Ponte sullo stretto di Messina (3)

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Astro
**
**
Messaggi: 1141
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1741 Messaggio da Astro » mer 17 gen 2018 10:26

L'accademico Cinghiale mi sotTERRA un tunnel in ACQUA :mrgreen:

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38900
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1742 Messaggio da E412 » mer 17 gen 2018 10:34

Più che altro, caratteristica propria del Ponte di Archimede è proprio quella di NON essere sotterrato (a differenza di altri tunnel sottomarini) :sofa:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Astro
**
**
Messaggi: 1141
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1743 Messaggio da Astro » mer 17 gen 2018 10:41


Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7617
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1744 Messaggio da Cinghiale » mer 17 gen 2018 10:50

Astro ha scritto:
mer 17 gen 2018 10:26
L'accademico Cinghiale mi sotterra un tunnel in acqua.
Deformazione Pedemontana: da parte Subalpina, qualunque oggetto ricoperto da altro materiale è definito genericamente come sotterrato (strâ, omofono dello stesso vocabolo che designa la strada, in idioma locale.

Ad ogni buon conto, le prospettive da sommergibilista non sono per nulla allettanti.

Avatar utente
Francesco_Bonvicini
*
*
Messaggi: 774
Iscritto il: ven 27 feb 2004 15:44
Località: Montecatini Terme
Contatta:

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1745 Messaggio da Francesco_Bonvicini » mer 17 gen 2018 23:59

Mi dicono che il ponte di Archimede sullo Stretto (o altra soluzione analoga) sia stato ipotizzato da Sebastiano Pelizza (Politecnico di Torino) e dall'ng Guido Furlanetto, ex Direttore ufficio tecnico Itasdrade, due grossi nomi...
Ciao, Francesco.

Attraversamento di Montecatini Terme (PT)
Mai a raso.
Sì alla sopraelevazione.
#ARASONONSIPASSA!!!!
Comitato MontecatiniUnasola

Avatar utente
Roberto_Palermo
*
*
Messaggi: 208
Iscritto il: lun 26 giu 2017 4:09
Contatta:

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1746 Messaggio da Roberto_Palermo » ven 19 gen 2018 1:47

Fortunatamente, contro l'ennesima bufala sulle "faglie" che impedirebbero la costruzione del Ponte, come subito gli ambientalisti più estremi si sono affrettati ad affermare, qualche fonte autorevole fa chiarezza. Il prof. ing. Misiti, in questo caso, li ridicolizza apertamente:
Il Ponte sullo Stretto si può fare anche se Sicilia e Calabria si allontanano


CATANIA - Calma e gesso. Alcuni ricercatori, guidati da Alina Polonia del Cnr, non hanno scoperto proprio niente di nuovo - che possa mettere in dubbio la realizzazione del Ponte - sullo Stretto sul distacco, lentissimo, tra le coste di Calabria e di Sicilia, un allontanamento che gli scienziati conoscono benissimo. Aurelio Misiti, che era presidente di quel Consiglio superiore dei lavori pubblici che negli anni 70 diede via libera al progetto del ponte più lungo del mondo, spiega perché si tratta di una notizia non-notizia. «Lo scostamento di cui si parla significa in pratica che tra 400-500 anni ci sarà all’incirca un allontanamento di 4-5 centimetri. E non c’è nemmeno certezza che vada sempre nella stessa direzione. Bisogna tenere presente che sono movimenti geologici. Si sa che c’è un movimento di allontanamento, ma sarà concreto tra un milione di anni. Non c’è nulla che possa avere attinenza con un’opera che ha una prospettiva di 200 anni. In questi 200 anni non può accadere assolutamente nulla».

- Eppure gli ambientalisti gridano vittoria, sostenendo che quanto stabilito dai ricercatori seppellirebbe il progetto del ponte.

«Se loro sapessero quanto il materiale si stringe o si allarga a seconda della differenza delle temperature non trarrebbero di queste errate conclusioni sul ponte. Le temperature operano scostamenti molto più marcati che non l’allontanamento delle coste. Persino i giunti hanno un movimento di gran lunga superiore per via della loro perfetta elasticità. Questo fatto, dunque, non c’entra niente con la progettazione del ponte, è tutta roba ampiamente prevista, studiata e calcolata».

Premesso questo, c’è da dire che i ricercatori hanno individuato sotto il mare Jonio un sistema di spaccature profonde che spiegherebbe la sismicità della zona. Anche su questo i verdi hanno lanciato l’allarme, sempre nel quadro della loro perenne ostilità contro il ponte più lungo del mondo a campata unica, ma la ricercatrice del Cnr Alice Polonio precisa con assoluta obiettività: «Avere scoperto questo sistema di faglie in mare è positivo. Faglie a terra, infatti, farebbero senz’altro più danni. Si tratta di processi lenti e non catastrofici che confermano i rischi geologici che la zona conosce».
http://www.lasicilia.it/news/cronaca/13 ... anano.html
ASSOCIAZIONE FERROVIE SICILIANE - https://www.ferroviesiciliane.it/

Avatar utente
domi76
**
**
Messaggi: 3493
Iscritto il: dom 29 ago 2004 22:35
Località: sicilia

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1747 Messaggio da domi76 » ven 19 gen 2018 8:43

Ma ancora non vi siete stufati di quest' argomento? Mah... :roll:

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 7768
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1748 Messaggio da simplon » ven 19 gen 2018 8:53

Ma insomma, ancora non avete capito che la vera motivazione mai espressa, anzi tenuta nascosta meglio di quanto sappia fare il KGB, della nascita del polo integrato FS-ANAS, è quella della costruzione congiunta del ponte di Messina. :mrgreen:
Sarà la prima grande scommessa infrastrutturale della grande conglomerata!
s.
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12251
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1749 Messaggio da sr » ven 19 gen 2018 9:40

Esiste da qualche parte nel mondo un "ponte di Archimede" in funzione?
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Astro
**
**
Messaggi: 1141
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1750 Messaggio da Astro » ven 19 gen 2018 10:17

No.

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 38900
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1751 Messaggio da E412 » ven 19 gen 2018 10:42

Roberto_Palermo ha scritto:
ven 19 gen 2018 1:47
Fortunatamente, contro l'ennesima bufala sulle "faglie" che impedirebbero la costruzione del Ponte, come subito gli ambientalisti più estremi si sono affrettati ad affermare, qualche fonte autorevole fa chiarezza. Il prof. ing. Misiti, in questo caso, li ridicolizza apertamente:
Il problema è che tra quelli che ne parlano seriamente nessuno s'è mai posto il problema dell'eventuale allontanamento o avvicinamento relativo e progressivo delle due coste, dato che nell'ottica della vita del ponte, in condizioni normali, è trascurabile.
Il problema occasionalmente posto, e di cui esiste almeno un'evidenza pratica (Kobe), è l'eventuale spostamento relativo dei due piloni a seguito di un evento sismico particolare con faglia ricadente tra i due piloni o comunque in grado di influenzarne la posizione relativa, nel caso in cu questo spostamento relativo fosse superiore alla manciata di cm di cui non frega niente a nessuno, in quanto rientrante nei normali limiti di tolleranza della struttura.
Questo spostamento può avvenire su tre assi: longitudinale (distanza relativa tra i piloni, che restano allineati), trasversale (movimento relativo tra i piloni più o meno perpendicolare all'asse del ponte) e verticale, singolarmente o in combinazione tra loro. Tanto maggiore è la luce tra i piloni, tanto maggiore è l'effetto dell'eventuale dislocazione, che sottolineo essere un'eventualità e non una certezza, ma in quanto eventualità va tenuta in debita considerazione. Per un normale viadotto stradale/autostradale, ad esempio, non lo si considera un problema significativo.

Curioso poi leggere di 'ponte più lungo del mondo'. Perchè quando fai presente che quella campata è parecchio lunga, qualcuno che ti risponde 'eh, ma il Vasco de Gama misura ben 17 km!' lo trovi sempre! :twisted:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

ssb
**
**
Messaggi: 2624
Iscritto il: mar 09 dic 2014 18:24

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1752 Messaggio da ssb » ven 19 gen 2018 10:49

Beh, ma dopo L’Aquila è stato stabilito che i sismologi sono in grado di prevedere i terremoti, no? Quindi dove sta il problema? :mrgreen:

Vivalto
**
**
Messaggi: 8347
Iscritto il: lun 04 apr 2005 2:36

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1753 Messaggio da Vivalto » ven 19 gen 2018 11:14

Eventi sismici di violenta portata posso creare spostamenti di metri....non di centimetri. Casa mia risulta spostata di 21cm dal sisma del 2012 in vari modi (Abbassamento della falda/terreno, spostamento vs ovest)

E' mio parere che:

- Attuando una politica di reti AV/AC Messina-Catania-Siracusa, Messina-Palermo, Catania-Palermo
- implementando le restanti reti secondarie - velocizzandole e elettrificandole, Lentini-Caltagirone-Gela, Siracusa-Canicattì, Caltanissetta Xirbi-Agrigento C.le, Agrigento C.le-Porto Empedocle, Carini-Trapani, Alcamo Dir-Trapani
- Sviluppando la connessione CARGO con i porti di Augusta e Termini Imerese
- Implementando i porti turistici di Catania, Palermo, Messina, Porto Empedocle
- Sviluppando una rete di Aliscafi tra Messina e Isole, Milazzo e Isole, Porto Empedocle e Isole, Marsala e Isole, Trapani e Isole, Messina-Reggio Calabria, Messina Villa San Giovanni
- Sviluppando i terminal TIR di Catania Porto e Termini imerese porto(Autostrade del Mare)
- Realizzando la linea AV/AC Villa San Giovanni - Salerno, almeno per le tratte: in variante da Villa San Giovanni a Gioia Tauro, Quadruplicamento Gioia Tauro-Rosarno, implementando l'attuale Rosarno-Mileto-Eccellente, implementando Eccellente-Lamezia Terme. Ricostruendo tutte le gallerie a sagoma per i tratti Lamezia Terme-Paola-Cetraro, in variante da Cetraro a Sapri e da Sapri a Ascea, implementando la Ascea-Agropoli in variante parzialmente, quadruplicando la Battipaglia-salerno
- Acquistando altre 2 N/T gemelle alla Messina
- Acquistando altre 3 N/T Bidirezionali, concepite al trasporto di Treni AV/AC a 4 casse accoppiabili, traghettati in afficanco (2 binari da 110 mt)
- riorganizzando in toto l'imbarco a messina e a villa san giovanni, modificando i piando del ferro delle stazioni
- acquisto di un numero congruo (30) di Etr400 a 4 casse da usare in DTS (15 treni disposnibili) per un servizio ogni 120' dalla sicilia alternato ogni 120 da Reggio Calabria.
- Costruendo a VILLA SAN GIOVANNI BOLANO il nuovo PORTO per i TIR e Macchine sia BLUVIA che C&T - SERVIZIO VILLA SAN GIOVANNI BOLANO-VILLA SAN GIOVANNI TREMESTIERI/MESSINA CENTRO
- Costruendo a VILLA SAN GIOVANNI BOLANO il TERMINAL CARGO per le AUTOSTRADE Viaggiante via ferrovia

Il ponte sarebbe completamente inutile, e tali interventi strutturali sarebbero a beneficio reale di tutta la collettività calabrese. E soprattutto, pur realizzando una serie di opere che abbatterebbero la percorrenza ferroviaria complessiva, a parità di investimento, con una politica realizzabile, non una sega pindarica che dure da più di un secolo.....

Vivalto
**
**
Messaggi: 8347
Iscritto il: lun 04 apr 2005 2:36

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1754 Messaggio da Vivalto » ven 19 gen 2018 11:15

PS, considero il ponte un volo pindarico al pari di quello che ho scritto io....Fantaferrovia x Fantaferrovia, almeno qualcosa di più sensato....

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13792
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Ponte sullo stretto di Messina (3)

#1755 Messaggio da UluruMS » ven 19 gen 2018 11:26

In pratica però è quasi finita a sagoma PC80 la direttrice sulla costa orientale, che per di più è assimilabile ad una linea di pianura.
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 31 ospiti