Nodo e Stazione di Bologna

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
fab
**
**
Messaggi: 8717
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2026 Messaggio da fab » lun 27 nov 2017 11:50

Aridaje con i sedili sul piano binari! Per quanto sia difficile da capire, non siamo negli anni '50 e perfino la ferrovia, per certi versi rigida nelle proprie ortodossie, si è evoluta. I sedili sul piano binari non ci sono perchè NON ci devono essere. Per quanto il piano binari sia una chiavica (e cromaticamente così grigio non mi piace), in realtà è stata progettata per far attendere i passeggeri al piano superiore e solo all'ultimo farli scendere di sotto (i marciapiedi sono relativamente stretti). Per cui i sedili, se sono pochi, devono essere implementati nell'atrio superiore e non installati sui binari!
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2027 Messaggio da Wilhem275 » lun 27 nov 2017 13:04

cuciuffo ha scritto:
lun 27 nov 2017 10:56
bel progetto , in soldoni quale sarebbero i vantaggi reali in termini di minuti di percorrenza risparmiati ?
Zero, più o meno :D è un progetto per la capacità, per far passare molti più treni mantenendo (anzi, migliorando) l'affidabilità del sistema. Difficilmente nei nodi si possono fare miracoli per la velocità.

Diciamo che se si prova a far passare la stessa quantità di treni sull'impianto attuale ci si ritrova con molte soste alle protezioni, tracce più lasche, sistema metropolitano poco efficace (come ora: scadenzato, frequenze random e linee spezzate in Centrale.
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Vivalto
**
**
Messaggi: 8320
Iscritto il: lun 04 apr 2005 2:36

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2028 Messaggio da Vivalto » lun 27 nov 2017 15:19

Tutte le volte che ho preso l'AV (quasi settimanalmente) c'è una forte criticità di accodamenti a bologna. Praticamente usano i binari deviati e di corretto tracciato, per permettere un continuo ingresso di treni. Ovvero, prendono in deviata al 19 un milano-roma che appena entre, libera e permette l'ingresso in corretto tracciato dell'accodato to-roma italo. mentre si libera il binario 19 e si apre per il vr-roma che nel mentre fa cambio personale, e contemporaneamente si libera il 18 per un no stop ecc ecc......

praticamente usano in continuo i 4 binari, con orari in cui te li trovi tutti e 4 pieni.....Ed il tutto senza le 30 e passa coppie di Roma-Venezia che non potranno che crescere con l'obiettivo di ITALo di creare frequenza ogni 60' sull'asse roma-ve e TI con una frequenza ogni 30'....

Astro
**
**
Messaggi: 1097
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2029 Messaggio da Astro » lun 27 nov 2017 16:10

Wilhelm: ma tu e Lirex non potreste attivare un master in ingegneria ferroviaria? Io sarei felice di frequentarlo!

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2030 Messaggio da Wilhem275 » lun 27 nov 2017 18:45

Non offendiamo Lirex, che io sono un volgare economista :lol: Ma prima o poi il corso lo si crea...
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Astro
**
**
Messaggi: 1097
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2031 Messaggio da Astro » lun 27 nov 2017 20:21

Che c'entra, io sono ingegnere (in tutt'altro campo, al massimo potrei occuparmi della trazione o dei vari software) ma i progetti che fai mi verrebbero forse al quinto tentativo e in ogni caso al 50% della qualità dei tuoi.

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2032 Messaggio da Wilhem275 » lun 27 nov 2017 21:56

E pensa dopo quanti tentativi potrebbero venire ad Italferr... :lol: :lol: :lol:

Scherzi a parte, dietro non c'è una quantità immane di nozioni, solo pochi concetti di buon senso. Il problema nel panorama italiano è che queste buone pratiche sono sempre state del tutto assenti nella storia FS e di conseguenza non sono state formalizzate (e quindi manco vengono capite).
Quindi bisogna studiare in casa d'altri, dove la circolazione funziona, e fare reverse engineering a manetta... che significa notti passate a studiarsi la circolazione di decine di nodi.

Individuati i concetti di base diventa un puro esercizio di logica per capire quali pezzi del Lego vanno combinati per ottenere il macchinario che ti serve, e io mi ci diverto un sacco :D


Per dire, l'idea per la ribattuta dei RE Venezia è rubata a piene mani da questo impianto:

Immagine

Tenendo presente che si circola a destra: ogni ora arrivano 4 IC da Amsterdam via AV (HSL nello schema), di cui metà proseguono come passanti e metà attestati. I passanti prendono la rampa che li porta al binario 4, già ordinati sui binari esterni del quadruplicamento verso sud (Zuid 1). Quelli attestati restano affiancati al binario pari procedendo "contromano" rispetto al flusso del traffico, e vanno a ribattere ai binari 11/12, che sono gli stessi su cui arrivano i servizi passanti da sud verso l'AV.

A Bologna prendi il tracciato storico della Padova, gli aggiungi uno scavalco per i pari, e viene fuori la stessa cosa... 8--)

Il concetto di tutto l'impianto è molto simile: prendo tre linee e le sparo per direzione dentro un'altra, due di loro le faccio ribattere, e in parallelo a tutto questo tengo un paio di binari per le S (a Rotterdam terminavano sui binari 1a/1b).
Non per caso si somigliano...

Immagine
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Astro
**
**
Messaggi: 1097
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2033 Messaggio da Astro » lun 27 nov 2017 22:22

È un mio grande difetto il non avere la pazienza di studiare la circolazione. Dopo anni non ho ancora ben capito la circolazione tra Centrale e Lambrate.
Se ti proponessi di studiare la connessione tra la Bergamo - Treviglio e una nuova linea verso Milano al centro della A4 all'altezza di Stezzano, tenendo conto della planoaltimetria complessa e della possibilità di spostare la stazione a sud, ti andrebbe di ragionarci? A me son venute in mente tre soluzioni, due sfalsate ed una a raso.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15197
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2034 Messaggio da Tz » mar 28 nov 2017 0:11

Anch'io molti anni fa mi ero appassionato a studiare come migliorare la circolazione ad Arquata Scrivia dove due linee principali si devono giocare tra loro varie infrastrutture ma dopo quello che hanno combinato 20 anni fa con quello scavalco idiota mi è scappata la vacca nel prato... :lol: :wall:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
Wilhem275
**
**
Messaggi: 4394
Iscritto il: mar 19 dic 2006 1:03
Località: Genova & Venezia/Padova
Contatta:

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2035 Messaggio da Wilhem275 » mar 28 nov 2017 0:16

@Astro: ti ho risposto nel topic di Milano ;)

viewtopic.php?p=1661012#p1661012
Petizione per l'aborto postumo dei progettisti di Italferr
Rete Ferroviaria Italiana: perché a noi, la capacità, ci fa schifo.

Avatar utente
GT3.2
**
**
Messaggi: 2944
Iscritto il: mer 19 gen 2005 12:08
Località: Annecy

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2036 Messaggio da GT3.2 » mar 28 nov 2017 9:57

Vivalto ha scritto:
lun 27 nov 2017 15:19
Tutte le volte che ho preso l'AV (quasi settimanalmente) c'è una forte criticità di accodamenti a bologna. Praticamente usano i binari deviati e di corretto tracciato, per permettere un continuo ingresso di treni. Ovvero, prendono in deviata al 19 un milano-roma che appena entre, libera e permette l'ingresso in corretto tracciato dell'accodato to-roma italo. mentre si libera il binario 19 e si apre per il vr-roma che nel mentre fa cambio personale, e contemporaneamente si libera il 18 per un no stop ecc ecc......

praticamente usano in continuo i 4 binari, con orari in cui te li trovi tutti e 4 pieni.....Ed il tutto senza le 30 e passa coppie di Roma-Venezia che non potranno che crescere con l'obiettivo di ITALo di creare frequenza ogni 60' sull'asse roma-ve e TI con una frequenza ogni 30'....
Che é una cosa di una tale banalità da capire, e osservabile in talmente tanti esempi con traffico anche superiore a quello bolognese (la parte LP in viadotto di Berlino Centrale per esempio funziona esattamente cosi') che intristisce veramente vedere come in Italia, siamo arrivati solo nel 2013 ad avere il primo caso di una stazione principale ad utilizzo intensivo come questo

Quando in fase progettuale lo stesso concetto avrebbe dovuto essere applicato a tutte le fermate sulle linee veloci nei nodi, esempio Rogoredo, Pioltello, Lambrate, Rho Fiera dove il non avere doppio binario di fermata per ogni binario di linea ammazza letteralmente la capacità della linea veloce afferente
Vogliamo l'Eurostar AV Milano-Bologna-Adriatica - FINALMENTE ARRIVATO!!
Vogliamo la riapertura delle linee "del Tonchino" (Evian-St. Gingolph) e Annecy-Albertville
Vogliamo un servizio decente tra Italia e Savoia! via Sempione E via Modane

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5368
Iscritto il: lun 10 nov 2008 15:43

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2037 Messaggio da sandro.raso » mar 28 nov 2017 11:41

Tz ha scritto:
mar 28 nov 2017 0:11
ma dopo quello che hanno combinato 20 anni fa con quello scavalco idiota mi è scappata la vacca nel prato... :lol: :wall:
Ricordo che quando era in costruzione, gli "scienziati" lo davano come il "non plus ultra" (allora molti pensavano che il Terzo Valico non venisse più costruito nonostante i notevoli lavori intrapresi).
Ma non sarebbe stato meglio (e con costi direi più o meno equivalenti) uno scavalco a nord di Arquata per rendere indipendente la circolazione sulle due linee?
Immagine

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13715
Iscritto il: sab 26 apr 2008 12:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2038 Messaggio da UluruMS » mar 28 nov 2017 11:47

Meno male che mi davano del pirla quando mi lamentavo che mancassero almeno 2 binari a Rogoredo e RFM. :wall:
Comunque, restando quasi in topic, stanno sorgendo problematiche pesantissime tra Regione Emilia Romagna vs gruppo FSI, con richieste di intervento al MIT ed all'ART
ER rifiuta e boicotta a priori qualsiasi ipotesi di recast del proprio servizio regionale, tanto meno di rivedere le linee S; in ballo c'è il recast Adriatico prima ancora di qualsiasi espansione della capacità verso Rimini.
In pratica, essendo Adriatica e Transpadana le prime direttrici nazionali che dovrebbero essere riviste, si rischia di mandare a culo tutto il recast nazionale.
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
e656
**
**
Messaggi: 3872
Iscritto il: lun 22 dic 2003 8:39
Località: Roma

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2039 Messaggio da e656 » mar 28 nov 2017 12:43

Cioè ER vuole i treni figihi in Adriatica altrimenti si mette di traverso su tutto ??? Scusa se ho capito male ..

fab
**
**
Messaggi: 8717
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Nodo e Stazione di Bologna

#2040 Messaggio da fab » mar 28 nov 2017 12:44

UluruMS ha scritto:
mar 28 nov 2017 11:47
Meno male che mi davano del pirla quando mi lamentavo che mancassero almeno 2 binari a Rogoredo e RFM. :wall:
Comunque, restando quasi in topic, stanno sorgendo problematiche pesantissime tra Regione Emilia Romagna vs gruppo FSI, con richieste di intervento al MIT ed all'ART
ER rifiuta e boicotta a priori qualsiasi ipotesi di recast del proprio servizio regionale, tanto meno di rivedere le linee S; in ballo c'è il recast Adriatico prima ancora di qualsiasi espansione della capacità verso Rimini.
In pratica, essendo Adriatica e Transpadana le prime direttrici nazionali che dovrebbero essere riviste, si rischia di mandare a culo tutto il recast nazionale.
Tocca aspettare che Sgarzi crepi vinca alla lotteria Italia e vada a vivere il resto della sua esistenza su un atollo!
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti