè dopo decenni in cui non è successo nulla di significativo improvvisamente siamo diventati tutti coglioni e bisogna tutelare, anche se cosa o chi è oggetto di dibattito).
Il segnale si è alla fine aperto (a verde, ovviamente, magari con un un bel VM, visto che non c'era un cane per chilometri) quando la macchina era all'altezza del sottopasso.

Quindi, due informali consigli ai solerti movimentisti, grechisti e non, da UM e progettisti:
- il fatto che gli automatismi 'si siano sempre fatti così' non li rende automaticamente intelligenti anche quando sono deficienti. Quindi forse sarebbe il caso di cambiare la logica degli automatismi: siamo nel 2020, possiamo far atterare un aereo su un francobollo d'asfalto e mandare in sicurezza un treno a 350 km/h, quindi non vedo perchè non si possa spendere del denaro in una sessione di programmazione volta a rendere detti 'automatismi' un qualcosa di fruibile ed intelligente, anzichè demente. Viceversa si potrebbe iniziare ad accollare al GI le spese extra di manutenzione e consumo energia, magari è la volta che il pedaggio si azzera :>:):
- fintanto ch questo non avviene, che ne diciamo di schiodare il c..o ed essere un pelo proattivi?? E' per quello che si viene pagati, non per dire 'eh, ma sa, l'automatismo...'.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 24 ospiti