Canfranc

Moderatori: potthoff, Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
Embedded
*
*
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 12 mag 2007 11:39
Località: Girovagante

Re: Canfranc

#16 Messaggio da Embedded » dom 26 apr 2015 14:09

Ciao, anche lato Francia la linea è a scartamento iberico?
Grazie mille in anticipo!
Einigkeit und Recht und Freiheit.

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9961
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Canfranc

#17 Messaggio da Coccodrillo » mar 28 apr 2015 20:51

I francesi stanno lavorando per riaiprire a breve (l'anno prossimo?) la tratta Oloron-Bedous, a trazione diesel, tratta che senza proseguimento in Spagna è assolutamente inutile (serve solo paesini, traffico previsto di 4 o 5 coppie di treni fatti da automotrici).

L'attuale servizio spagnolo consiste ogni giorno in 2 coppie di regionali per Canfranc, uno per Jaca (forse periodico?), e abbastanza frequentemente (ma forse non giornalmente) un merci di cereali Canfranc-Tarragona, che riceve il carico via strada dalla Francia attraverso silo e impianti di trasbordo costruiti apposta a Canfranc.

Il confine fra i due scartamenti era solo a Canfranc, quindi dal solo lato spagnolo del tunnel a binario unico internazionale di quasi 8 km, a differenza degli altri tratti di confine che hanno (o avevano) un binario per ogni scartamento colleganti le stazioni adiacenti il confine (Hendaye-Irun, La Tour de Carol-Puigcerdà, Carbère-Port Bou). Il tunnel di valico ora serve come soccorso a quello stradale e per laboratori scientifici sotterranei.

Da parecchio tempo, e mi risulta tuttora, RENFE e SNCF (o chi per esse) hanno mantenuto la cattiva abitudine di raggiungere con i treni nazionali l'altra stazione di confine ma di partire dalla propria (per es, con treni Barcellona-Port Bou-Cerbère, ma con ritorno solo Port Bou-Barcellona, il cotnrario per SNCF).
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

delmo 349
**
**
Messaggi: 4003
Iscritto il: ven 25 ago 2006 15:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: Canfranc

#18 Messaggio da delmo 349 » mar 05 lug 2016 14:45

ww.railwaygazette.com/news/passenger/single-view/view/pyrenees-line-reopens.html

riaperta la linea fino a Bedous. riapertura della linea fino a Canfranc prevista per il 2020 con la proposta di un servizio di autostrada viaggiante Bordeaux-Zaragoza

Avatar utente
Cinghiale
**
**
Messaggi: 7443
Iscritto il: lun 26 gen 2004 12:09
Località: Terzo - Montabone

Re: Canfranc

#19 Messaggio da Cinghiale » mer 06 lug 2016 6:58

La riapertura di una linea è sempre da salutare e da accogliere in maniera positiva, quanto o forse più della costruzione di una nuova, poiché significa che si è riconosciuto un precedente errore e si è voluto porre rimedio. Un vero peccato che sia a binario unico e trazione termica; utile un collegamento mediante cremagliera od impianto a fune da Canfranc a Candanchú, a beneficio degli sportivi.

Avatar utente
Il Basso di Genova
**
**
Messaggi: 7744
Iscritto il: sab 14 ott 2006 16:19
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Contatta:

Re: Canfranc

#20 Messaggio da Il Basso di Genova » mer 06 lug 2016 8:36

Uno dei ponti della linea del Somport non era addirittura crollato?
È la pendenza del mille per cento? .. E nel tunnel ferroviario non c'è un laboratorio di ricerca?

Spendere in ferrovie va sempre bene, Ma è una specie di linea del Tenda.. Se non riescono a fare qualcosa tra cuneo e Ventimiglia...!
Paladino dei marciapiedi alti
..contromano..

Avatar utente
E412
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 37492
Iscritto il: sab 20 dic 2003 12:14
Località: Fermo in linea per un guasto agli impianti di circolazione. W RFI! :)

Re: Canfranc

#21 Messaggio da E412 » mer 06 lug 2016 9:43

Il ponte lo ricostruisci. Piuttosto, tra le tante cose si legge che il tunnel ferrviario farebbe da via di fuga al tunnel stradale. Questa la vedo più dura da cambiare.

And you run and you run to catch up with the sun but it's sinking, racing around to come up behind you again
The sun is the same in a relative way but you're older, shorter of breath and one day closer to death


I'm pushing one elephant up the stairs

delmo 349
**
**
Messaggi: 4003
Iscritto il: ven 25 ago 2006 15:59
Località: Loano, Western Liguria

Re: Canfranc

#22 Messaggio da delmo 349 » mer 06 lug 2016 23:34

la trazione termica è limitata al tratto appena recuperato da pau a oloron è rimasta elettrificata.
se vogliono recuperare la linea per i merci immagino abbiano in mente di elettrificarla e adeguarla a scartamento uic fino a zaragoza altrimenti serve a poco.
sul tenda non riescono a fare niente perché è tra due nazioni idiote e tra tre regioni capre.

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9961
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Canfranc

#23 Messaggio da Coccodrillo » gio 07 lug 2016 8:03

No, la linea aerea fra Pau e Oloron è stata smontata, in quanto sarebbe stata comunque da sostituire: se non erro data dell'elettrificazione della linea negli anni '30 o '40, come gran parte delle linee elettrificate del sud-ovest della Francia. Se sarà riaperta fino a Canfranc, la linea passerebbe direi sicuramente a 1435 mm e 25 kV. Anche per il resto della fatiscente linea aerea a 1500 V del sud-ovest della Francia ogni tanto si parla di 25 kV, dovendo comunque rifare tutto.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14348
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Canfranc

#24 Messaggio da Tz » gio 18 ago 2016 18:07

Sono passato oggi su quel tratto in auto ma ho avuto l'impressione che quel ponte non sia crollato ma sia stato abbattuto perché troppo basso per i Tir. Il ponte sovrapassa la statale...
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

pm_class55
**
**
Messaggi: 1128
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: Canfranc

#25 Messaggio da pm_class55 » lun 24 ott 2016 15:22

Leggendo in giro tempo fa mi pare che dopo un'alluvione era stata realizzata una variante della statale che sfruttava una delle gallerie della linea (piu' indietro rispetto al tunnel di valico, infatti da Maps a tratti non si capisce bene dove vada il tracciato), mentre l'abbattimento di quel ponte credo facesse parte del "pacchetto" di modifiche alla statale eseguite quando hanno aperto il tunnel stradale (mi pare 2003).

Ho ricontrollato su wiki, naturalmente prendete con le pinze. Il 20 marzo 1970 un merci di cereali in doppia di BB-Midi (BB4200?) era impegnato nella salita quando hanno avuto un calo di tensione poco prima dell'elicoidale di Forges-D'abel a causa del malfunzionamento della SSE di Urdos e si sono piantati, i binari erano bagnati (o ghiacciati) e hanno avuto grosse difficolta' a riprendere aderenza con le sabbiere per riuscire quantomeno a fermarsi, utilizzando anche sabbia direttamente sulle ruote una volta scesi ( :shock: ::-?: ), solo che sembra il freno abbia ceduto (the brakes failed) e il treno abbia iniziato a scendere inducendo un picco di tensione in linea che ha fatto saltare un'altra SSE.
Il merci in fuga e' passato dalla stazione di Lescun (prima di Etsaut in direzione Spagna) a 100 km/h continuando a prendere velocita' fino al ponte Estanguet tra Lescun e Accous dove pare fosse un missile (wiki dice 280... :shock:) il ponte e' stato distrutto dai primi carri deragliati che hanno colpito i pilastri e tutto il treno si e' fracassato nel torrente (se non ho preso un abbaglio su Streetview quel ponte passava un torrente abbastanza largo). La stazione di Accous e' immediatamente successiva a Bedous in direzione Spagna, ovvero fino a dove la linea e' stata riaperta.

Sempre secondo la pagina di wiki sulla linea, e' circa pianeggiante da Oloron-SM a Bedous (tratto riattivato), poi sale al 2.5% fino a Etsaut, mentre il tratto da Etsaut fino al valico viaggia sul 4.3%... :shock:

pm_class55
**
**
Messaggi: 1128
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: Canfranc

#26 Messaggio da pm_class55 » lun 24 ott 2016 15:41

Coccodrillo ha scritto:se non erro data dell'elettrificazione della linea negli anni '30 o '40, come gran parte delle linee elettrificate del sud-ovest della Francia.
La linea e' stata aperta al traffico internazionale nel 1928 e pare gia' elettrificata, quindi alla fine degli anni Venti! ::-O:
O almeno io la interpreto cosi':
Wikipedia ha scritto:On full opening, the line converted immediately to Overhead line electrification at 1500v DC.
ovvero che si andava a vapore su eventuali tratte gia' aperte e con l'attivazione completa si e' attivata anche la linea di contatto fino alla stazione di Canfranc.

pm_class55
**
**
Messaggi: 1128
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: Canfranc

#27 Messaggio da pm_class55 » lun 24 ott 2016 17:59

devo rettificare qualche informazione, evidentemente chi ha tradotto la pagina dal sito sulla storia della linea non aveva voglia... :lol: :evil: anche perche' una tramoggia lanciata a 300 all'ora era poco plausibile... :mrgreen: :megaball::

Il botto e' successo il 27 marzo del 1970, il treno era composto da 9 carri carichi di cereali da portare a Canfranc. Quella mattina era parecchio freddo in valle e la SSE di Urdos faceva i capricci (non era l'unica, si lamentava la mancanza di manutenzione dopo la WW2), con cali di tensione in un tratto tra i piu' impegnativi; all'uscita di una galleria in salita al 3.5% il treno inizia a slittare a causa dele rotaie ghiacciate, i maestri scoprono che le sabbiere di entrambe le locomotive sono vuote :shock: impostano la frenatura elettrica (!) e scendono per provare a mettere ghiaino o pietrisco frantumato sulle rotaie, onde cercare di ripartire. Purtroppo il sovraccarico fa saltare la SSE di Forges e il treno inizia a scendere senza controllo verso valle; transita al PL della stazione di Lescun a circa 100 e arriva al ponte a travata metallica dell'Estanguet, dove i carri in coda deragliano colpendo un pilastro e facendo finire tutto il treno nel torrente, carri macchine e linea distrutte ma nessun ferito. Il ponte si trovava alla pK 280+683, ovvero 5 km oltre la stazione di Bedous in direzione Spagna.
Immagine

pm_class55
**
**
Messaggi: 1128
Iscritto il: lun 15 dic 2008 13:15
Località: Venezia Mestre CARPENEDO

Re: Canfranc

#28 Messaggio da pm_class55 » lun 24 ott 2016 18:09

Prestazione massima delle BB4100-4200 in uso sulla linea all'epoca:
Canfranc-Pau (discesa) 160t in singola, 320 in doppia
Pau-Canfranc (salita) 160t in singola, 200 con spinta in coda da Bedous al valico, 300 in doppia

ssb
**
**
Messaggi: 2228
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Canfranc

#29 Messaggio da ssb » mar 25 ott 2016 4:54

pm_class55 ha scritto:i maestri scoprono che le sabbiere di entrambe le locomotive sono vuote :shock: impostano la frenatura elettrica (!) e scendono
frenatura elettrica che tiene fermo un treno? ::-?:

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14348
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Canfranc

#30 Messaggio da Tz » mar 25 ott 2016 9:59

Un treno lo puoi tenere fermo solo con la pneumatica... che abbiano provato ad usare la controcorrente per cercare di fermarlo o rallentarlo e che ciò abbia fatto saltare la SSE è possibile...
Comunque il tratto attualmente interrotto e con ponti mancanti è lato Francia, lato Spagna è attiva.
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite