Macchinista: un mestiere in estinzione?

Lavori, storia, progetti, AV, tecnica su TE armamento e segnalamento.

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Calabrese
^_^
^_^
Messaggi: 8
Iscritto il: gio 25 apr 2019 15:28

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#301 Messaggio da Calabrese » mar 14 mag 2019 12:37

Vainamoinen ha scritto:
mar 14 mag 2019 8:42
@Calabrese: starei tranquillo per il nipote, mai saputo di uno statale licenziato. Qualora succedesse mai qualcosa, lo ricollocano a pettinare le bambole allo stesso stipendio. Siamo in Italia, Alitalia docet.
Preferisco peraltro non commentare il tuo approccio verso il lavoro: non importa se il mio servizio è necessario, devono pagarmi a prescindere. Bah.
qalimero ha scritto:
mar 14 mag 2019 10:21
@ utente " Calabrese"
Si, il suo tono era arrogante e alquanto discutibile come strategia scelta- siamo in Italia, siamo decenni indietro non succederà, io ho parlato con i dirigenti ecc. ecc. - diciamo che non ha dato una impressione di modernità, con al contempo una strana crasi tra disprezzo per l'arretratezza e soddisfazione per certi vizi italici di gestione del servizio pubblico
Premessa: io mi alzavo alle 4 di mattina per andare a lavorare 3 ore prima del mio lavoro (statale) e altre ore di lavoro extra (secondo lavoro) le facevo dopo il lavoro primario e ancora oggi, alla mia età, non sto con le mani in mano e inoltre vado tutti i giorni a lavorare in giardino, questo per far capire che so un pochino cosa vuol dire lavorare e rompersi la schiena.

Ho però specificato che qui io sono intervenuto e sto parlando col cuore e non con la ragione. Anche io che sono anziano sono a favore del progresso ecc. ecc. ma se questo avrebbe dovuto avere come conseguenza un possibile licenziamento di mio nipote, allora ........
Voi dovreste sapere bene a quanto ammonta una mensilità di macchinista e qui in Calabria vuol dire tutto, tantissimo, sia perchè sono stipendi da sogno sia perchè l'alternativa (il "ragazzo" ha già 29 anni) sarebbe stata il nulla o lo sfruttamento a 400€ mensili senza alcuna tutela e via discorrendo.

Vorrei altresì aggiungere (anche se so che sarò attaccato per questo) che secondo me in cabina ci vorrebbero almeno due macchinisti (altro che estinzione) perchè uno solo può avere un malore - può "distrarsi" magari guardando una "bella" mareggiata o i bellissimi panorami della costa calabra - può "distrarsi" con questi infernali telefoni sui quali i giovani hanno sempre gli occhi puntati - una bella ragazza in stazione ecc. ecc.
Si lo so! Il macchinista non deve distrarsi - deve lasciare a casa il cellulare - deve evitare di stare male ma sono esseri umani e sappiamo che gli essere umani possono commettere degli errori o distrazioni perchè nessuno è perfetto.

fab
**
**
Messaggi: 9031
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#302 Messaggio da fab » mar 14 mag 2019 12:45

Allora vuoi essere proprio mandato affanculo, dillo...
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
Lirex
**
**
Messaggi: 1960
Iscritto il: lun 13 set 2004 13:10
Località: Milano

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#303 Messaggio da Lirex » mar 14 mag 2019 12:57

Io ci metterei anche il fuochista, come ai tempi delle gloriose British Railways prima che arrivasse la Lady di Ferro...
Forse Calabrese non sa che oggi in cabina il macchinista non è solo...., ha un corvaccio sulla spalla dal grazioso nome "SCMT" che ogniqualvolta fa un errore ( o spesso anche quando non lo fa...) interviene frenando il tutto , con sequenza di improperi da parte del malcapitato

fab
**
**
Messaggi: 9031
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#304 Messaggio da fab » mar 14 mag 2019 13:06

Non dovrei rispondere a un individuo (di dubbia autenticità peraltro) che si iscrive in un forum a caso, e pretende, non conoscendo quasi nulla della materia, di dirigere il forum e cercare di dare la linea ad un topic, o che propugna il doppio macchinista "perchè uno guarda il mare o le ragazze".

A beneficio di qualcuno, esterno al mondo delle ferrovie, che si trovasse epr caso a leggere questa pagina e i deliri di questo pensionato giardinierie, è il caso di aggiungere che non è scritto da nessuna parte che "due macchinisti" fanno raddoppiare l'occupazione, né che l'automazione, laddove inserita propriamente, significhi che "i lavori scompaiono". Già ora i treni sono molto più automatizzati di quanto questo "signore" immagina.
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 39687
Iscritto il: sab 20 dic 2003 13:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#305 Messaggio da E412 » mar 14 mag 2019 17:28

A solo titolo di integrazione, il macchinista non deve affatto lasciare a casa il cellulare (che, tra le altre cose, è uno strumento di lavoro).
Esistono tutta una serie di problematiche connesse al lavoro 'ad agente unico', ma se il macchinista ha un malore o si distrae la sicurezza del convoglio, almeno nell'immediato, è l'ultimo dei problemi. Mi preoccuperei più che altro della salute del malcapitato, in caso di malore.

Sono cose di cui si è ampiamente discusso e di cui c'è nutrita disponibilità di informazioni, quindi inutile tornarci su.

Ps: quando si sta male in aereo o in nave sono cavoli acidi, perché il primo soccorso può essere a molte decine di minuti/ore di distanza con gli aerei, e persino a giorni con le navi su rotte transoceaniche. Quindi direi che c'è chi ha situazioni più...delicate. :wink:

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

Calabrese
^_^
^_^
Messaggi: 8
Iscritto il: gio 25 apr 2019 15:28

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#306 Messaggio da Calabrese » mer 15 mag 2019 12:38

Io credo di non aver offeso nessuno, da come alcuni mi attaccano sembra invece che vi abbia offeso pesantemente.
Vainamoinen ha scritto:
mar 14 mag 2019 8:42
@Calabrese: starei tranquillo per il nipote, mai saputo di uno statale licenziato. Qualora succedesse mai qualcosa, lo ricollocano a pettinare le bambole allo stesso stipendio. Siamo in Italia, Alitalia docet.
Si OK, solo che per un momento avevo temuto possibili ipotetici licenziamenti sia perchè mi era capitato di leggere un articolo sulla conduzione automatica dei treni e dunque senza necessità del macchinista, sia perchè ho letto questo titolo "Macchinista: un mestiere in estinzione"
Non so se è vero ma ad esempio avevo sentito dire che alla fiat a causa dei robot, dove prima erano necessari mille lavoratori ora ne bastano cento ma comunque mi è capitato di vedere documentari di questo genere dove appunto si faceva presente che (pure in grosse aziende europee e americane) per colpa dei robot - computer e robe del genere il fabbisogno di personale umano è molto diminuito.

Per fortuna però qui si tratta di lavoro statale e non sarà possibile (ne sarebbe assolutamente corretto/giusto) lasciare nessuno a casa. Certo passare dalla conduzione dei treni a fare altro sarebbe brutto perchè (immagino) che l'impiego da macchinista (parlo per le mansioni in Ferrovia) non ha pari come appagamento - divertimento e via discorrendo ma anche nell'improbabile ipotesi dovesse succedere che i macchinisti vadano in estinzione l'importante è mantenere il lavoro e lo stesso stipendio (che ancora faccio fatica a credere sia così corposo fin da subito).

Cordiali saluti e buon lavoro a tutti.

Avatar utente
44410496
**
**
Messaggi: 1697
Iscritto il: mar 22 set 2009 9:28

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#307 Messaggio da 44410496 » mer 15 mag 2019 18:33

Divertimento? Se ne accorgerà quando metterà su famiglia e dovrà passare natale, capodanno, pasqua e via dicendo in giro da solo a parlare coi pali della luce! Mangiare quando non ha fame e dormire quando non ha sonno....... Auguri!

qalimero
**
**
Messaggi: 7039
Iscritto il: sab 27 dic 2003 1:15
Località: Toscana

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#308 Messaggio da qalimero » mer 15 mag 2019 20:06

@ Calabrese

Mi permetto una correzione: se l'aassunzione è nel Gruppo FS o in una IF che lavora sulla rete RFI mi risulta che NON si tratta di lavoro statale, bensì di lavoro presso una impresa di diritto privato (di proprietà pubblica).

Il che dà un connotato differente.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 16150
Iscritto il: dom 21 mar 2004 18:20
Località: sul grande fiume

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#309 Messaggio da Tz » mer 15 mag 2019 23:43

Veramente io mi sento dipendente statale... :mrgreen:

:sofa:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

215.005
*
*
Messaggi: 266
Iscritto il: dom 05 mar 2006 19:27
Località: Torino

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#310 Messaggio da 215.005 » gio 16 mag 2019 0:31

Ma tu lo sei! Non dipendente dello stato, ma dipendente dallo stato :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
Vainamoinen
**
**
Messaggi: 2634
Iscritto il: dom 02 gen 2005 18:40
Località: 45°19'N 8°51'E

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#311 Messaggio da Vainamoinen » gio 16 mag 2019 8:08

qalimero ha scritto:
mer 15 mag 2019 20:06
Mi permetto una correzione: se l'aassunzione è nel Gruppo FS o in una IF che lavora sulla rete RFI mi risulta che NON si tratta di lavoro statale, bensì di lavoro presso una impresa di diritto privato (di proprietà pubblica).
Per capire se chi è dipendente delle aziende a diritto privato private a capitale pubblico sono di fatto statali o meno, basta la solita domanda: possono ricorrere al TAR? Se sì, sono equiparati a statali.
Ulteriore domanda: RFI/TI hanno una sezione "società trasparente" come richiesto dall'ANAC? Se sì, sono equiparabili a statali.
Voglio sapere.
Voglio cavalcare il vento e vedere dove nasce.
Voglio filare la seta dalla sabbia.
Voglio coniare una moneta con una sola faccia.
Voglio vedere i confini del mondo, al di là di tutti i monti e deserti.

Carlomm73
*
*
Messaggi: 583
Iscritto il: lun 01 apr 2013 13:38

Re: Macchinista: un mestiere in estinzione?

#312 Messaggio da Carlomm73 » gio 16 mag 2019 11:17

Ogni lavoro ha le sue regole e i suoi orari. Immagino che chi intraprenda questa strada sia cosciente di cosa lo aspetta.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 16 ospiti