Trasporti pubblici in provincia di CN

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Alex Drastico
*
*
Messaggi: 298
Iscritto il: mar 15 gen 2008 15:18

#46 Messaggio da Alex Drastico » mar 19 feb 2008 18:24

La Alessandria-Savona sarebbe un bell'itinerario per tagliare Genova per i treni provenienti da Milano :wink:
egalitè fraternitè impunitè

delmo 349
**
**
Messaggi: 4035
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

#47 Messaggio da delmo 349 » mar 19 feb 2008 18:37

più che altro, visto che non abbiamo ir diretti da mi per non affollare il nodo di genova, potrebbero mettere nella giornata quattro ir mi p.ge-albenga con fermate abbiategrasso, vigevano, mortara, valenza, alessandria, acqui t., cairo, s.gius., savona, spotorno, finale, pietra, loano e termine corsa in albenga.

tornando nella granda e in topic ritengo di grande interesse la proposta di marco per Torino-Saluzzo-Cuneo..forse varrebbe la pena di ripensare alla Saluzzo-Airasca..in fondo ai tempi della chiusura c'erano meno problemi di traffico veicolare e non c'erano orari cadenzati..
oppure fare un servizio cadenzato moretta-verzuolo con qualche fermata strategica in aree residenziali/commerciali lungo il percorso, una metropolitana al servizio di Saluzzo.

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11347
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

#48 Messaggio da Grande Puffo » mar 19 feb 2008 21:51

Alex Drastico ha scritto:La Alessandria-Savona sarebbe un bell'itinerario per tagliare Genova per i treni provenienti da Milano :wink:
Non credo. Diretti Asti-Genova ed Alessandria-Savona ci vogliono, ma Milano-Albenga credo che sia meglio via Genova. I Milano-Genova ci vogliono, i Genova-Ventimiglia ci vogliono, tanto vale...
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

Avatar utente
TOPOBLU
**
**
Messaggi: 1616
Iscritto il: gio 22 giu 2006 1:06
Località: ACQUI TERME

#49 Messaggio da TOPOBLU » mar 19 feb 2008 22:35

Ci fu un periodico estivo Milano P. Genova - Albenga via Mortara - Alessandria - Acqui - Savona che circolò qualche stagione negli anni 80/90 ed era anche abbastanza pieno, seppure non velocissimo. Certo, via Pavia - Arquata - Genova un periodico estivo lo riempi di certo, se non gli dai un orario penoso come il R festivo Savona - Acqui - Alessandria - Casale che parte da Savona alle 18.11
La verità risplende nei fatti (C. Olivetti) - La vie est une chasse au bonheur (Stendhal)

delmo 349
**
**
Messaggi: 4035
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

#50 Messaggio da delmo 349 » mer 20 feb 2008 9:19

Grande Puffo ha scritto:
Alex Drastico ha scritto:La Alessandria-Savona sarebbe un bell'itinerario per tagliare Genova per i treni provenienti da Milano :wink:
Non credo. Diretti Asti-Genova ed Alessandria-Savona ci vogliono, ma Milano-Albenga credo che sia meglio via Genova. I Milano-Genova ci vogliono, i Genova-Ventimiglia ci vogliono, tanto vale...
certo ma un treno via AL servirebbe non tanto a collegare savona e prov. a milano, visto che ci sono già gli ic cadenzati, quanto a collegare riviera a piemonte orientale e lomellina e a collegare acquese e alessandrino a milano.
quante auto arrivano da casale, acqui, mortara, vigevano..

però magari apriamo un altro topic o torniamo in prov. di cn.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7690
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

#51 Messaggio da Cinghiale » mer 20 feb 2008 11:37

Grande Puffo ha scritto:
Cinghiale ha scritto:L'itinerario naturale Acqui Terme Cuneo sarebbe via Nizza Monferrato - Castagnole Lanze - Alba - Bra - Cavallermaggiore.
Se ci fossero dei diretti cadenzati Asti-Cuneo e dei diretti cadenzati Asti-Genova...

Però non credo che ci sia molta richiesta.
C'è un forte pendolarismo tra Acqui Terme ed Alba, ma i soloni Regionali ed i figuri FS sembrano essere sordi e ciechi.

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11347
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

#52 Messaggio da Grande Puffo » mer 20 feb 2008 13:25

Cinghiale ha scritto:C'è un forte pendolarismo tra Acqui Terme ed Alba, ma i soloni Regionali ed i figuri FS sembrano essere sordi e ciechi.
Quante centinaia di passeggeri al giorno? In che ore?
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

delmo 349
**
**
Messaggi: 4035
Iscritto il: ven 25 ago 2006 16:59
Località: Loano, Western Liguria

#53 Messaggio da delmo 349 » mer 20 feb 2008 13:27

coordinare la coincidenza a nizza sarebbe un buon inizio, ma per coordinare intendo sistema svizzero..entrano insieme in stazione e partono a due minuti di distanza..oppure usare due minuetti che si dividono a nizza, ma penso che il grosso del traffico si verso at/to.

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7690
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

#54 Messaggio da Cinghiale » gio 21 feb 2008 8:31

Verosimilmente, si tratta di una cinquantina di persone in tutto, ai soliti orari dei pendolari. Ovviamente, la soluzione della coincidenza a Nizza Monferrato sarebbe la strada maestra.

Avatar utente
Grande Puffo
***
***
Messaggi: 11347
Iscritto il: mer 28 gen 2004 13:06
Località: Torino / Traves in estate

#55 Messaggio da Grande Puffo » dom 09 mar 2008 14:21

Proviamo a riprendere l'argomento, visto che è stato presentato il Trillo che, sottolineo, non prevede la Bra-Ceva.

http://www.comune.saluzzo.cn.it/Tecnico ... mo%20I.pdf

Questo "topic" non riguarda la Bra-Ceva.
DAL 30/05/07 COMPARE DEL CHEESEBURGER ®
DAL 25/04/09 SVACCATO IRREVERSIBILE
Arena si è arenata. E direi, con quel nome...
10/11/2018 SI TAV a Torino, io c'ero!!!

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7690
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Trasporti pubblici in provincia di CN

#56 Messaggio da Cinghiale » ven 14 dic 2018 19:13

Il quotidiano La Stampa, Redazione di Cuneo, nel numero di oggi, venerdì 14 dicembre 2018 ha scritto:
INVITO DEL SINDACO E RACCOLTA FIRME

CHIEDIAMO DI RIPRISTINARE 6 TRENI SULLA CEVA – ORMEA


Lavoriamo con la Regione e con la Fondazione delle Ferrovie dello Stato per ampliare l’offerta di treni storici sulla Ceva – Ormea nei prossimi anni. L’annuncio è di Giorgio Ferraris, Presidente dell’Unione Montana Valle Tanaro [e Sindaco di Ormea, nota del Trascrittore]. Inoltre, avere inserito la Ceva – Ormea nel progetto Binari senza tempo e fra le ferrovie turistiche ha fatto sì che la Rete Ferroviaria Italiana abbia ricostruito il tratto asportato dall’alluvione a Pievetta e fatto regolare manutenzione. Questo ha fatto venire voglia di treni a molti residenti. Dopo l’incidente al bus di studenti, si stanno raccogliendo firme per chiedere il ripristino di alcune corse, in particolare negli orari delle scuole. Con tre coppie di corse al giorno, si potrebbero soddisfare le esigenze principali del territorio. Lo proporrò all’Assessore Regionale ed a Trenitalia.

Avatar utente
emanrava
^_^
^_^
Messaggi: 12
Iscritto il: ven 27 mag 2005 18:19

Re: Trasporti pubblici in provincia di CN

#57 Messaggio da emanrava » ven 21 dic 2018 22:00

Riapre da gennaio la Savigliano-Saluzzo...
https://www.lastampa.it/2018/12/21/cune ... agina.html

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7690
Iscritto il: lun 26 gen 2004 13:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Trasporti pubblici in provincia di CN

#58 Messaggio da Cinghiale » ven 11 gen 2019 20:20

Claudio Menegon, del Comitato Gruppo Pendolari linea Cuneo - Torino ha scritto:

Alla cortese attenzione degli organi ed enti competenti, ed in particolare all’assessorato dei Trasporti della Regione Piemonte, all’Agenzia per la Mobilità Piemonte, a Trenitalia, Rfi, e amministrazioni comunali interessate, il comitato Gruppo Pendolari della linea Cuneo - Torino vuole porre alla Vostra attenzione alcune osservazioni/segnalazioni:

Ritardi. Il 2018 si è concluso con un totale di 13693 minuti di ritardo, calcolati su 24 treni monitorati nelle fasce 6 ÷ 9 e 16 ÷ 20, con una media di 1152 minuti al mese. Il peggiore è stato il mese di ottobre con 1525 minuti, il migliore il mese di maggio con 753. Nove mesi su dodici hanno avuto più di 1000 minuti di ritardo di cui cinque di essi superiori ai 1320.
Le cause principali sono state le partenze ritardate causa controlli ai sistemi di bordo, problemi alle infrastrutture, e traffico tra le stazioni di Carmagnola e Torino Porta Nuova, a questi si aggiungono i guasti o ritardi dei treni merci e in misura minore alle cause atmosferiche. Da ciò si deduce che le condizioni dei convogli e delle infrastrutture, come già più volte segnalato nelle nostre passate comunicazioni, devono essere migliorate e con esse l’informazione necessaria ad avvisare i passeggeri, troppo spesso carente o tardiva.

Linea 97 Savigliano - Saluzzo. Dal 7 gennaio è stata riaperta la linea ferroviaria tra Savigliano e Saluzzo con un servizio che prevede sia l’utilizzo del treno che dei bus. L’orario di tale linea però ha già suscitato alcune perplessità e malumori e mostra, a nostro giudizio, delle lacune anche nelle fasce di maggior utilizzo da parte dei pendolari.
Immaginiamo che tale orario al momento sia in via sperimentale e quindi soggetto prossimamente ad ulteriori modifiche e migliorie. Vorremmo pertanto fornire i nostri suggerimenti/considerazioni che speriamo possano essere di aiuto a finalizzare al meglio l’orario in questione. Per esempio: nella tratta Saluzzo - Savigliano sembra mancare un collegamento per consentire di prendere il RV 10204 delle 7:22, orario gestito da un bus alle ore 6:45, ma previsto solo nei giorni non scolastici: perché? Il RV 10204 è uno dei treni maggiormente utilizzati sia da lavoratori che studenti: quale ragione ha portato a questa scelta? Analogo problema di connessione tra il treno RV 10215 e la linea 97: la prima connessione utile è prevista con il treno 20157 delle 19:08, non sarebbe male se vi fosse un bus in partenza verso le 18:40. Da orario attuale, viene prevista una cadenza oraria con il treno, gli anni scorsi tramite bus, quindi senza un miglioramento di frequenza corse ma solo di tempo di percorrenza nettamente a favore del treno (14 minuti contro i 25 del bus), inoltre, segnaliamo che il margine per le connessioni è di soli 6 minuti, spesso non sufficienti per garantire la connessione, in quanto sulla tratta Torino Porta Nuova - Trofarello vi sono spesso dei rallentamenti che portano a ritardi superiori ai 5 minuti che la farebbero saltare, a meno che i treni per Saluzzo previsti al minuto 08 attendano i treni in arrivo da Torino e siano, di fatto, delle coincidenze garantite. Ci chiediamo quindi: la connessione è garantita in quanto considerata coincidenza oppure no?
Vorremmo sapere inoltre quali sono le condizioni della stazione di Saluzzo in quanto ci risulta che essa sia chiusa e sapere le tempistiche per una sua eventuale ristrutturazione, riteniamo che almeno la sua sala di aspetto debba essere resa agibile quanto prima, riscaldata e dotata dei servizi minimi anche se automatici quali: emettitrice automatica biglietti, servizi igienici, videocamere di sorveglianza e presenza dispensatori di cibi e bevande. Esiste un piano di intervento in merito oppure verrà sostituita come funzioni dal Movicentro di prossima realizzazione?

Pulizia. Si sta notando, già da qualche mese, che sui treni dove è previsto il servizio pulizia, o su alcuni di essi ad esempio sul RV 10204, non vi è evidenza che tale servizio venga effettuato come previsto, qualche mese fa per lo meno venivano passati i vetri delle porte tra le carrozze e i supporti di sostegno, ora non si vede neanche più quello, domandiamo quindi: cosa prevedrebbe tale servizio di pulizia? Solo la presenza del personale di pulizia? Ricordo inoltre che da lettera di Trenitalia del 20/9/2018 a risposta a nostra lettera del 17/9/2018, veniva indicato che a decorrenza del 1° ottobre del 2018 sarebbe stato inserito a metà giornata un intervento mirato nel ripristino della pulizia delle testate e delle sedute e inoltre si sarebbe proceduto con interventi in corso di viaggio per i sedili liberi da clienti e scorte mirate con personale Trenitalia: è stato mantenuto tale impegno?

Sicurezza. Come già più volte segnalato, persiste un problema sicurezza a bordo dei treni in particolare nella fascia serale, ad esempio per il RV 10217 delle 19:25 e il RV10219 delle 21:25. Tali treni, oltre che dai pendolari, sono frequentati anche da individui poco rassicuranti, spesso in evidente stato di ebbrezza o di sostanze stupefacenti, che importunano in particolare donne e ragazze, o scorrazzano in lungo e in largo il treno per cercare di eludere i controlli del personale di bordo, che troppo spesso si trova da solo e può fare ben poco per arginare elusioni o altri eventi. Tale situazione procura nei passeggeri una sensazione di scarsa sicurezza soprattutto quando il treno si svuota, vedi tratta Fossano - Cuneo. Sui treni citati la presenza del servizio di assistenza clienti si è visto solo in rare occasioni così come quello della Polizia Ferroviaria. Richiediamo pertanto che per tali treni venga potenziato il servizio di controllo e vigilanza a bordo treno.

Stazioni. Torniamo a ricordare l’esigenza e la necessità di intervenire prima possibile sulle coperture delle pensiline della stazione di Cuneo e Fossano, ricordiamo che si sono già verificati scivolamenti pericolosi nel sottopasso, con pavimento bagnato dalle infiltrazioni. Abbiamo già ricevuto delle rassicurazioni da parte di RFI sugli interventi a tali strutture, i quali erano stati promessi entro il 2018, ma né a Cuneo, né a Fossano è stato fatto alcun intervento. Ci auguriamo vivamente che essi vengano effettuati nei prossimi mesi, possibilmente i prossimi due mesi, per poi risistemare i soffitti e i muri del sottopasso della stazione di Cuneo che si stanno scrostando provocando cadute di calcinacci sul pavimento. Alla stazione di Fossano, è stata risolta una delle problematiche segnalate nelle nostre precedenti lettere che riguardava la mancanza di luce sulla rampa scale, con l’installazione di luci, che ora illuminano adeguatamente la discesa nel sottopasso dai binari e di cui ringraziamo per la sua realizzazione, ma ci è stato segnalato che esiste un problema di illuminazione anche per la rampa, che porta dal Movicentro al sottopasso, inoltre segnaliamo nuovamente la problematica dello scarso spazio sulla banchina del binario 1 tra la struttura d'ingresso della rampa scale del sottopasso e il binario stesso, si propone quindi di valutare l’installazione di una luce nel vano scale e una protezione a bordo banchina al fine di evitare potenziali incidenti. Viene segnalato inoltre che in alcune stazioni la pulizia delle banchine è spesso approssimativa e vi è un generale stato di trascuratezza che potrebbe essere sicuramente migliorato con alcuni interventi di manutenzione.

Alleghiamo inoltre una lista di proposte/richieste che ci auguriamo vengano prese in considerazione, e di cui ci piacerebbe discutere con i vari organi competenti, per migliorare il servizio di trasporto e di conseguenza la vita dei pendolari e non solo. I punti sono molti e vari, ma crediamo e confidiamo che molti di essi possano essere realizzati in tempi più o meno brevi, altri, invece, potrebbero sembrare più utopistici, ma non lo sono poi così tanto. La nostra Regione merita di avere un servizio di trasporto pubblico regionale efficace e funzionale: con l’impegno di tutti si può fare, realizziamolo.

PROPOSTE / RICHIESTE
  • Intervento alle coperture delle pensiline delle stazioni di Cuneo, Fossano, Savigliano e Mondovì.
  • Intervento di risistemazione dei sottopassi della stazione di Cuneo.
  • Sicurezza: si richiedono maggiori controlli a bordo treno in particolare negli orari serali sia da parte del personale Trenitalia che della Polizia Ferroviaria anche nella tratta Fossano - Cuneo, per garantire sicurezza sia al personale di bordo nel loro esercizio sia ai passeggeri nel loro viaggio.
  • Velocizzare i tempi di percorrenza dei treni RV.
  • Migliorare le interconnessioni tra treni e bus.
  • Garantire le connessioni d’orario tra i convogli Torino-Savona con quelli Fossano-Cuneo-Limone, o , meglio ancora, avere corse dirette Torino-Cuneo con cadenza oraria.
  • Attuare il progetto di raddoppio della linea tra Cuneo e Fossano in attesa da più di 35 anni.
  • Miglioramento dell’informazione in stazione, a bordo treno in particolare in caso di ritardi superiori ai 5 minuti e dell’applicazione smart caring atta ad informare della motivazione del ritardo.
  • Miglioramento del servizio di pulizia nelle stazioni e a bordo treno.
  • Allargamento dell’offerta commerciale inserendo la possibilità di scegliere tra abbonamento Formula e abbonamento solo Trenitalia per tutto il territorio regionale, inserendo anche città al momento non incluse nell’offerta Formula (es. Mondovì).
  • Riattivazione al traffico passeggeri delle linee ferroviarie Saluzzo - Cuneo e Cuneo - Mondovì e altre linee attualmente sospese.
  • Potenziamento della linea Cuneo - Nizza.
  • Richiesta di nuovo materiale rotabile o restyling di quello esistente per migliorare il condizionamento interno alle vetture, installazione videocamere di sorveglianza e possibile attivazione nuovi servizi quali il Wi-Fi a bordo treno.
  • Riqualificazione aree Movicentro di Cuneo e di Fossano che dovrebbero prevedere, oltre ai servizi essenziali (es. biglietterie per treni e bus, quadri orari e servizi igienici), come minimo un punto d'informazione turistica e la possibilità di noleggio biciclette.
  • Stato dell’arte della realizzazione del Movicentro di Saluzzo.
  • Stato dell’arte della ristrutturazione della stazione di Mondovì.
  • Monitoraggio e conferma del piano di intervento RFI sulle stazioni che saranno interessate alla loro sistemazione infrastrutturale previste per il 2021.
  • Estensione degli orari di apertura dei servizi igienici posti nelle stazioni.
  • Inserimento nell’offerta commerciale di una relazione ferroviaria diretta Cuneo - Alba - Asti - Milano.
  • Realizzazione del progetto MetroGranda (o similari) per un sistema di trasporto regionale efficace e funzionale.

Per concludere, ringraziamo chi si è speso per realizzare alcune delle nostre richieste quali: il mantenimento del RV 10208 delle 7:51 e del RV 10215 delle 17:50 nel mese di agosto, l’installazione delle luci nei vani scale di comunicazione binar i- sottopasso e della conferma del bonus pendolari, a parziale rimborso dei disagi occorsi nel 2017.
Naturalmente, restiamo a disposizione per eventuali incontri e confronti sulle problematiche sopra descritte e ringraziamo per l’attenzione.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti