Categorie treni e confusione

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#16 Messaggio da luca295 » mar 29 lug 2014 19:14

danieleexpress ha scritto:Per esempio per me sarebbe più chiaro avere: locale per Londra e Diretto per Londra piuttosto che avere
treno per Londra e treno per Ealing Broadway sapendo che devo scendere in una stazione intermedia tra qui e londra
Per la verità invece e' molto più semplice il sistema,inglese.

Se devi andare a Londra, devi prendere il " Londra". Se devi andare in una località precedente, prendi il " ealing Broadway". Cosi non ti sbagli e non sali sul treno lento per andare fino in centro, e non sali sul veloce se per caso devi scendere prima. Tra parentesi in Uk sono sempre specificate tutte le fermate dei treni sui tabelloni.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#17 Messaggio da luca295 » mar 29 lug 2014 19:17

paolo656 ha scritto:Luca, sul concetto di "lo paga il contribuente" occorre tuttavia anche aggiungere che delle due l´una:

-la pressione fiscale si dimezza, e allora i costi (questi e altri) sono a carico dei viaggiatori;

-la pressione fiscale resta uguale, allora deve tornarmi indietro qualcosa.


Perche´ la botte vuota e la moglie sobria --a me-- non va bene.

Ma diamo d'accordo. Quello che non va bene e' che alcuni treni siano sussidiati e altri no.
Io non discuto sul " quanto" , ma sul " come".

A me non sta bene che ci sia un treno a mercato raddoppiato da un treno sussidiato con due fermate in più!

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#18 Messaggio da luca295 » mar 29 lug 2014 19:20

danieleexpress ha scritto:Comunque se volete divertivi :mrgreen:

da cui si deduce che se c'è una eccezione è l'UK, non l'Italia
A me,invece pare che l'Italia sia l'unica nazione dove succeda...fai te.

Fa poca differenza se in Uk ti dicono di prendere il " Norwich 19.30" e in Germania l'ice per Amburgo. Di fatto tendenzialmente le relazioni non si raddoppiano.

On Italia invece ho da bologna a rimini il Regionale, il regionale veloce, l'Ic ( sussidiati) , la Fb e la fr....

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7056
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#19 Messaggio da danieleexpress » mar 29 lug 2014 20:18

Mah il mio caso si riferisce alla tratta Reading-Londra.

A Londra come in tutte le metropoli (Anche Milano per es...) funziona così: i treni più a lunga percorrenza arrivano fino ad una determinata stazione poi vanno no-stop fino al capoluogo. Dall'ultima fermata parte un localino o suburbano o metropolitano che fa tutte le fermate intermedie.... di fatto hai due servizi

per cui secondo me è più intuitivo vedere suburbano e regionale piuttosto che la penultima destinazione del treno.

Comunque come fai a dire che le relazioni non si raddoppiano? In Francia hai TER, TGV, Intercities, in Germani hai: S-Bahn, Regio, RE, IC, ICE... ovvio che non fanno lo stesso percorso, ma su tratte interregionali si sovrappongono così come da Bologna a Rimini il FB fa Milano-Lecce, il RV fa Piacenza-Ancona e il reg fa Bologna-Rimini
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#20 Messaggio da luca295 » mar 29 lug 2014 20:58

Come faccio a dirlo? La mia esperienza di viaggiatore. Difficilmente, e solo per tratte particolari,
trovo sovrapposizione di offerta. E se c'e', e' solo tra due livelli, se apputno l'origine o la destinzazione sono luogo di interscambio tra i due livelli.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite