Da Chiavari a Kiev e ritorno

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Da Chiavari a Kiev e ritorno

#1 Messaggio da SIMO80 » lun 30 apr 2018 10:14

Ciao a tutti,
vorrei condividere un nuovo viaggio in Ucraina da poco concluso.
L'occasione per questo nuovo viaggio è stata la visita ad un'amica conosciuta lo scorso anno durante il mio soggiorno a Leopoli.

L'itinerario seguito per l'andata è stato Chiavari – Milano – Vienna – Breslavia (Wroclaw) – Przemysl – Leopoli – Kiev, mentre per il ritorno ho seguito il percorso Kiev – Chop – Zahony – Budapest – Vienna – Milano – Chiavari con soste di alcuni giorni a Leopoli, Kiev e Budapest.

Inizialmente avevo valutato anche la possibilità di raggiungere Leopoli direttamente in aereo con uno dei voli low cost da Bergamo operati dalla scorsa estate dalla compagnia Ernest Airlines, ma alla fine ho deciso per il treno poiché con l'aereo sarei dovuto arrivare a Bergamo la sera prima (il volo parte alle 6 del mattino) con conseguente maggiore costo per il pernottamento.
Inoltre il supplemento del bagaglio da stiva avrebbe fatto raddoppiare il costo del biglietto aereo rendendo il biglietto ferroviario decisamente più economico, grazie anche alle varie tariffe economy trovate.

La partenza avviene il 9 aprile da Chiavari alle 15:32 con l'IC 1574 per Milano C.le che viene raggiunta puntale alle 17:50.
Le circa tre ore di attesa che mi separano dalla partenza dell'EN “Nightjet” 235 per Vienna passando abbastanza velocemente curiosando i vari convogli in partenza-arrivo nella stazione meneghina e cenando.

Immagine
La E402.168 che ha trainato l'IC 1574 fino a Milano

Poco dopo le 20 il convoglio viene piazzato sul binario e prendo posto nel mio scompartimento nella carrozza con posti a sedere n.416 che condividerò fino a Vienna con altri due passeggeri.
Intorno alle 20:50, con alcuni minuti di ritardo, il convoglio parte diretto a Vienna con in testa la E444.104 che lo trainerà fino a Tarvisio Boscoverde.

Immagine

Alla mattina, in territorio austriaco, noto che in testa al convoglio vi è una 1144 invece della classica Taurus che è sempre stata presente nei miei ultimi viaggi effettuati su questo treno, e così approfitto delle strette curve presenti nella tratta di valico del Semmering per alcune foto.

Immagine

Immagine
Ultima modifica di SIMO80 il lun 30 apr 2018 10:17, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#2 Messaggio da SIMO80 » lun 30 apr 2018 10:15

Arrivati puntuali a Vienna alle 8:46, faccio alcune foto in stazione in attesa dell'EC 1032 delle 10:30 diretto a Praga, che utilizzerò fino a Brno.
Questo è uno dei nuovi servizi introdotti a dicembre dall'operatore privato ceco Regiojet.
Titolare del convoglio è la 193.221 noleggiata a Regiojet dalla European Locomotive Leasing.

Immagine
La 1144.204 che ha trainato l'EN 235 da Tarvisio a Vienna

Immagine
REX Vienna – Bratislava Hl.S. con in testa una doppia di Hercules, entrambe in trazione

Immagine
EC 1032 Regiojet per Praga

Alle 12:07 si arriva puntuali a Brno e utilizzo l'ora di sosta per un acquisto ferroviario, ossia per procurarmi il nuovo orario delle ferrovie ceche.

Alle 12:56 proseguo il viaggio con il Rx 866 “Macocha” diretto a Praga, che utilizzerò fino a Usti nad Orlici, effettuato da un moderno elettrotreno del gruppo 660 delle Ceske Drahy.

Alle 14:22 raggiungo Usti nad Orlici e mi dirigo a prendere il treno locale Os 7167 che mi porterà a Lichkov, stazione di confine con la Polonia.

Immagine
Rx 866 ripreso a Usti nad Orlici

Immagine
Os 7167 per Lichkov

In circa 40 minuti di piacevole viaggio attraverso la campagna boema raggiungo Lichkov, dove mi aspetta il locale Os 6297 delle 15:43 diretto a Wroclaw Glowny (Breslavia Centrale) effettuato da un moderno elettrotreno gruppo 31WE delle Koleje Dolnoslaskie (Ferrovie Regionali della Bassa Slesia) che in circa tre ore raggiunge alle 18:35 la sua destinazione finale.

Immagine

Immagine
In viaggio per Lichkov

Immagine
Os 6297 per Wroclaw ripreso a Lichkov

Immagine
Os 6297 a Wroclaw

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#3 Messaggio da SIMO80 » lun 30 apr 2018 10:15

Qua, prima di proseguire il viaggio, mi reco presso il vicino ufficio postale a ritirare il biglietto per la tratta Wroclaw – Leopoli.
Per questa tratta, effettuata da un WL delle Ferrovie Ucraine “Ukrzaliznytsia”, non è stato possibile acquistare il biglietto dall'Italia (ne online, ne in biglietteria) così mi sono dovuto appoggiare ad un'agenzia di viaggi polacca specializzata in biglietti ferroviari che mi ha spedito il biglietto in fermoposta presso l'ufficio postale situato a fianco della stazione, loro punto d'appoggio a Breslavia.
Ritirato senza problemi il biglietto, ritorno in stazione per fare alcune foto e cenare, in attesa del piazzamento del TLK 63170 “Karpaty” diretto a Przemysl, che ha in composizione il WL ucraino per Leopoli.

Immagine
Il bel fabbricato della stazione centrale di Breslavia

Immagine
L'interno

Immagine
La tettoia lato binari

Immagine
IC in arrivo con titolare la EP07.448 PKP Intercity

Immagine
Elettrotreno per servizi regionali diretto al deposito

Immagine
Pendolino polacco

Poco prima delle 21:00 la breve composizione del Karpaty viene piazzata sul binario e in coda, dietro le tre carrozza della sezione Wroclaw-Przemysl, si trova il WL ucraino per Leopoli sul quale prendo posto.
Dividerò lo scompartimento a due letti con un simpatico signore ucraino con il quale non vi è purtroppo possibilità di comunicazione a causa della mancanza di una lingua comune tra noi.
Intorno alle 22:20 il convoglio si mette in movimento e inizia la mia ultima tappa.

Immagine
TLK “Karpaty” in piazzamento

Purtroppo il finestrino non chiude molto bene e così passa all'interno un po' di rumore, ma nonostante questo riesco a riposare abbastanza bene
Alla mattina mi sveglio intorno alle 6:30 e mi accorgo che abbiamo circa 30 minuti di ritardo, così raggiungiamo la stazione di Przemysl intorno alle 7:20 invece che alle previste 6:51.
All'arrivo la carrozza su cui viaggio viene separata e unita alla vettura letti polacca proveniente da Varsavia e diretta anch'essa a Leopoli, questa vettura è stata aggiunta nella notte a Cracovia insieme alla sezione Varsavia-Przemysl.

Immagine
Przemysl

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#4 Messaggio da SIMO80 » lun 30 apr 2018 10:16

A Przemysl è prevista da orario una sosta di circa un'ora e mezza che ero convinto servisse all'indispensabile operazione della sostituzione dei carrelli per poter proseguire sulla rete a scartamento 1520 mm dell'Ucraina, invece alle 8:23 la breve composizione, composta da sole due vetture letto, riparte in direzione Ucraina con il nuovo numero D 51.

A Modyka, ultima stazione in territorio polacco, avviene una breve sosta per il controllo passaporti da parte della polizia polacca e appena superato il confine con l'Ucraina salgono a bordo i militari ucraini che ritirano tutti i passaporti per riconsegnarli poco dopo con il timbro di ingresso.

Immagine
Locomotiva da manovra “DB Cargo Polska” a scartamento ucraino ripresa a Medyka

Immagine
VL11 ucraina a Mostyska

Nel frattempo il convoglio raggiunge Mostyska-2, dove avverrà il cambio carrelli.
Purtroppo non è possibile seguire l'operazione da terra in quanto l'accudiente del WL fa subito risalire me e un altro passeggero che eravamo scesi per osservare i lavori, ma riesco ugualmente a fare alcune foto all'altra carrozza.

Immagine
La locomotiva da manovra che ha spinto le due carrozze nell'area di lavoro

Immagine

Immagine
Inizia il sollevamento

Immagine
I carrelli a 1435 mm se ne vanno

Immagine
Senza carrelli

Immagine
I carrelli a scartamento ucraino vengono sistemati

Immagine
Pronti a ripartire per Leopoli sui nuovi carrelli

L'operazione avviene abbastanza velocemente in circa 40 minuti, terminata questa le carrozze vengono nuovamente unite tra loro e portate sul secondo binario della stazione di Mostyska-2, dove sosteremo ancora per circa un'ora in attesa della partenza, prevista per le 12:24.

Nel frattempo arriva l'IC 705K Kiev-Przemysl, che sosterà una ventina di minuti per i controlli di frontiera.

Immagine
IC 705K

Immagine
Vecchio fabbricato viaggiatori della stazione di Mostyska-2

Immagine
Nuovo fabbricato

Finalmente alle 12:24 si parte per Leopoli.
Da Mostyska a Leopoli non vi sono grandi insediamenti e i binari attraversano la campagna ucraina e alcuni villaggi.

Immagine
Elettrotreno per servizi regionali in sosta a Mostyska-2

Immagine
Villaggio

Immagine
Villaggio

L'arrivo a Leopoli avviene intorno alle 14:00, con circa 30 minuti di ritardo a causa di alcuni lavori lungo la linea.
All'uscita della stazione trovo il proprietario dell'appartamento in cui alloggerò (lo stesso dello scorso anno) che mi accompagna a destinazione.

Immagine
Il D 51 a Leopoli ripreso il 14 aprile, ma con composizione identica a quella del mio viaggio

Immagine
La stazione di Leopoli

fab
**
**
Messaggi: 8709
Iscritto il: ven 02 dic 2005 17:58
Località: Milano - Sori (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#5 Messaggio da fab » lun 30 apr 2018 11:15

Bellissimo!



:=D>: :=D>: :=D>:
fab® Post fata resurgo

"Miser chi mal oprando si confida
ch'ognor star debba il maleficio occulto"
(L. Ariosto)

giovanni3857
**
**
Messaggi: 2279
Iscritto il: mer 21 nov 2012 10:36

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#6 Messaggio da giovanni3857 » lun 30 apr 2018 12:47

sempre belle le foto ed anche il tuo racconto è sempre interessante e dettagliato. il treno 31WE " impuls" di Newag come ti è sembrato ?

Avatar utente
MTTCLV
*
*
Messaggi: 756
Iscritto il: dom 21 dic 2003 19:11
Località: milano
Contatta:

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#7 Messaggio da MTTCLV » lun 30 apr 2018 14:10

grazie molto piacevole da leggere e vedere.
MT.

e402a
**
**
Messaggi: 1993
Iscritto il: sab 30 lug 2005 14:01
Località: Veneto

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#8 Messaggio da e402a » lun 30 apr 2018 19:07

Complimenti per foto,reportage e ovviamente per il Viaggio stesso che da solo ti sei organizzato.
Bè come profondo conoscitore delle ferrovie dei paesi dell’est sei un punto di riferimento per tutto il Forum!
Spero, che tempo permettendo, possa continuare il reportage anche con foto e racconto del ritorno.
Ciaoooo:)

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#9 Messaggio da SIMO80 » lun 30 apr 2018 21:14

Grazie per i complimenti, ovviamente nei prossimi giorni il reportage proseguirà.
Il 31WE di Newag mi è sembrato un ottimo treno, comodo e silenzioso.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#10 Messaggio da SIMO80 » mer 02 mag 2018 9:58

Avendo due giorni a mia completa disposizione prima dell'arrivo della mia amica da Kiev, decido di dedicare giovedì 12 alle foto ferroviarie mentre per venerdì ho programmato una visita alla vicina città di Ivano-Frankivsk.

Per la giornata fotografica ho individuato la piccola stazione di Pidbirtsi, vicina a Leopoli, situata sulla linea proveniente da Kiev e punto di diramazione della linea utilizzata dai treni merci provenienti da est per raggiungere lo smistamento di Leopoli.
Visto che ho l'intera giornata a disposizione decido di andare a fare due foto anche nella stazione centrale di Leopoli che, vista la giornata soleggiata, raggiungo a piedi con una breve passeggiata attraverso il centro città facendo un paio di foto ai tram e ad alcuni monumenti.

Immagine
Tram di servizio con tramoggia

Immagine
Monumento al nazionalista ucraino Stepan Bandera

Immagine
Cattedrale di San Giorgio

Immagine
Moderno tram costruito a Leopoli dalla Elektron.
Al momento è un esemplare unico insieme al numero 1180, che ha però solamente tre casse.

Immagine
Tram classico nei pressi della stazione

Immagine
Espresso 86П proveniente da Novooleksiyivka

Immagine
Espresso 120П proveniente da Zaporizhzhya
Ultima modifica di SIMO80 il mer 02 mag 2018 10:02, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#11 Messaggio da SIMO80 » mer 02 mag 2018 10:01

Per raggiungere Pidbirtsi utilizzerò una Maršrutka, ossia i tipici piccoli autobus privati di colore giallo molto diffusi nei Paesi dell'ex Unione Sovietica e solitamente molto affollati.
Mi reco così alla fermata, situata poco distante dalla stazione, e attendo la Maršrutka che in circa mezz'ora mi porta a destinazione, al modico costo di 5 grivne (circa 20 centesimi di euro)
Il traffico in questa stazione è abbastanza frequente e vario e si possono vedere treni passeggeri di ogni categoria e i classici merci da 70 carri trainati solitamente dalle VL80

Immagine
Il piccolo fabbricato viaggiatori con sala d'attesa

Immagine
Le galline del capostazione :mrgreen:

Immagine
Locomotiva isolata in transito

Immagine
Espresso 41П Dnipropetrovsk – Leopoli – Truskavets

Immagine
Convoglio merci proveniente da Leopoli

Immagine
Espresso 131O da Kharkhiv per Leopoli

Immagine
Convoglio merci proveniente da Leopoli

Immagine
Elettrotreno per servizi regionali

Immagine
IC 715Л Przemysl – Leopoli – Kiev

Immagine
Convoglio merci diretto allo scalo di Leopoli

Immagine
Convoglio di tramogge diretto a Leopoli

Immagine
Vista di circa metà treno

Per il ritorno a Leopoli decido di cambiare mezzo e invece della Maršrutka utilizzo un treno locale che in circa 15 minuti mi porta a destinazione

Astro
**
**
Messaggi: 1094
Iscritto il: mar 17 gen 2017 15:33

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#12 Messaggio da Astro » mer 02 mag 2018 11:54

Ci sono fonti comprensive sulle livree delle ferrovie ucraine? Non ho trovato niente in internet...

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#13 Messaggio da SIMO80 » mer 02 mag 2018 13:25

Su internet puoi sicuramente trovare molte foto dei rotabili nelle vari livree, ma non saprei riguardo la spiegazione delle livree.

Dai miei viaggi ho notato che le locomotive più vecchie e quelle solitamente utilizzate nei servizi merci hanno mantenuto la livrea verde che avevano durante l'epoca sovietica, alcune loco hanno sui frontali il logo УЗ (UZ) altre no.
Le elettromotrici, automotrici e le locomotive più moderne (solitamente destinate ai servizi passeggeri) hanno invece una livrea che combina bianco e varie tonalità di azzurro;
talvolta questa livrea è anche presente nelle locomotive destinate ai treni merci, probabilmente applicata in fase di revisione quando occorre una totale riverniciatura della cassa.
Sui frontali sono presenti delle fasce rosse, probabilmente per migliorare la visibilità del mezzo.
Le locomotive diesel per servizi passeggeri possono invece avere la livrea azzurra, oppure rossa con fascia bianca, oltre ovviamente alla classica livrea verde.
I nuovi elettrotreni Hyundai per servizi Intercity hanno invece una livrea in grigio chiaro.

Le carrozze passeggeri sono normalmente blu con una fascia gialla sotto i finestrini con l'eccezione di quelle che compongono i cosiddetti treni "Firmenni", ossia i treni espressi più importanti che hanno una denominazione.
Per questi ultimi sono infatti previste livree particolari per distinguerli dagli espressi ordinari.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#14 Messaggio da SIMO80 » ven 04 mag 2018 21:22

Proseguo il racconto...
Come già anticipato, venerdì 13 lo dedico a una visita a Ivano-Frankivsk.
Ivano-Frankivsk è una piccola città che si trova a circa 120 Km a sud di Leopoli, è stata fondata nel 1662 da una famiglia della nobiltà polacca e fino al 1962 era conosciuta come Stanislav, successivamente ha cambiato nome in onore del poeta ucraino Ivan Franko.

Per questo breve viaggio ho già acquistato tutti i biglietti dall'Italia e così poco prima delle 7 mi reco alla fermata del tram vicino a Piazza Rynok per aspettare il tram numero 9 che mi porterà in stazione in tempo per prendere l'espresso 16K delle 8:04
Purtroppo la giornata non comincia nel migliore dei modi poiché il tram, immagino a causa di qualche problema dovuto al traffico, non arriva e così, dopo una ventina di minuti di attesa (la frequenza della linea 9 è ogni 10 minuti), decido di raggiungere la stazione a piedi, considerando anche che il treno successivo sarebbe stato intorno alle 10:30
Ovviamente, dopo quasi 3 km percorsi a passo veloce, quando sono nelle vicinanze della stazione... vedo passare il mio tram :mrgreen:
Alle 7:55 circa riesco comunque ad arrivare in stazione, giusto in tempo per prendere posto nella mia carrozza ed attendere la partenza dell'espresso 16K, proveniente da Kharkhiv e diretto a Rakhiv, piccolo paese nei Carpazi che avevo visitato lo scorso anno.
L'arrivo previsto a Ivano-Frankivsk è per le 10:19, ma durante il tragitto accumuliamo un po' di ritardo e arriviamo a destinazione intorno alle 10:45
Anche lo scorso anno ho notato che su questa linea i ritardi sono frequenti, a causa del traffico intenso presente su questa tratta a binario unico.
Ivano-Frankivsk è sede di deposito e come sempre viene sostituita la locomotiva proveniente da Leopoli con una del locale deposito, e così viene subito sganciata la diesel doppia del gruppo 2M62 che ha trainato sino a qui il convoglio.
Al suo posto mi aspetto di vedere un'altra 2M62, invece vedo arrivare un'unità del gruppo 2TE10M che solitamente sono utilizzate per i servizi merci.
Poco dopo l'aggancio della nuova loco, l'espresso 16K riparte per Rakhiv e, dopo aver fatto un paio di foto alla stazione, mi dirigo verso il centro della città.
Ultima modifica di SIMO80 il ven 04 mag 2018 21:29, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 20:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Da Chiavari a Kiev e ritorno

#15 Messaggio da SIMO80 » ven 04 mag 2018 21:27

Immagine
Espresso 16K pronto a partire per Rakhiv con la 2TE10M numero 2834 in testa

Immagine
Stazione lato binari

Immagine
Atrio della stazione

Immagine
Il fabbricato lato strada

Immagine
La sede della regione

Immagine
Chiesa Armena

Immagine
Il municipio

Immagine
Piazza Rynok

Immagine
La Cattedrale della Santa Resurrezione

Immagine
Chiesa della Vergine Maria

Immagine
Monumento ai caduti nella guerra combattuta negli anni '80 tra l'URSS e l'Afghanistan

Immagine
Ristorante

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti