Da Chiavari a Kiev e ritorno

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#16 Messaggio da SIMO80 » ven 04 mag 2018 20:31

Poco prima delle 15 rientro in stazione per vedere la partenza dell'espresso 133Л diretto a Mykolayiv, località posta sulla costa del Mar Nero.
Purtroppo per fotografarlo devo mettermi completamente controsole e vi chiedo scusa per la pessima qualità della foto.

Immagine
Espresso 133Л

Immagine
Locale 6413 diretto a Khodoriv effettuato dall'automotrice 628 del gruppo D1

Immagine
In sosta si trova anche una breve composizione reversibile sulla quale avevo viaggiato lo scorso anno da Rakhiv a Ivano-Frankivsk

Dopo avere assistito alla partenza dell'espresso per Mykolayiv, attraverso la stazione utilizzando la passerella pedonale per dirigermi verso una piccola chiesa che avevo visto arrivando.
Particolarità di questa passerella è la visuale sulle officine dove sosta una locomotiva del gruppo 2M62 alla quale sono stati momentaneamente asportati i motori, probabilmente per una revisione degli stessi.

Immagine
Vista dalla passerella

Immagine
Locomotiva 2M62 in officina

Immagine
Chiesa ortodossa

Dopo queste ultime foto, rientro in stazione ad attendere l'espresso 144Л proveniente da Vorokhta e diretto a Kiev, che utilizzerò per rientrare a Leopoli.
Su questo treno ho prenotato un posto in una carrozza di tipo Platskartny che durante la notte diventa una carrozza letti a salone unico.
Ovviamente io la utilizzerò in una tratta diurna.

Alle 16:18 arriva il convoglio da Vorokhta che sosterà fino alle 17:01 onde poter permettere il solito cambio della locomotiva e l'aggiunta di alcune carrozze che hanno origine a Ivano-Frankivsk.
Alle 17:01, puntuale, l'espresso parte per Leopoli e Kiev.

Immagine
Vista della mia carrozza ancora vuota...

Immagine
... e con i passeggeri poco dopo la partenza

L'arrivo a Leopoli è previsto per le 19:45, ma anche in questo viaggio accumuliamo un po' di ritardo e così si arriva intorno alle 20:10

giovanni3857
**
**
Messaggi: 2271
Iscritto il: mer 21 nov 2012 9:36

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#17 Messaggio da giovanni3857 » sab 05 mag 2018 20:28

non oso immaginare dormire cosi la notte, per il resto come sempre gran belle foto. Una domanda in Ucraina e l'elettrificazione dove sta se c'è ovviamente

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25103
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#18 Messaggio da paolo656 » sab 05 mag 2018 20:51

Premesso che sono vetture vecchie e non rifatte internamente, in realtà non sono particolarmente scomode. E le versioni attuali da 54 posti permettono comode dormite. Tutto dipende dai viaggiatori, e dato che le vetture attuali sono dotate sia di climatizzazione sia di ottima insonorizzazione, puoi dormire benissimo.

Io su quelle vetture ci ho viaggiato di giorno e come sempre la dotazione notturna viene comunque consegnata. E ho regolarmente dormito.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#19 Messaggio da SIMO80 » dom 06 mag 2018 10:14

Come ho scritto, la mia esperienza di viaggio in Platskartny è stata di circa due ore e di giorno, ma penso che non avrei problemi ad utilizzarle per un viaggio notturno con l'eccezione dei posti laterali (quelli dove ero seduto) poichè non mi danno impressione di essere molto confortevoli per la notte in quanto il letto inferiore è costituito da tre pezzi separati, ossia i due sedili e il tavolino che si ribalta e riempie lo spazio tra i sedili.
A noi sembra una sistemazione strana perchè siamo abituati alle nostre vetture notte, ma ho visto che sono molto usate soprattutto dai giovani, grazie anche al prezzo del biglietto che è circa la metà rispetto allo scompartimento a quattro letti della classe superiore.

Per quanto riguarda l'elettrificazione, su circa 23.000 Km di rete ferroviaria sono elettrificati quasi 10.000 Km, parte a 3 Kv in corrente continua e parte a 25 Kv in corrente alternata 50 Hz.

Immagine
In questa mappa che ho preso da Bueker.net (qui c'è il link per visualizzarla a maggiore definizione: http://www.bueker.net/trainspotting/map ... kraine.gif ) sono indicate in verde le linee non elettrificate, in azzurro le elettrificazioni in corrente continua e in blu quelle in corrente alternata.
Solitamente l'elettrificazione è presente sulle linee principali a doppio binario (ad esempio Chop - Leopoli - Kiev - Kharkhiv - Russia, Leopoli - Odessa, Kiev - Odessa, ecc.) oppure su alcune secondarie percorse da intenso traffico merci o alternative alla linea principale (ad esempio la Leopoli - Chop via Uzhhorod).
Alcune linee importanti sono però a trazione termica, come ad esempio la linea che ho percorso da Leopoli a Ivano-Frankivsk.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#20 Messaggio da SIMO80 » mar 08 mag 2018 20:14

Proseguo il racconto...
Sabato 14 è il giorno dell'arrivo della mia amica da Kiev.
Il suo treno arriverà nel primo pomeriggio, così un paio di ore prima del suo arrivo raggiungo la stazione di Leopoli e approfitto nell'attesa per fare ancora un paio di foto.

Immagine
Locomotiva VL40.1457 in manovra (è l'unico rotabile graffitato che ho visto durante la mia settimana in Ucraina)

Immagine
Carrozza bagagliaio appena arrivata con un espresso

Immagine
Carrozza diagnostica

Ovviamente questo fine settimana non è dedicato ai treni, ma visitiamo insieme la città andando a vedere alcuni posti non visti lo scorso anno tra cui l'interessante “Museo delle armi medioevali” e il “Museo dell'architettura rurale”.
Questo è molto interessante, è situato all'aperto in un parco vicino al centro città, facilmente raggiungibile con il tram e una breve passeggiata, e vi sono esposte varie case e chiese in legno dell'Ucraina rurale, trasportate qui da varie regioni del Paese e visitabili anche all'interno.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#21 Messaggio da SIMO80 » ven 11 mag 2018 16:16

Lunedì 16 parto da Leopoli insieme alla mia amica per andare a Kiev e per il viaggio utilizzeremo l'IC 749 proveniente da Ivano-Frankivsk, che è composto dalle recenti carrozze denominate “Transformer”
Queste carrozze sono composte da scompartimenti a 6 posti che possono essere utilizzati in 4 diversi modi rendendole molto versatili ed adatte a qualsiasi servizio.

Nella foto sotto potete vedere uno scompartimento di queste carrozze, preciso che la foto è presa dal sito “uprom.info”
Immagine

Le possibili varianti sono le seguenti:
in 2a classe sono utilizzati tutti i 6 sedili;
in 1a classe sono utilizzati solo i 4 sedili estremi e si può ribaltare parte dello schienale di quelli centrali creando un tavolino;
dietro gli schienali si trova un letto e così, ribaltando la struttura, la carrozza può essere usata come “SV” a due posti letto;
tra i poggiatesta e il soffitto si trovano due ulteriori letti e ribaltandoli la carrozza può essere usata come “Kupe” a 4 posti letto.
Ovviamente sotto i sedili si trova il classico comparto dove sistemare i bagagli.

L'IC 749 dovrebbe partire da Leopoli alle 11:27, ma arriva da Ivano-Frankivsk con una decina di minuti di ritardo e così la partenza avviene intorno alle 11:40, dopo aver effettuato il cambio trazione tra la diesel 2M62 e la loco elettrica che lo trainerà fino a Kiev.
L'arrivo a Kiev è previsto alle 17:11 e questo treno non effettua alcuna fermata intermedia nei circa 500 Km di percorso.
Purtroppo il paesaggio è abbastanza monotono, costituito da campi coltivati e boschi.
Ultima modifica di SIMO80 il ven 11 mag 2018 16:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#22 Messaggio da SIMO80 » ven 11 mag 2018 16:18

Immagine

Immagine

Immagine
Carro per trasporto auto al seguito

Immagine
Locomotiva da manovra gruppo ChME3

Immagine
Locomotive gruppo 2M62 in deposito

Immagine
Locomotiva gruppo 2TE10

Immagine
Elettrotreno per servizi regionali

Immagine
Una stazione lungo il percorso

Immagine
Periferia di Kiev

L'arrivo a Kiev avviene con circa 20 minuti di ritardo a causa del ritardo in partenza da Leopoli e di un rallentamento lungo il percorso.
La mia amica mi accompagna quindi alla fermata della metropolitana, affollatissima di passeggeri visto che è l'ora di punta, e nonostante la frequenza a quest'ora sia di un convoglio ogni 60 secondi.
Riesco comunque ad infilarmi su un convoglio e a raggiungere l'albergo, situato a poche fermate dalla stazione.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#23 Messaggio da SIMO80 » sab 12 mag 2018 14:35

I successivi due giorni li dedico a una breve visita di Kiev.
Martedì in tarda mattinata mi dirigo verso il centro, più precisamente alla Porta d'Oro (Zoloti Vorota), che raggiungo con un breve viaggio in metropolitana.

Immagine
La stazione Zoloti Vorota

Immagine
La Porta d'Oro

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#24 Messaggio da SIMO80 » sab 12 mag 2018 14:36

Dopo mi dirigo verso il Dnepr per vedere la Statua della Madrepatria, colossale statua in acciaio di epoca sovietica che rappresenta appunto la Madrepatria, e l'interessante “Museo della Storia dell'Ucraina nella Seconda Guerra Mondiale” nel quale vi è anche una zona dedicata all'attuale conflitto nel Donbass.
All'esterno vi sono monumenti commemorativi della seconda guerra mondiale e un'esposizione di mezzi militari.

Immagine
Monumenti commemorativi e “Altare del fuoco eterno”, visibile sulla destra

Immagine
Carri armati

Immagine
La Madrepatria

Immagine

Immagine
Altri monumenti commemorativi

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Esposizione mezzi militari

Al termine della visita ritorno verso il centro città per visitare la zona storica, tra cui la famosa Piazza Maidan, teatro della manifestazione del 2014.

Immagine
Stazione della metropolitana nel centro storico

Immagine
Piazza Maidan lato Hotel Ucraina e Monumento ai Fondatori di kiev

Immagine
Piazza Maidan dal lato opposto

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#25 Messaggio da SIMO80 » dom 20 mag 2018 11:07

Proseguo il racconto...
Mercoledì lo dedico alla visita del Parco Nazionale di Mezhyhirya, creato nel 2014 nelle ex proprietà del deposto presidente Yanukovich e situato a Novi Pedrivci, appena fuori l'area urbana di Kiev.
E' facilmente raggiungibile tramite un frequente servizio di Maršrutka dalla stazione della metropolitana "Heroiv Dnipra".

Immagine
L'ex residenza di Yanukovich

Immagine
Vista del parco

Immagine
Il lago all'interno del parco

Al mio rientro a Kiev, mi dirigo verso la stazione centrale per visitare anche qualcosa di ferroviario, ossia la piccola esposizione di rotabili che si trova in stazione e accessibile direttamente dal marciapiede dell'ultimo binario.
Non vi sono molti rotabili esposti, ma sono interessanti da vedere e tenuti in condizioni impeccabili.

Immagine
Locomotiva a vapore del gruppo L

Immagine
Locomotiva a vapore C017 con carrozze storiche

Immagine
Vista posteriore delle carrozze storiche

Immagine
Locomotiva diesel doppia TE3.2068 del 1953

Immagine
Locomotiva da manovra ChM32.333

Immagine
Locomotiva elettrica ChS4.072

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#26 Messaggio da SIMO80 » dom 20 mag 2018 11:08

Terminata la visita dell'esposizione faccio ancora un paio di foto in stazione prima di prendere la metropolitana per dirigermi verso il complesso monastico ortodosso di Pečers'ka Lavra, situato vicino alla statua della Madrepatria visitata il giorno prima.

Immagine
Treno espresso con in testa la ChS4.186

Immagine
Una ChME3 si occupa di piazzare sul binario un convoglio

Immagine
La ChS8.075 in testa a un treno IC

Immagine
Una ChS4 con una carrozza misure

Immagine
L'atrio della stazione di Kiev

Immagine
Il fabbricato della stazione centrale lato strada

Immagine
La stazione per i treni locali, situata a fianco della stazione centrale

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#27 Messaggio da SIMO80 » dom 20 mag 2018 11:09

Immagine
La stazione della metropolitana “Dnipro”

Immagine
Ponte sul Dnepr

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Alcune immagini del complesso monastico di Pečers'ka Lavra

giovanni3857
**
**
Messaggi: 2271
Iscritto il: mer 21 nov 2012 9:36

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#28 Messaggio da giovanni3857 » dom 20 mag 2018 11:52

Ottime foto Simone, alcune domande, una sulle foto, hai trovato difficoltà a farle ? Cioè qualcuno ti faceva problemi o potevi farle liberamente ?

Poi non ho capito la differenza dei servizi , per servizi locali che intendono? I nostri regionali ? Inoltre questa stazione è scollegata da quella centrale ?

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 287
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#29 Messaggio da SIMO80 » dom 20 mag 2018 18:37

Grazie :D
Non ci sono assolutamente problemi a fare foto nelle stazioni, sia in quelle piccole che a Kiev o Leopoli.
Credo sia vietato solo in alcuni punti strategici, ad esempio l'anno scorso ho notato che nella tratta Leopoli - Chop e nella zona di Rakhiv i ponti e le gallerie sono presidiati da militari e perciò immagino che fare foto in questi punti sia assolutamente vietato. Non so se il presidio è dovuto all'attuale situazione dell'Ucraina, oppure al fatto che sono zone di frontiera.

Per servizi locali intendo l'equivalente dei nostri regionali, in Ucraina (ma credo anche in Russia e in tutti i Paesi dell'ex Unione Sovietica) sono anche chiamati "Elektrichka" per il fatto che la maggior parte di questi servizi sono effettuati con elettromotrici.
Le altre categorie di treni sono equivalenti ai nostri diretti (o a dei regionali veloci), espressi (praticamente quasi tutta la lunga percorrenza), IC e IC+
Questi ultimi due sono classificati esattamente così, viaggiano solitamente nelle ore diurne e sono effettuati con il materiale più moderno: gli IC+ sono effettuati con moderni elettrotreni, gli IC anche con composizioni di materiale ordinario.

La stazione dei servizi locali in molte grandi città (ho notato che è uguale sia a Kiev che a Leopoli) è spesso costituita da un fabbricato diverso da quello dedicato alla lunga percorrenza, e che ha un accesso separato.
In pratica è una seconda stazione a poca distanza distanza da quella principale (50-100m) nella quale vi è la biglietteria dove si possono acquistare esclusivamente i biglietti per i treni locali/regionali e vi è l'accesso ai binari dedicati a questi servizi, questi binari sono tronchi e vi è un tornello dove si deve convalidare il biglietto prima di accedere al marciapiede.
Ovviamente, quando vi è questo fabbricato separato, non è possibile acquistare i biglietti per i treni locali nella biglietteria della stazione principale che è dedicata esclusivamente all'acquisto dei biglietti per la lunga percorrenza.

giovanni3857
**
**
Messaggi: 2271
Iscritto il: mer 21 nov 2012 9:36

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#30 Messaggio da giovanni3857 » dom 20 mag 2018 22:15

Grazie mille, quindi nessuna comunicazione tra le due stazioni, immagino che per le revisioni o lo fanno sul posto o trasportano i treni via strada

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: pm_class55 e 1 ospite