Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

Moderatore: Redazione

Rispondi
Autore
Messaggio
Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3507
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#1 Messaggio da DB » mer 07 ott 2009 10:34

Travolte dal deficit di bilancio (1 miliardo di euro nel 2008, causato soprattutto da azzardate speculazioni finanziarie) e dall'enorme indebitamento (tra i 14 e 15 miliardi di euro), le Ferrovie Austriache, un tempo modello di efficienza, sono ora additate come esempio di cattiva gestione e servizi in continuo peggioramento, come non era mai accaduto in precedenza.
La stampa e l'opinione pubblica austriaca stanno reagendo con sconcerto e gridano allo scandalo di fronte all'incapacità del management di porre rimedio ai problemi ed alle notizie che si riconcorrono sull'aggravarsi della situazione finanziaria della Società e sul continuo peggioramento dei servizi.
In questi giorni, con la presentazione da parte delle ÖBB dei piani per il 2010, si è raggiunto il punto più basso di questa crisi di immagine.
Infatti, per fronteggiare i problemi economici la Compagnia ha deciso di ridurre drasticamente servizi passeggeri e merci, trasferendoli su gomma (da dicembre 14.000 camion ÖBB sulle strade anzichè treni merci); tagli ancora più drastici rischiano quelle regioni che non aumentano i contributi, secondo il principio "wenn die Länder nicht mitzahlen, wird eingestellt" (se la regione non concorre, si chiude); per i problemi di puntualità (appena il 70-75% dei treni a lungo percorso è puntuale) si ricorre alla stessa ricetta, cioè meno treni e più autobus (nella tratta più trafficata del Paese, St.Polten-Vienna, si passa da dicembre da 220 a 195 treni al giorno, al posto di quelli mancanti autoservizi sostitutivi).
Le Ferrovie si difendono sottolineando che i tagli nel settore merci sono necessari a causa del crollo dei traffici dovuto alla crisi economica internazionale, mentre i disservizi ed il calo della puntualità sarebbero conseguenza degli enormi cantieri sparsi su tutta la rete (quadruplicamenti e nuove stazioni in particolare).
La televisione statale ha pubblicato ieri un ampio dossier sulle ÖBB in crisi, i cui titoli parlano da soli: "abbandono della rotaia", "soppressioni" ecc.
http://orf.at/091006-43370/index.html
:ciao: :ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

Avatar utente
80Express
**
**
Messaggi: 6170
Iscritto il: dom 27 mar 2005 19:43
Località: Roma

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#2 Messaggio da 80Express » mer 07 ott 2009 10:41

DB ha scritto:; tagli ancora più drastici rischiano quelle regioni che non aumentano i contributi, secondo il principio "wenn die Länder nicht mitzahlen, wird eingestellt" (se la regione non concorre, si chiude);
Ma queste non erano le frescacce di Moretti?
L'Alta Velocità che accorcia il Paese:
Milano Via Murat - Casa mia (Albano Laziale): 610 km, 3h51m
Napoli Via Medina - Casa mia: 257 km, 2h05m
Casa mia - Bergamo V.le Giovanni XXIII: 662 km, 5h45m
Torino C.so Peschiera - Casa mia: 747 km, 5h24m

Avatar utente
icn
**
**
Messaggi: 1722
Iscritto il: sab 24 gen 2004 15:33
Località: Svizzera

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#3 Messaggio da icn » mer 07 ott 2009 11:17

A questo punto ben vengano ferrovie private....come la Westbahn..che dal 2011 farà concorrenza al Railjet sulla tratta Wien-Salzburg.... con le doppelstock della Stadler.

:ciao:

Avatar utente
Ae 4/7
***
***
Messaggi: 16989
Iscritto il: mer 06 feb 2008 23:07
Località: Oben am deutschen Rhein

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#4 Messaggio da Ae 4/7 » mer 07 ott 2009 11:31

Quella del buon vecchio Weibel... :lol: :lol:

Speculazioni finanziarie in che senso?
Forumista Chimico Simpatizzante|Dall'11.05.09 Aquila d'Oro - "Giù le mani dalle Officine" - No ai treni panoramici della Vigezzina (e ai Centovalli Express)!
Immagine

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 16:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#5 Messaggio da exp826 » mer 07 ott 2009 11:38

che tragedia.... :wall: :shock:
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Avatar utente
giancarlo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13261
Iscritto il: sab 20 dic 2003 0:49
Località: Roma
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#6 Messaggio da giancarlo656 » mer 07 ott 2009 11:38

Tragedia? Perchè morti ci sono???
Giancarlo Scolari - FERROVIE ON LINE

"Il mio nome è simbolo della tua eterna sconfitta" - Daje Roma daje
Andate in macchina

Avatar utente
davide84
***
***
Messaggi: 13649
Iscritto il: ven 29 feb 2008 9:15

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#7 Messaggio da davide84 » mer 07 ott 2009 11:46

Come in Italia, uguale.

Si tagliano merci e LP.

Si batte cassa alle Regioni.

Si dà la colpa dei ritardi ai cantieri ("quando avremo finito...")

E' francamente allucinante. Sembra quasi che il modello stesso di trasporto ferroviario sia in crisi; vedi anche i problemi della Cargo francese etc etc ::-O:
Non più partecipante al forum.

Avatar utente
sr
***
***
Messaggi: 12211
Iscritto il: mar 25 mag 2004 14:39
Località: milano (a est del Lambro Meridionale e a ovest della roggia Ticinello)

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#8 Messaggio da sr » mer 07 ott 2009 11:48

Crisi? :shock:
Quale crisi?!?! ::-?:
Il gruppo FS è in attivo! :mrgreen:
CONFRATELLO DELLA LOGGIA DEL CALAMARO®
Fondatore del CRRZFTz©
Comitato Richiesta Relazioni Zingarate Ferroviarie Tz

Andate in Transalp!

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 16:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#9 Messaggio da exp826 » mer 07 ott 2009 11:49

ohccavolo è vero!! :mrgreen:

Comunque, riassumendo...gli unici a non essere in crisi(o almeno così pare) sono le DB e le SBB, considerando le più importanti? :shock:
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Avatar utente
giancarlo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13261
Iscritto il: sab 20 dic 2003 0:49
Località: Roma
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#10 Messaggio da giancarlo656 » mer 07 ott 2009 11:50

Db ha chiuso il bilancio in passivo, anche a Berlino non ridono...
Giancarlo Scolari - FERROVIE ON LINE

"Il mio nome è simbolo della tua eterna sconfitta" - Daje Roma daje
Andate in macchina

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 16:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#11 Messaggio da exp826 » mer 07 ott 2009 11:55

Ma secondo voi da cosa possono essere causati tutti questi passivi nelle grandi compagnie ferroviarie? :shock: Mi sembra strano che la colpa sia tutta della crisi economica... ::-?:
Sarà la concorrenza che si accaparra sempre più servizi? ::-?:
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Avatar utente
OeBB Rh 1012
**
**
Messaggi: 1959
Iscritto il: mer 03 ott 2007 18:04
Località: Cremona - Brescia - Brennero

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#12 Messaggio da OeBB Rh 1012 » mer 07 ott 2009 12:00

davide84 ha scritto:E' francamente allucinante. Sembra quasi che il modello stesso di trasporto ferroviario sia in crisi; vedi anche i problemi della Cargo francese etc etc ::-O:
Con tutto rispetto per i manager il problema è proprio quello.
Le ferrovie non si possono dare in mano a gente che sa solo leggere i numeri nel bilancio....ma che non ha nessun interesse (e spesso conoscenze) per i treni.
Per molti un investmento è considerato solo una spesa, mentre un taglio è un guadagno.
Non so chi mandi avanti la baracca in Austria, ma se ha fatto speculazioni finanziarie evidentemente era più interessato ai numeri (e gli è andata male) che ai treni.
Il problema ora è che per far tornare i numeri si è obbligati ad operare sui treni (tagli).
Guardando da noi (ma fuori dalle ferrovie) mi viene in mente un caso di poco tempo fa in cui una fabbrica che produceva utili stava per essere chiusa (e gli operai licenziati) perchè qualche manager aveva scoperto che smantellandola per venderne i pezzi ci avrebbe guadgnato qualche euro in più.
La crisi finanziaria (da chi è partita?) ci insegna che pensando solo ai numeri e non all'economia reale, non si va da nessuna parte, e i nodi prima o poi vengono al pettine.
Immagine Addio Paolo

Avatar utente
exp826
**
**
Messaggi: 7240
Iscritto il: ven 03 feb 2006 16:47
Località: Soverato - dove la nafta la beviamo
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#13 Messaggio da exp826 » mer 07 ott 2009 12:06

:=D>: :=D>: :=D>: :=D>: :=D>: bravo OeBB!Quello che ancora non si vuole capire è proprio questo :=D>: :ciao:
Quando lo dico io mi prendono per pazzo furioso.... :wall:
Presidente (a metaglio) Associazione Ferrovie in Calabria
Addio Marco...

Avatar utente
DB
**
**
Messaggi: 3507
Iscritto il: mar 20 gen 2004 13:40

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#14 Messaggio da DB » mer 07 ott 2009 12:17

Ae 4/7 ha scritto:Speculazioni finanziarie in che senso?
Credit default swap (http://it.wikipedia.org/wiki/Credit_default_swap ): le OBB hanno garantito contro un corrispettivo la solvibilità di certe imprese tra cui banche islandesi. Per ogni fallimento di queste ultime opera la garanzia e quindi le OBB devono tenere indenne il beneficiario della garanzia stessa. Scherzetto mica da ridere, per cui gli austriaci hanno citato in giudizio la Deutsche Bank (e non Bahn!!) che aveva venduto questi derivati, sostenendo la scarsa trasparenza dell'operazione, ma il Tribunale di Vienna ha dato ragione alla banca tedesca.
giancarlo656 ha scritto:Db ha chiuso il bilancio in passivo, anche a Berlino non ridono...
Bilancio in rosso? Quale?
Nel 2008 l'utile operativo lordo (EBIT) è stato di 2,48 miliardi di Euro, l'utile netto oltre 1,7 miliardi di Euro.
Nel primo semestre 2009 - ultimo bilancio pubblicato - l'EBIT è stato di 1,16 miliardi di Euro mentre l'utile netto 547 milioni di Euro.
Qui si trovano tutte le cifre: http://www.deutschebahn.com/site/ir/dba ... klung.html
exp826 ha scritto:Ma secondo voi da cosa possono essere causati tutti questi passivi nelle grandi compagnie ferroviarie? :shock: Mi sembra strano che la colpa sia tutta della crisi economica... ::-?:
Sarà la concorrenza che si accaparra sempre più servizi? ::-?:
Non so risponderTi ma una cosa è certa: dopo un promettente sviluppo negli ultimi dieci anni, ora la ferrovia in Europa sta precipitando, se qualcuno non corre ai ripari in fretta dovremo trovarci un altro hobby...
:ciao:
New PB 20km: 1h31'23'' 12.04.2014
PB 10km: 44'37'' 28.6.2013

Der meisten mangelt der Mut, das Unglück zu begrüssen, als etwas, worin man die Seele baden kann

Avatar utente
giancarlo656
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13261
Iscritto il: sab 20 dic 2003 0:49
Località: Roma
Contatta:

Re: Ferrovie in crisi: il caso ÖBB

#15 Messaggio da giancarlo656 » mer 07 ott 2009 12:23

DB, avevo letto solo il titolo sulle news del regime fs. Ecco il testo...

Deutsche Bahn: nel 2009 bilancio in rosso per le ferrovie tedesche

Dopo un eccellente 2008, anche Deutsche Bahn – come la società ferroviaria francese SNCF - prevede un bilancio in rosso per il 2009.

Secondo quanto riportato dal Frankfurter Allgemeine di ieri infatti, l’ad della DB Rudiger Grube avrebbe annunciato una chiusura d’anno con perdite attorno ai 500 milioni di euro. Il giro d’affari dell’azienda, nei primi 8 mesi del 2009, si sarebbe contratto del 14,5 per cento rispetto ai valori dell’anno scorso.

La crisi si spiegherebbe con la pressione nella logistica e in particolare nel settore merci, che registra una flessione del 25 per cento.

Da gennaio ad agosto 2009, l’azienda - scrive il quotidiano tedesco – ha dovuto fronteggiare una flessione di 2,5 miliardi di euro nella logistica e, nel solo settore merci, di 857 milioni di euro. Inoltre le perdite si ripercuoterebbero anche sulla rete (- 94 milioni di euro) e sul traffico a lunga distanza (- 65 milioni di euro).
Giancarlo Scolari - FERROVIE ON LINE

"Il mio nome è simbolo della tua eterna sconfitta" - Daje Roma daje
Andate in macchina

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti