Potenziamento del nodo di Genova

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4263
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2146 Messaggio da em » lun 26 mar 2018 9:22

Appena ho un po' di tempo controllo meglio ma mi sembra che, dopo la costruzione del nuovo ponte ferroviario e l'abbattimento del vecchio, problemi per il Polcevera non dovrebbero essercene (probabilmente considerando la sede della linea sommergibile come naturale espansione del letto del torrente). :wink:

Edit:
Qui il Piano di bacino del Polcevera: http://www.pianidibacino.ambienteinligu ... evera.html

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14209
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2147 Messaggio da quattroe28 » mar 27 mar 2018 22:33

grazie!!!
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4263
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2148 Messaggio da em » gio 29 mar 2018 7:57

Di niente.
Mi sembra di poter confermare quanto affermato in precedenza visto che non sono previsti ulteriori interventi per il Polcevera (ma solo per gli affluenti) e l'area allagabile nei pressi della foce, che naturalmente comprende la linea Sommergibile, e` piuttosto limitata.

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2149 Messaggio da chicc0zz0 » gio 29 mar 2018 21:08

Tz ha scritto:
sab 24 mar 2018 9:09
chicc0zz0 ha scritto:
sab 24 mar 2018 0:48
ancora con sto centro citta :lol:
vai a chiedere a 100 genovesi se campasso è centro città
Belìn, te lo faccio diventare io centro città ristrutturandolo adeguatamente dando ossigeno e infrastrutture a quella città asfittica che non siete capaci di ammodernare... :mrgreen:
Beh guarda su questo sfondi una porta aperta: uno dei più grandi benefici dell'attuale Germania è stato proprio il fatto di essere stata in gran parte bombardata e ricostruita con standard ben diversi rispetto alla configurazione medievale delle nostre città.
E a quel punto ci fai stare binari, tram, ciclabili, aree pedonali...
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2150 Messaggio da chicc0zz0 » gio 29 mar 2018 21:08

Tz ha scritto:
sab 24 mar 2018 9:09
chicc0zz0 ha scritto:
sab 24 mar 2018 0:48
ancora con sto centro citta :lol:
vai a chiedere a 100 genovesi se campasso è centro città
Belìn, te lo faccio diventare io centro città ristrutturandolo adeguatamente dando ossigeno e infrastrutture a quella città asfittica che non siete capaci di ammodernare... :mrgreen:
Beh guarda su questo sfondi una porta aperta: uno dei più grandi benefici dell'attuale Germania è stato proprio il fatto di essere stata in gran parte bombardata e ricostruita con standard ben diversi rispetto alla configurazione medievale delle nostre città.
E a quel punto ci fai stare binari, tram, ciclabili, aree pedonali...
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2151 Messaggio da chicc0zz0 » gio 29 mar 2018 21:12

quattroe28 ha scritto:
dom 25 mar 2018 7:47
dal mio punto di vista il Campasso potrebbe potrebbe essere parecciho utile per un'altra cosa: si fa una cassa di espansione per il Polcevera, che viene chiuso quando c'è allerta meteo per precipitazioni e alluvioni e vi viene fatta sfogare l'acqua del fiume in eccesso e per il resto dell'anno è un parco pubblico...
A Genova c'è troppo suolo artificiale...
qualsiasi cassa di espansione non basterebbe
gli eventi sono troppo imponderabili e massicci
bisognerebbe ridare spazio ai torrenti, tutto lì
piuttosto gli invasi artificiali ci servirebbero per evitare la siccità!
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

Avatar utente
E431.037
*
*
Messaggi: 806
Iscritto il: lun 18 dic 2006 22:15
Località: Genoa
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2152 Messaggio da E431.037 » gio 29 mar 2018 21:24

chicc0zz0 ha scritto:
gio 29 mar 2018 21:08
Beh guarda su questo sfondi una porta aperta: uno dei più grandi benefici dell'attuale Germania è stato proprio il fatto di essere stata in gran parte bombardata e ricostruita con standard ben diversi rispetto alla configurazione medievale delle nostre città.
Immagine

Mi tengo la configurazione medievale, grazie! :mrgreen:
Oh listen to the jingle / The rumble and the roar
As she glides along the woodlands / Through the hills and by the shore
Hear the mighty rush of her engine / Hear that lonesome hobo's call
We're travelling through the jungles /On the Wabash Cannonball

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2153 Messaggio da chicc0zz0 » gio 29 mar 2018 21:26

Tz ha scritto:
dom 25 mar 2018 22:29
Ma il Polcevera ha mai dato problemi ?
Il Bisagno nell'ultimo tratto è infognato sotto la strada... il Polcevera no.
Per il Bisagno stanno facendo lo scolmatore del Ferregiano, ma non del bisagno in sé.
Il Polcevera a mia memoria (quindi corta :mrgreen: ) problemi ne ha dati ma non così devastanti se rapportati alla sua dimensione. La zona della Curva Molini e della fiumara praticamete è a livello del greto del torrente o poco più su :wall: :wall: :wall: quindi è capitato che si allagasse; problemi di recente ci sono stati anche dalle parti di Bolzaneto se non ricordo male
Nel 93 (vado a memoria) fu alluvionata Cornigliano ma a causa del minuscolo Rio San Pietro (tombinato pure quello), affluente del Polcevera. Non so se la causa fosse la poca portata della tombinatura o il Polcevera che, in piena, non riusciva a riceverlo
Secondo me una situazione peggiore c'è a Sestri, dove soprattutto il Chiaravagna ma anche e l'altro rio (non ricordo il nome) più a Ovest sono stati devastanti negli ultimi anni.

Il Bisagno va a colpire una zona centrale, con molte attività commerciali, parcheggi sotterranei, chiaramente tantissime auto parcheggiate per strada, quindi colpisce più duramente la città; inoltre il Ferregiano, dopo aver distrutto tutto quello che trova sull'omonima via, va ad allagare Corso Sardegna, quindi di fatto la superficie allagata diventa ben più estesa di quella del Polcevera

E comunque il Polcevera, a differenza del Bisagno, alla foce è ben largo.
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2154 Messaggio da chicc0zz0 » gio 29 mar 2018 21:38

E431.037 ha scritto:
gio 29 mar 2018 21:24
Mi tengo la configurazione medievale, grazie! :mrgreen:
il punto è che noi siamo bravissimi a mettere tapulli che servono (male) e solo per poco tempo
delle volte avrebbe più senso prendere misure drastiche (=tirare giù le case) e fare le cose come si deve
ci servono delle strade larghe, dove esercire le linee di forza con mezzi adeguati (tram) come capacità e, di conseguenza, dalla gestione corrente meno cara (servono meno autisti, o meglio: con gli stessi autisti si trasporta più gente)
Prendi sestri ponente (e mi rimangio il medievale): è un imbuto colossale per macchine e TPL. Lì io tirerei giù una fila di case, non è possibile che per dare spazio a chi comunque ce l'ha già (sicuramente l'ultimo problema a Genova è quello residenziale) si azzoppa la mobilità di decine di migliaia di persone.
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5179
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2155 Messaggio da sandro.raso » ven 30 mar 2018 6:22

E431.037 ha scritto:
gio 29 mar 2018 21:24
Mi tengo la configurazione medievale, grazie! :mrgreen:
Quella bomba è notoriamente un falso. Quella vera, inesplosa, fu portata in porto, caricata su un natante e fatta brillare al largo. Un mio parente, allora poliziotto presso la Questura di Genova, ebbe il compito di scortarla.
Dettaglio non da poco, molte delle bombe che colpirono Genova provenivano proprio... da Genova, fabbricate all'Ansaldo!
Immagine

Avatar utente
sandro.raso
**
**
Messaggi: 5179
Iscritto il: lun 10 nov 2008 14:43

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2156 Messaggio da sandro.raso » ven 30 mar 2018 6:25

chicc0zz0 ha scritto:
gio 29 mar 2018 21:26
Per il Bisagno stanno facendo lo scolmatore del Ferregiano, ma non del bisagno in sé.
.....
E comunque il Polcevera, a differenza del Bisagno, alla foce è ben largo.
Nessun dubbio che il tratto terminale del Bisagno sia il più grave dei problemi idrogeologici di Genova, ma sicuramente è il più grave: ce ne sono molti altri, a levante e a ponente, che meritano comunque di essere risolti, anche se non causano enormi devastazioni come quelle.
Alcuni rii tombinati sono addirittura "scomparsi", non si riesce nemmeno a capire dove passano!
Immagine

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4263
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2157 Messaggio da em » ven 30 mar 2018 8:32

@chiccozzo
Penso che la realizzazione dello scolmatore del Fereggiano sia partita prima perche` esisteva un progetto in parte gia` realizzato.
Per il Bisagno e` in corso la progettazione, poi dovrebbero partire l'appalto.
Qui la planimetria (aggiornata a Gennaio 2018): http://www.comune.genova.it/sites/defau ... o_2018.pdf

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14209
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2158 Messaggio da quattroe28 » ven 30 mar 2018 21:20

OT GEOLOGICO
chicc0zz0 ha scritto:
gio 29 mar 2018 21:12

qualsiasi cassa di espansione non basterebbe
gli eventi sono troppo imponderabili e massicci
bisognerebbe ridare spazio ai torrenti, tutto lì
piuttosto gli invasi artificiali ci servirebbero per evitare la siccità!
dipende...
a Genova per il Bisagno e il Fereggiano si è scelta la via degli scolmatori.
in Toscana si sono fatte e si stanno facendo grandi casse di espansione (ma in pianura, cosa che in Liguria "non è semplicissima"
Invasi per evitare la siccità? guarda che per farne di decenti occorre avere a disposizione aree piuttosto vaste... il Liguria dove le trovi?
Quanto a ridare spazio ai torrenti... sarebbe la soluzione "geo-idraulica" corretta... ma dovresti buttare giù il 70% dell'edificato...
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

chicc0zz0
***
***
Messaggi: 10961
Iscritto il: mar 21 nov 2006 18:27
Località: Imperia Oneglia
Contatta:

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2159 Messaggio da chicc0zz0 » mer 04 apr 2018 21:58

Non sapevo che si stesse progettando lo scolmatore del bisagno! Ma con i lavori che stanno facendo adesso tra brignole e la foce del Bisagno e con lo scolmatore del Fereggiano il problema Bisagno non dovrebbe essere già tamponato?

428: io non ho le competenze, ma a vedere i fenomeni qui da noi un'eventuale zona alluvionabile dovrebbe essere enorme o in alternativa molto profonda
basta pensare che le alluvioni riempiono d'acqua interi quartieri... e appunto come scrivi da noi la cosa non è semplicissima
oltretutto, spesso laddove c'è pianura c'è agricoltura, quindi spazi utilizzati.
Il dramma è che la Liguria si è sviluppata laddove non c'erano le caratteristiche per farlo: abbiamo costruito sopra e a fianco dei torrenti, edificato le colline, con il risultato delle alluvioni e delle frane che coinvolgono case e muraglioni (che nel nostro territorio sono già una cosa del tutto normale per natura, figurarsi se si cementifica anziché lasciare gli alberi).
U/S/R/iR = Bahn mit System - spostare persone
Una ferrovia comoda. Per tutti.
BANNATO DAI BUFFET FERROVIARI DELLA LIGURIA®

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4263
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: Potenziamento del nodo di Genova

#2160 Messaggio da em » gio 05 apr 2018 8:25

Lo scolmatore del Fereggiano sarebbe risolutivo per il bacino del Fereggiano ma il rifacimento della copertura del Bisagno (e lo scolemtore del Fereggiano) eviterebbero le esondazioni nel tratto terminale del Bisagno solo per piene di "relativa scarsa entita`" come quelle delle ultime alluvioni (2011 e 2014).
Gia` per una piena come quella del 1970 non sarebbero sufficienti cosi` come non sarebbe sufficiente la portata in corrispondenza di alcuni ponti sul Bisagno.
Lo scolmatore dovrebbe essere in grado di evitare esondazioni anche per piene piu` consistenti di quella del 1970.

Per il Piano di Bacino vedi http://www.pianidibacino.ambienteinligu ... sagno.html

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti