[img] La ferrovia dei Tauri

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
OeBB Rh 1012
**
**
Messaggi: 1959
Iscritto il: mer 03 ott 2007 17:04
Località: Cremona - Brescia - Brennero

[img] La ferrovia dei Tauri

#1 Messaggio da OeBB Rh 1012 » lun 15 giu 2009 12:46

Come spiegato qua….

http://www.ferrovie.it/forum/viewtopic. ... &start=360

…inizio il resoconto sulla spedizione fotografica su di uno dei tanti progetti che uniti insieme diedero vita alla Transalpina.
Io comincio con la ferrovia dei Tauri.
Questa ferrovia è stata l’ultima in ordine di tempo ad essere ultimata (7 Luglio 1909) tra tutte quelle che compongono la Transalpina e proprio qui, all’interno del tunnel di valico a 1226m slm si raggiunge il punto più alto dell’intero itinerario Transalpino.
Purtroppo come già accennato nell’off-topic dedicato al nostro caro paolo io ero in “missione” proprio mentre lui ci stava lasciando e quindi non sono riuscito a mantenere la promessa fatta a suo tempo di fargli ammirare questa meravigliosa linea con l’occhio della mia fotocamera.
Per ferrovia dei Tauri intendiamo (omettendo di raccontare le vicissitudini storiche) il tratto da Spittal-Millstättersee a Schwarzach St.Veit.

Immagine

Le principali città nelle vicinanze sono Villach a Sud di Spittal e Salisburgo a Nord di Schwarzach, anche se la città di Mozart non verrà toccata dalla Transalpina, infatti raggiunta Bischofshofen il tracciato piega a Oriente lungo la valle dell’Enns fino a Selzthal per poi dirigersi nuovamente a Nord superando il valico del Pyhrn fino a Linz e da lì, fino al confine boemo.
Cominciamo con la prima puntata…..che inizia nella stazione di Spittal-Millstättersee….

Immagine

…all’interno della quale si possono già incontrare le variopinte composizioni balcaniche

Immagine

I successivi 6,3 km in direzione Nord-Ovest sono a doppio binario e completamente in pianura, quindi privi di opere d’arte, finchè non si arriva al bivio Lendorf (tutt’oggi interessato da notevoli lavori di potenziamento) da cui si stacca la Drautalbahn (a sinistra) che conduce a Lienz-San Candido-Fortezza.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Oggi appunto la relazione principale è quella dei Tauri, ma non è sempre stato così.
Un tempo questi erano i binari della ferrovia Meridionale Maribor-Fortezza e solo successivamente si innestò (da Lendorf appunto) il binario dei Tauri che quindi correva affiancato al preesistente fino a Spittal.
Solo dopo la prima guerra mondiale e il passaggio di parte dei territori tirolesi all’Italia la ferrovia della Drava perse di importanza, la linea divenne a doppio binario ed in comune fino al bivio.

Ancora 1,7 km nei quali si scavalca la statale 100

Immagine

..e si arriva nella prima stazione della linea, Pusarnitz.

Immagine

Immagine

Immagine

Da qui la linea comincia a salire sul versante orientale della valle del fiume Möll.

Immagine

I primi chilometri sono ormai tutti in variante a doppio binario (la linea era in origine a semplice binario eccezion fatta per il tunnel di valico, mentre oggi i ¾ dell’intera relazione sono raddoppiati) e si adagiano ancora sui prati.

Immagine

Immagine

In breve tempo raggiungiamo la ex stazione, ora ridotta a posto di comunicazione, di Mühldorf-Möllbrücke.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

da questa inquadratura si può vedere come la linea stia cominciando a staccarsi dal fondovalle

Immagine

Cominciamo anche ad intravvedere qualche opera d’arte, molte delle quali originarie con affiancato all’esterno il più moderno binario di raddoppio.
Questo dovrebbe essere il Taborgraben (27m)

Immagine

…e questo il Klinzergraben di 33m

Immagine

…entrambi non sono facilmente raggiungibili ed infatti non compaiono in nessuna pubblicazione che tratti questa linea.

Il successivo invece è raggiungibile con l’automobile, è il Mühldorfer-Seebach Viadukt, lungo 53 metri, ricostruito dopo la seconda guerra mondiale dopo che fu fatto saltare dagli alleati.

Immagine

Immagine

Al suo fianco è già in opera il nuovo viadotto a doppio binario

Immagine

Immagine

…mentre in lontananza si possono già intravvedere le condotte forzate che scavalcano la linea.

Immagine

…e qui in un’immagine tratta dal noto forum sloveno Vlaki.info

Immagine

In un attimo siamo a Kolbnitz, momentaneamente ridotta a semplice binario in attesa del completamento dei lavori di potenziamento che cancelleranno per sempre anche da qui le ultime tracce di Transalpina.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Continua…..il bello deve ancora venire.
Immagine Addio Paolo

mikebuongiorno.cargo
**
**
Messaggi: 1222
Iscritto il: sab 21 mag 2005 11:50
Località: Dolomiti - NORD Italia

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#2 Messaggio da mikebuongiorno.cargo » lun 15 giu 2009 13:03

:=D>: :=D>:
Allegria!!
mikebuongiorno.cargo saluta per sempre il grande Mike


Re 460 074-8 Chi rimorchia di più?

apecheronza
**
**
Messaggi: 2026
Iscritto il: dom 15 mar 2009 19:55

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#3 Messaggio da apecheronza » lun 15 giu 2009 13:13

Wunderbar, OeBB...! Vielen danke. :=D>: :=D>: :=D>:
:ciao: :ciao:
Capo Manipolo O.V.R.A. - Sezione Repressione Imbranati Ferroviari

Avatar utente
kebaplover_FOL_version
**
**
Messaggi: 3992
Iscritto il: dom 05 ago 2007 1:01
Località: Nella sezione di blocco precedente alla tua
Contatta:

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#4 Messaggio da kebaplover_FOL_version » lun 15 giu 2009 13:15

Belle linee, bel reportage e... belle livellette 8) :shock: :=D>: :=D>
COMPARE DEL CHEESEBURGER®
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO V2.0 ®
BIDONE AROMATIZZATO CIPOLLA (by trio svacco)®

27/10/07 ciao giuseppe59!
"This user recognizes the right of rheostats to resist electrical current."

e402a
**
**
Messaggi: 1969
Iscritto il: sab 30 lug 2005 13:01
Località: Veneto

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#5 Messaggio da e402a » lun 15 giu 2009 19:56

Strepitoso reportage :=D>: :=D>: :=D>: :=D>: .......ma dirtelo mi sembra fin quasi superfluo :oops:

Ciaooooooooooo :ciao:

paolog
*
*
Messaggi: 545
Iscritto il: sab 18 ago 2007 14:16
Località: udine

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#6 Messaggio da paolog » lun 15 giu 2009 22:08

I Tauri non deludono mai!!!!! PS: da non dimenticare a Kolbnitz la funicolare del Reisseck
http://www.tauerntouristik.at/en/reisseck/index.php che poi altro non era che la linea del cantiere per la costruzione dei bacini in quota da cui partono le condotte che si vedono in una delle foto

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16939
Iscritto il: mer 06 feb 2008 22:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#7 Messaggio da Ae 4/7 » lun 15 giu 2009 22:20

Ottimo! :=D>: :=D>:

Mi spiace che l'unica volta che ci sono passato fosse di notte, ma a bordo di un bellissimo convoglio, il Zurigo-Belgrado (che da dicembre pare perderà la carrozza per la Capitale serba) che mi ha scaricato in ore antelucane a Villaco...
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Vivalto
**
**
Messaggi: 8256
Iscritto il: lun 04 apr 2005 1:36

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#8 Messaggio da Vivalto » lun 15 giu 2009 22:39

Bellissimo!

Avatar utente
Il guru
*
*
Messaggi: 564
Iscritto il: mer 08 apr 2009 13:37
Località: Roiano

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#9 Messaggio da Il guru » mar 16 giu 2009 8:14

Complimenti,eccezionale!! :=D>: :=D>: :=D>: Aspettiamo il seguito!!

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 15:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#10 Messaggio da exp826 » mar 16 giu 2009 13:18

Eccezionale è pure poco!!!!!! :=D>: :=D>: :D
Che spettacolo ragà...altri posti, altra mentalità..... :(
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Avatar utente
Il guru
*
*
Messaggi: 564
Iscritto il: mer 08 apr 2009 13:37
Località: Roiano

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#11 Messaggio da Il guru » mar 16 giu 2009 13:21

La cosa che apprezzo di più di questa mentalità è che si è salvata la linea. Il raddoppio ha portato varianti di tracciato,ma in sostanza siamo sempre lì. Figurati qui,un tunnel di base di 30 km.,e poi tutta la vecchia linea smantellata.

Avatar utente
OeBB Rh 1012
**
**
Messaggi: 1959
Iscritto il: mer 03 ott 2007 17:04
Località: Cremona - Brescia - Brennero

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#12 Messaggio da OeBB Rh 1012 » mar 16 giu 2009 17:00

paolog ha scritto:I Tauri non deludono mai!!!!! PS: da non dimenticare a Kolbnitz la funicolare del Reisseck
C'è anche quella, sono le prime foto della seconda puntata.....ora sono fuori sede, quindi la metto stasera.....inoltre nella stesura del racconto per ora sono arrivato solo ad Angertal, quindi se vado troppo veloce nel postare rischio di non avere ancora pronta l'ultima puntata.
Grazie a tutti per i complimenti....ma il merito è della linea, e come già detto prima, non avete ancora visto nulla.
Immagine Addio Paolo

Avatar utente
andreas
**
**
Messaggi: 1454
Iscritto il: lun 30 ott 2006 15:06
Località: Trieste

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#13 Messaggio da andreas » mar 16 giu 2009 17:29

Gazie per questo notevole contributo e complimenti per le bellissime immagini. Chissà che un giorno il sogno di avere una mega-raccolta di foto sull'intera linea non possa avverarsi :wink: .
Addio Paolo. Mauro Moretti, l'uomo che è riuscito a farmi odiare le FS.
Trenitalia, se posso la evito!
Benvenuto Italo :-)

Avatar utente
OeBB Rh 1012
**
**
Messaggi: 1959
Iscritto il: mer 03 ott 2007 17:04
Località: Cremona - Brescia - Brennero

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#14 Messaggio da OeBB Rh 1012 » mar 16 giu 2009 21:22

Ricominciamo…..e come auspicato da paolog ecco la ferrovia del Reißck, la attraversiamo all’uscita della stazione di Kolbnitz.
La ripidissima funicolare, affiancando le condotte forzate della centrale idroelettrica, porta a Schoberboden, a 2236 m, da dove parte una ferrovia a scartamento ridotto che conduce all’omonimo Hotel.

Immagine

Immagine

Sull’altro versante della valle allo stesso modo si può raggiungere il bacino di raccolta di Roßwiese grazie alla ferrovia Kreuzeck sempre accanto a delle condotte forzate.

Immagine

Da qui superiamo gli ultimi prati, cominciano le prime asperità nonché le prime grandi opere d’arte della linea.

Immagine

Il nuovo Rieckenbachbrücke (ad arco in cemento armato) è stato costruito esattamente affianco al vecchio in muratura e la cui travata centrale in acciaio è stata demolita in quanto pericolante.

Immagine

Immagine

Successivamente la ferrovia si nasconde nel bosco, mentre la strada invece mi riporta nel fondo valle.
Non riesco quindi a raggiungere i viadotti Litzldorfer (vecchio e nuovo) né i nuovi Möllteuergraben, Schlossgraben e Zweniggraben.
Quest’ultimo in particolare, lungo 271,3 metri è costituito da una serie di campate posate direttamente sui pilastri.

Immagine

Molte tratte dove il binario era infatti semplicemente adagiato sul versante della montagna in forte pendenza sono state raddoppiate aggiungendovi un secondo binario a sbalzo appoggiato su pilastri di cemento armato come si farebbe appunto per una terrazza.

La successiva strada che mi riporta in quota è la polverosa mulattiera che porta alla stazione di Penk e che in pochi si azzardavano a percorrere per andare a prendere il treno, ecco perché qua il traffico viaggiatori non ha mai avuto una grande importanza.
Inoltre la presenza di un solo marciapiede ha sempre costretto tutti i treni ad effettuare ingressi in deviata.

Immagine

Immagine

Immagine

Attualmente i binari di corsa (rimodernati con traversine in calcestruzzo armato) sono il secondo e il terzo.
Il binario uno (di precedenza) è invece ancora quello della vecchia ferrovia dei Tauri, ovvero quella che correva sul tracciato della Transalpina.

Immagine

La prosecuzione del binario uno infatti devia dall’attuale tracciato e quello che potrebbe sembrare un semplice tronchino in realtà è proprio il vecchio tracciato che va ad infilarsi nella ormai abbandonata galleria Zwenberg, la cui entrata è chiusa da un portone d’acciaio e all’interno della quale stazionano carri soccorso.
Questo è l’unico, purtroppo brevissimo, tratto della vecchia linea che sia rimasto ancora armato con armamento dell’epoca.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Inutile dirvi che quel chiodo me lo sono portato a casa.

Mentre la linea nuova prosegue sul nuovo ponte ad arco in cemento armato Pfaffenberg-Zwenberg lungo ben 377m e che con i suoi 117 metri di altezza era il più alto dell’intera rete ÖBB quando venne inaugurato…..

Immagine

Immagine

….la vecchia linea, uscita dalla già citata galleria, affrontava quello che a mio giudizio era il ponte più spettacolare dell’intera linea, ovvero il vecchio Pfaffenberg-Zwenberg.
Oggi purtroppo restano solo le due pile in muratura in quanto le tre travate metalliche del ponte sono state fatte saltare dopo la sua dismissione per motivi di sicurezza e successivamente tagliate in valle.

Immagine

Immagine

Cercando in rete però ho trovato alcune foto veramente incredibili di quando il ponte era ancora in servizio.
Questo è il link di riferimento

http://www.bahnbilder.de/name/galerie/k ... e/144.html

…e queste sono le migliori foto

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Nella penultima foto vediamo il portale settentrionale della galleria Zwenberg (quello meridionale è quello “murato” dalla porta d’acciaio in stazione a Penk)….mentre nell’ultima immagine è visibile il portale meridionale del tunnel Pfaffenberg, il ponte è esattamente tra le due gallerie e prende il nome di entrambe.
Qualche anno fa percorsi l’intero tunnel al buio partendo dall’altro imbocco (non tutte le gallerie dismesse infatti sono state murate) solo per scattare questa foto

Immagine

Al suo interno in prossimità dello sbocco meridionale vi trovai una pecora che si era smarrita, era molto spaventata tanto che quando vide me e il mio compagno d’avventura se la fece letteralmente sotto, non mi era mai capitato di assistere ad una scena simile.
Lo spavento però fu grande anche per noi, perché nella penombra non avevamo riconosciuto subito di che animale si trattasse.
Successivamente però venne ad annusarci e subito cominciò a mordicchiarci i pantaloni in segno di amicizia.
Passammo mezz’ora ad accarezzarla per tranquillizzarla, ma non riuscimmo a convincerla a tornare nel buio del tunnel per poter uscire sana e salva dall’altro imbocco.
Non saprò mai che fine abbia fatto, anche se è facile intuirlo.
Dall’altro lato della galleria la vecchia linea si ricongiunge con la nuova.
Le nuove varianti infatti non sono altro che mega viadotti ad arco in cemento costruiti per rettificare la linea scavalcando le valli laterali che solcano il versante orientale della valle del Möll, mentre la vecchia, ne assecondava il profilo sviluppandosi quindi in modo sinuoso.

Immagine

La variante appena descritta entrò in servizio il 30 Luglio 1971, fu una delle prime in ordine di tempo in quanto sul vecchio ponte in acciaio si erano manifestati pericolosi danni tanto nel reticolato delle travate come anche nei pilastri.
Continua….
Immagine Addio Paolo

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 15:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: [img] La Ferrovia dei Tauri

#15 Messaggio da exp826 » mar 16 giu 2009 22:41

che spettacolo...credimi, sono estasiato ma non so che altro dire... :=D>: :=D>:

Pazzesca la storia della pecora! :mrgreen: :cry:
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite