Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

Moderatore: Redazione

Autore
Messaggio
ETR401
*
*
Messaggi: 553
Iscritto il: mar 26 ott 2004 15:30
Località: Eh?

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#31 Messaggio da ETR401 » ven 11 dic 2015 22:35

Oddio....falso....
Proprio a buon prezzo non lo sono. Magari la classe media non è così limitata nell'accesso come dice il prof ma...

"The truth is that train travel in this country is outrageously expensive and, in peak times, horribly overcrowded."(1)

E questa è una frase del Telegraph: non esattamente un tabloid scandalistico e più vicino alla dx che alla sx...pubblicata nel 2013 quando di ri-nazionalizzare non ne parlava nessuno.
Tra l'altro, la frase è in coda alla recensione della prima puntata del documentario prodotto dalla BBC "The Railway: keeping Britain on track". 5 puntate da un'ora l'una....da vedere. Si trova anche su YT.

(1) "La realtà è che in questo paese viaggiare in treno è scandalosamente costoso e, in ora di punta, tremendamente sovraffollato"
I play the game for the game's own sake....
Freedom must always be conquered.
"Stay hungry. Stay foolish." (Steve Jobs, The Whole Earth Catalog)
COMPARE DEL CHEESEBURGER ®

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#32 Messaggio da luca295 » sab 12 dic 2015 0:37

Ripeto, e' falso. Gli inglesi si lamentano delle loro ferrovie come noi delle nostre.
Ma oggettivamente, un macchinista inglese in media si conpra piu' km in treno al prezzo medio di vendita che uno italiano.

Dopodiche: i treni sovraffollati italiani sono una cosa, quelli sovraffollati inglesi un'altra.

Dopodiche': io quando andavo nel kent avevo un treno per tornarci da londra ogni 10 minuti, e al massimo ogni mezz'ora fino all'una di notte.
Ma ci fosse anche in italia il servizio inglese ai prezzi inglesi.....

qalimero
**
**
Messaggi: 6913
Iscritto il: sab 27 dic 2003 0:15
Località: Toscana

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#33 Messaggio da qalimero » sab 12 dic 2015 11:28

"Ma oggettivamente, un macchinista inglese in media si conpra piu' km in treno al prezzo medio di vendita che uno italiano. "

icchevordì?

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#34 Messaggio da luca295 » sab 12 dic 2015 11:53

Che il rapporto tra lo stipendio netto del macchinista inglese e il prezzo medio di vendita al km e' piu facorevole in Uk.
A cui, se vogliamo, aggiigniamo che lo stipendio medio del pdm inglese e' un po' superiore alla media degli stipendi dei dipendenti, ma in misura minore dell'analogo italiano.


Diversamente possiamo dire che il prezzo medio pesato sul potere di acquisto e' minore in Uk rispetto all'Italia.
E non e' poco, perche' l'italia e' uno dei paesi europei dove il treno costa meno....

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13543
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#35 Messaggio da UluruMS » lun 14 dic 2015 11:57

Nella sua lettera il docente segnala le altissime tariffe esistenti che a suo dire "rendono il treno poco accessibile alla classe media inglese".
Mah, a me sembra che 1,65 miliardi di passeggeri (2014) per le TOC operanti su Network Rail siano un risultato quasi doppio rispetto all'Italia.
O tutti barano sui passeggeri o in UK puntano ad un numero di viaggi medio per abitante non da Lombardia ma da Svizzera per poter dire che il Treno è alla portata della maggioranza...
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

luca295
***
***
Messaggi: 24614
Iscritto il: mar 18 nov 2008 18:21

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#36 Messaggio da luca295 » lun 14 dic 2015 17:38

Non solo. Negli ultimi 10 anni c'e' stato un considerevole aumento dei pax trasportati. Sempre piu persone prendono il treno.

Ferroviariamente Uk e' una delle nazioni europee messa meglio, ma con l'infrastruttura messa peggio ( devono ancora ringraziare la taechert per cio').


Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16899
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#38 Messaggio da Ae 4/7 » ven 08 gen 2016 17:58

Il leader laburista J. Corbyn, unendosi a chi protesta contro l'aumento tariffario dell'1.1% (quando gli utenti britannici pagano già fino a sei volte di più che i loro omologhi in Francia, Germania e Olanda, i governi delle quali detengono peraltro larghe parti delle ferrovie britanniche).
Secondo Corbyn è assurdo che sia permesso che le ferrovie britanniche siano proprietà di compagnie pubbliche straniere; la rinazionalizzazione sarebbe in questo senso l'unico mezzo per garantire che tutti possano permettersi di viaggiare in ferrovia.
Nel frattempo il leader laburista auspica che il Dipartimento dei Trasporti prenda in mano la situazione e renda il pendolarismo alla portata di tutti.
:arrow: http://www.independent.co.uk/news/uk/po ... 95406.html
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

volvox
*
*
Messaggi: 127
Iscritto il: mer 24 feb 2016 7:11
Località: Istanbul

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#39 Messaggio da volvox » mar 22 mag 2018 9:40

Lo Stato britannico riacquisisce le linee della costa orientale
Ultima in ordine di tempo la scelta di rinazionalizzare il lotto dell’East Coast railway, oggi affidato al consorzio Vtec (costuituito da Virgin e Stagecoach) che gestisce l’intera relazione da Londra a Inverness, oltre 600 km dalla capitale fino al profondo nord della Scozia. La linea era stata privatizzata nel 1994, ma già nel 2005 erano insorti problemi di natura finanziaria a carico del soggetto operatore che si erano tradotti in continui cambi nei concessionari. Una lunga agonia alla quale il governo ha ora deciso di porre fine.

Non è infatti bastata la forza di Virgin per riportare in auge una tratta storica, le cui origini risalgono al 1850. A pesare sono gli errori di valutazione sui volumi di traffico: Vrirgin e Stagecoach hanno elaborato un piano industriale basato su previsioni ottimistiche di continua crescita degli utenti. Previsioni rilevatesi errate, da cui la scelta – comune peraltro a moltissimi operatori nel grande risiko delle ferrovie di sua maestà – di giocare al ribasso nell’offerta per ottenere la gestione della tratta. I 3,3 miliardi di sterline da corrispondere al ministero dei Trasporti si sono così rivelati un onere impossibile da sostenere, forzando l’esecutivo a ridiscutere la concessione. Già nel novembre dell’anno scorso il ministro Chris Grayling aveva annunciato che il contratto sarebbe terminato nel 2020, tre anni prima della scadenza. In questi giorni il cambio di marcia: dal 24 giugno la ferrovia sarà direttamente riportata sotto il controllo della società pubblica – costiuita all’occorrenza – London North Eastern Railway. Una nazionalizzazione vera e propria sia pur solo “temporanea”, promette Grailing.
https://www.ilprimatonazionale.it/econo ... vie-85818/

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13543
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#40 Messaggio da UluruMS » mar 22 mag 2018 10:03

UluruMS ha scritto:
mer 16 mag 2018 16:15
http://www.railwaygazette.com/news/sing ... chise.html

il 24/6 Stagecoach finisce la franchise sulla ECML
Il governo non ha preso bene il fatto che VTEC abbia comunicato che non era in grado di rispettare i termini del contratto 2014-2022 che avrebbe dovuto fruttare a sua Maestà 3,3G di GBP, ed ha quindi deciso di prendere in carico la gestione.
VTEC ha perso circa 200M ed ha pagato circa 1G per la franchise nei 3,5 anni.

In pratica hanno avuto conferma i dubbi di chi si chiedeva se i continui giochi al rialzo per acaparrarsi le concessioni, finissero per scontrarsi coi limiti fisici, sia dell'infrastruttura che della strttura sociale e demografica del paese


ah, e
From that date, DOHL Ltd, a government-owned ‘operator of last resort’, would take over the franchise and begin preparations for the creation of an integrated East Coast Partnership business with a single team managing both operations and infrastructure.
Il nuovo brand si chiamerà LNER, London North Eastern Railway
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

ssb
**
**
Messaggi: 2484
Iscritto il: mar 09 dic 2014 17:24

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#41 Messaggio da ssb » mar 22 mag 2018 11:09

Si preparano a tornare alle ferrovie statali. :twisted:

Avatar utente
Tz
***
***
Messaggi: 14832
Iscritto il: dom 21 mar 2004 17:20
Località: sul grande fiume

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#42 Messaggio da Tz » mar 22 mag 2018 16:10

Non ditelo a Cinghio... :mrgreen:
Saluti Tz

In pensione penalizzato a vita per aver fatto il macchinista !
FOLle inventore della: Stella di Valenza - AV Arno-Maremmana - AV Mediopadana - linea S Circolare di Milano - Zig-Zag LP/AV piemontese.
TAV FOREVER !

Avatar utente
UluruMS
***
***
Messaggi: 13543
Iscritto il: sab 26 apr 2008 11:41
Località: Dal Kander al Somes, dalla Nahe al Cesano

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#43 Messaggio da UluruMS » lun 25 giu 2018 14:22

https://www.railjournal.com/index.php/m ... hannel=000

ecco la nuova livrea provvisoria: è in pratica la livrea della fu VTEC
Immagine

Sinceramente avrei preferito una riedizione usante i verdi tipici, sia della LNER "vera"
Immagine

che della BR anni 60
Immagine
"Ingegné, io mi licenzio!"
"Ma..perché? non si trova forse bene qui?"
"No, è che da me le littorine vanno a nafta; se lo vuole il carbone se lo cavi fuori lei..."

fabribo
**
**
Messaggi: 2360
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#44 Messaggio da fabribo » ven 29 giu 2018 13:37

Ho scoperto che Sabato 23 Giugno ho - inconsapevolmente - immortalato l'ultimo servizio VTEC Aberdeen-Londra King's Cross..... :megaball:

Trattasi del 1E25 in partenza da Aberdeen alle 14,52 e composto da un HST (due motrici 43/2 e 9 rimorchiate ) di fine anni '70 , seppur rimotorizzato...

ImmagineVirgin Train East Coast 43277 by Fabrizio Montignani, su Flickr

Come sappiamo dal giorno successivo c'era LNER.

Domanda : ho capito bene che questi materiali dureranno solo fino a Dicembre, poichè sono previsti nuovi treni ??? Grazie

Saluti.
Fabrizio.
Ultima modifica di fabribo il ven 29 giu 2018 13:39, modificato 1 volta in totale.
1 Dicembre 2013 : il mio ultimo viaggio da Torino a Bologna sul 2067
22 Dicembre 2003-22 Dicembre 2017 : i miei primi 14 anni FOL-LI

fabribo
**
**
Messaggi: 2360
Iscritto il: lun 22 dic 2003 20:02
Località: Castel Maggiore (Bologna)

Re: Lo stato nuovo operatore ferroviario inglese

#45 Messaggio da fabribo » ven 29 giu 2018 13:38

Edit doppio.
1 Dicembre 2013 : il mio ultimo viaggio da Torino a Bologna sul 2067
22 Dicembre 2003-22 Dicembre 2017 : i miei primi 14 anni FOL-LI

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti