Tunnel di base del Brennero

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
spiff
**
**
Messaggi: 2039
Iscritto il: mar 29 lug 2008 14:59
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#541 Messaggio da spiff » mer 21 feb 2018 10:23

capito! quindi di fatto fortezza non diventerà stazione di confine tra rete austriaca e rete italiana come sono attualmente brennero e tarvisio per dire (posto che sia ancora attuale e necessario un modello simile, ma mi sembra di capire che siano ancora piuttosto frequenti cambi macchina e rimandi di locomotive di rinforzo, la cui utilità però tra linea nuova e diffusione di locomotive multisistema calerà parecchio). ma si riuscirà davvero ad arrivare a cambi di tensione in piena linea senza bisogno di stazioni di confine di tipo tradizionale per linee come queste percorse da una grande varietà di treni diversi? o forse a ponte gardena è previsto qualcosa?

fla221
**
**
Messaggi: 1311
Iscritto il: gio 02 set 2010 12:00

Re: Tunnel di base del Brennero

#542 Messaggio da fla221 » mer 21 feb 2018 11:03

A Ponte Gardena la linea finisce in un camerone che poi è l'inizio della circonvallazione di Bolzano, si ricollega alla linea del Brennero (dopo Ponte Gardena direzione nord) tramite un'interconnessione.

Se il cambio tensione sarà effettuato in stazione (due binari dedicati?) o in linea nelle interconnessioni non lo so. Di sicuro in quelle di Fortezza considerando la linea AC a 25 kV e la LL a 3 kV l'unico tratto possibile è proprio l'interconnessione, quindi in piena linea.

Sul fronte segnalamento va anche considerato che RFI ha in mente di installare l'ERTMS sulla LL del Brennero entro pochi anni, anche considerando che i regionali (FLIRT) ne saranno tutti dotati (per via della Merano-Malles), i merci e i pax utilizzando il BBT dovranno essere attrezzati, quindi nel 2026 potrebbero anche togliere il SCMT. Teoricamente potrebbero anche azzardare ad un cambio di tensione da 3 a 25 kV sulla tratta Brennero-Bolzano (più Pusteria) dal momento che tutti i treni circolanti saranno dotati di 25 kV AC (mancherebbero solo i nuovi Coradia Trentini), passando quindi tutto ciò che è a nord di Bolzano a 25 kV e ERTMS, riducendo tutti i cambi di tensione ad uno unico dopo Bolzano (e uno all'entrata della circonvallazione nella Bassa Atesina).

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7432
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#543 Messaggio da simplon » mer 21 feb 2018 12:51

spiff ha scritto:
mer 21 feb 2018 10:23
ma si riuscirà davvero ad arrivare a cambi di tensione in piena linea senza bisogno di stazioni di confine di tipo tradizionale per linee come queste percorse da una grande varietà di treni diversi?
E' quanto avviene già ora, quotidianamente, e formalmente dal dicembre scorso, con l'apertura all'esercizio della (Varese) Arcisate-Stabio (Mendrisio), anche se lì il materiale è omogeneo.

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
spiff
**
**
Messaggi: 2039
Iscritto il: mar 29 lug 2008 14:59
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#544 Messaggio da spiff » mer 21 feb 2018 13:00

lo so, e avviene anche sulle linea alta velocità. mi chiedevo solo se su linee transfrontaliere trafficate come quella del Brennero non avesse ancora senso costruire impianti ai due capi dove svolgere eventuali operazioni di cambio macchina, precedenze, controlli ecc. da quello che avevi postato tu sembrava che fortezza avrebbe avuto queste caratteristiche, da quello che scrive fla221 invece ci saranno solo un paio di binari di precedenza sulla nuova linea e anche il piazzale della vecchia sarà ridotto e immagino quindi assolverà solo da punto di passaggio tra le due linee e per qualche precedenza, e vedrà ridotto anche il numero di treni viaggiatori una volta che non sarà più diramazione per la pusteria.

fla221
**
**
Messaggi: 1311
Iscritto il: gio 02 set 2010 12:00

Re: Tunnel di base del Brennero

#545 Messaggio da fla221 » mer 21 feb 2018 13:55

Oggettivamente Fortezza aveva un senso quando l'Alto Adige era austriaco e allora era un nodo di scambio tra Brennero e Pusteria, ad oggi la stazione serve un centro abitato molto ridotto e l'utilizzo si abbasserà ancora di più con le nuove fermate di Varna e Sciaves sulla val di Riga, e quando l'interscambio avverrà a Bressanone.
Quando hai lasciato 4 binari per fermata e precedenze della LL + un paio per emergenza per far sostare i merci è più che sufficiente.

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7432
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#546 Messaggio da simplon » mer 21 feb 2018 14:07

@spiff

Non a caso tra il documento da me postato (datato 2002) e quanto postato da fla221 è come se fosse passata un'era geologica e proprio per questo si sono ridotte esigenze e dimensioni dello scalo. Non a caso, già ai tempi in cui fu progettata e realizzata Tarvisio Boscoverde molti si stupirono per il fatto che fosse solo (se ben ricordo) a otto binari in tutto, rispetto a piazzali come quelli del Brennero. Perché già allora era chiara l'evoluzione dei traffici e della tecnologia.

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

ssb
**
**
Messaggi: 2238
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Tunnel di base del Brennero

#547 Messaggio da ssb » mer 21 feb 2018 15:26

Avrebbe molto senso ETCSizzare e fare la transizione lì. Il grosso vantaggio rispetto alla citata Arcisate-Stabio: non ci sarebbe nessun cambio di sistema in corsa, nessun sistema di sicurezza che deve attivarsi e disattivarsi, solo un banale (oggigiorno) cambio tensione in linea. Oltretutto sorvegliato da ETCS.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14374
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Tunnel di base del Brennero

#548 Messaggio da Tz » mer 21 feb 2018 18:00

simplon ha scritto:
mer 21 feb 2018 14:07
....... Tarvisio Boscoverde molti si stupirono per il fatto che fosse solo (se ben ricordo) a otto binari in tutto, rispetto a piazzali come quelli del Brennero. Perché già allora era chiara l'evoluzione dei traffici e della tecnologia.
Infatti oggi molti treni vanno a ricovero nelle stazioni precedenti perchè il piazzale di Travisio è pieno o se per quel treno non ci sono già gli austriaci pronti per il proseguimento... (un po' come capitava a me negli anni '70 sulla Modane...)

E meno male che la linea nuova su Tarvisio è considerata sottoutilizzata... :roll:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7432
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#549 Messaggio da simplon » mer 21 feb 2018 18:02

Carenze organizzative, quindi, non lacune infrastrutturali!

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14374
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Tunnel di base del Brennero

#550 Messaggio da Tz » mer 21 feb 2018 18:10

No, impianti saturi... e puoi organizzare quello che vuoi ma sei sempre con l'acqua alla gola...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

roncafort
*
*
Messaggi: 556
Iscritto il: mar 08 nov 2005 9:05
Località: tridentum

Re: Tunnel di base del Brennero

#551 Messaggio da roncafort » mer 21 feb 2018 19:22

Direi anch'io lacune infrastrutturali...
durante interruzione Brennero stavi ad Ugovizza 2/3 ore ad aspettare un buco per arrivare...
Demenziale... se aumentano i treni a Tarvisio sono nella m...
Inoltre ricordo bene che piazzavano i due regionali del mattino(anzi di tutta la giornata :wall: ) su due binari giusto per aumentare il casino

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14374
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Tunnel di base del Brennero

#552 Messaggio da Tz » mer 21 feb 2018 19:44

Ricordo giusto una decina di anni fa che su questi forum si dibatteva sull'inutilità della nuova Pontebbana che era vuota... e se ne traeva che per analogia era inutile fare il nuovo Frejus... :lol: :wall:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

dedorex1
**
**
Messaggi: 5545
Iscritto il: mer 28 set 2005 15:48
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#553 Messaggio da dedorex1 » mer 21 feb 2018 20:28

Quanti treni passano sulla linea oggi? In una discussione di qualche anno credo si parlasse di un centinaio di treni al giorno
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7432
Iscritto il: mer 05 mag 2004 17:20
Località: Lomellina regione d'Europa

Re: Tunnel di base del Brennero

#554 Messaggio da simplon » gio 22 feb 2018 8:11

Non ho una grande dimestichezza con l'esercizio, quindi posso anche avere una visione teorica del tutto distante dalla pratica concreta. Posso capire che eventualmente un paio di binari tronchi per i regionali a Tarvisio possono anche starci bene, ma otto binari passanti non sono pochi. Lo sarebbero in una logica ferroviaria con la quale si è convissuti per decenni in cui arrivavi con una E633 e manovravi sul piazzale per attaccare una 1144, di qui c'erano le FS, di là le OBB. Ma ora che puoi contare su materiale PLT, interoperabile, in cui le IF hanno accordi transnazionali, ecc. dove è il problema? Basta organizzarsi. E che le IF si sveglino. Quando l'Austria ha aperto all'esercizio la nuova tratta AC di una quarantina di km lungo la bassa valle dell'Inn, solo con Ertms/Etcs, ci fu una mezza sollevazione, perché questa cosa tagliava fuori diversi operatori. L'Austria non è indietreggiata di un millimetro, gli altri volenti o nolenti si sono adeguati.

s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
spiff
**
**
Messaggi: 2039
Iscritto il: mar 29 lug 2008 14:59
Località: Milano

Re: Tunnel di base del Brennero

#555 Messaggio da spiff » gio 22 feb 2018 11:05

fortezza mi pare di capire avrebbe due binari di precedenza sulla veloce e un certo numero di binari (quanti?) sulla storica (forse non più utilizzati per la pusteria se la variante di riga sarà realizzata contemporaneamente al bbt) raggiungibili comunque dalla veloce sia da nord che da sud tramite interconnessioni. mi pare di capire però che in caso di anomalie o necessità doganali i polmoni più grossi sarebbero a bolzano e Innsbruck. ma gli impianti di chiasso, domodossola e brennero nonostante la minore richiesta di cambi macchina e controlli doganali sono molto sottoutilizzati? anche perchè mi sembra che capiti piuttosto spesso di dover cambiare macchina al confine. poi a fortezza immagino sarà necessario ricoverare mezzi per manutenzione ed emergenza immagino, o possono stare anche più lontani dal portale di accesso (per esempio a bressanone o bolzano?). ai due imbocchi del gottardo non ci sono aree di ricovero e sosta per convogli e mezzi di servizio?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti