Nodo di Roma

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
Massimo82
**
**
Messaggi: 3028
Iscritto il: ven 14 dic 2007 15:59
Località: Isola del Liri (FR), ma non ora.

Nodo di Roma

#1 Messaggio da Massimo82 » dom 08 nov 2009 15:07

Ho trovato questo file dal webpoint sui lavori a Roma Tiburtina:
Immagine
CLICCARE PER INGRANDIRE - FILE PDF
Non so da quanto sia online, io l'ho notato poco fa. E' interessante osservare il tracciato dello "shunt merci" che taglia Roma a sud, verso Maccarese rientra verso la città con una nuova interconnessione sulla Roma-Genova per poi prendere "l'anello mancante" e andare a immettersi sulla Roma-Firenze. Così addio a una Orte-Capranica per i merci e addio ai merci "passanti" sulla Cassino (ed è giusto così). Inoltre, notare i link da Fiumicino aeroporto verso Civitavecchia e Napoli; il progetto per dirottare verso Ostiense le linee dai Castelli (mah!). Si vedono alcuni raddoppi e la FR2 portata a Nuovo Salario da Tiburtina.

Commenti?
Massimo
"Utente GTT Linea 68 - Fermata Santa Giulia"
Ventotto , ventinove...
Se proprio dovete andare in macchina... fatelo a metano!!

Avatar utente
caterpillar
**
**
Messaggi: 1888
Iscritto il: mar 02 gen 2007 16:50
Località: roma

Re: Nodo di Roma

#2 Messaggio da caterpillar » dom 08 nov 2009 17:10

Questo progetto risale a molti anni fa, in effetti le parti tratteggiate dentro Roma, sono predisposte da anni come ad esempio la galleria da Roma Aurelia (che non e' riportata ma e' dopo Massiminia che non esiste) , a Vigna Clara e da qui' c'e' parte del percorso occupato (da Vigna Clara a Tor di Quinto ed oltre fino al Tevere) mentre esistono dei rilevati dopo il Tevere e fino a Roma Smistamento.

Oltre a questo esiste la possibilita' di andare da Tuscolana a Casilina, ma non esiste la stazione Zama anche se di spazio c'e' ne e' .
E' previsto che la FR£ si congiunga con FR4 via ,appunto, Roma Casilina.
Della gronda sud non c'e' nulla e ci vogliono anni per costruirla. Comunque le parti piu' difficili sono costruite (la galleria per il 4o binario tra Trastevere e San Pietro) ,il raddoppio fino a Lunghezza. Il bivio tra Valle Aurelia e e la valle dell'inferno (dove giunge la galleria proveniente da Roma Aurelia) e la galleria tra valle inferno e Vigna Clara.
Forse ho anche foto.
Antonio

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Nodo di Roma

#3 Messaggio da 80Express » dom 08 nov 2009 20:36

Io penso che a Roma ci troviamo in un cul de sac, in particolare per 3 aspetti.

1) L'anello nord.
A me franamente non ha mai convinto dal punto di vista del trasporto delle persone.
Purtroppo non ho mai fatto simulazioni o studi personalmente, posso chiedere lumi...ma non è difficile intuire che non sarà molto "carico".

Primo, l'eventuale anello non attraversa zone densamente abitate e né mi pare siano previste da piano regolatore in zona. L'unico nodo è lo stadio, che serve solo la domenica e qualche mercoledì.

Secondo, l'anello va a servire esclusivamente spostamenti tangenziali, in zone non densamente abitate ::-?: , mentre Roma è una città in cui sono predominanti gli spostamenti radiali, le attività sono concentrate "in centro" e all'Eur.

Terzo, le zone attraversate dall'anello hanno già il collegamento radiale rappresentato dalla Roma Nord e verosimilmente nel giro di qualche anno dovrebbe arrivare la linea C che servirà lo Stadio Olimpico e proseguirà non si sa bene per dove (si parla di Corso Francia, Tor di Quindo o Ospedale Sant'Andrea o Cassia). Poi non so se avete presente dove sta la stazione di Vigna Clara, all'estremità nord del quartiere Fleming (quartiere residenziale con una tipologia di utenza già di suo non predisposta all'utilizzo del mezzo pubblico, figuriamoci su una direttrice tangenziale) e quasi in campagna.

Quarto e fondamentale punto, che servizi si pensa di farci passare eventualmente? Quali relazioni? Quali flussi intercettare? Con quale frequenza?
Per esempio già adesso penso sia impensabile deviarci i treni da Civitavecchia.
Può essere ipotizzato un servizio a "chioccola" o a cappio in modo che i treni che provengono dalla FR2, giunti a Tiburtina, si facciano tutto l'anello e si attestino a Ostiense o Termini o Tiburtina?
Oppure un servizio solo ed esclusivamente circolare Tiburtina-Tiburtina circolare oraria e anti oraria?

2) Congiungimento FR3-FR4.
Teoricamente cosa buona giusta, ma da utente delle linee in oggetto mi fa storcere il naso perché tutto si gioca sugli intervalli.
4 treni/h? Ok, 1 Frascati, 1 Albano e 2 Velletri (la Ciampino Casilina può ancora farcela senza quadruplicamento). Ma chi glielo dice a quelli di Albano e Frascati che passeranno da un treno ogni ora per Termini ad un treno ogni ora che li scarica a Ostiense con una percorrenza più lunga ed eliminandogli tutte le conessioni fornite da Termini?
Perché tutto si gioca sul tempo di attesa. Infatti FR1, 2 (a breve) e 3, che non passano da Termini, hanno dalla loro parte la frequenza che riduce al minimo (7,5 min) i tempi medi di attesa, i passeggeri percepiscono il servizio come "continuo" e prendono il primo che passa. Ma quando si ha un treno ogni 60 minuti...

6 treni/h? Ok. Quindi 2+2+2, in questo caso agiremmo positivamente sul tempo medio d'attesa, ma di contro le linee di Albano e Frascati NON sono in grado di reggere un treno ogni 30 minuti quindi occorrerebbero altri interventi infrastrutturali!
Qui poi sarebbe difficile gestire la moltiplicazione delle interdizioni tra gli itinerari che si avrebbero a Casilina e a Ciampino.

3) Merci.
Qui proprio non vedo sbocco.
Non riesco ad avere un'idea ben precisa.
Domani se volete vi dico quanti treni merci passano nel nodo di Roma ogni giorno e sopattutto a che ora, perché a sensazione, allo stato attuale (con la concentrazione di una buona parte del traffico di notte), penso che i merci possano tranquillamente continuare a passare dentro Roma.
Però uno auspica :[-O<: sempre che la quota di traffico su ferro passa aumentare. E allora? Penso alla mulattiera della Civitavecchia Orte (solo ed esclusivamente contestuale alla bretella di Pomezia) ma che allungherebbe le percorrenze dei treni merci di almeno 2 ore quindi con costi di traccia, di personale e costo del tempo aggiuntivo non certo trascurabili con effetti paradossali...






Per tutto il resto, per esempio la fermata di Piazza Zama, quella di Pigneto, l'acquisto di NUOVI TRENI DI TIPO METROPOLITANO, la riduzione degl intervalli sulla FR1 e FR3, la decenza (non dico l'eccellenza) sull'aborto di servizio in vigore sulla FR2 anche domani mattina...
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

Avatar utente
caterpillar
**
**
Messaggi: 1888
Iscritto il: mar 02 gen 2007 16:50
Località: roma

Re: Nodo di Roma

#4 Messaggio da caterpillar » dom 08 nov 2009 20:50

L'anello nord puo' servire per collegare i treni da Civitavecchia a tiburtina e quindi verso Tivoli (come si dice) , ma il problema nasce dal fatto che moltissime persone scendono a Trastevere Ostiense e Termini. Esiste pero una remota possibilita' di avere interscambio con linea A nella stazione di Baldo degli Ubaldi. La linea A e la tratta Roma Aurelia/San Pietro si intersecano.In questa galleria c'e' un camerone che puo' essere adattato a fermata ed esiste un collegamento tra la metro ed il camerone. Come sia lo stato attuale non lo so ma fu previsto durante la costruzione della metro e della tratta ferroviaria.
(PS : NDR ed inoltre l'adattamento e' comunque difficile ma non impossibile)

Per Vigna Clara hai ragione ed eventualmente c'e' la stazione di Tor di QUinto che puo' servire da interscambio tra ferrovia e Rm VT MetRo per giungere a Piazzale Flaminio.

Per i merci non vedo significativo il percorso dei merci sulla LL per andare sulla tirrenica o comunque a sud. Troppo intasate .
Antonio

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Nodo di Roma

#5 Messaggio da 80Express » dom 08 nov 2009 21:09

caterpillar ha scritto:L'anello nord puo' servire per collegare i treni da Civitavecchia a tiburtina e quindi verso Tivoli (come si dice) , ma il problema nasce dal fatto che moltissime persone scendono a Trastevere Ostiense e Termini. Esiste pero una remota possibilita' di avere interscambio con linea A nella stazione di Baldo degli Ubaldi. La linea A e la tratta Roma Aurelia/San Pietro si intersecano.In questa galleria c'e' un camerone che puo' essere adattato a fermata ed esiste un collegamento tra la metro ed il camerone. Come sia lo stato attuale non lo so ma fu previsto durante la costruzione della metro e della tratta ferroviaria.
(PS : NDR ed inoltre l'adattamento e' comunque difficile ma non impossibile)
MINCHIA! Davvero interessante, ignoravo questa cosa. :=D>: :=D>:
Ma come hai ben detto un servizio non può peggiorare, ben pochi accetterebbero di barattare un interscambio a San Pietro, Ostiense, Trastevere, Tuscolana e Termini con Baldo Degli Ubaldi, Tor di Quinto e Tiburtina. Suvvia...
L'unica è quindi il servizio a chiocciola/cappio con la FR2 o insieme chiocciola/cappio + circolare.
Oppure ancora, se i collegamenti da/per il litorale passassero a 3-4 treni/h per esempio uno ogni ora potrebbe fare l'anello nord! Ma siamo sempre lì, c'è domanda su queste direttrici così tangenziali? Perché è vero che anche l'anello sud fa un percorso tangenziale, ma attraversa in pieno la città consolidata, l'anello nord passa invece per tre fermate in mezzo ai prati.



Riguardo al camerone di Baldo degli Ubaldi, potrebbe essere un progetto da svilppare indipendentemente da tutto? No? Non sarebbe davvero notevole?
Per Vigna Clara hai ragione ed eventualmente c'e' la stazione di Tor di QUinto che puo' servire da interscambio tra ferrovia e Rm VT MetRo per giungere a Piazzale Flaminio.
Vabbè, ma che giro asurdo...a quel punto vada per Baldo degli Ubaldi!

Per i merci non vedo significativo il percorso dei merci sulla LL per andare sulla tirrenica o comunque a sud. Troppo intasate.
Non saprei...vedi sopra.
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

Avatar utente
caterpillar
**
**
Messaggi: 1888
Iscritto il: mar 02 gen 2007 16:50
Località: roma

Re: Nodo di Roma

#6 Messaggio da caterpillar » dom 08 nov 2009 21:26

Il nodo di Roma non era mai stato interessante per me, ma seguendo tutte le opere complicate , i risultati si sono visti.(es la stazione di 4 20 :lol: e la galleria 4o bin tra San Pietro e Trastevere.
Ora se analizziamo le linee da VT e da Civitavecchia le stesse hanno interscambio a San Pietro.

Venendo da VT il treno ha una discesa di passeggeri a Valle Aurelia per interscambio linea A, mentre il Civitavecchia inizia a svuotarsi a Trastevere/Ostiense e Termini.
Uno scambio a Baldo degli Ubaldi risolve il problema per coloro che scendono a Termini/ Ostiense ma non per coloro che scendono attualmente a San Pietro Trastevere.
Forse conoscendo il flusso con il relativo numero qualcosa di meglio verrebbe fuori.

Con treni passanti e' necessario avere piu' punti di interscambio in quanto si avrebbe una alternativa valida al cambio repentino di percorso che potrebbe mettere in difficolta' gli utenti.
I treni passanti presentano il vantaggio di un efficace utilizzo del materiale.
Comunque l'argomento sul nodo di Roma inizia a farsi interessante.
Antonio

gbelogi
**
**
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun 21 ago 2006 19:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Nodo di Roma

#7 Messaggio da gbelogi » dom 08 nov 2009 21:27

"esiste un collegamento tra la metro e il camerone"

Questa è una affermazione forte, che merita approfondimento. Quello che io sapevo è che le gallerie della linea A e la Roma-Maccarese si incrociano con pochi metri di distanza, e che in un altro topic qualcuno aveva mostrato con esattezza dove erano i camini della galleria Roma-Maccarese, mi sembra su via Baldo degli Ubaldi.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

gabriele pillon
**
**
Messaggi: 2323
Iscritto il: dom 24 lug 2005 18:58

Re: Nodo di Roma

#8 Messaggio da gabriele pillon » dom 08 nov 2009 21:51

Una sola precisazione per 80express.
Nei grandi nodi come Roma il costo della traccia è su base oraria e non chilometrica, da cui ne deriva che sarebbe molto più economico (circa un quarto) dirottare i treni sulla CCO che non nel nodo.
A parte ogni altra considerazione di intasare con treni merci tratte da utilizzare per servizi urbani o suburbani.
GABRIELE PILLON

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Nodo di Roma

#9 Messaggio da 80Express » dom 08 nov 2009 21:59

caterpillar ha scritto: Venendo da VT il treno ha una discesa di passeggeri a Valle Aurelia per interscambio linea A, mentre il Civitavecchia inizia a svuotarsi a Trastevere/Ostiense e Termini.
Uno scambio a Baldo degli Ubaldi risolve il problema per coloro che scendono a Termini/ Ostiense ma non per coloro che scendono attualmente a San Pietro Trastevere.
Forse conoscendo il flusso con il relativo numero qualcosa di meglio verrebbe fuori.
Lo scambio a Baldo degli Ubaldi, indipendentemente dall'anello, sarebbe davvero notevole, ma non andrebbe ad intaccare la fondamentale importanza di Trastevere e Ostiense. Non occorre dimenticare l'altro grande centroide attrattore di Roma: l'Eur. e non secondaria è l'attrazione del polo ospedaliero del San Camillo e l'area di viale Marconi.
Con treni passanti e' necessario avere piu' punti di interscambio in quanto si avrebbe una alternativa valida al cambio repentino di percorso che potrebbe mettere in difficolta' gli utenti.
I treni passanti presentano il vantaggio di un efficace utilizzo del materiale.
Comunque l'argomento sul nodo di Roma inizia a farsi interessante.
Giusto, ma il treno è un mezzo di trasporto per le persone (e le merci) e va là dove la domanda vuole andare e non è fine a se stesso per ottimizzare l'utilizzo del materiale.
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

Avatar utente
caterpillar
**
**
Messaggi: 1888
Iscritto il: mar 02 gen 2007 16:50
Località: roma

Re: Nodo di Roma

#10 Messaggio da caterpillar » dom 08 nov 2009 22:08

L'uso della CCO e' sia per il porto sia in unione con la gronda sud. Le linee di Roma sono percorse da treni di carattere metropolitano (chissa come e' il carattere di un metropolitano :lol: ). Infatti non ha senso l'anello solo per i merci.

Lìinterscambio e' fondamentale per evitare gli intasamenti ed i ritardi per un eccessivo numero di treni sulla stessa linea.
Non possiamo avere un S-bahn ma un maggior numero di alternative.
L'utilizzo del materiale e' secondario ma evitare l'intasamento e' fondamentale.
Antonio

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Nodo di Roma

#11 Messaggio da 80Express » dom 08 nov 2009 22:20

gabriele pillon ha scritto:Una sola precisazione per 80express.
Nei grandi nodi come Roma il costo della traccia è su base oraria e non chilometrica, da cui ne deriva che sarebbe molto più economico (circa un quarto) dirottare i treni sulla CCO che non nel nodo.
A parte ogni altra considerazione di intasare con treni merci tratte da utilizzare per servizi urbani o suburbani.
Lo so che nel nodo la tariffa è oraria, ma il viaggio si allunga in ogni caso sia nel tempo sia nello spazio. E quello che si potrebbe risparmiare nella tariffa oraria del nodo si perde per pagare le ore in più di servizio del personale e nel valore del tempo delle merci che vengono trasportate. Il guadagno di Maria Calzetta di dice a Roma.

So benissimo inoltre che non è bene intasare di treni merci le tratte urbane, ma paradossalmente, ripeto, paradossalmente, ad oggi, l'esiguo numero di treni merci giornalieri passanti per Roma, la loro concentrazione notturna, i costi diretti e indiretti del giro dell'oca, nonché i costi di ripristino infrastrutturale, fanno sì che convenga tenersi i merci a spasso per Roma.
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

gabriele pillon
**
**
Messaggi: 2323
Iscritto il: dom 24 lug 2005 18:58

Re: Nodo di Roma

#12 Messaggio da gabriele pillon » dom 08 nov 2009 22:27

Un ipotetico treno merci dal sud, via Pomezia Civitavecchia Orte non alllungherebbe di molto e inoltre darebbe più respiro alla LL Roma Orte.
Tieni presente inoltre che tutte queste ipotesi hanno una prospettiva temo non immediata e pertanto l'atuale crisi del traffico merci potrebbe essere solo contingente.
In altre parole dovremmo fguardare a un futuro più lontano, per non essere schiacciati dalla continua emergenza nei trasporti.
GABRIELE PILLON

Avatar utente
caterpillar
**
**
Messaggi: 1888
Iscritto il: mar 02 gen 2007 16:50
Località: roma

Re: Nodo di Roma

#13 Messaggio da caterpillar » dom 08 nov 2009 22:40

Con il livello attuale di transiti a Roma i treni da nord ,via Pisa e via LL trovano un passaggio migliore sulla CCO. Inoltre se sono di transito a Roma in tarda nottata non intasano nodi come Napoli o come Pisa / Firenze.

Sono convinto che Roma debba avere alcuni treni passanti, altri attestati a Tib.na o sulla radice nord di smistamento in modo da avere interscambi a Fidene . (assurdo ma funzionale) .
L'anello serve come bypass della parte sud per alcuni treni , altri potrebbero sfruttare l'anello proveniendo da San Pietro-Valle Aurelia, ed un transito a Casilina non sarebbe male. E mentre scrivo viene bene pensare all'interscambio per Baldo degli Ubaldi quando il treno provenieniente da Civitavecchia e' deviato sull'anello per fare fine corsa o eventualmente proseguire per Tib.na Tivoli.
Mi sembra un caos ma c'e' poco da realizzare (ponte sul tevere dopo Tor di Quinto) (il tracciato c'e' ed e' da disboscare :lol: , mentre l'interscambio Baldo ... spero sia almeno realmente predisposto.
Antonio

tramvetto
^_^
^_^
Messaggi: 17
Iscritto il: mar 03 giu 2008 18:06

Re: Nodo di Roma

#14 Messaggio da tramvetto » mar 10 nov 2009 17:32

Tristezza il quadruplicamnto della Ciampino - Casilina non è nemmeno previsto.. si interrompe a Capannelle. E pensare che il vallo è quasi tutto realizzato ormai da 20 anni. Qualcuno ne sa niente, con il quadruplicamento praticamente si potrebbe realizzare una metro di superficie Caimpino Termini e due passanti almeno.. quello (ex dei laghi) Velletri Cesano e Frosinone Fara Sabina, c'è già un treno che la mattina alle 8:28 parte da Ciampino per Tiburtina..

Avatar utente
Massimo82
**
**
Messaggi: 3028
Iscritto il: ven 14 dic 2007 15:59
Località: Isola del Liri (FR), ma non ora.

Re: Nodo di Roma

#15 Messaggio da Massimo82 » sab 05 dic 2009 11:43

E' online la circolare 23/2009 che riporta la prossima attivazione, dal 13 c.m., alla stazione di Roma Termini dei binari "1 e 2 piazzale est" e delle deviate da 60 Km/h sulle direttrici Cassino e Civitavecchia per i binari dal 19 al 22.
Massimo
"Utente GTT Linea 68 - Fermata Santa Giulia"
Ventotto , ventinove...
Se proprio dovete andare in macchina... fatelo a metano!!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: raildoctor e 13 ospiti