Scali e raccordi merci

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3313
Iscritto il: sab 10 mag 2008 11:44
Località: Treviso

Re: Scali e raccordi merci

#1201 Messaggio da RF » gio 13 dic 2018 23:02

dedorex1 ha scritto:
gio 13 dic 2018 18:26
…..
Per la fase di lungo periodo si progetterà la fattibilità di un nuovo scalo merci nella penisola del petrolchimico e della sua connessione diretta con la rete ferroviaria nazionale.
Questa l'ho vista nei piani di potenziamento che girano in rete e che dovrebbero far sorgere un nuovo scalo merci solo per i containers appunto nelle aree dell'ex petrolchimico ed essere collegato direttamente alla Padova-Mestre, peccato che per fare ciò occorra sottopassare la strada Romea, la Mestre -Adria e dulcis sin fondo la A4 ….

Avatar utente
dedorex1
**
**
Messaggi: 6512
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Scali e raccordi merci

#1202 Messaggio da dedorex1 » mar 29 gen 2019 14:05

Trieste continua la sua crescita nei treni:+12% nel 2018
http://www.themeditelegraph.com/it/ship ... index.html
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
dedorex1
**
**
Messaggi: 6512
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Scali e raccordi merci

#1203 Messaggio da dedorex1 » lun 11 feb 2019 16:30

Stamattina ho notato per la prima volta reti arancioni a Smistamento, nell'area prevista dal nuovo terminal Teralp. Qualcuno sa se sono finalmente partiti i lavori o sono ancora alle bonifiche?
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 605
Iscritto il: dom 12 ago 2007 15:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Scali e raccordi merci

#1204 Messaggio da Frank_Castle » mer 13 feb 2019 20:22

Ritorno sul raccordo della cava di Condove.

Ho parlato con il mio ex collega che mi aveva detto che suo nonno ricordava fosse elettrificato.
Ebbene, suo nonno ricorda di aver visto qualche tradotta, ma non ricorda, diciamo, nessuna catenaria.

Mi spiace se al tempo ho dato qualche speranza a qualche utente (me per primo).
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
volvox
*
*
Messaggi: 215
Iscritto il: mer 24 feb 2016 8:11
Località: Istanbul

Re: Scali e raccordi merci

#1205 Messaggio da volvox » gio 14 feb 2019 8:00

Trieste, via a retroporto con punto franco
una nuova area di proprietà di Interporto di Trieste Spa, destinato a logistica e stoccaggio e dove esiste la possibilità di svolgere attività manifatturiere e industriali in punto franco, in un’area strategica in cui ferrovia e terminal intermodali sono integrati [...]

La struttura, acquisita da Interporto di Trieste da Waertsila Italia a dicembre 2017, con un investimento di 21 milioni di euro, comprende un’area di 240 mila metri quadri, di cui 74 mila coperti, e include un raccordo ferroviario con la stazione di Aquilinia.
http://www.themeditelegraph.com/it/ship ... index.html

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 605
Iscritto il: dom 12 ago 2007 15:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Scali e raccordi merci

#1206 Messaggio da Frank_Castle » mar 26 feb 2019 13:07

Il ministro dei trasporti prende posizione su Gioia Tauro (dal suo profilo Twitter):

"Il #porto di #GioiaTauro è una infrastruttura fondamentale per la #Calabria e per tutto il Paese. Le ansie dei lavoratori sono giustificate. Il mio ministero ha come missione fondamentale il suo rilancio e farà di tutto affinché il concessionario mantenga gli impegni presi."
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 958
Iscritto il: lun 18 dic 2006 23:15
Località: Genoa, Republic of Genoa (occupied by Italy)
Contatta:

Re: Scali e raccordi merci

#1207 Messaggio da E431.037 » mar 26 feb 2019 21:11

Aspettiamo una sparata anche su Augusta...
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

Marvol
**
**
Messaggi: 1921
Iscritto il: lun 17 nov 2008 17:16

Re: Scali e raccordi merci

#1208 Messaggio da Marvol » mer 27 feb 2019 10:23

Sicuramente tontinelli pensa che a Gioia Tauro arrivino solo navi cariche di bovini felici.

Avatar utente
dedorex1
**
**
Messaggi: 6512
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Scali e raccordi merci

#1209 Messaggio da dedorex1 » mer 27 feb 2019 10:27

Il problema vero è che per Gioia Tauro non c'è alcuna vera soluzione in vista, né facilmente (ma anche difficilmente) identificabile
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 8318
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Scali e raccordi merci

#1210 Messaggio da simplon » mer 27 feb 2019 14:54

Marvol ha scritto:
mer 27 feb 2019 10:23
Sicuramente tontinelli pensa che a Gioia Tauro arrivino solo navi cariche di bovini felici.
:=D>:
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Frank_Castle
*
*
Messaggi: 605
Iscritto il: dom 12 ago 2007 15:15
Località: Grugliasco (TO)

Re: Scali e raccordi merci

#1211 Messaggio da Frank_Castle » mer 27 feb 2019 15:15

Il nostro ministro da faccialibro:

"La bellissima Calabria è una delle regioni più complicate quando si parla di infrastrutture e trasporti. Sono venuto ancora una volta di persona per seguire e vigilare su tutti i progetti.
Dopo il nostro sollecito, abbiamo ottenuto le analisi di fattibilità per le varianti della SS106 Jonica tra Catanzaro e Crotone. Ma soprattutto, finalmente, a marzo sarà presentato il progetto esecutivo per il terzo megalotto: bisogna cancellare al più presto l’appellativo, per quella statale, di “strada della morte”.
Importante anche il confronto con Rfi sull'avanzamento dei progetti di adeguamento della rete ferroviaria: è inaccettabile che si impieghino cinque o sei ore per raggiungere Roma dalla costa jonica in treno. E poi c'è il tema del Porto di Gioia Tauro: ho parlato questa mattina con i lavoratori e ho chiarito che il mio Ministero e il Governo intero hanno piena coscienza dell'importanza dello scalo e del valore del lavoro che genera. Ci sono degli obblighi contrattuali precisi, legati alla concessione affidata a Mct. Serve manutenzione e soprattutto servono gli investimenti, obbligatori per il concessionario. Se i termini non verranno rispettati, lo Stato interverrà a tutela di chi opera sulle banchine.
Da un porto all'altro, ho fatto anche il punto con le autorità sul rilancio dello scalo di Corigliano e ho incontrato una rappresentanza dei pescatori che chiedono una infrastruttura adeguata per poter lavorare meglio.

Infine è stato un piacere confrontarmi con i sindaci e le istituzioni locali della zona per ribadire con forza che qui in Calabria, e al Sud in generale, ci sono le emergenze infrastrutturali che hanno per me la priorità. Strade, ferrovie, porti: ci sono dossier davvero complicati, ai quali pensiamo ogni giorno, con l'ossessione di risolverli per ridare dignità, normalità e maggiore qualità della vita a tutti i calabresi.

Et voilà: coi soldi della TAV, ecco il tunnel di Castrovillari! (per dire...)
- Te ne vai?
- Ho molto lavoro... leggi bene i giornali, te ne accorgerai.
- Quale sezione?
- Sempre i necrologi.

Avatar utente
dedorex1
**
**
Messaggi: 6512
Iscritto il: mer 28 set 2005 16:48
Località: Milano

Re: Scali e raccordi merci

#1212 Messaggio da dedorex1 » mer 03 apr 2019 10:04

"Primi risultati per il terminal Fnm di Sacconago
Bilancio positivo per l'impianto lombardo dopo la sua acquisizione da parte di Ferrovie Nord Milano.

FLa recente riattivazione da parte del Gruppo Ferrovie Nord Milano (Fnm) del terminal intermodale di Sacconago (Busto Arsizio) con l'avvio di servizi intermodali con Gent (Belgio), ha già "tolto dalla strada sessanta camion a settimana su una tratta complessiva di oltre 900 chilometri"...."
http://www.trasportoeuropa.it/index.php ... -sacconago
Adoratore della fu Trimurti DelrioCascettaGentile
Fondatore del DelrioSantoSubito Club (NB iscrizioni attualmente sospese per previsto taglio contributi TPL 2017)

Avatar utente
simplon
**
**
Messaggi: 8318
Iscritto il: mer 05 mag 2004 18:20
Località: Lomellina tra terra e acqua

Re: Scali e raccordi merci

#1213 Messaggio da simplon » mer 03 apr 2019 11:49

Mi sono sempre chiesto quali arterie stradali a scorrimento veloce portino a Sacconago...
Saluti da simplon

No ai PL sulla rete fondamentale RFI: sono il male assoluto, un cancro da estirpare.
Amico delle Frecce, di Italo e degli EC: sono i treni del mio Dna.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16219
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Scali e raccordi merci

#1214 Messaggio da Tz » mer 03 apr 2019 14:15

E quali portano al TIMO di Mortara ? :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14821
Iscritto il: mar 24 gen 2006 22:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Scali e raccordi merci

#1215 Messaggio da quattroe28 » gio 18 apr 2019 22:48

Nuovo scalo merci ferroviario a Castelnuovo Garfagnana, firmato l'accordo

(Toscana notizie)

FIRENZE - Firmato a Castelnuovo Garfagnana l'Accordo di programma che consentirà la realizzazione di un nuovo scalo merci, necessario per migliorare la sicurezza stradale eliminando migliaia di Tir dalla viabilità del fondovalle e ridurre le emissioni di anidride carbonica migliorando in maniera significativa la qualità dell'aria. A siglarlo l'assessore regionale alle infrastrutture, il sindaco di Castelnuovo e rappresentanti della Provincia di Lucca, dell'Unione dei Comuni della Garfagnana, di RFI, LUCART e MIGRA.

L'intervento, dal valore complessivo di 6.150.000 euro, prevede:
- la riqualificazione della stazione ferroviaria di Castelnuovo di Garfagnana, con adeguamento dell'infrastruttura ferroviaria e tecnologica e con installazione delle apparecchiature necessarie per il carico e lo scarico delle merci;
- il collegamento ferroviario (raccordo) dallo stabilimento LUCART con la stazione di Castelnuovo di Garfagnana e le opere interne allo stabilimento, necessarie per dare piena funzionalità al raccordo;
- la dotazione con le attrezzature necessarie per velocizzare ed incentivare l'attività di carico e scarico ed il trasporto merci su ferro, nell'ambito dell'impianto ferroviario;
- la realizzazione della viabilità sostitutiva del passaggio a livello di via Enrico Fermi, che sarà eliminato.

Le opere saranno realizzate grazie al finanziamento di 4 milioni di RFI, 1.900.000 euro della Regione Toscana, 250.000 euro da parte del Comune di Garfagnana.

Il raccordo ferroviario fino alla 'scarpa fermacarri' e gli adeguamenti all'interno dello stabilimento saranno interamente finanziati dall'azienda LUCART.

L'altro partner privato, l'azienda MiGra, si è impegnato a dotare la stazione dei contenitori necessari per l'attività di carico e scarico rendendola disponibile all'uso delle altre aziende del territorio interessate al trasporto su ferro.

Infine il Comune di Castelnuovo di Garfagnana si occuperà della progettazione e realizzazione della viabilità alternativa al passaggio a livello di via Enrico Fermi.

L'assessore regionale alle infrastrutture, nel suo intervento in occasione della firma, ha ricordato il costante impegno della Regione Toscana verso una mobilità più sostenibile, che riguarda anche le merci e dunque il potenziamento del trasporto merci su rotaia. Il treno – come più volte sottolineato dall'assessore - rappresenta ad oggi il mezzo di trasporto più ecologico ed il maggiore alleato verso una mobilità più sicura. Quest'opera si inserisce in un percorso di valorizzazione della linea Lucca Aulla portato avanti dalla Regione in questi anni con l'acquisto di 12 treni Swing, con risorse provienienti interamente dal bilancio regionale, e con 20 milioni di investimenti sull'infrastruttura realizzati da Rfi in attuazione dell'accordo quadro.
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Rispondi