Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
bavve
*
*
Messaggi: 540
Iscritto il: mar 25 mar 2008 11:49
Località: Rapallo (GE)
Contatta:

Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#1 Messaggio da bavve » mer 18 mag 2011 20:09

Buonasera. Ultimamente mi sono interessato al sistema ferroviario del Regno Unito (complice anche Railworks, il gioco di "simulazione ferroviaria" della Rail Simulator Developments, il quale comprende molteplici linee ferroviario Inglesi e Scozzesi e relativi rotabili).

La domanda che volevo porvi, visto che non ho trovato nessuna discussione in merito, è: quali sono le differenze tra la privatizzazione avvenuta nel Regno Unito e quella che sta avvenendo nel sistema ferroviario "continentale" (Germania, Italia e Francia, per intenderci)? Se da noi c'è RFI, in Germania c'è DB Netz e in Francia RFF, nel Regno Unito quale operatore gestisce l'infrastruttura?

L'impressione che ho avuto, cercando informazioni su Wikipedia ad esempio, è stata solo di una gran confusione. Attualmente sono riuscito solo a capire le classificazioni dei vari rotabili, ma a livello di servizi ferroviario sono in alto mare...

C'è qualche anima pia in grado di aiutarmi a fare chiarezza su tutto ciò?

Grazie in anticipo! :)

Saluti :ciao:
Enrico

Avatar utente
Trullo
**
**
Messaggi: 2025
Iscritto il: mar 20 gen 2009 16:05
Località: 15 km a nord della Madonnina

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#2 Messaggio da Trullo » mer 18 mag 2011 20:20

bavve ha scritto:Se da noi c'è RFI, in Germania c'è DB Netz e in Francia RFF, nel Regno Unito quale operatore gestisce l'infrastruttura?
Network Rail

Le voci storiche di wikipedia che parlano di ferrovie britanniche (http://en.wikipedia.org/wiki/History_of ... at_Britain con i relativi link ) mi sembrano abbastanza chiare (non avendo altre fonti non saprei dire quanto siano accurate e/o complete
E mentre marciavi con l'anima in spalle
Vedesti un uomo in fondo alla valle
Che aveva il tuo stesso identico umore
Ma la divisa di un altro colore

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13234
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#3 Messaggio da UluruMS » gio 19 mag 2011 10:23

Anche questo su wiki http://en.wikipedia.org/wiki/Privatisat ... itish_Rail come spunto di ulteriori discussioni;
in breve, se ben ricordo:
-anche il GI in origine era stato privatizzato, per poi tornare sui propri passi; Networkrail è al 100% statale
-strasemplificando si sono date delle "concessioni" (i puristi mi scuseranno) di non lunghissima durata, con dei benchmark ben definiti in modo da tenere le TOC sempre "sul pezzo"
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."
Dear guest, never trust Tz; it’s a Troll

gbelogi
**
**
Messaggi: 5240
Iscritto il: lun 21 ago 2006 18:08
Località: 86% oltre l'Adda 14% Roma

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#4 Messaggio da gbelogi » gio 19 mag 2011 23:07

Difficile descrivere la privatizzazione inglese rispetto alle varianti continentali. Un articolo vecchio ma interessante:

http://www.fabriziobonomo.it/pag/primo_ ... rra4_0.pdf

La privatizzazione inglese ha avuto luci e ombre. Il fiasco più grosso è stata la privatizzazione di Railtrack (ora Network Rail), ovvero la RFI del Regno Unito. Anche i più fanatici sostenitori del libero mercato hanno dovuto concludere che un arbitro e gestore della rete NON può essere una società privata con azionisti che rivendicano un profitto.
100 % Guaranteed Friend of the USA
Italia 2018: piccole isole di buoni risultati economici, efficienza e buone pratiche in un oceano di inefficienza e declino morale ed economico.

hawk
^_^
^_^
Messaggi: 79
Iscritto il: sab 08 ott 2005 19:19

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#5 Messaggio da hawk » gio 15 nov 2012 17:50

Allora propongo di non perdere assolutamente il film "Paul, Mick e gli altri" , ultimo passaggio su Rai5 domenica prossima 18 novembre ore 23:30. Il titolo originale era The Navigators, Stories from the trackside.
Penso che sia uno dei film che ogni appassionato di ferrovia dovrebbe vedere
Immagine

http://www.filmtv.it/film/21882/paul-mick-e-gli-altri/

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 11946
Iscritto il: mar 25 mag 2004 13:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#6 Messaggio da sr » ven 30 nov 2012 15:07

L'ho visto. Non tutto perchè era già iniziato da un pò quando sono ci sono capitato.
Rende abbastanza bene la situazione delle privatizzazioni e della precarizzazione dell'era Thacher, anche se guardandolo dall'Italia di oggi verrebbe da dire "fortunati loro"!
Almeno perdevano i diritti sindacali per guadagnare di più. Noi oggi li perdiamo e veniamo pagati una miseria.
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

hawk
^_^
^_^
Messaggi: 79
Iscritto il: sab 08 ott 2005 19:19

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#7 Messaggio da hawk » lun 10 dic 2012 14:38

Perdendo la parte iniziale, hai purtroppo perso una parte importante della storia, nella quale si evidenziava, tra l'altro, come cambia il rapporto tra colleghi, da squadra affiatata e pronta ad aiutarsi a vicenda, a persone disposte a sacrificare la vita di un collega (tra l'altro proprio quello che in precedenza avvisava gli altri dell'imminente arrivo dei treni) per salvaguardare il proprio posto di lavoro...

Avatar utente
densou
**
**
Messaggi: 1597
Iscritto il: ven 23 apr 2010 0:25
Località: Un pustaz 'isolato' come capoluogo
Contatta:

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#8 Messaggio da densou » sab 29 dic 2012 16:22

gbelogi ha scritto:Anche i più fanatici sostenitori del libero mercato hanno dovuto concludere che un arbitro e gestore della rete NON può essere una società privata con azionisti che rivendicano un profitto.
infatti dopo lo scorporo (Norvegia e Svezia) i "nuovi" gestori furono messi in autogestione benché teoricamente dipendenti dal ministero dei trasporti. Poi che nella prima di fatto sia rimasto monopolio e nella seconda si fecero pagare prezzi stracciati con conseguente mancanza di fondi per la manutenzione (pure ordinaria!) è OT :wink: :ciao:

gdelprete
**
**
Messaggi: 1564
Iscritto il: mer 26 dic 2007 15:46
Località: New York / Trieste

Re: Privatizzazione delle ferrovie del Regno Unito

#9 Messaggio da gdelprete » lun 31 dic 2012 19:19

Il GI e' Network Rail, e come e' stato detto e' stato prima privatizzato, poi ristatalizzato dopo che era chiaro a tutti che non stava funzionando come avrebbe dovuto.

Per i servizi ferroviari, sono presenti sia il modello "franchising" che il modello "open access".

Quello piu' evidente all'utente e' il franchising: esiste una "scatola vuota" chiamata National Rail, che in realta' non fa produzione, perche' questa viene invece fatta da un gruppo di IF, dette "train operating companies" (Virgin, East Coast, First Great Western...) ognuna delle quali ha concorso (e vinto) per fare servizio su una parte delle rete (i cosiddetti "franchise"). La suddivisione dei franchise e' grosso modo per area geografica/gruppo di linee: quindi quando viaggi nel sistema National Rail, acquisti e paghi biglietti National Rail, ma poi il servizio te lo da una ditta privata. Di converso la TOC ci guadagna un sussidio pubblico.
Questo modello e' analogo al modello che italia e' stato scelto per il traffico Regionale/TPL (da noi la suddivisione e' proprio geografico/amministrativa). Al momento ovviamente, fa quasi tutti TI-sussidiata.

Ci sono poi un numero limitato di operatori open-access, che possono accedere alla rete e farsi potenzialmente il servizio come piu' gli aggrada. Sono pochi: Hull Trains, Grand Central, l'Heathrow Express, eventualmente lo sara' DB se e quando partiranno con i loro treni attraverso il Channel Tunnel.
Questo e' il modello che in Italia abbiamo per la LP sulla rete AV, con due aziende (TI-mercato e NTV) che accedono alla rete "da sole" e possono fare quello che vogliono.
Gabriele

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti