Zibaldone britannico

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13641
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Zibaldone britannico

#76 Messaggio da UluruMS » lun 05 mar 2018 11:25

XauMankib ha scritto:
gio 15 feb 2018 22:59
Da abitante inglese, possible permettermi di dire che molti piangono il fatto che le ferrovie sono privatizzate (escludendo binari e infrastrutture, di proprietà della National Rail).
Scusa, non ci avevo fatto caso... Ma immagino che intendessi Network Rail? Che poi, se ho capito bene le pastoie burocratiche britanniche, le linee sono autorizzate dalla Corona, (probabilmente anche di sua proprietà) e gestite da Network Rail, essendo essa una "branca" del dipartimento dei trasporti. Che poi fino al 2013 non era esattamente chiaro se Network Rail appartenesse de facto al settore privato, pubblico o terzo (de iure era privato)?
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Astro
**
**
Messaggi: 1050
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: Zibaldone britannico

#77 Messaggio da Astro » lun 05 mar 2018 14:08

National Rail è un brand (e basta) che raccoglie le imprese (private) di trasporto.
Le infrastrutture sono Network Rail (permettetemi la semplificazione della catena), che è come le nostre FS, società formalmente privata ma di proprietà pubblica.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13641
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Zibaldone britannico

#78 Messaggio da UluruMS » lun 05 mar 2018 20:56

Siamo sicuri che network rail sia una SPA o assimilabile?
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Astro
**
**
Messaggi: 1050
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: Zibaldone britannico

#79 Messaggio da Astro » mar 06 mar 2018 8:32

https://www.networkrail.co.uk/who-we-ar ... regulated/
Network Rail ha scritto:How we’re regulated:
We are regulated by the Office of Rail and Road for our stewardship of the rail infrastructure
The Office of Rail and Road (ORR) is the independent economic and safety regulator for Britain’s railway. It has a range of statutory powers to set the contractual and financial framework within which we operate the rail network.
It sets the targets we have to achieve, and reports regularly on our performance, ensuring we carry out our activities efficiently and well, and that we are appropriately funded.
We are regulated by the ORR under its Network Licence.
https://www.networkrail.co.uk/who-we-ar ... d-managed/
Network Rail ha scritto:As a public sector arm’s length body, Network Rail retains the commercial and operational freedom to manage Britain’s railway infrastructure in England, Wales and Scotland within regulatory and control frameworks.
As a not-for-dividend organisation, we don’t pay out dividends to shareholders. Instead, any profits we make are invested straight back into improving the railway.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13641
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Zibaldone britannico

#80 Messaggio da UluruMS » mar 06 mar 2018 8:44

L'ho letto anche io. E anche altro.
Ma appunto messo così è più assimilabile ad un incrocio tra una fondazione ed un braccio operativo autonomo del DofT, quindi del governo di sua maestà
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Astro
**
**
Messaggi: 1050
Iscritto il: mar 17 gen 2017 14:33

Re: Zibaldone britannico

#81 Messaggio da Astro » mar 06 mar 2018 11:39

Sicuramente non è una s.p.a., ma
1) opera in regime di concessione
2) le scelte sono autonome (purché compatibili con la concessione)
Su Wiki https://en.wikipedia.org/wiki/Non-depar ... ublic_body si dice:
Wikipedia ha scritto:NDPB differ from executive agencies as they are not created to carry out ministerial orders or policy, instead they are more or less self-determining and enjoy greater independence. They are also not directly part of government like a non-ministerial government department being at a remove from both ministers and any elected assembly or parliament. Typically an NDPB would be established under statute and be accountable to Parliament rather than to Her Majesty's Government. This arrangement allows more financial independence since the government is obliged to provide funding to meet statutory obligations.

gbelogi
**
**
Messaggi: 5348
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Zibaldone britannico

#82 Messaggio da gbelogi » ven 09 mar 2018 18:59

Un annuncio molto divertente sulle ferrovie britanniche, con sottotitoli:

https://www.youtube.com/watch?v=9A4Xy3OWozA
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

XauMankib
*
*
Messaggi: 107
Iscritto il: sab 23 set 2017 9:05

Re: Zibaldone britannico

#83 Messaggio da XauMankib » mer 28 mar 2018 17:52

Per farla semplice, Network Rail (come detto due post prima) é un corpo non dipertimentale. A parole spiccie, é una società pubblica sostenuta dal ministro delle infrastrutture, ma con una libertà interna d'azione tipica di una società privata.
L'unica necessità nei confronti dello stato é allinearsi a concessioni richieste entro quali agisce di conto proprio.

La National Rail risulta invece un ramo del ministero del ministero vero e proprio, che funge da portavoce per tutta la caterva di compagnie private che gestiscono i servizi di trasporto, oltre a questo, decide prezzo, tariffe e costi delle connessioni effettuate da questi servizi.

XauMankib
*
*
Messaggi: 107
Iscritto il: sab 23 set 2017 9:05

Re: Zibaldone britannico

#84 Messaggio da XauMankib » mer 28 mar 2018 17:53

Per farla semplice, Network Rail (come detto due post prima) é un corpo non dipertimentale. A parole spiccie, é una società pubblica sostenuta dal ministro delle infrastrutture, ma con una libertà interna d'azione tipica di una società privata.
L'unica necessità nei confronti dello stato é allinearsi a concessioni richieste entro quali agisce di conto proprio.

La National Rail risulta invece un ramo del ministero del ministero vero e proprio, che funge da portavoce per tutta la caterva di compagnie private che gestiscono i servizi di trasporto, oltre a questo, decide prezzo, tariffe e costi delle connessioni effettuate da questi servizi.

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13641
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Zibaldone britannico

#85 Messaggio da UluruMS » mer 16 mag 2018 16:15

http://www.railwaygazette.com/news/sing ... chise.html

il 24/6 Stagecoach finisce la franchise sulla ECML
Il governo non ha preso bene il fatto che VTEC abbia comunicato che non era in grado di rispettare i termini del contratto 2014-2022 che avrebbe dovuto fruttare a sua Maestà 3,3G di GBP, ed ha quindi deciso di prendere in carico la gestione.
VTEC ha perso circa 200M ed ha pagato circa 1G per la franchise nei 3,5 anni.

In pratica hanno avuto conferma i dubbi di chi si chiedeva se i continui giochi al rialzo per acaparrarsi le concessioni, finissero per scontrarsi coi limiti fisici, sia dell'infrastruttura che della strttura sociale e demografica del paese


ah, e
From that date, DOHL Ltd, a government-owned ‘operator of last resort’, would take over the franchise and begin preparations for the creation of an integrated East Coast Partnership business with a single team managing both operations and infrastructure.
Il nuovo brand si chiamerà LNER, London North Eastern Railway
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15041
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Zibaldone britannico

#86 Messaggio da Tz » mer 23 mag 2018 17:36

Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13641
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Zibaldone britannico

#87 Messaggio da UluruMS » mer 23 mag 2018 19:20

Eh beh, che c’è di meglio del riesumare una delle storiche big four come nuovo brand? Per di più con una felice sovrapposizione di linee?
Anzi, essendo io appassionato delle realizzazioni di Gresley e Peppercorn, quale migliore combinazione riesumare un nome glorioso come LNER?
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 15041
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Zibaldone britannico

#88 Messaggio da Tz » gio 24 mag 2018 13:00

Sicuramente glorioso, un po' meno nuovo... :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

XauMankib
*
*
Messaggi: 107
Iscritto il: sab 23 set 2017 9:05

Re: Zibaldone britannico

#89 Messaggio da XauMankib » mer 06 giu 2018 5:48

Northern Railways taglia 150 servizi giornalieri e attiva un orario di emergenza.
https://www.independent.co.uk/travel/ne ... 79601.html
Fra le linee tagliate, la turistica per antonomasia, la Windermere - Oxenholme, sostituita con un autoservizio.
I cambiamenti dureranno 2 mesi.

Avatar utente
em
**
**
Messaggi: 4429
Iscritto il: mer 07 gen 2004 11:34
Località: Genova

Re: Zibaldone britannico

#90 Messaggio da em » mer 06 giu 2018 8:24

Quindi dopo aver aumentato i servizi effettuati il 20 Maggio dopo 15 giorni si sono accorti di non farcela con i materiali e il personale disponibile e sono stati costretti a una "parziale" marcia indietro. Per programmare orario e turni avranno usato la stessa piattaforma usata a suo tempo con simili risultati da Trenord? ::-?:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti