Canada e USA nord est

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Canada e USA nord est

#1 Messaggio da Z.G » ven 03 ott 2014 10:40

1 Montreal

Un resoconto complessivo del mio viaggio si trova in
http://www.clamfer.it/09_Note%20viaggio ... gioUSA.htm
Premetto anche che come per gli altri "servizi" che ho inserito, la qualità delle foto può essere discutibile perché spesso le condizioni di luce al chiuso non sono adatte o perché il tempo era piovoso, ma in ogni caso penso siano un documento interessante e chiaro.
La prima tappa di questo viaggio è stata la principale città del Canada francofono, interessante sotto vari aspetti tra cui il più curioso è la "città sotterranea" costituita da 33 km di passaggi coperti di vario tipo che permettono spostamenti facili anche in inverno quando all'esterno il clima è difficile a causa del gelo e della neve.
I trasporti pubblici nella città sono basati su una rete di 3 lunghe linee di metro su gomma di chiara ispirazione parigina a cui bisogna aggiungerne una quarta che in pratica serve solo ad attraversare in galleria il fiume San Lorenzo. Il materiale è oramai datato, ma sono in arrivo nuovi convogli definibili alla francese "boa" perché articolati a formare un ambiente unico.

Si vede che anche qui ci sono persone che non capiscono che prima bisogna lasciare uscire chi è nella vettura posizionandosi ai lati della porta ... Tutto il mondo è paese!

Immagine

Ovviamente c'è anche una rete di linee di autobus che nei comuni dell'area metropolitana sono gestite da una quantità di società diverse. Il tutto è coordinato dalla AMT (Agence Métropolitaine de Transport) che organizza anche 5 linee ferroviarie (6 da dicembre 2014) di cui una elettrificata e le altre 4 a trazione diesel. Per me era questo l'aspetto che volevo approfondire e quindi avevo combinato una visita al loro centro di manutenzione. La AMT per ora non ha ancora un vero e proprio deposito con officina perché fa ancora affidamento su risorse CP e CN, ma lavorano per diventare autonomi; fanno manutenzione presso la Gare Central. La linea elettrificata (25kV 60Hz) lo è da quasi 100 anni perché attraversa un lungo tunnel sotto la città che esce verso nord-ovest.
La nuova linea avrà questo tunnel in comune per poi proseguire su binari CN e quindi sono stati acquistati 25 locomotori ALP 45 DP (=Dual Power) bimodali veri della Bombardier con un aspetto famigliare ... anche se le dimensioni sono americane. Sono stati costruiti in Germania ed hanno 4 MW di potenza sotto catenaria e 3 MW grazie ai due diesel Caterpillar; il tutto per quasi 33 t per asse.
Nella presentazione del mio viaggio inserita nel sito http://www.clamfer.it sono fotografato vicino ad una di queste macchine mentre qui sotto si vedono il banco di guida e uno dei 2 motori diesel.

Immagine

Immagine

Sono locomotori monocabina in grado di trainare convogli di 10 carrozze a due piani su linee che comunque non hanno particolari pendenze, ma a differenza delle lontane "cuginette" E464 non hanno una cabina posteriore per le manovre.
La stessa "Agence" utilizza delle elettromotrici sempre Bombardier per la linea elettrificata.

Immagine

Questa foto è stata fatta sui binari sotterranei della Gare Central usati per la manutenzione e paralleli a quelli per il servizio viaggiatori. (è storta, scusate, ma avevo l'elmetto in testa che dava fastidio dando l'impressione di cadere)

Per chi fosse interessato, segnalo che sul numero 203 di settembre 2014 della rivista Rail Passion, è pubblicato un articolo che descrive la situazione ferroviaria di questa amministrazione.

Qui invece l'uscita verso sud-est della stessa stazione, con in partenza il treno AMTRAK Adirondak per New York. Il paesaggio è squallido, ma non ci potevo fare nulla!

Immagine

Il giorno dopo sono andato a visitare il museo ferroviario Exporail ed ho utilizzato una delle linee diesel che partono dall'altra stazione di Montreal: Lucien l'Allier.

Immagine

Qui sopra un convoglio di carrozze a due piani che permette di vedere come risolvono il problema della diversa altezza dei marciapiedi delle stazioni: ci sono porte diverse, una di testata per i marciapiedi bassi e quella sopra il carrello per i marciapiedi alti.

La linea che ho utilizzato è definita Candiac ed è significativa della mentalità locale nel considerare questo tipo di trasporto: le corse sono orientate verso la città al mattino e al contrario al pomeriggio. Per realizzare questa trama oraria, sono necessari ben 7 convogli in servizio mentre per un orario cadenzato ne basterebbero 4. Mi è stato detto che a loro interessa ridurre il traffico pendolare in auto e poi è difficile avere le tracce a causa del traffico merci... ma hanno soldi da sprecare a comprare convogli sottoutilizzati. Contenti loro! Comunque il servizio iniziato nel 2001 prevedeva solo una coppia di corse al giorno.

Qui sotto il locomotore del treno su cui ho viaggiato.

Immagine

e poi l'interno delle carrozze ad un solo piano in uso e la cabina di guida della carrozza pilota.

Immagine

Immagine

Il primo tratto della linea, tutta su binari proprietà CPR, corre parallelo ai 4 binari della linea CN solo merci che esce dalla città verso ovest e che poi viene sovrapassata. I binari CPR per la stessa direzione si affiancano poi più oltre creando punti interessanti per i "railfan" ...

Immagine

Poi si attraversa il fiume San Lorenzo, che qui diventa un lago, su un lunghissimo ponte.

Immagine

Nonostante questa ampiezza, non è navigabile e quindi a fianco è stato costruito un canale.

Immagine

Si può notare la differente altezza del ponte stradale rispetto al livello su cui mi trovavo con il treno: come si risolve la questione? Con il "ponte levatoio" la cui incastellatura si vede mentre il treno si sta avvicinando ritornando verso la città. E questo è solo il primo che ho incontrato in tutto il viaggio.

Immagine

Sotto la carrozza pilota e il locomotore, qui in spinta, alla fermata di Saint Constant vicina al museo. I treni passeggeri usano sempre lo stesso binario anche se la linea è a doppio così non è necessario costruire 2 marciapiedi e magari qualche passaggio pedonale, ma in compenso si crea qualche problema nella gestione del traffico.

Immagine

Immagine

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1395
Iscritto il: sab 25 lug 2009 16:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Canada e USA nord est

#2 Messaggio da ringhio » sab 04 ott 2014 23:00

Certo che la cabina della pilota sembra quella di una pr passante!

Trovo un po' rozzo il sistema delle ondate di treni in un solo senso secondo il flusso
A-CWL 61 81 70-70 003-2

daucus
**
**
Messaggi: 8221
Iscritto il: mar 13 apr 2004 15:03
Località: Lontano, molto lontano, dall'Adige, dal Po e dal Piave

Re: Canada e USA nord est

#3 Messaggio da daucus » dom 05 ott 2014 12:01

potrebbe anche esser pensata, visto che là le lunghezze del treno sono un optional, di congiungere i primi treni arrivati in un convoglio di 3 e rimandarli indietro su una sola traccia .... e fare gli altri tre
Messaggio in lingua toscana:
coloro che ignorano le "finezze" di tale lingua sono pregati dall'astenersi da considerazioni sul significato delle parole, che potrebbe essere diverso da quello delle altre lingue
NO moderatori razzisti e ignoranti

Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Re: Canada e USA nord est

#4 Messaggio da Z.G » dom 05 ott 2014 19:01

In effetti l'avevo visto fare a Los Angeles, anche se solo per andare nel vicino deposito.
Comunque sembra proprio che non vogliano/possano fare di più per aumentare il numero di corse. Sembra non interessi, anche se dall'origine del servizio la situazione è già cambiata.
Ultima modifica di paolo656 il dom 05 ott 2014 21:09, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Eliminata citazione del messaggio precedente

Avatar utente
massETR
**
**
Messaggi: 1051
Iscritto il: sab 10 mag 2014 17:55
Località: in attesa di un regionale della DTRer

Re: Canada e USA nord est

#5 Messaggio da massETR » dom 05 ott 2014 20:39

comunque appena uno sbarca su suolo americano fa presto a capire la concezione treno=mezzo di trasporto per merci e poveracci=meglio usarlo il meno possibile

Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Re: Canada e USA nord est

#6 Messaggio da Z.G » lun 06 ott 2014 12:10

massETR ha scritto:comunque appena uno sbarca su suolo americano fa presto a capire la concezione treno=mezzo di trasporto per merci e poveracci=meglio usarlo il meno possibile
In effetti il servizio ferroviario passeggeri è complessivamente scarso, concentrato nelle zone più abitate e quindi poco utilizzabile ad esempio per fare turismo.
Però da quanto ho visto non è "per poveracci", che piuttosto si servono degli autobus meno costosi.

Oltretutto non è certo possibile viaggiare facilmente a scrocco, anche se non conosco certo tutti i trucchi del mestiere.
L'unico mezzo di trasporto su cui non esistono controlli capillari sono solo alcuni LRT, ma non tutti.
A Newark nessuno mi ha controllato, come a Los Angeles nel mio viaggio precedente, mentre a Filadelfia, a Pittsburg e a Cleveland non si sfugge.
Comunque non so cosa succede a chi viene pescato non in regola.

Da ciò che ho visto, ho l'impressione che anche i "poveracci" usino le automobili, magari in Europa sarebbero "euro -n", ma con il vantaggio che la benzina costa poco e, presumo, con l'altro vantaggio che così abitano in zone scomode ma meno care.

Poichè comunque i servizi aumentano, ho l'impressione che aumentino le persone che lo usano consapevoli dei vantaggi e non perchè non hanno i mezzi per pagarsi un'auto.
E' comune vedere persone che leggono o lavorano o semplicemente guardano un film sul portatile.
Sono persone che come me considerano guidare una scocciatura, un lavoro che per di più per fare si paga anzichè essere pagati.

Il discorso è diverso sulle lunghe distanze dove viene usato l'aereo, che nonostante le grandi perdite di tempo negli aeroporti, fa viaggiare più in fretta del treno.

Per finire non capisco proprio perchè utilizzarlo il meno possibile!
Ovvio se volessi andare dove non c'è ... ma se posso scegliere tra aereo, treno, bus e auto, il treno è il più comodo.
1) sto al largo (è il più spazioso dei 4 mezzi)
2) posso vedere il territorio che attraverso senza dover guidare o senza doverlo indovinare da quei buchi di finestrini degli aerei, sempre che si sia vicino a uno di questi e che non ci siano nuvole
3) posso spostarmi per guardare da una parte all'altra.
....
....
n) non devo andare in bagno quando fa comodo all'autista del bus perchè fa fermata.

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1395
Iscritto il: sab 25 lug 2009 16:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Canada e USA nord est

#7 Messaggio da ringhio » lun 06 ott 2014 13:13

beh, il servizio a lunga percorrenza amtrak o VIA non è certo per poveracci, anzi...
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Re: Canada e USA nord est

#8 Messaggio da Z.G » mar 07 ott 2014 10:43

1.2 Montreal - Museo Exporail
Il museo è comodo da raggiungere con il treno, a patto di controllare gli orari perché la linea è ben servita per spostarsi al contrario! Comunque il viaggio è possibile al mattino con rientro nel primo pomeriggio con orario segnalato dal sito del museo.
Per chi si interessa di trasporti su rotaia, merita sicuramente la visita, che comincia già all'esterno con questa locomotiva esposta su uno spezzone di ponte.

Immagine

Poi appena entrati, viene offerta la possibilità di fare un viaggio su un tram storico attorno al comprensorio per avere un'idea di come è organizzato: il personale è costituito da volontari della associazione che collabora alla gestione del museo. Nel giorno della mia visita la motrice in servizio era un originale "tram observatoire" con i sedili a gradinata.

Immagine

Si sale da dietro e ci si trova alla base dell'asta di presa corrente.

Immagine

e poi si cerca un posto che può essere anche in prima fila alle spalle del manovratore.

Immagine

La maniglia in primo piano è il comando della apertura del cancelletto per la discesa.
In rete si trova questo video ripreso durante il giro proprio su questa vettura:
https://www.youtube.com/watch?v=DCV_DgW7LfU

Il materiale visibile del museo è distribuito tra una costruzione moderna che costituisce il fabbricato principale contenente anche gli uffici, la biblioteca, la sala con il plastico e i servizi ed un altro deposito. Altri rotabili sono su binari all'aperto e poi c'è una "riserva" non visitabile.
Nella foto una panoramica dalla balconata del fabbricato principale.

Immagine

Questo è un locomotore della linea elettrificata suburbana di Montreal.

Immagine

Mentre qui sotto si vede l'interno di un locomotore diesel.
Può essere curioso un confronto con le foto che avevo fatto il giorno prima in visita ai rotabili della AMT.

Immagine

In questo museo è conservata anche una locomotiva inglese classe A4 che è rientrata da 2 mesi dopo essere stata in Inghilterra per quasi 2 anni per manifestazioni relative ai 75 anni del record della Mallard in compagnia di altre sorelle conservate nel mondo.

Immagine

Sui binari esterni sono esposti altri rotabili tra cui questi due locomotori diesel. Uno è un classico di tipo americano, mentre quello a sinistra faceva parte di un convoglio LRC le cui carrozze sono ancora in servizio sui treni passeggeri di VIA Rail. Notare la differenza di sagoma!

Immagine

Alle spalle della posizione in cui ho fatto la foto precedente, si trova l'altro fabbricato chiuso ma visitabile. All'interno il "pezzo" più significativo è una locomotiva a vapore di dimensioni notevoli.
Nella prima foto si vede il fianco del tender con la scala di 12 gradini per visitare la cabina di guida.

Immagine

Mentre la successiva è stata fatta in cima alla scala stessa, dalla quale si vede anche il tetto della vettura tramviaria a sinistra.

Immagine

Un'ultimo "rotabile" da citare è questa automobile per spostamenti su rotaia. Il sistema è in uso ancora oggi come vedremo in seguito.

Immagine

Non manca neanche il "train miniature" nel parco.

Immagine

Avatar utente
sidew
**
**
Messaggi: 2048
Iscritto il: lun 04 feb 2008 9:49
Località: Pendolare della MMMOL
Contatta:

Re: Canada e USA nord est

#9 Messaggio da sidew » mar 07 ott 2014 11:33

La cabina di manovra della foto 4 sembra proprio presa dai tram milanesi serie 1928...
Sidewinder

"Oops!" - Shannon Foraker - Ashes of Victory

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1395
Iscritto il: sab 25 lug 2009 16:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Canada e USA nord est

#10 Messaggio da ringhio » mar 07 ott 2014 13:17

quelle delle 28 sono della general electric...non mi stupirei se lo fosse anche quella!
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
massETR
**
**
Messaggi: 1051
Iscritto il: sab 10 mag 2014 17:55
Località: in attesa di un regionale della DTRer

Re: Canada e USA nord est

#11 Messaggio da massETR » mar 07 ott 2014 21:28

@Z.G più che altro sono impressioni di un mio amico che attualmente è negli stati uniti, infatti gli americani hanno storto un po' il naso dopo che gli ha detto di andare a scuola in treno

Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Re: Canada e USA nord est

#12 Messaggio da Z.G » mar 07 ott 2014 21:50

massETR ha scritto:@Z.G più che altro sono impressioni di un mio amico che attualmente è negli stati uniti, infatti gli americani hanno storto un po' il naso dopo che gli ha detto di andare a scuola in treno
Un po' mi sono studiato le ferrovie USA: si potrebbe sapere la città? perchè magari la situazione è diversa da quella dei luoghi che ho visto io.

Avatar utente
massETR
**
**
Messaggi: 1051
Iscritto il: sab 10 mag 2014 17:55
Località: in attesa di un regionale della DTRer

Re: Canada e USA nord est

#13 Messaggio da massETR » mar 07 ott 2014 21:52

si, lo stato è il north carolina

Z.G
*
*
Messaggi: 231
Iscritto il: mer 06 nov 2013 20:56

Re: Canada e USA nord est

#14 Messaggio da Z.G » mar 07 ott 2014 22:13

massETR ha scritto:si, lo stato è il north carolina
In effetti da quelle parti i servizi ferroviari non sono certo sviluppati.
Lo stato è sttraversato da 3/4 linee a lunga percorrenza AMTRAK e c'è un LRT a Charlotte.
In questo link http://northeastrailmap.com dovrebbe essere scaricabile una mappa nella quale, in basso, c'è lo stato in questione.

Avatar utente
massETR
**
**
Messaggi: 1051
Iscritto il: sab 10 mag 2014 17:55
Località: in attesa di un regionale della DTRer

Re: Canada e USA nord est

#15 Messaggio da massETR » mar 07 ott 2014 22:26

grazie per il link e la mappa :)

secondo me gli americani pensano che tutto il mondo vada a scuola/lavoro in autobus giallo :lol:
comunque girovagando su vari siti internet ho letto che i collegamenti di amtrack (la trenitalia americana) ogni giorno fa circolare circa 300 treni (non so se solo lp o tutti) quando solo in italia (paese molto più piccolo e meno popoloso) ci sono quotidianamente circa 100 collegamenti ic 87 frecciarossa 86 frecciabianca e 58 frecciargento per un totale di 331 collegamenti lp e circa 9000 treni al giorno (compresi regionali e suburbani)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite