Da Chiavari a Kiev e ritorno

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#61 Messaggio da SIMO80 » sab 23 giu 2018 12:35

Poco dopo le 18, in leggero ritardo, si parte per l'ultima corsa della giornata.
Il viaggio dura circa 40 minuti e si svolge tutto nella fitta foresta del parco, è possibile scendere in ognuna delle stazioni della linea dalle quali partono vari percorsi pedonali.

Immagine
In viaggio

Immagine
Stazione di Janos-Hegy

Immagine
Di nuovo in viaggio

Immagine
Stazione di Szepjuhaszne

Immagine
Stazione di Hars-Hegy

Immagine
Arrivo a Huvosvolgy

All'arrivo a Huvosvolgy è anche possibile visitare il piccolo museo nella stazione, dedicato alla costruzione di questa linea, ma purtroppo non mi rimane abbastanza tempo per vederlo e così mi dirigo verso il vicino capolinea del tram per rientrare in centro città.

Immagine
Vista del convoglio a Huvosvolgy

Immagine
La stazione di Huvosvolgy, la scritta sul fabbricato significa "Ferrovia dei Bambini"

Immagine
Due tram in sosta al capolinea di Huvosvolgy

Immagine
Il capolinea tranviario di Huvosvolgy con la piacevole tettoia che copre la sala d'attesa di cui è dotato

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#62 Messaggio da SIMO80 » dom 01 lug 2018 12:01

Il giorno dopo, lunedì 23, inizio l'ultima tappa del viaggio, che mi porterà da Budapest a Vienna e da lì in Italia seguendo lo stesso percorso dell'andata, ossia via Semmering-Venezia-Milano.
Da Budapest a Vienna utilizzerò il Railjet 66 che parte dalla stazione Keleti alle 13:40, così ho ancora un pò di tempo per fare alcune foto anche in questa bella stazione.
La struttura è molto simile alla stazione Nyugati, vi sono quattro binari coperti dalla classica tettoia in vetro e metallo, usati solitamente dai convogli più prestigiosi, e parecchi altri all'esterno di essa.

Immagine
I binari coperti di Budapest Keleti

Immagine
Un Flirt MAV in servizio regionale

Immagine
La Taurus 1116.231 in testa al Railjet 64 per Vienna e Monaco

Immagine
La 480.003 MAV in livrea commemorativa dedicata a Santo Stefano

Immagine
Convoglio IC con in testa la 431.219

Immagine
Un'altra 480 con la livrea che commemora un santo, questa volta è l'unità 006 in livrea dedicata a San Martino per celebrare i 1700 anni dalla sua nascita

Immagine
Curioso IC con in testa l'elettromotrice 434.001...

Immagine
... e in coda la 424.201

Immagine
Una Taurus in attesa del suo prossimo servizio
Ultima modifica di SIMO80 il dom 01 lug 2018 12:09, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#63 Messaggio da SIMO80 » dom 01 lug 2018 12:06

Il Railjet 49, corrispondente del mio treno, che dovrebbe arrivare a Budapest alle 12:19, arriva con circa 30 minuti di ritardo, ma questo non influisce assolutamente sulla regolarità del Railjet 66 in quanto gli addetti alla pulizia hanno tempo in abbondanza per svolgere il loro lavoro prima della nuova partenza del convoglio, e infatti è possibile salire già intorno alle 13:20

Alle 13:40, puntuale, il Railjet 66 lascia la capitale ungherese diretto a Vienna e Monaco.
Il convoglio è abbastanza affollato e rimarrà così sino a Vienna Hbf, che viene raggiunta puntuale alle 16:18.

Qui devo attendere circa tre ore l'EN "Nightjet" 233 delle 19:23, che mi porterà a Milano.
Deposito così il bagaglio nel comodissimo deposito self-service presente in stazione e utilizzo il tempo per fare alcune foto.

Immagine
Un convoglio regionale con in tesat la classica Taurus

Immagine
La 1116.048 in testa all'EC 147 "Hortobagy" diretto a Zahony composto interamente da carrozze slovacche...

Immagine
... ad eccezione del WL ucraino in coda diretto a Kiev, che ovviamente è per me una grossa tentazione a ritornare in Ucraina :mrgreen:

Immagine
La 1144.027 in testa a una composizione IC

Immagine
Un Railjet ceco proveniente da Graz e diretto a Praga

Immagine
Una doppia di 4124 in servizio regionale, presenza comune nella stazione centrale di Vienna

Immagine
La 1216.019, autorizzata a fare servizio anche in Italia, in livrea dedicata all'Achensee

Immagine
Elettrotreno 4744.804 della ferrovia privata ungherese Gysev utilizzato per i servizi internazionali con l'Austria

Immagine
Elettrotreno 4110 della Westbahn diretto a Salisburgo, unici convogli a lunga percorrenza ad utilizzare i binari sotterranei di Vienna Hbf, dedicati quasi esclusivamente al traffico regionale.

Nel frattempo si avvicina l'orario di partenza dell'EN, così ritorno al deposito bagagli per riprendere la mia valigia e mi dirigo al binario.
Una decina di minuti circa prima dell'orario di partenza avviene il piazzamento del convolgio e posso così accomodarmi nella carrozza con posti a sedere su cui viaggerò fino a Milano.
Sulla carrozza c'è un gruppo di studenti diretto in Italia, ma il mio scompartimento è occupato solo da un ragazzo che scenderà a Klagenfurt e rimarrò così il solo occupante fino a Milano.
Alle 19:23, puntuale, parto con il penultimo treno di questo mio viaggio.
Purtroppo, a differenza del viaggio di andata, non è possibile ammirare pienamente il paesaggio del Semmering in quanto la luce è ormai poca quando si transita lungo la tratta.
Ultima modifica di SIMO80 il dom 01 lug 2018 12:13, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#64 Messaggio da SIMO80 » dom 01 lug 2018 12:08

La notte passa veloce e l'arrivo alla stazione Centrale di Milano avviene puntuale alle 9:12.
Qui devo attendere circa tre ore l'IC 665 che mi porterà a Chiavari e inganno il tempo curiosando nella stazione e facendo alcune foto.
La mia speranza è beccare un pendolino di NTV, ma purtroppo non ho fortuna... riesco invece a vedere partire il Thello per Venezia in pesante ritardo.

Immagine
La E402.123 che ha condotto a Milano l'EN da Vienna

Immagine
La coda del Thello per Venezia

Immagine
In mancanza del pendolino EVO mi accontento di un classico AGV in arrivo

Poco prima delle 11 appare il binario di arrivo dell'IC 1562 da Livorno, corrispondente del mio IC, così mi dirigo al binario e, dopo aver atteso il termine delle operazioni di pulizia, mi accomodo al mio posto.
Alle 12:10 l'IC 665 lascia la principale stazione meneghina e in poco più di due ore di viaggio raggiungo Chiavari, teminando così questo mio viaggio.

AmereiIlTreno
^_^
^_^
Messaggi: 91
Iscritto il: mer 14 set 2011 12:51

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#65 Messaggio da AmereiIlTreno » mar 03 lug 2018 11:17

Grazie per il bellissimo racconto e le belle e numerose foto!

Avatar utente
Bustocco_71
**
**
Messaggi: 2068
Iscritto il: ven 08 lug 2011 21:15
Località: Casale Litta (VA)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#66 Messaggio da Bustocco_71 » mar 10 lug 2018 16:15

Una domanda "di servizio".
Come posso acquistare dall'Italia un biglietto da Budapest a Kiev o cmq per una stazione in Ucraina?
Ho provato da https://booking.uz.gov.ua/en/, ma temo non si possa perché dal menu di scelta non compare Budapest....

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti