tagli selvaggi anche in spagna?

Moderatori: potthoff, Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1385
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

tagli selvaggi anche in spagna?

#1 Messaggio da ringhio » mar 24 lug 2012 18:25

a quanto pare sostituzione treni regionali con autobus e soppressione tutti trenhotel nazionali e internazionali.

vi risulta? quali sono le tempistiche?

il treno notte non è competivo con l'aereo dice il ministro pastor...peccato che tra un po' non ci saranno più manco quelli visto la decisione di ryan air wizz jet di mollare la spagna
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
Jacopo Fioravanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4864
Iscritto il: ven 04 giu 2004 15:53
Località: Ferrara

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#2 Messaggio da Jacopo Fioravanti » mar 24 lug 2012 18:52

Ryanair vuole mollare la Spagna? Ma se è la nazione con più turismo balneare in Europa, con milioni di tedeschi, inglesi e italiani che ogni anno, e i nordici quasi senza stagionalità lungo i 12 mesi, riempiono decine e decine di voli al giorno per la costa mediterranea, le Baleari e le città d'arte... Mi pare follia pura.

Trenhotel: confermo, purtroppo anche loro pare abbiano contratto la morettite, anche se, per fortuna, non devastante come l'originale. Infatti, in buona parte a mio avviso è Renfe stessa la "causa" del declino sia della LP notturna sia del trasporto regionale: anche loro hanno adottato politiche attive di convogliamento dell'utenza sulla rete AVE/Alvia/Altaria, desertificando le linee convenzionali parallele all'alta velocità, obbligando di fatto alla scelta di quei servizi per spostarsi tra i capilinea e le poche località intermedie servite e lasciando senza treni le circa 300 stazioni - si veda l'articolo linkato in fondo - che oggi movimentano non più di 3 passeggeri al giorno. Se fai così, per di più in un paese in cui la capillarità della rete è molto esigua rispetto al territorio e in cui c'è una consolidata tradizione di LP su gomma, molto usata, di ottima qualità e a prezzi piuttosto convenienti, e se in più adotti la stessa politica dell'Italia (e di altri paesi) di aiuti di stato camuffati alle low-cost aeronautiche, l'esito è scontato...

Vedi qui: http://treneando.com/2012/07/23/el-gobi ... re-cerrar/

Più tardi un sunto, prometto che lo metto...
Jacopo Fioravanti
Ferrovie.it


E da levante il crepuscolo mosse alla conquista del cielo, e la tenebra mosse alla conquista della terra. Nella foschia s'accese, e luccicò subito, la stella della sera.

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1385
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#3 Messaggio da ringhio » mar 24 lug 2012 19:13

l'annuncio dell'abbandono di ryan air e delle altre low cost è a seguito delle nuove tasse aeroportuali che se per molti aeroporti periferici sono poco significanti per madrid e barcellona superano i 10 euro... ryan air e le altre preferiscono mollare piuttosto che avvicinarsi troppo alle compagnie tradizionali
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
Jacopo Fioravanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4864
Iscritto il: ven 04 giu 2004 15:53
Località: Ferrara

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#4 Messaggio da Jacopo Fioravanti » mar 24 lug 2012 19:27

Sunto telegrafico dell'articolo.

Entro il 31 dicembre 2012, il Ministero delle Infrastrutture spagnolo dovrà presentare al Consiglio dei Ministri una lista di impianti (linee e stazioni) e servizi ferroviari non remunerativi. La ministra e il presidente di Renfe, in alcune occasioni in cui hanno parlato in pubblico dell'argomento, hanno citato 52 servizi a media distanza (non è dato capire se 52 treni o 52 coppie) con coefficiente di riempimento medio inferiore al 15%, circa 320 stazioni o fermate che movimentano tra 0 e 3 passeggeri al giorno e i trenhotel internazionali (nell'articolo sono citato solo quelli, non si accenna a quelli nazionali), i quali genererebbero un rosso di 3,6 M€ l'anno perchè le loro tariffe sono il doppio di quelle degli aerei mentre il tempo di percorrenza è il quintuplo.
Nel concreto, la lista dei tagli ai servizi a media sistanza risulterà indirettamente definita da tutto ciò che rimarrà fuori dalla lista di ciò che sarà considerato indispensabile per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini e che, dunque, verrà preservato e finanziato dallo Stato (analogamente al nostro servizio universale).
Jacopo Fioravanti
Ferrovie.it


E da levante il crepuscolo mosse alla conquista del cielo, e la tenebra mosse alla conquista della terra. Nella foschia s'accese, e luccicò subito, la stella della sera.

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1385
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#5 Messaggio da ringhio » mar 24 lug 2012 19:31

capirai...hanno risolto tutti i loro problemi risparmiando 3 mln di euro....tra l'altro leggevo in un articolo che i viaggiatori su questi treni sono aumentati l'ultimo anno..

beh cmq...meno male che c'è ancora il tempo per organizzare un viaggetto di addio...
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
Jacopo Fioravanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4864
Iscritto il: ven 04 giu 2004 15:53
Località: Ferrara

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#6 Messaggio da Jacopo Fioravanti » mar 24 lug 2012 19:39

In realtà ci sarebbero anche i 34,1 M€ di rosso dei treni a media distanza, che mi scuso di non aver citato esplicitamente nel sunto. Oltre alle presunte mancate perdite connesse con la chiusura delle infrastrutture considerate non remunerative.

C'è da dire che i trenhotel internazionali sono effettivamente molto cari rispetto all'aereo, specie nelle sistemazioni stese, questo è un dato di fatto innegabile. Ma sono cari non solo rispetto a Ryan o Easyjet: sono cari - salvo prenotazioni dell'ultimo minuto, o in periodi turisticamente caldi - anche rispetto a Iberia, che ti tratta già un po' meno da pacco postale e ti offre - sulla carta, almeno - già qualche garanzia in più, almeno quelle previste dalle norme IATA e dalla carta dei diritti del viaggiatore...
Jacopo Fioravanti
Ferrovie.it


E da levante il crepuscolo mosse alla conquista del cielo, e la tenebra mosse alla conquista della terra. Nella foschia s'accese, e luccicò subito, la stella della sera.

delmo 349
**
**
Messaggi: 4003
Iscritto il: ven 25 ago 2006 15:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#7 Messaggio da delmo 349 » mer 25 lug 2012 9:46

ma per sostituzione dei regionali mi auguro non intendano le cercanias...
buon viaggio Marco!
O caminho de ferro foi uma revoluçao. se todas fossem assim..
"..scigùa de noette u trenu, respìa tra i scoeggi u mà.." (fischia di notte il treno/respira tra gli scogli il mare)

potthoff
**
**
Messaggi: 2252
Iscritto il: dom 20 feb 2005 12:12
Località: Madrid

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#8 Messaggio da potthoff » gio 26 lug 2012 11:15

No, in Spagna Cercanías e Media Distancia sono due settori completamente separati (e qui si potrebbe aprire un altro topic per parlare di questo), e qui si parla del secondo. In realtà molti dei nostri regionali Trenitalia potrebbero rientrare nella categoria Cercanías, mentre i Media Distancia sono normalmente treni più piccoli e con percorrenze più lunghe (>200km), cioè i nostri interregionali e magari qualche regionale veloce.

Per il resto niente da dire, siamo con l'acqua alla gola, le finanze fanno schifo e probabilmente la Spagna sarà intervenuta come Grecia, Irlanda e Portogallo, immagino che taglieranno tutto il tagliabile e non essenziale.

gworld
**
**
Messaggi: 7362
Iscritto il: sab 01 dic 2007 14:29

Re: tagli selvaggi anche in spagna?

#9 Messaggio da gworld » sab 28 lug 2012 18:38

Beh, devo dire che treni con load factor inferiori al 15% e stazioni con meno di 3 passeggeri al giorno in Italia sono stati soppressi da decenni.
Da noi si chiudono o limitano treni notte con load factor medi del 40-50% e si murano i bagni in stazioni con meno di 500 viaggiatori al giorno...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti