Tunnel di base del Brennero

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
dedorex1
**
**
Messaggi: 5726
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#601 Messaggio da dedorex1 » ven 13 apr 2018 9:35

E' già stato linkato questo video che copio da altro forum?
https://www.youtube.com/watch?v=ZQPFrNU ... e=youtu.be
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#602 Messaggio da simplon » ven 25 mag 2018 10:38

Un'altra tappa (anche se per ora quasi simbolica) è stata raggiunta:

https://www.bbt-se.com/it/informazione/ ... erso-nord/

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#603 Messaggio da simplon » mar 19 giu 2018 17:00

da il Corriere del Trentino

Il commissario governativo Facchin assicura «Galleria di base, tempi rispettati»

Il tunnel del Brennero, al momento, è stato realizzato per il 30%: 82 i km scavati in galleria, 1,5 i miliardi di euro investiti e una previsione di spesa per il 2018 di 600 milioni di euro, necessari per costruire altri 20 km dell’infrastruttura che consentirà di raggiungere Innsbruck da Bolzano in 55 minuti invece delle quasi due ore attuali, che collegherà il capoluogo altoatesino a Monaco in due ore e mezza.
Vedrà la luce nel 2027 e tutto fa pensare, come suggerisce il commissario governativo per il tunnel Ezio Facchin, che i tempi saranno rispettati. La priorità attuale riguarda le tratte d’accesso in territorio italiano, compresa la circonvallazione di Trento e quella di Rovereto, ovvero il lotto 3, che dovrebbe essere pronto per il 2030: «Perché si deve garantire il necessario livello di omogeneità del sistema ferroviario su tutto il collegamento Monaco-Verona» sentenzia Facchin.
Lo stato dell’arte sul corridoio del Brennero è stato illustrato ieri pomeriggio dallo stesso Facchin nel corso di un convegno organizzato dalle associazioni di Confindustria di Trento e Bolzano. Si diceva delle tratte d’accesso: secondo Facchin il procedere della galleria di base pone il problema dell’accelerazione della loro costruzione. «Devono essere in grado di assorbire il traffico prodotto dal tunnel e dai servizi regionali» sottolinea. Insieme all’infrastruttura principale, dovranno essere pronti i lotti Fortezza-Ponte Gardena e l’ingresso a Verona. «La circonvallazione di Bolzano è in stand by per problemi di carattere tecnologico, come l’alimentazione delle locomotive, nel frattempo si prosegue con lo studio per la riqualificazione della stazione — fa notare —. Entro fine anno, poi, si dovrà presentare un’analisi di fattibilità tecnico-economica per un progetto di circonvallazione di Trento, per la realizzazione del Nordus e la riqualificazione della stazione con l’eliminazione dei binari in superficie con una rampa di abbassamento che cominci all’altezza di Canova per entrare in galleria all’ex scalo Filzi e una stazione provvisoria durante i lavori». Il tutto da concludere entro il 2030.
«La galleria di base è oggetto di un trattato di Stato del 2004 che i vari governi che si susseguono sono chiamati a rispettare — ricorda poi Facchin a chi gli chiede se lo preoccupi un ministro delle infrastrutture e dei trasporti che in passato non ha fatto mistero di guardare con scetticismo all’alta velocità —. Per tutti gli altri interventi sul territorio italiano si tratta di costruire un’analisi costi-benefici che sia in grado di dare una risposta al traffico delle merci: continuare a trasportarle su strada è un problema al quale dobbiamo dare soluzione. Servono, tuttavia, tanti anni».
Non è rimasto fuori dalla stanza il tema dei continui incrementi al divieto che il Tirolo sta ponendo al passaggio dei mezzi pesanti: a portarlo in scena prima Zobele, poi il presidente di Anita Thomas Baumgartner, il quale, a proposito della galleria di base, ha evidenziato, fra le altre cose, la possibilità di un’eventuale «lotta fra treni passeggeri e treni merci».
«È anche un discorso di rapporto qualità-prezzo — aggiunge —. Il tunnel del Brennero porterà un aumento della velocità dei tempi di percorrenza interessante per i passeggeri, un’ora prima o dopo per le merci non cambia». «Parliamo di contingenza o di pianificazione? — ha replicato deciso Facchin — ci sono stati incontri dei ministri, di Pat Cox con i vari soggetti interessati, ma non c’è chiarezza di comportamento perché ognuno guarda alla propria parte. Bisogna inquadrare un problema e affrontarlo, se parliamo di altre cose non ci capiamo più».
Il punto della situazione sulle azioni intraprese dalla Provincia di Trento l’ha fatto l’assessore Gilmozzi: «Abbiamo sviluppato la necessaria pianificazione urbanistica — elenca l’esponente dell’Upt — istituito un Osservatorio per la realizzazione della circonvallazione, la cui realizzazione ci consentirebbe di ridurre i costi immaginati dall’architetto catalano Joan Busquets per l’interramento della ferrovia nel capoluogo trentino e stiamo discutendo con Rfi di progetti preliminari. La cosa più difficile, tuttavia, sarà far capire quale occasione rappresenti per tutti lo sviluppo di queste iniziative. La progettualità non si deve fermare qui, ma deve riguardare anche gli altri corridoi, come quello verso il Veneto e quello che definisco Garda-Monaco».

Riguarda anche RFI per il Brennero

Via 600 tralicci dalla valle Isarco, c’è l’accordo con Terna

«Win win win». Lo ripete tre volte il presidente della Provincia Arno Kompatscher per definire l’accordo trilaterale firmato ieri con Rfi e Terna per la demolizione di 4 dei 6 elettrodotti che corrono in val d’Isarco. Un’operazione da 220 milioni di euro (finanziata con 15-20 milioni da Palazzo Widmann per l’abbattimento dei piloni e il restante da Terna come fornitura) che porterà all’eliminazione di 600 tralicci dell’alta tensione passando da un totale di 900 a 300. «Libereremo il paesaggio e, contemporaneamente, potenzieremo la capacità elettrica di queste linee – continua Kompatscher — e tutto questo entro il 2025 perché questa energia servirà anche ad alimentare il tunnel ferroviario del Brennero con le relative tratte d’accesso».
I due elettrodotti restanti saranno raddoppiati a 220 kV rispetto ai 130 kV precedenti e saranno in grado di garantire minori variazioni di tensione abbattendo le possibilità di black out con un ridotto impatto ambientale. Presente anche l’ad di Rfi Maurizio Gentile. «Noi contribuiremo con 50 milioni perché con questo accordo sappiamo di poter soddisfare i bisogni energetici che arriveranno in futuro con il tunnel del Brennero. La firma di questo protocollo è un altro tassello del corridoio Scandinavo-Mediterraneo che unisce Helsinki a La Valletta passando per l’Italia». Un accordo che va incontro anche all’esigenza di spostare il traffico merci dalla gomma alla rotaia. «É uno dei grandi obiettivi che ci siamo posti — chiude Kompatscher — ma per raggiungerlo è necessario predisporre tutte le infrastrutture necessarie».
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13422
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Tunnel di base del Brennero

#604 Messaggio da UluruMS » mar 19 giu 2018 17:36

Scusate mi sono perso un dettaglio (tra i molti) Perchè interrare la stazione di Trento?
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#605 Messaggio da simplon » mar 19 giu 2018 18:10

Perché è un progetto visionario. Fatta la circonvallazione esterna che si porta via tutti i traffici merci, si vuole realizzare un grande boulevard per riconnettere la città con il suo fiume e valorizzare scelte urbanistiche come il Muse. Sembrava quasi fantasia, e invece, pare diventi realtà.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

gbelogi
**
**
Messaggi: 5309
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Tunnel di base del Brennero

#606 Messaggio da gbelogi » mar 19 giu 2018 20:10

Chi paga questo progetto megalomane è non strettamente necessario?
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#607 Messaggio da simplon » mer 20 giu 2018 8:03

Il progetto va ancora messo a punto in quanto quello ipotizzato in precedenza e firmato dall'architetto Joan Busquets va rivisto. Alla fine considerando anche i ritorni economici, perché non si tratta solo di piantare una fila di alberi, il costo potrebbe essere tutto sommato relativo. Le amministrazioni locali lo considerano di fatto irrinunciabile e qualche fondo, come si sa, ce l'hanno...
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

dedorex1
**
**
Messaggi: 5726
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#608 Messaggio da dedorex1 » mer 20 giu 2018 8:43

Se ho capito bene a Bolzano in parte se lo ripagano con volumetrie varie. Potrebbe essere anche qui il caso?
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#609 Messaggio da simplon » mer 20 giu 2018 9:13

E' probabile che si segua in parte questa strada, mettendo insieme risorse che provengono anche dalla concessionaria della A22 con il "fondo ferrovia". Il progetto originale, quello del piano regolatore Busquets, aveva costi folli, se ben ricordo 700 milioni di euro. Si punta, come minimo, a dimezzare i costi.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13422
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Tunnel di base del Brennero

#610 Messaggio da UluruMS » mer 20 giu 2018 9:13

Cioè, in pratica, si scialacquerebbe una mezza miliardata per pagare una archistar per fare un'opera dall'utilità funzionale minima, che tanto la tg merci è già prevista, solo per far vedere ai bolzanini che a Trento possosno sboronare di più.

PS: ne ho visti di prima mano di progetti che si ripagavano...
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7554
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#611 Messaggio da simplon » mer 20 giu 2018 9:18

Guarda che l'archistar è già stata pagata per il suo piano regolatore ai tempi in cui venne presentato.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13422
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Tunnel di base del Brennero

#612 Messaggio da UluruMS » mer 20 giu 2018 9:21

Ah bene, spesi una ventina, spendiamone altri 400 :megaball:
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1224
Iscritto il: sab 20 dic 2003 19:45
Località: Rovigo

Re: Tunnel di base del Brennero

#613 Messaggio da nik652 » mer 20 giu 2018 10:19


Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1544
Iscritto il: lun 13 set 2004 12:10
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#614 Messaggio da Lirex » mer 20 giu 2018 10:35

L' hanno menata tanto con la metropolitana d'Italia... e adesso se la beccano

Avatar utente
nik652
**
**
Messaggi: 1224
Iscritto il: sab 20 dic 2003 19:45
Località: Rovigo

Re: Tunnel di base del Brennero

#615 Messaggio da nik652 » mer 20 giu 2018 10:48

A me piace tanto il passaggio che con l'interramento la stazione sarà Potenziata...termine caro ad RFI nella più vasta gamma di significati che gli ha attribuito in questi anni...e soprattutto la stazione provvisoria all'ex scalo Filzi...altra perla.
Ma che fumano ultimamente a Trento e pure a Bolzano ?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: mask80 e 7 ospiti