Categorie treni e confusione

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Categorie treni e confusione

#1 Messaggio da danieleexpress » mar 15 lug 2014 18:40

Volevo raccontare un attimo una mia esperienza con una piccola riflessione.

Premessa: dovevo andare da Bristol a Heathrow. Il sistema informatico mi dava Bristol-Londra-Heathrow. Soluzione non molto logica sia perchè abbastanza cara sia perchè richiede fare un percorso abbastanza lungo due volte.

Allora ho preso il treno per Londra ma sono sceso alla fermata prima (Reading). Di lì partiva un localino 5 minuti dopo che faceva tutte le fermate tra cui Hayes. Di lì ho potuto prendere il treno che arrivava da Londra e andava a Heathrow (Ma da Hayes sono solo 5 minuti di viaggio).

Il sistema però non me lo dava, quindi ho dovuto fare due biglietti separati (anche se era la stessa compagnia) Bristol-Hayes e Hayes-Heathrow

Quando ho cambiato a Reading ho notato una cosa interessante.

Non ci sono le categorie dei treni, i treni no-stop con destinazione Londra hanno sui tabelloni la dicitura corretta Londra mentre invece i locali hanno come destinazione la stazione precedente (anche se poi proseguono fino a Londra)

Questo viene fatto in modo che chi va a Londra prende quello veloce, però credo che confonda le cose.
Credo sarebbe molto più caro indicare le categorie di treno: IC per Londra e Locale per Londra.


PS: il localino aveva 2/3 del treno con aria condizionata KO e finestrini sigillati, quindi tutti i passeggeri concentrati su 1/3 del treno :roll:
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Flax
**
**
Messaggi: 2453
Iscritto il: sab 19 set 2009 10:51
Località: Centallo (CN)

Re: Categorie treni e confusione

#2 Messaggio da Flax » mar 15 lug 2014 18:48

Tutto il mondo è paese...

Cmq non dava la soluzione perchè un cittadino "normale" fa il percorso più comodo e con meno cambi, invece di cambiare ben 2 volte rischiando la pericolosa coincidenza di 5 minuti... Quella è roba da ferroamatori!
"La linea Cuneo-Ventimiglia-NIzza è un ramo secco". Ing. Mauro Moretti AD Ferrovie dello Stato.

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#3 Messaggio da danieleexpress » mar 15 lug 2014 18:58

si ma far pagare 45 sterline al posto di 31 è da ladri...
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
ringhio
**
**
Messaggi: 1386
Iscritto il: sab 25 lug 2009 15:46
Località: sulla ferrovia del sempione

Re: Categorie treni e confusione

#4 Messaggio da ringhio » mar 15 lug 2014 20:01

Mi ricorda una certa IF al di qua della manica :mrgreen:
A-CWL 61 81 70-70 003-2

Avatar utente
etna805
***
***
Messaggi: 17208
Iscritto il: lun 22 dic 2003 7:15
Località: dove il Mar Tirreno si sposa con il Mar Jonio!!!
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#5 Messaggio da etna805 » lun 21 lug 2014 13:21

Maggior comodità = prezzo maggiore :wink:
ma che è sto membro FOL?
moderatore contabile farlocco® controllore GTT farlocco®
professore di fenomenologia del benvenuto nei forum ferroviari italici
io viaggio in FLAIRT
Fotografie Etniche

re2104
*
*
Messaggi: 369
Iscritto il: gio 20 giu 2013 14:51

Re: Categorie treni e confusione

#6 Messaggio da re2104 » lun 28 lug 2014 20:37

danieleexpress ha scritto:Volevo raccontare un attimo una mia esperienza con una piccola riflessione.

Premessa: dovevo andare da Bristol a Heathrow. Il sistema informatico mi dava Bristol-Londra-Heathrow. Soluzione non molto logica sia perchè abbastanza cara sia perchè richiede fare un percorso abbastanza lungo due volte.

Allora ho preso il treno per Londra ma sono sceso alla fermata prima (Reading). Di lì partiva un localino 5 minuti dopo che faceva tutte le fermate tra cui Hayes. Di lì ho potuto prendere il treno che arrivava da Londra e andava a Heathrow (Ma da Hayes sono solo 5 minuti di viaggio).

Il sistema però non me lo dava, quindi ho dovuto fare due biglietti separati (anche se era la stessa compagnia) Bristol-Hayes e Hayes-Heathrow

Quando ho cambiato a Reading ho notato una cosa interessante.

Non ci sono le categorie dei treni, i treni no-stop con destinazione Londra hanno sui tabelloni la dicitura corretta Londra mentre invece i locali hanno come destinazione la stazione precedente (anche se poi proseguono fino a Londra)

Questo viene fatto in modo che chi va a Londra prende quello veloce, però credo che confonda le cose.
Credo sarebbe molto più caro indicare le categorie di treno: IC per Londra e Locale per Londra.


PS: il localino aveva 2/3 del treno con aria condizionata KO e finestrini sigillati, quindi tutti i passeggeri concentrati su 1/3 del treno :roll:
Però c'è un problema: in UK i treni non sono identificati con i numeri come da noi... Sono identificati con un codice alfanumerico.

Coccodrillo
**
**
Messaggi: 9977
Iscritto il: lun 10 mag 2004 19:30
Località: Ferrovia del Gottardo

Re: Categorie treni e confusione

#7 Messaggio da Coccodrillo » lun 28 lug 2014 21:10

Usano codici tipo 1A23 (cifra-lettera-cifra-cifra), ma di fatto sono numeri.

Piuttosto, solitamente indicano i treni con i capilinea e l'ora di partenza dalla prima stazione, piuttosto che con il numero. Anche per i merci.
Gleis 3, einfahrt des InterRegio nach Linthal, Trun, Biasca, Chiasso, ohne Halt bis Glarus.

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#8 Messaggio da luca295 » lun 28 lug 2014 23:37

On tutti o casi le categorie non sono indicate semplicemente perche non ci sono.
Giustamente l'utenza,viene indirizzata,verso il,servizio,che e' preposto a corrispondere,ogni specifica domanda.

Del,sistema,inglese,c'e ' un solo,dato,qualificante: la crescita del,sistema . Unica in Europa.

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#9 Messaggio da danieleexpress » mar 29 lug 2014 14:06

luca295 ha scritto:indirizzata,verso il,servizio,che e' preposto a corrispondere,ogni specifica domanda.
Oddio, in teoria le categorie servono (servivano) a questo...
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Categorie treni e confusione

#10 Messaggio da luca295 » mar 29 lug 2014 16:56

Direi proprio,di no. Le categorie,di treni servono a fare treni a diversi scaglioni tariffari. Cosa,che esiste,ancora solo in Italia. Forse, dico forse, siamo un po' retrogradi. Con i Rv che fanno la,fotocopia dei servizi Lp....

Insomma. Dove i treni funzionano per,andare da x a y hai una sola scelta : il treno che serve la relazione x-y. Che fa piu o meno fermate a seconda delle,esigenze di organizzazione del,servizio.
E le tariffe sono più o meno care a,seconda di,chi compra,il biglietto e come lo fa.

Invece noi abbiamo treni venezia-Verona a prezzo intero, raddoppiati da altri Venezia Verona sui quali il biglietto lo paga il contribuente. Con il risultato di diminuire l'efficienza e aumentare il costo,del,servizio ferroviario ( l'efficienza della ferrovia e' proporzionale alla concentrazione,di domanda soddisfatta).

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#11 Messaggio da danieleexpress » mar 29 lug 2014 17:59

Infatti ho detto in teoria le categorie servivANO a questo..in passato... dove locale, diretto, espresso non avevano differenza di prezzo ma di velocità.

In Svizzera è così ci sono gli S, IR, IC, ICN, EC ma la tariffa non cambia.
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#12 Messaggio da danieleexpress » mar 29 lug 2014 18:08

Per esempio per me sarebbe più chiaro avere: locale per Londra e Diretto per Londra piuttosto che avere
treno per Londra e treno per Ealing Broadway sapendo che devo scendere in una stazione intermedia tra qui e londra
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
paolo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 25061
Iscritto il: lun 22 dic 2003 9:51
Località: Siberia - Mosca
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#13 Messaggio da paolo656 » mar 29 lug 2014 18:20

Luca, sul concetto di "lo paga il contribuente" occorre tuttavia anche aggiungere che delle due l´una:

-la pressione fiscale si dimezza, e allora i costi (questi e altri) sono a carico dei viaggiatori;

-la pressione fiscale resta uguale, allora deve tornarmi indietro qualcosa.


Perche´ la botte vuota e la moglie sobria --a me-- non va bene.

Avatar utente
danieleexpress
**
**
Messaggi: 7069
Iscritto il: mer 07 gen 2004 22:46
Località: Torino
Contatta:

Re: Categorie treni e confusione

#14 Messaggio da danieleexpress » mar 29 lug 2014 18:21

Comunque se volete divertivi :mrgreen:

da cui si deduce che se c'è una eccezione è l'UK, non l'Italia
mmmmmmmmm pfffffffffffffffffffttttt (segnale acustico + porta che si chiude)
"Io auguro alla gente di salire su un aereo per fare Milano-Reggio Calabria" I.Cipolletta, Presidente gruppo FS
In Pendolino con Pendolino, sull'Etna con Etna

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16777
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Categorie treni e confusione

#15 Messaggio da Ae 4/7 » mar 29 lug 2014 18:56

danieleexpress ha scritto:In Svizzera è così ci sono gli S, IR, IC, ICN, EC ma la tariffa non cambia.
Infatti sono categorie farsa (sarebbe ampiamente sufficiente una distinzione tra omnibus e diretti; visto che non si riescono a trovare altri criteri univoci di distinzione (materiale rotabile impiegato, comfort, offerta di ristorazione a bordo (con questo criterio ci avevano provato, a dir la verità), politica delle fermate,...) tra le altre categorie)...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite