Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

Moderatori: potthoff, Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
potthoff
**
**
Messaggi: 2252
Iscritto il: dom 20 feb 2005 12:12
Località: Madrid

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#931 Messaggio da potthoff » lun 02 set 2013 13:06

Aggiungo che cmq il giudice a quanto pare non è un pischello ed è ben conosciuto nell'ambiente per essere un perfezionista e non si ferma fino a quando non ha capito perfettamente le dinamiche dei fatti su cui indaga.

Se avete letto il pdf che ho linkato qualche messaggio più sopra, è evidente che non si sta facendo abbindolare dalla triade Renfe-Adif-Ministero, ho una moderata fiducia al riguardo.

E' notizia di oggi che Adif ha consegnato al giudice un organigramma con una lista di nomi di possibili responsabili (da alti dirigenti fino ai tecnici), che il giudice potrà chiamare per farli interrogare.

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2864
Iscritto il: sab 13 set 2008 7:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#932 Messaggio da Carlosanit » lun 02 set 2013 13:15

Grazie potthoff, mi era sfuggito quel tuo post.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
davide84
***
***
Messaggi: 13649
Iscritto il: ven 29 feb 2008 8:15

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#933 Messaggio da davide84 » lun 02 set 2013 13:38

potthoff ha scritto:Credo che non hai capito bene.
Confermo... :oops: grazie della precisazione sulla transizione ASFA :ciao:
Non più partecipante al forum.

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2864
Iscritto il: sab 13 set 2008 7:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#934 Messaggio da Carlosanit » lun 02 set 2013 15:37

Ho letto di corsa il documento del giudice istruttore. Sostanzialmente pone l'accento, oltre che sulla responsabilità del macchinista, sul fatto che non c'era alcun elemento impiantistico che frenasse il treno nel caso che il macchinista non avesse ridotto la velocità, e nemmeno che almeno avvertisse esplicitamente il macchinista che doveva ridurre la velocità dai 200 (per quel tipo di treno) a 80 Km/h. Il cartello di riduzione di velocità a 80 Km/h è posto fra i 200 e i 300 m prima della tragica curva!
Quindi il giudice istruttore, oltre alla responsabilità del macchinista, vede in primo luogo una responsabilità del gestore dell'infrastruttura, e forse in misura minore di Renfe, mentre non vengono citati i costruttori.
Questo è una conseguenza del fatto che non si accenna, almeno esplicitamente, all'aspetto evidenziato nel documento che ho tradotto, e cioè alla gravità del fatto che l'ERTMS a bordo treno non fosse operativo.

Mi chiedo: quanti altri punti in Spagna ci saranno con brusche riduzioni di velocità come questo o quasi e con lo stesso inesistente livello di protezione? Qui in Italia siamo proprio su un altro pianeta grazie all'SCMT dove non c'è l'ERTMS. E dopo aver detto che in Italia l'SCMT è stato installato prima che venisse creata l'ANSF (e questo è un segno positivo del senso di responsabilità dei vertici FS), vorrei anche evidenziare la mancanza in Spagna di una struttura appunto come l'ANSF, indipendente dal gestore dell'infrastruttura.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
E444.005
^_^
^_^
Messaggi: 95
Iscritto il: ven 26 lug 2013 17:28
Località: Firenze

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#935 Messaggio da E444.005 » mar 03 set 2013 12:21

Ho capito bene che ETCS poteva rilasciare il treno a 200 km/h, ma con una curva di frenatuta fino a 80 km/h in una zona non coperta direttamente dal sistema?
A mio modesto parere, questo sposterebbe un po' la responsabiltà da chi ha concepito quel tratto di linea per quanto rigurda il segnalameneto, a chi ha autorizzato la marcia di quel materiale senza ssb ETCS funzionante, mi sbaglio?

Fabio
Execute order 66

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14392
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#936 Messaggio da quattroe28 » mar 03 set 2013 12:46

credo che la questione che il giudice si pone si potrebbe riassumere con "sarebbero potuti essere messi in opera sistemi che impedissero al convoglio di transitare a velocità superiore al consentito? se no, errore umano. se sì gravi colpe di altri soggetti" ?
e a questo punto:
1. se no, affari del macchinista
2. se sì, "problemini" per qualcun altro
e questi "qualcun altro" stanno cercando di smentire il punto 2

Se il giudice si fa "consigliare" da qualche perito onesto che conosce le ferrovie non ci sarebbero dubbi...

o sbaglio?
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

Avatar utente
davide84
***
***
Messaggi: 13649
Iscritto il: ven 29 feb 2008 8:15

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#937 Messaggio da davide84 » mar 03 set 2013 13:39

Comunque vada è e resta un errore umano con responsabilità del macchinista. Il punto in discussione è se ci sia una colpa di qualcuno nell'aver prodotto le condizioni per cui un singolo errore umano si è rivelato così determinante.

Ferrovia "a prova di idiota" contro ferrovia "o la va o la spacca": l'errore se c'è è sempre dell'uomo, ma la scelta a monte fra i due sistemi non l'ha certo fatta il macchinista...
Non più partecipante al forum.

Avatar utente
Carlosanit
**
**
Messaggi: 2864
Iscritto il: sab 13 set 2008 7:54
Località: Torino
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#938 Messaggio da Carlosanit » mar 03 set 2013 18:06

E444.005 ha scritto:Ho capito bene che ETCS poteva rilasciare il treno a 200 km/h, ma con una curva di frenatuta fino a 80 km/h in una zona non coperta direttamente dal sistema?
A mio modesto parere, questo sposterebbe un po' la responsabiltà da chi ha concepito quel tratto di linea per quanto rigurda il segnalameneto, a chi ha autorizzato la marcia di quel materiale senza ssb ETCS funzionante, mi sbaglio?
L'articolo dice che l'ERTMS come sistema di segnalamento/controllo può gestire una tale funzionalità, ma non dice che tale funzionalità sia stata implementata in quel punto della linea.
Amico delle ferrovie fin da tenera età

Avatar utente
quattroe28
***
***
Messaggi: 14392
Iscritto il: mar 24 gen 2006 21:34
Località: sull'Arno nei pressi di dove entro il 2018 la tramvia avrebbe dovuto attraversarlo
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#939 Messaggio da quattroe28 » mar 03 set 2013 23:26

davide84 ha scritto:Comunque vada è e resta un errore umano con responsabilità del macchinista. Il punto in discussione è se ci sia una colpa di qualcuno nell'aver prodotto le condizioni per cui un singolo errore umano si è rivelato così determinante.
capisco il tuo punto di vista. ma vorrei sapere fino a che punto con l'attrezzaggio moderno delle linee in altre parti d'europa il macchinista possa avere parecchie attenuanti. In particolare quanto le caratteristiche della linea e la mancanza di segnaletica "visibile" possano aver influito sullo smarrimento della posizione
Finalmente avremo i binari Daucus per i treni metropolitani a Statuto, ma purtroppo non il tram a Gavinana
cari forumisti.... potreste smetterla di scrivere quell'orrore di "bho" e ritornare al classico ed esatto "boh"????????

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#940 Messaggio da luca295 » mer 04 set 2013 10:38

Carlosanit ha scritto: Qui in Italia siamo proprio su un altro pianeta grazie all'SCMT dove non c'è l'ERTMS. E dopo aver detto che in Italia l'SCMT è stato installato prima che venisse creata l'ANSF (e questo è un segno positivo del senso di responsabilità dei vertici FS), vorrei anche evidenziare la mancanza in Spagna di una struttura appunto come l'ANSF, indipendente dal gestore dell'infrastruttura.
NOn direi proprio....I sistemi di sicurezza in Italia sono stati implementati sempre dovpo tragici incidenti. La rapida estensione dell'scmt è susseguita all'inidente di Bolognina. La protezione dei punti singolari è successiva all'incidente di Piacenza . Nota che l'jncidente di Piacenza è stato meno tragico di quello di Santiago so per puro caso ( ovvero. il secondo è stato tanto piu tragico per la presenza del muro).

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#941 Messaggio da luca295 » mer 04 set 2013 10:47

E444.005 ha scritto:Ho capito bene che ETCS poteva rilasciare il treno a 200 km/h, ma con una curva di frenatuta fino a 80 km/h in una zona non coperta direttamente dal sistema?
A mio modesto parere, questo sposterebbe un po' la responsabiltà da chi ha concepito quel tratto di linea per quanto rigurda il segnalameneto, a chi ha autorizzato la marcia di quel materiale senza ssb ETCS funzionante, mi sbaglio?

Fabio
Infati forse queso è il nocciolo del problema. Tutto normativo. L'esercizio sulla linea viene previsto ad Av e protetto da ermts, il che a quanto si capisce garantirebbe anche il rispetto della veloctà di approccio a Santiago. Il che sarebbe sicuro.
La normativa permette pero' anche la circolazione senza ermts, purchè limitata a 200 km/h, ma questa condizione non "protegge" la tratta finale a velcità ridotta. Probabilmente è una normativa tirata per le orecchie per permettere i 200 km/h, che magari puo' anche funzionare sul 99% della rete, ma che in questa singola situazione ha creato una chiara situazione di pericolo. Trovo plausibile che la normativa sia stata pensata per una rete dalle caratteristiche molto minori, e che sia stata usata in questa fase transitoria con leggerezza. Sarebbe interessante sapere se qualcuno nei mesi precedenti ha fatto presente la situazione di ricshio ( in fondo tutto il Pdm era a conoscenza di questa "particolarità" ).
In tal caso, parrebbe fondamentale e grave lìassenza di un orgnaizsmo come l'Ansf. Del resto la Spagna è una delle nazioni che oppongno piu resistenza alla liberalizzazione del settore dei trasporti, con evidenti ricadute del genere .

rallysta74
*
*
Messaggi: 166
Iscritto il: mar 17 ago 2010 14:19
Località: Valle d'Aosta e sporadicamente Bordighera

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#942 Messaggio da rallysta74 » lun 07 ott 2013 9:48

Nessuna novità?
Saluti,
Bruno

Avatar utente
DueDiPicche
**
**
Messaggi: 1383
Iscritto il: mar 25 mar 2008 22:04
Località: Pavia
Contatta:

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#943 Messaggio da DueDiPicche » mer 16 ott 2013 18:18

Focus TV canale 56 Digitale terrestre
Venerdì 25 ottobre
21:15 SANTIAGO: CRONACA DI UNA TRAGEDIA

::-?:
Libera la mente prima che lei si liberi di te!!
Tutti i viaggi, anche quelli più lunghi, cominciano con un passo

Il mondo è bello perché è aVARIatO

TEE68
**
**
Messaggi: 2450
Iscritto il: sab 21 mag 2005 20:38

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#944 Messaggio da TEE68 » sab 19 ott 2013 8:53

Speriamo che sia un buon servizio come quelli consueti sugli incidenti aerei; il servizio di Focus sulla Concordia non era interessante, a parte il punto di vista dei passeggeri USA.

Avatar utente
andreas
**
**
Messaggi: 1454
Iscritto il: lun 30 ott 2006 15:06
Località: Trieste

Re: Grave incidente in Galizia - Santiago de Compostela

#945 Messaggio da andreas » sab 19 ott 2013 9:33

TEE68 ha scritto:...il servizio di Focus sulla Concordia non era interessante, a parte il punto di vista dei passeggeri USA.
Assolutamente non quello sul recupero, che era fatto molto bene.
Addio Paolo. Mauro Moretti, l'uomo che è riuscito a farmi odiare le FS.
Trenitalia, se posso la evito!
Benvenuto Italo :-)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti