Tre giorni in Ucraina

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Tre giorni in Ucraina

#1 Messaggio da SIMO80 » dom 29 nov 2015 23:05

Ciao a tutti, vorrei condividere il racconto di un breve viaggio in Ucraina effettuato tra il 19 e il 23 novembre con arrivo e partenza da Bratislava, città nella quale mi trovo attualmente (rientrerò in Italia tra un paio di settimane) e dove ho appena terminato un corso di lingua slovacca.
Il suddetto corso si svolgeva dal lunedi al giovedì permettendomi così di avere a disposizione il fine settimana per organizzare qualche breve viaggio approffitando della posizione comoda e delle tariffe di viaggio decisamente più economiche rispetto all'Europa Occidentale.
Il viaggio è stato organizzato solamente un paio di giorni prima (martedi 17) in quanto volevo fare una breve escursione ferroviaria in qualche zona particolare prima del mio rientro in Italia e mi sono così ricordato della cittadina ucraina dove volevo andare lo scorso febbraio, quando mi trovavo nella regione slovacca dei Monti Tatra, ma che poi non avevo raggiunto a causa dell'improvviso inasprirsi della crisi tra Ucraina e Russia.
Verificato che l'hotel dove volevo andare aveva posto e che anche i treni scelti non erano completi ho organizzato il viaggio che vi racconto di seguito.

La partenza è avvenuta giovedi 19 utilizzando il nuovo servizio IC notturno da poco introdotto dall'operatore privato Regiojet che collega, in aggiunta ai già presenti servizi IC diurni, le città di Bratislava e Košice con partenza da entrambi i capolinea nella tarda serata di giovedi, venerdi e domenica.

Intorno alle 22:40 arrivo alla stazione di Bratislava Hlavná Stanica da dove alle 23:28 partirà l'IC 411 per Košice.
Nonostante sia sera inoltrata la stazione è abbastanza affollata visto che sono in partenza quattro convogli notturni a breve distanza:
l'EN 476 'Metropol' Budapest-Berlino,
l'IC 411 per Košice,
il R 615 'Zemplin' per Humenné
e il R 801 'Poliana' per Prešov.

In attesa dell'apertura del convoglio faccio alcune foto

Immagine
VT 642.36 Regiojet pronto per effettuare l'Os 4353 delle 23:05 per Dunaiská Streda

Immagine
L'IC 411 per Košice, vi chiedo scusa per la cattiva qualità della foto

Pochi minuti dopo il convoglio viene aperto e si può salire.
Il convoglio ha solo posti a sedere ed è composto da sei carrozze divise nelle classi Business (1a classe), Relax (una via di mezzo tra la 1a e la 2a classe) e Standard (2a classe).
Il mio posto è nella carrozza 2 di classe Standard, una ex 1a classe OBB, che si riempie velocemente.
In perfetto orario si parte per Košice e vengono offerte ai passeggeri una bottiglia d'acqua e una tazza di te, tutto compreso nei 9 € del biglietto.

Alla mattina, poco dopo Poprad, viene servita la colazione (brioche con caffe o te) e alle 4:45 arriviamo in perfetto orario a Košice.
La locomotiva viene subito sganciata e manovrata per agganciarsi all'altra estremità e le carrozze vengono immediatamente pulite poichè alle 5:17 il convoglio ripartirà per Bratislava come IC 400.

Immagine
L'IC 411 appena giunto a Košice

Faccio una breve visita della stazione, ancora poco affollata, e mi dirigo verso l'autostazione dove alle 5:55 è previsto l'arrivo dell'autobus, proveniente da Praga, che ripartirà alle 6:30 per la città ucraina di Užgorod. Purtroppo il bus è in ritardo e così l'attesa si prolunga fino alle 6:20 circa quando finalmente arriva e il viaggio può proseguire.
Alla frontiera i controlli dei passaporti sono anch'essi un pochino più lunghi del previsto e si arriva a Užgorod solamente alle 10:40 (ora ucraina) con circa 20 minuti di ritardo.

Il treno che ho deciso di prendere per Mukačevo, la mia destinazione finale, partirà nel pomeriggio così faccio un giro per la città.

Immagine
Cattedrale ortodossa

Immagine
Ponte sul fiume Už

Immagine
Palazzo della sede regionale

Immagine
Statua di Maria Teresa

Immagine
Cattedrale greco-ortodossa

Immagine
Sinagoga

Immagine
Vicino alla sinagoga sosta questo convoglio a scartamento ridotto 760 mm, credo usato in estate su un breve percorso all'interno di un parco

Con un pò di anticipo mi dirigo verso la stazione così da poter fare qualche foto in attesa del mio treno

Immagine
Stazione di Užgorod

Immagine

Immagine
Carri merci in sosta

Immagine
Locomotiva CHM3.3592 in manovra

Nel display della stazione è già indicato il treno 081Ӆ Užgorod-Kiev che mi porterà fino a Mukačevo, ma non è ancora indicato il binario.
Poichè vedo che sui binari è in sosta un solo convoglio passeggeri vado a controllare ed è il mio treno, che risulta composto da ben 18 (diciotto, non ho scritto male :mrgreen: ) carrozze ed ha in testa una locomotiva del gruppo VL10

Immagine
VL10.1488 in testa al treno 081Ӆ Užgorod-Kiev

Bill
**
**
Messaggi: 2535
Iscritto il: sab 05 feb 2005 16:15
Località: Veneto

Re: Tre giorni in Ucraina

#2 Messaggio da Bill » lun 30 nov 2015 8:49

:=D>: :=D>: :=D>:
… ci scusiamo per il disagio.

Avatar utente
RF
**
**
Messaggi: 3077
Iscritto il: sab 10 mag 2008 10:44
Località: Treviso

Re: Tre giorni in Ucraina

#3 Messaggio da RF » mar 01 dic 2015 16:21

Tutto sommato non sembrano neanche messi male come infrastruttura, pensiline, ecc questi ucraini ...sbaglio ? domanda, non si direbbe, ma lo scartamento è quello russo ?

PS Attenzione che la RegioJet secondo Railcolor a breve pare che chiuda, a meno di ripensamenti.
Già i servizi notturni dal prossimo 13 dicembre, mentre quelli diurni dal primo trimestre 2016, motivo le tariffe troppo basse della ZSSK (che sarà supportata dallo stato slovacco immagino ...)

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#4 Messaggio da SIMO80 » mar 01 dic 2015 19:44

Ho letto sul forum che Regiojet cancellerà i servizi tra Bratislava e Košice, peccato perchè li ho utilizzati alcune volte ed era un ottimo servizio.
In Ucraina ho viaggiato sulla tratta Užgorod-Chop-Mukačevo-Volovets che è una delle linee principali, da Volovets la linea valica i Carpazi e prosegue per Leopoli e Kiev. Le stazioni principali sono tutte in ottime condizioni ed altrettanto si può dire per l'armamento, sul quale viaggiano regolarmente treni espressi fino a 18 carrozze e treni merci composti da 70 carri che possono raggiungere tranquillamente le 5000 tonnellate (ad esempio i convogli carichi di carbone diretti in Slovacchia).
I treni passeggeri a lunga percorrenza sono composti esclusivamente da carrozze letti, esattamente come in Russia, mentre alcune elettromotrici per i servizi locali sono dotate di panche in legno, che ho personalmente sperimentato tra Volovets e Mukačevo.
Lo scartamento è 1524mm, il classico scartamento presente nell'ex Unione Sovietica, probabilmente dalle foto non si percepisce poichè i rotabili ucraini hanno dimensioni maggiori rispetto ai nostri.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#5 Messaggio da SIMO80 » mar 01 dic 2015 20:42

Proseguo il racconto...
Vedendo che ormai manca poco all'ora di partenza mi dirigo verso la carrozza 11 e consegno il biglietto alla provodnitsa che, dopo aver verificato che il nome indicato sul biglietto corrisponde con quello del mio passaporto, mi indica il mio scompartimento.
La carrozza dove farò il breve viaggio è del tipo Kupe ossia composta da 9 scompartimenti da 4 posti.

Immagine
Corridoio della carrozza con la passatoia posata per evitare che si rovini il tappeto

Immagine

Immagine
Due immagini dello scompartimento

Alle 15:00, in perfetto orario, il convoglio si mette in movimento in direzione Chop dove invertirà il senso di marcia per proseguire su Kiev. Al momento la carrozza è praticamente vuota.
Dopo circa 30 minuti di viaggio si raggiunge Chop dove si ha una sosta di circa 30 minuti necessari per invertire la posizione della locomotiva e per aggiungere le due vetture letto provenienti da Budapest.

Immagine
Curva di ingresso a Chop

Immagine
Locomotive elettriche in deposito

Immagine
Locomotive diesel in deposito

Dopo la lunga sosta necessaria per le manovre si riparte in direzione Kiev, la composizione è adesso di 20 carrozze.
In circa un'ora di viaggio a velocita modesta raggiungo Mukačevo, la mia destinazione, dove noto che almeno 80 persone sono in attesa di salire sul treno che occupa per intero il lungo marciapiede.
Dopo aver assisitito alla partenza dell'espresso mi dirigo verso l'albergo situato nel centro della città, a poca distanza dalla stazione.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Tre giorni in Ucraina

#6 Messaggio da paolo656 » mer 02 dic 2015 5:51

Normalmente su tutto il territorio della FR la passatoia bianca viene arrotolata dopo che gli eventuali accompagnatori, con relative scarpe sporche, lasciano il treno. A quel punto e' normale che tutti i viaggiatori abbiamo tolto le loro scarpe e, come nelle case, indossino ciabatte. Sulla LP si viaggia in questo modo.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#7 Messaggio da SIMO80 » gio 03 dic 2015 20:20

La passatoia è rimasta per tutto il tempo del mio breve viaggio e penso che rimanga fino a Leopoli poichè ho visto negli orari che sulla tratta Užgorod-Leopoli la lunga percorrenza fa anche un servizio quasi locale con fermate ogni 30 km circa.
Probabilmente questo servizio con frequenti fermate è dovuto alla scarsa frequenza dei servizi locali ed alla contemporanea presenza di città di una certa importanza, anche turistica.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Tre giorni in Ucraina

#8 Messaggio da paolo656 » ven 04 dic 2015 2:58

Ecco, questo approccio è differente. Lasciare la passatoia che inevitabilmente si sporca, sui binari della FR non fa parte delle abitudini.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#9 Messaggio da SIMO80 » lun 07 dic 2015 17:08

Proseguo il racconto...
Il giorno dopo, sabato 21, il mio programma originario prevedeva di prendere da Mukačevo il locale delle 8:28 e raggiungere la stazione di Skotarske, situata quasi al culmine della linea, per fotografare qualche merci in transito, ma purtroppo il meteo è pessimo così decido di prendere il locale delle 11:26 fino a Volovets e da lì rientrare quasi subito a Mukačevo così da poter sfruttare l'ultima luce della giornata per fare due fotografie anche al centro storico della città.

Raggiungo quindi la stazione, faccio alcune foto al fabbricato, e mi reco alla biglietteria per acquistare il biglietto per Volovets. Ovviamente sbaglio subito sportello :mrgreen: poichè quello dove vado emette solo i biglietti per la lunga percorrenza e così l'impiegata mi indica la biglietteria per i servizi locali dove riesco ad acquistare il biglietto senza particolari problemi linguistici grazie anche ad un foglio su cui avevo scritto il numero del treno e la mia destinazione in caratteri cirillici.

Immagine
Fabbricato viaggiatori di Mukačevo lato strada

Immagine
Statue che raffigurano i vari mestieri poste presso l'ingresso

Immagine
Il fabbricato viaggiatori lato binari

Immagine
Treno 225O Kharkiv-Užgorod con in testa la VL10.1489

Il rotabile su cui viaggerò è un elettrotreno del gruppo ER2 composto da otto carrozze decisamente spaziose con comodi sedili imbottiti disposti a 3+3, cosa possibile grazie alla maggiore larghezza dei rotabili Ucraini.
Alle 11:26 il treno locale 6188 parte in perfetto orario e alle 12:54 raggiungo Volovets, distante 55 Km, dopo un viaggio a velocità moderata a causa degli stretti raggi di curvatura presenti sulla linea.

Immagine
Elettrotreno ER2.1231 in attesa di posizionarsi sul binario 1 per effettuare il locale 6188 per Leopoli, da me utilizzato fino a Volovets

Compro subito il biglietto per il ritorno (la biglietteria questa volta è una sola e così non posso sbagliarmi :mrgreen: ) e faccio una veloce visita del piccolo paese in attesa del treno del ritorno.

Immagine
Locomotiva VL11.103 in sosta a Volovets

Immagine
Locomotiva VL11.115 in manovra a Volovets

Immagine
Ingresso della chiesa dietro la stazione

Immagine
Vista della stazione dalla chiesa

Immagine
Un'altra chiesa situata vicino alla stazione di Volovets

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#10 Messaggio da SIMO80 » gio 21 gen 2016 10:27

Pubblico di seguito l'ultima parte del mio racconto di viaggio, scusate per il ritardo.

Arrivo così all'ultimo giorno di permanenza in Ucraina e inizio il viaggio di rientro a Bratislava.
A differenza dell'andata rientrerò utilizzando uno dei due convogli locali che ogni giorno collegano Chop con Čierna nad Tisou, ma invece di raggiungere Chop in treno decido di fare la tratta da Mukačevo in autobus in modo da poter attravversare i tipici villaggi della zona.
L'autobus per Chop parte intorno a mezzogiorno così ho il tempo di andare in stazione per fare ancora un paio di foto prima di dirigermi verso l'autostazione.

Immagine
Elettrotreno ER2.332 utilizzato per i servizi locali verso Užgorod

Immagine
Treno merci in direzione Chop con titolare la VL11.124

Immagine
Stazione di Mukačevo vista da un ponte pedonale posto nelle vicinanze

Immagine
Treno espresso 827Д proveniente da Leopoli

Immagine
Proseguendo verso l'autostazione incontro un passaggio a livello dove riprendo la VL11.040 con un lungo convoglio merci in direzione Chop

L'autostazione di Mukačevo è costituita da un piazzale sterrato dove sostano i minibus in attesa di attestarsi al marciapiede assegnato alle varie linee.
Nell'interno dell'autostazione, oltre alla biglietteria e ai vari servizi annessi, vi è anche un piccolo mercato dove i viaggiatori possono acquistare praticamente ogni cosa, dall'abbigliamento al cibo e alle bevande.

Immagine
Autobus in sosta in attesa di prendere servizio

Il mezzo utilizzato sulla linea per Chop è un piccolo autobus da circa 20 posti che parte puntuale alle 12:00 con quasi tutti i sedili occupati per poi riempirsi completamente, anche con parecchie persone in piedi, dopo poche fermate. Il viaggio fino a Chop è abbastanza avventuroso in quanto la strada è praticamente un insieme di buche interrotte da qualche tratto di asfalto :mrgreen: che costringe l'autista a guidare a zig-zag per evitare quelle di maggiori dimensioni. Inoltre in un paio di fermate si avvicina un pò troppo al bordo strada finendo nella cunetta laterale.
Ovviamente le condizioni della strada non consentono grandi velocità e Chop viene raggiunta solamente alle 13:40 nonostante la distanza sia di circa 40 Km

Purtroppo in stazione non è possibile fare foto in quanto zona di confine e riesco solamente a farne una nell'area dove viene effettuato il cambio dei carrelli alle vetture letto che collegano Budapest e Bratislava a Kiev (i collegamenti diretti con la Russia sono al momento sospesi).

Immagine
Le vetture letto Budapest – Kiev riprese durante la fase di cambio carrelli

Faccio così una passeggiata nell'abitato anche se non ha assolutamente nulla di interessante da vedere essendo la tipica località di frontiera.

Immagine
Esterno del fabbricato viaggiatori di Chop

Immagine
Sala d'attesa della stazione di Chop decorata con affreschi dell'epoca sovietica

Intorno alle 16:00 rientro in stazione poichè circa 30 minuti prima della partenza del treno la polizia ucraina effettua il controllo dei bagagli e del passaporto che viene svolto in una stanza dalla quale si accede poi al treno.
Il convoglio slovacco, classificato Os 8865 e composto da una locomotiva del gruppo 163 delle ZSSK e da una carrozza di 1a classe declassata, parte in perfetto orario alle 17:20 per Čierna nad Tisou, e dopo circa 10 minuti di viaggio a velocità moderata entra in Slovacchia per fermarsi quasi subito presso il posto di blocco della polizia di frontiera slovacca che effettua il controllo dei documenti in ingresso; dopo 30 minuti di sosta si riparte e finalmente si raggiunge Čierna nad Tisou.
Grazie al differente fuso orario (l'Ucraina è 1 ora avanti rispetto all'Europa Centrale e Occidentale) le 18:25 di arrivo diventano 17:25 guadagnando così 60 minuti.
Dopo una breve sosta, alle 18:09 proseguo con il Os 8818 che in circa due ore mi porta a Košice e alle 21:29 arriva da Humenne il R 442 'Bohemia' per Praga al quale viene aggiunto a Košice il WL per Bratislava sul quale prendo posto accomodandomi nello scompartimento T3 dove ho prenotato e dove arriva quasi subito il secondo occupante.
Alle 22:14, in perfetto orario, il convoglio si mette in movimento e alla successiva fermata sale un ragazzo che occupa l'ultimo letto.
Particolarità del WL per Bratislava è che nella notte viene sganciato a Žilina, dove sosta circa quattro ore prima di essere messo in composizione al R 704 che raggiunge Bratislava alle 8:05, in questo modo si evita un arrivo troppo mattiniero nella capitale slovacca.
La notte passa tranquilla, intorno alle 7:30 l'accudiente porta la colazione composta da una brioche e un bicchiere di te (o caffè) e alle 8:20, con circa 15 minuti di ritardo, raggiungo Bratislava.

Immagine
R 704 a Bratislava con il WL proveniente da Košice posizionato subito dietro la locomotiva

fabribo
**
**
Messaggi: 2365
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

Re: Tre giorni in Ucraina

#11 Messaggio da fabribo » gio 21 gen 2016 12:27

SIMO80 ha scritto: Purtroppo in stazione non è possibile fare foto in quanto zona di confine e riesco solamente a farne una nell'area dove viene effettuato il cambio dei carrelli alle vetture letto
Ah.... non si poteva???? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

https://www.flickr.com/photos/35525263@N02/19975134075/

https://www.flickr.com/photos/35525263@N02/20790594685/

:megaball: :megaball: :megaball:

Saluti e complimenti per il reportage.
Fabrizio.
1 Dicembre 2013 : il mio ultimo viaggio da Torino a Bologna sul 2067
22 Dicembre 2003-22 Dicembre 2017 : i miei primi 14 anni FOL-LI

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Tre giorni in Ucraina

#12 Messaggio da paolo656 » gio 21 gen 2016 15:34

Gli "autobus" che hai fotografato, nel caso specifico, sono mezzi di qualche locale compagnia di trasporto locale o mezzi pubblici? mi aspetto la prima. Ove ancora presenti, quei mezzi sono proprio i tipici della media distanza.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#13 Messaggio da SIMO80 » gio 21 gen 2016 19:26

Grazie per i complimenti :D

@Fabrizio
Però vedo che per fare la foto ti sei nascosto dietro il palo :mrgreen:
Quando sono arrivato io a Chop ho visto che c'erano parecchi militari sui binari così ho preferito chiedere se era possibile fotografare e ovviamente la risposta è stata no,
anche quando ho fotografato il cambio carrelli sono subito arrivati un paio di operai a chiedermi dove andavo.
Non ho invece avuto problemi in tutte le altre stazioni e addirittura a Uzgorod il macchinista dell'espresso per Kiev mi ha fatto visitare la cabina della VL10 :D

@Paolo
Gli autobus che ho fotografato collegano Mukačevo con le località della regione e sono sicuramente i mezzi delle locali compagnie di trasporto.
Per i trasporti urbani esiste un'altra autostazione più piccola situata in una piazza nel centro della città e ho visto che vengono utilizzati mezzi di diverso tipo, non so dirti esattamente il modello, ma l'età media è simile a quelli in foto se non addirittura più vecchi.

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25142
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Tre giorni in Ucraina

#14 Messaggio da paolo656 » gio 21 gen 2016 19:50

In realta' la domanda e' diversa: sono autobus di aziende pubbliche o piccole imprese locali? sovente c'e' l'autolinea pubblica esercita con mezzi "paragonabili" a quelli UE (a a volte servirebbero parecchie virgolette) e in parallelo mezzi simili a quelli in foto in mano a autisti che non emettono il biglietto. Spesso il mezzo piccolo parte pochi minuti prima del mezzo grande pubblico, raccoglie i viaggiatori in attesa alle fermate.

Tale approccio sta scomparendo quasi del tutto in zone adiacenti poiche' sono stati introdotti biglietti integrati e quindi il piccolino viaggia, quando ancora viaggia, per lo piu' vuoto. Sono impostazioni del passato, ormai...e sono curioso di sapere se invece dove sei stato tu siamo ancora a quel livello.

Avatar utente
SIMO80
*
*
Messaggi: 288
Iscritto il: dom 19 dic 2010 19:42
Località: Borzonasca (GE)

Re: Tre giorni in Ucraina

#15 Messaggio da SIMO80 » gio 21 gen 2016 20:25

Avevo capito male la domanda :oops:
Premetto che ho utilizzato l'autobus solo per il viaggio tra Mukačevo e Chop, ma durante la mia breve permanenza non ho visto altri tipi di autobus eccetto quelli in foto e quelli utilizzati per il servizio urbano pertanto credo che non esistano altri servizi paralleli a quelli svolti con gli autobus della foto.

Non so dirti però se i servizi sono svolti da società pubbliche oppure dati tutti in appalto a piccole imprese locali.
Per chiarirti meglio come funziona ti racconto quanto ho visto nel mio viaggio:
alla partenza dall'autostazione sia io che tutti gli altri viaggiatori abbiamo acquistato il titolo di viaggio alla biglietteria che ha rilasciato il biglietto cartaceo,
dopo la partenza l'autista ha raggiunto il centro della città e si è fermato lì una decina di minuti caricando altre persone per riempire il più possibile il mezzo e ho visto che a queste persone non veniva rilasciato alcun biglietto e lo stesso avveniva con le persone che venivano raccolte durante il viaggio poichè tutti pagavano direttamente all'autista che metteva i soldi in una scatola e non rilasciava alcun biglietto.
All'arrivo a Chop ho visto che anche lì erano presenti solamente autobus del modello che vedi nella foto.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti