Treni "no-frill" per riaprire linee poco usate

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
XauMankib
^_^
^_^
Messaggi: 71
Iscritto il: sab 23 set 2017 9:05

Treni "no-frill" per riaprire linee poco usate

#1 Messaggio da XauMankib » ven 29 dic 2017 12:17

Vogliate scusare per il titolo.
Ho trovato una cosa interessante:
https://www.railwaymagazine.co.uk/very- ... t-england/

In poche parole, vogliono costruire e testare automotrici leggere a una sola carrozza, per aprire a partire dal 2019 linee chiuse dalla scure snellente perpetrata dal Dr Beeching negli anni 60.

Sappiamo che i treni no-frill sono mossi da un motore di camion, hanno trasmissione idraulica, un peso di 28 tonnellate (7 t per asse) e costeranno mezzo milione di sterline a pezzo, porteranno fino a 120 persone e viaggeranno ad una velocità di 70 miglia orarie massimo.

In poche parole, una versione moderna delle ALn 668 in servizio nella penisola italica.

Secondo me, l'idea di questi "treni tascabili" potrebbe essere un'idea da pochi spicci e molti risultati, e per farmi diventare ottimista ci vuole un pochino.ImmagineImmagine

clabre
*
*
Messaggi: 929
Iscritto il: mar 14 ott 2008 18:08

Re: Treni

#2 Messaggio da clabre » lun 01 gen 2018 17:59

Che differenza sostanziale ci sarebbe con l'Alstom Coradia LINT 27?

XauMankib
^_^
^_^
Messaggi: 71
Iscritto il: sab 23 set 2017 9:05

Re: Treni "no-frill" per riaprire linee poco usate

#3 Messaggio da XauMankib » lun 01 gen 2018 18:05

Per me, solo il nome, che verrà qualcosa del tipo "British Class nnn" e il fatto che gli pianteranno a bordo il buon vecchio primordiale AWS

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite